EMILIA31 ha scritto: Insindacabile.

SINDACABILISSIMO INVECE...

A parte che certe cose LASCIANO IL TEMPO CHE TROVANO...specie in ambito privato... (e che, gli "studiosi" si son messi nelle camere da letto a controllare i tempi col cronometro?), ma molti articoli commentano un "Quanto dura l'amplesso perfetto" e non "Cosa riesce a fare un uomo allenato normalmente".

http://www.repubblica.it/2008/02/sezioni/scienza_e_tecnologia/sessualita/sesso-perfetto/sesso-perfetto.html
Queste sono tutte FESSERIE.
INNANZITUTTO come nello sport per ottenere risultati di un certo tipo CI VUOLE ALLENAMENTO.
Se prendi, ad esempio,un quattordicenne che non ha mai rapporti sessuali e lo metti di fronte ad una donna le prime volte questo letteralmente "esplode" in pochissimo tempo.
E' fin troppo ovvio.

E poi in alcuni casi NON SI TRATTA DI LIMITI FISICI, ma di impostazioni mentali: "Mi piace l'orgasmo e lo voglio ottenere subito", un po come I LADRI vogliono saltare le tappe e arrivare alla ricchezza subito senza faticare anni ed anni.
IO STESSO da minorenne non badavo molto ai tempi ed alla qualità della prestazione: da bravo "animale" con le mie partner, anche loro nella mia stessa condizione psicologica, si mirava a “orgasmarci" più volte possibile nel tempo consentitoci e nei luoghi provvidenziali".
Col tempo (intorno ai venti, credo) le cose sono completamente cambiate e il piacere di "prolungare" l'atto è diventato una consuetudine.
Senza eiaculare si possono tranquillamente passare ore ed ore (a fisico sano) in erezione...senza problemi.
Poi, certo, non passi due/tre ore a martelletto penetrando la povera disgraziata che rischierebbe anche danni interni...i vari "giochi" si alternano.
Un momento fai questo, poi quello, poi su, poi giù, poi avanti, poi dietro...
Insomma...Non te la fai una maratona non-stop di ore e ore in un unica posizione a fare un unica penetrazione.
Allora se tocchiamo questo tasto, si, molti uomini "Non sono allenati" alla bisogna.

Inoltre non dimentichiamoci che (a parte qualche sfigato), non siamo soli in quei momenti: la donna deve dire la propria (tranne che non sia pagata per eseguire i tuoi voleri...ma anche li va rispettata comunque...).
Ho conosciuto donne che per loro anche cinque minuti è una fatica immane, altro che sette/otto.
Normale che i loro uomini non se lo facciano dire due volte: una botta e via...riposino...altra botta e via.
Se la donna non aiuta certo tu da solo fai ben poco.
Ci sono quelle insulse, quelle scansafatiche, quelle volgarotte, quelle maniacali....
Tutto complotta nella buona o cattiva "riuscita" dell' amplesso e alla durata di quest' ultimo.
Ne abbiamo parlato ne forum riguardo al post sugli "Orgasmi multipli".
Le donne che non li hanno pensano ad una leggenda metropolitana, quelle che li hanno... commiserano chi non riesce.
(Stesso dicasi per l'eiaculazione femminile: fenomeno non così raro come si pensi).

Mantenersi “In forma” e allenati è abbastanza facile e si può fare in più modi.
Di base basta fare normalmente e spesso sesso con una (o più) partner adeguata. Nelle more di tempi morti l’autoerotismo aiuta anche in questo, a patto che non lo si usi come valvola di sfogo, ma che sia un vero e proprio allenamento.
Anche tenere il pene in erezione per ore senza un orgasmo giocherellandoci mentre si vede un film o si fa altro è utile.
Questo fa si che poi, al momento giusto, non avrete defaillances e potrete dimostrare alla vostra partner che non si è portata a letto un lumacone qualsiasi.

Si, perchè le femmine in questo sono esigenti, esigentissime.
Forse molte non ve lo diranno: qualcuna vi compatirà e tacerà per non ferirvi, altre non ne avranno il coraggio di dire quel che pensano, altre ancora useranno la scusa per allontanarsi da voi.
Perchè non c’è di peggio per una femmina che trovarsi a lato “quel coso moscio e flaccido” quando hanno “voglia”.
Tu puoi anche fare il superman tutto un anno, arrivare a prestazioni da guinness dei primati, farle uscire gli occhi dalle orbite per il piacere, ma nell’ unico momento che non riuscirai a fare “il tuo dovere” (parola usata sempre dalle femmine) allora diventerai la persona più inutile di tutto l’ universo ai loro occhi e lo sguardo di disprezzo, se no hai le palle, ti segnerà a vita.

