Intravedo già smorfie di dissenso.............!  Non importa, De gustibus non disputandum :wink:

11667250_10200527667432381_6339759284820025273_n.jpg
   

download.jpg


david-garrett_5181959-original-lightbox.jpg
 




                Amo la musica per il piacere, magari epidermico, che dà all'orecchio l'ascolto, per il timbro degli strumenti e delle voci, oppure per la stupefacente armonia con cui le note si susseguono, si combinano, concordano....ma amo la musica perché mi porta ovunque e dallo stesso ovunque mi riporta via.. ecco.....!  8)


 A 35 anni gode di fama mondiale., si è  lui,,,,,,,, David Garret  ! 

Garret è statuario. Un metro e novanta di teutonica bellezza cesellato da raffinati caratteri ereditati dalla madre, ballerina classica americana. Dal padre eredita il rigore germanico. 
 I genitori si accorgono subito del talento del figlio e a otto anni lo ritirano da scuola per fargli studiare il violino. A tredici anni firma il contratto con la Deutsche Grammophon Gesellschaft, prestigiosa orchestra tedesca...! . Dall'adolescente riservato che si esprime solo con la musica, sboccia un giovane attraente, dal carattere determinato.

Trascrive pezzi dei Coldplay, di Michael Jackson, dei Nirvana. Ha una sua band. La sua musica trascina i giovani .Il successo arriva anche grazie alla sua interpretazione di Niccolò Paganini in una pellicola in parte da lui stesso finanziata e di cui scrive la colonna sonora.

Quando il regista Bernard Rose lo incontrò rimase folgorato, oltre che dal talento, anche dall’energia che il compositore metteva in scena in ogni sua esibizione, a tal punto da volerlo a tutti i costi come protagonista della sua pellicola   "IL VIOLINISTA DEL DIAVOLO...." 


  “Paganini fu la prima rockstar, un genio eccentrico, un Jimi Hendrix della sua epoca” ha detto Garrett a Roma in conferenza stampa e in effetti il film rispecchia il suo pensiero, dipingendo il violinista come un innovatore,

David,  all’età di soli 13 anni e dal 2008 entrò nel Guinness dei primati per aver eseguito                "  il volo del calabrone ", in un minuto e sei secondi. Un violinista acclamato come una
 rockstar !!!!    

Quando impugna il violino, uno "Stradivari del settecento", che trasmette emozioni attraverso il linguaggio universale della musica. Lui mi ha fatto apprezzare l' idea di contaminazione tra la musica classica ed  il rock ! mentre la sua bravura come violinista è innegabile, ha saputo dare un nuovo volto alla musica e quando piove come oggi, divento un pò malinconica…ma serve anche questo, almeno una volta ogni tanto! Per ritirarmi sù e cercarmi i  brividi che coinvolgono tutte le  pulsioni, perché in fondo, la vita, è un’opera d’arte…ascolto anche Garret


Ultima cosa, onestamente non ho mai visto un violinista suonare il brano "Adagio" ad occhi quasi sempre aperti............ e non chiusi come tanti.  

Unendo  il " bello al bello"
 2 estremi di Garret   "Adagio"(Tommaso Albinoni) e "Dangerous "di (David Ghetta) :wink:


https://www.youtube.com/watch?v=K0W2kcH74Ws
 

https://www.youtube.com/watch?v=YZ87d_Wqm9Y     
Gli allegati possono essere visualizzati solo dai membri del Club-50plus.
Ottimo violinista, eccellente virtuoso ha il difetto secondo me di raggiungere la fama attraverso espedienti poco qualificanti. Questo non toglie nulla alla mia ammirazione per lui come esecutore ed interprete :wink:
Ti segnalo questo violinista italiano :)   https://youtu.be/d1nOK5s4MEo
 GIULIO MENICHELLI-VIOLINO
Via Aniene 5 00010 Sant'Angelo Romano RM CELL. 340/5390367 - 347/0804603 http://www.giuliomenichelli.it Nato il 2-10-1992 a Roma -- Nazionalità Italiana
Formazione: Diploma di violino presso il Conservatorio di Santa Cecilia, Corsi all'Accademia Chigiana con i M° Belkin e Accardo, Accademia Stauffer per due anni col M° Accardo, Diploma di perfezionamento dell'Accademia di Santa Cecilia con il M° Sonig Tchakerian per il violino e Carlo Fabiano per la Musica da camera Master Interpretation presso l'Hemu di Sion con il M° Sergiu Schwartz Master class con i M° Accardo, Belkin, Bron, Budeer, Ciulei, Ireland, Giovaninetti, I. Oistrach, Tchakerian, Vernikov