Il trucco per farvi rispettare da una donna?
Macchè “ammmore”, macchè tenerezze, macchè fiori e gioielli, macchè passeggiate romantiche e discussioni filosofiche, macchè posto di rilievo nella società e famiglia perbene….
Per farvi rispettare da una donna deve essere lei a dire BASTA, NON CE LA FACCIO PIU’ ogni qualvolta avete un congresso carnale con la medesima.
Allora si che la donna vi guarderà in tutt’altro modo e potrete avere la vostra brava voce in capitolo nel rapporto.
Poi se volete CULLARVI di rientrare nella “Media nazionale” (comunque fasulla) dei 7/8 minuti….fate pure.
Ma IMMAGINO cosa possano pensare eventuali partner di voi.
Sempre ammesso ne riusciate a trovare disposte a si misero destino…..

P.S. Per gli ometti poco informati: un buon organo sessuale deve funzionare indipendentemente da solo anche quando si riposa. Al risveglio occorre il famoso “alzabandiera”. Svegliarsi e trovarlo “a riposo” è un chiaro campanello d’allarme che qualcosa non va… di solito altrove…non necessariamente li.
A me è successo oltre un decennio fa e per diversi mesi di mattina non succedeva nulla e quasi non ci facevo caso. Ma poi un esame medico ha scoperto una mia patologia (poi finalmente curata in fretta e furia) e quasi subito a distanza di poche settimane tutto è tornato nella norma.
Tant’è che quando dormo con la famiglia nei momenti estivi dove un tempo solevo dormire almeno con le mutande (ma di solito manco quelle…) adesso devo mettere qualcosa di reprimente: vaglielo tu a spiegare ai bimbi cosa ha papà che non va tutte le mattine!!!
Questo, comunque, ai “poco allenati” di solito non succede.
Me lo han confermato le amiche più di una volta… se il maschio non carbura bene in quei momenti difficilmente lo fa in altri….

http://www.staibene.it/erezioni_notturn ... di_salute/

P.S. 2

http://www.focus.it/scienza/salute/quan ... do-il-pene

Come vedete siamo sui 20/40 minuti ALMENO (“i giovani sono più irruenti” asserisce l’articolo) e senza farmaci i porno attori “Non stop” arrivano anche a due ore, due ore e mezza.
Ma oggi come oggi ci sono anche le “pillolette” che ti danno durate di gran lunga più elevate.
Certo…bisogna avere la “pompa” (cuore) in perfette condizioni e le arterie non ostruite (si rischiano ictus o ischemie in certi casi…), ma ci si arriva tranquillamente a svariate ore di erezione.
Poi dipende i due amanti che vogliono fare…..
Certe volte c’è la prenotazione al ristorante che aspetta… o un concerto che comincia… o semplicemente qualcuno che ti viene a rompere alla porta di casa.
Consiglio, a tal proposito, albergo adeguato, scorta di viveri e cartello “Non disturbare” alla porta.
E via!
Mi pare sia stato detto tutto.
Per quanto mi riguarda passo e chiudo.
Se qualcuno vuole provare a metterci del suo sappia che serve allenamento !
Vorrei fare un piccolo passo indietro, personalmente come donna prediligo il sesso innamorato, nel senso, una semplice e preziosa voglia di conoscere l'altro ( il deliziarsi. effusioni ecc )
Quanti manuali e " Santoni "..... tipo Ian Kerner, pare sia un esperto di sesso che scrive sul New York Times e che nel libro, "Overcoming Premature Ejaculation" esprime ciò che secondo lui è il sesso perfetto !