[url][/url]Giovane violinista italiano, diplomato a soli 16 anni col massimo dei voti. A 8 anni si è esibito in pubblico con il Moto perpetuo di Paganini. Primo concerto con l'orchestra a 11 anni al Teatro Traiano di Civitavecchia dove eseguì il concerto in La m di Bach. Sempre a 11 anni è entrato a far parte dell'orchestra giovanile di Uto Ughi A dodici anni si è esibito a Mosca e al Teatro Strehler di Milano Ha vinto numerosi concorsi ricevendo il Premio Speciale Bach, il Premio Enescu donato dalla Fondazione omonima rumena (al concorso Postacchini dove fu l'unico italiano ad arrivare in finale), il premio Bernabai per la migliore espressività musicale, Premio "Via Vittoria" come miglior diplomato dell'anno e vincitore di tanti altri riconoscimenti, ha eseguito il suo primo recital a 14 anni. Da allora ha iniziato la sua carriera e oggi ha all'attivo più di 500 esibizioni in pubblico. E' stato sempre spalla e solista delle più importanti orchestre giovanili tra le quali la Giovane Orchestra dell'Opera e la Juny Orchestra Advanced dell'Accademia di Santa Cecilia, Young Talents Orchestra "Ernst & Young". Ha frequentato i corsi del Maestro S. Accardo presso la Fondazione Stauffer, Si è diplomato presso i Corsi di Perfezionamento dell'Accademia di S.Cecilia, sia per il violino che per la musica da camera sotto la guida dei Maestri Sonig Tchakerian e Carlo Fabiano Inoltre ha conseguito il Master di specializzazione Interpretation presso l'HEMU di Sion col Maestro Sergiu Schwartz Attualmente si esibisce come solista e in varie formazioni in tutta Italia contattato da importanti Ass. Cult. come la Camerata Musicale Sulmonese che lo ha invitato a suonare nell'Auditorium dell'Annunziata; l'Ass. Mythos di Torino che lo ha ospitato presso la Cappella dei Mercanti e la Fondazione della Società dei Concerti di Milano che lo ha invitato a suonare nell'Auditorium Giorgio Gaber al grattacielo Pirelli. Recentemente è stato inserito nell'opuscolo dei Giovani Talenti della REGIONE LAZIO "30 Belle storie under 35"ed è stato realizzato per lui un video dal Corriere della Sera grazie alla intervista della scrittrice/giornalista Alessandra Arachi nell'ambito della inchiesta su "L'Italia che riparte" http://video.corriere.it/violino-amic..
8) 8) 8) 8)

Grazie Marilu, bravo si , , non conoscevo, hai messo tutto, grazie,  un panorama chiaro,  rimane solo che mi fissi un'appuntamento con lui ..... :lol:  


, ho ascoltato adesso parecchi brani , lo trovo meno  "grintoso "e non ho idea di  quanti giovani attiri,musicalmente parlando, è una mia modesta opinione ,

 "Oggi", se “apparire” conta almeno quanto “essere bravi”, se “essere personaggio” è indispensabile ad un musicista per affermarsi quanto “suonare bene”, allora David Garrett è il simbolo dell’artista del XXI secolo.
 Una faccia da “Pirati dei Caraibi” che manda in delirio le ragazzine, apparizioni nei grandi stadi (ha suonato durante la finale della Champions League insieme al tenore Jonas Kaufmann), una visione a 360° della musica, con gite  nel pop e per fare  cose che danno  emozioni, che divertono. Non amo troppo  le costrizioni che limitano tanti musicisti. L’importante è che ci sia qualità i. Il rischio di far passare in secondo piano il fatto di essere un virtuoso del violino c’è, ma il gioco pare valga la candela. Secondo me,  Garrett è apprezzato, perchè porta la musica classica anche dove ci sono diffidenze: “vuole  avere giovani in platea..e ci è riuscito alla grande...!
 Garrett è anche un compositore che cura arrangiamenti e colonne sonore,Suona ovunque,
 Il numero di cell di David no  ? :lol:  scherzo....  

Anche la natura ci mette del suo.!

11870701_10200635735774022_7778225335920533709_n.jpg
 





 
Gli allegati possono essere visualizzati solo dai membri del Club-50plus.
Gioia59 ha scritto: Intravedo già smorfie di dissenso.............! 


Intravvedi benissimo.
Con 'sto tipo ci hai fatto due palle come mongolfiere.

Però tutto sommato non hai tutti i torti...
... con quei capelli lunghi e setosi...
... quello sguardo da cerbiattino...
... quella sensibilità artistica...