Altro, in generale, non tollero maschietti (quando tra di loro) vantano di saltare da una donna all'altra con " performance che sfidano la gravità...... :lol:

Tifo per Darwin , quella delle leggi naturali ed è con " Grazia e Gioia " ,( senza ghirigori ) che penso , anzi, sono convinta che è insieme, coinvolgendo mentalmente il partner che si fanno i passi fondamentali verso il rapporto sessuale perfetto. Ecco, mi fermo quà.
Sì, fermatevi qui. Non togliete spazio alle Grandi Verità dell'Uomo che sa Tutto. mi rovinate gli appunti che sto prendendo.
Buonasera a tutte ed a tutti.
Desidero ringraziare di cuore tutte le persone che hanno desiderato dare un contributo, ciascuna con il proprio punto di vista, il proprio stato d’animo congiunturale alla elaborazione del tema in oggetto.
E’ interessante il fatto che all’argomento, pur non perimetrato intorno alla donna agé come nella fattispecie, la poetessa, aforista e scrittrice Alda Giuseppina Angela Merini (Milano, 21-3-1931 / 1°-11-2009) abbia dedicato una lirica, di cui qui a seguire riportiamo il testo.
Grazie di cuore per l’attenzione.
Una dolce notte.
Cordialmente

E POI FATE L’AMORE,
CON BACI LENTI E OCCHI DENTRO GLI OCCHI
E poi fate l’amore.
Niente sesso, solo amore.
E con questo intendo
i baci lenti sulla bocca,
sul collo,
sulla pancia,
sulla schiena,
i morsi sulle labbra,
le mani intrecciate,
e occhi dentro occhi.
Intendo abbracci talmente stretti
da diventare una cosa sola,
corpi incastrati e anime in collisione,
carezze sui graffi,
vestiti tolti insieme alle paure,
baci sulle debolezze,
sui segni di una vita
che fino a quel momento
era stata un po’ sbiadita.
Intendo dita sui corpi,
creare costellazioni,
inalare profumi,
cuori che battono insieme,
respiri che viaggiano
allo stesso ritmo.
E poi sorrisi,
sinceri dopo un po’
che non lo erano più.
Ecco,
fate l’amore e non vergognatevi,
perché l’amore è arte,
e voi i capolavori divini…
Mi considero una persona di ampie vedute e tolleranza praticata, non solo dibattuta.
Mi considero mediamente intelligente ed acutamente sensibile.
Mi considero buon conoscitore e praticante della nostra lingua.

faccio una fatica solenne a seguirti, sia in termini di costruzione del dire -qua sopra passi dal singolare (desidero ringraziare) al plurale (di cui qui a seguire riportiamo il testo)...a meno che non utilizzi il pluralis maiestatis eppercui mi scuso cospargendo il mio capo di cenere, eminenza- che in termini del senso di ciò che dici.
Se, quelli che scrivi, sono riferimenti reali; dovresti (ti pregherei di) renderci edotti.
Nell'altro tuo post; quello dove il mondo se ne va a spasso verso Sud ma poi anche a Ovest e, perché no, pure a Oriente, citi un certo vademecum (?), fai riferimenti a stanziamenti di bilancio, definisci la tragedia della diaspora africana "in spostamento" -come stessero trasferendosi al mare-

Tenerezza; facci capire. Siamo semplici, aiutaci!

Comunque la Merini era una gran donna!
Non entro nel merito della discussione perchè mi pare sia stato detto tutto ed il contrario di tutto. Invito soltanto a riflettere sulla differenza - ovviamente se si sono vissute entrambe le situazioni - tra il fare l'amore e fare sesso. Chi è stato innamorato sa benissimo di cosa parlo...
per esperienza personale so che il fare l'amore...quindi innamorato cotto...può diventare sesso sfrenato...convinto che l'amore vince sempre anche sulle prestazioni da palestrati...uaz uaz uaz
un saluto a tutti
Fare l’amore è divertente, fa bene all’umore, rassoda e tonifica i muscoli, distende la pelle, insomma ringiovanisce e aiuta a tenersi in forma. Ma assieme a tutto questo, serve amore, feeling, complicità il capirsi con uno sguardo il cercarsi coccolarsi e sbaciucchiarsi continuamente. E' questo che ci manca e vorremmo trovare. Ma con tutta la buona volontà, ..si troverà?
Ciao a tutte, io personalmente credo che l'atto sessuale fine a se stesso è ' una situazione fredda', anche se viene vissuto come uno uno sfogo fisico, non sarà Mai e non porterà Mai quel piacere se non c'è almeno una Briciola d'Amore. Amore e Sesso, insieme si perdono in una alchimia che porta felicità , è un atto di condivisione che Nutre il Noi Insieme, che nutre il nostro corpo e la nostra interiorità.La bellezza del momento, in uno sguardo reciproco, in una carezza, in una coccola, respirarsi l'un con l'altro fino ad abbandonarsi in un abbraccio di affetto. e altro ancora.... ma mi fermo qui,
Giuliano