... magari messo giù a quattro zampe una botta potrei dargliela, 'che da dietro non fa tanta differenza :lol:
:wink:
Chi semina raccoglie, lui ha seminato bene..... adesso deve raccogliere, gli dirò di non piegarsi troppo...! :shock:
Ti ho segnalato Giulio Menichelli per dirti che mentre generalmente siamo tanto esterofili trascuriamo di conoscere i talenti italiani, Giulio Menichelli tecnicamente era allo stesso livello, ha frequentato lo stesso Maestro di Garret ma lo ha lasciato perchè ha capito che è tutto un giro di soldi e non si è piegato a pagare mazzette per raggiungere il successo. Giulio nell'ambiente musicale è conosciutissimo, dovunque va lo vanno a salutare perchè lo stimano molto pur avendo solo 23 anni , non è conosciuto al grande pubblico perchè non ha avuto alle spalle un potente che lo ha raccomandato. Ciò non toglie nulla al suo valore e anzi quando gli hanno proposto di tingersi i capelli, farsi crescere il codino e mettersi gli orecchini li ha mandati affanculo....questo aumenta il mio apprezzamento per lui
Giulio Menichelli a 15 anni non doveva invidiare nessunohttps://youtu.be/FwmrRWwJa30 
"di tingersi i capelli, farsi crescere il codino e mettersi gli orecchini i li ha mandati affanculo....questo aumenta il mio apprezzamento per lui "

Tutto quello che vuoi  Marilu ma bisogna anche saperli " portare".,
e cmq tutto ciò poco importa all'udito ... 
:D per fortuna al Maggio Fiorentino l'udito funziona  :D sta collaborando con loro e farà anche il concerto con Metha https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10205405135423527&set=pcb.10205405148703859&type=3&theater
Siccome elogiate il vostro beniamino e a me è rimasta un ultima interazione della giornata, vado a segnalare le canzoni: '21 grammi' di Fedez, 'beatiful disaster' di Fedez e Mika, in più 'Intro' di Jax con la partecipazione di Bianca Atzei. Sono superesibite alla radio, e ne vale la pena.
Susi  cara Susi, non è il suo beniamino, leggi 
Marilu, ti ringrazio,è bravo ma inutile che insisti!
 All’ “interno” del mio orecchio ho un'infinità di sottili cellule sensoriali e  fibre nervose ( come tutti )  che raccolgono le vibrazioni sonore e le trasformano  in impulsi elettrici che invia  al mio cervello.... di conseguenza  ne elabora i dati.....in modo da permettermi di selezionare i  suoni gravi e suoni acuti, 
valori positivi a quella determinata emozione seguendone quelli rilevanti per la circostanza ecco....
ad ognuno il proprio !
 
Susi, si, ne  vale la pena, ho messo anche il video del brano "intro" nel mio profilo,me gusta me gusta,
sai,  tutti i giorni ascolto musica  per tenermi aggiornata su rtl 102.5 24 ore su 24 e con spegnimento e riaccensione tv. Si spegne alle 3 di notte e riaccende alle 8,  una meraviglia mi addormento con la musica e risveglio con lei,l'altra  mattina  per esempio, mi ha svegliata con con queste parole
Hello, it’s me....... di Adele,  ti lascio immaginare...., qualcuno che ti saluta appena apri gli occhi, .....
poi,  ovvio dipende che brano passa in quel preciso momento, comunque una splendida  coincidenza quella mattina !
                                      https://www.youtube.com/watch?v=1QrjvkhIpE0

             
Ahahahah! Comprendo! Avere degli idoli è umano, tipico di certe fasi della vita, hai ragione, ad ognuno il suo, a me piace troppo lui! Sempre studiato, tutto quello che ha conquistato è basato sulle sue forze, quindi mai raccomandazioni a differenza di tanti altri https://www.youtube.com/watch?v=FZGFrD946EA
Ciao Gioia, sono contenta ti piacciono. Una canzone carina, poco impegnativa è anche 'un giorno di sole' di Bianca Atzei. Anche se questa cantante non mi piace particolarmente. Io ascolto la radio prima di dormire, e adesso sto cercando una canzone che non so chi la interpreta, così mi sono ascoltata le top 20 in classifica più volte, e non l'ho ancora trovata. (Conosco anche 'hello' di Adele che è tra le prime). Ma come faccio a trovarla? Non è italiana, è inglese, su google digito il ritornello come lo sento io,' e e e na na na' :D , ha un sottofondo di chitarra.
Ieri sera mi sono ascoltata su Youtube tre vecchie canzoni di Samuele Bersani. Ti piace?
- Ciao Marilù, ho ascoltato il violinista Menichelli, ma non è il mio genere.
L'unico violinista che ho sempre ammirato è Uto Ughi. Altrimenti torno alle musiche strumentali della PFM, del Banco, Emerson Lake Palmer. E ascolto ancora volentieri le sempreverdi di Simon e Garfunkel.
Ciao.