8 Marzo - festa della donna

"La Giornata internazionale della donna ricorre l'8 marzo di ogni anno per ricordare sia le conquiste sociali, economiche e politiche, sia le discriminazioni e le violenze di cui le donne sono state e sono ancora oggetto in quasi tutte le parti del mondo"

Che ci crediate o no, che la sentiate celebrazione oppure solo festa commerciale...
AUGURI DONNE!
IMG_0837.JPG
Gli allegati possono essere visualizzati solo dai membri del Club-50plus.
nina57 ha scritto: 8 Marzo - festa della donna

"La Giornata internazionale della donna ricorre l'8 marzo di ogni anno per ricordare sia le conquiste sociali, economiche e politiche, sia le discriminazioni e le violenze di cui le donne sono state e sono ancora oggetto in quasi tutte le parti del mondo"

Che ci crediate o no, che la sentiate celebrazione oppure solo festa commerciale...
AUGURI DONNE!



Certo che la sento come celebrazione. Ci pensate che, tanto per limitarci all'Italia, il diritto al voto alle donne è stato riconosciuto nel 1945 ( 72 anni fa), che l'accesso al lavoro nella pubblica amministrazione poco più di 50anni fa.....Ne abbiamo di strada da fare e quanto dobbiamo correre per recuperare il nostro "ritardo" lavorativo, sociale, economico. Molto dipenderà dalla normativa tendente ad eliminare le diseguaglianze ancora esistenti....ma molto, anzi la maggior parte, dipenderà dai nostri comportamenti. Non dobbiamo eguagliare gli uomini , né scimmiottarli negli atteggiamenti, ma solo non aver paura a mettersi in gioco, ad assumersi posizioni di rilevanza nel lavoro quando ce ne danno l'opportunità, a non nascondersi dietro le responsabilità verso la famiglia per non affrontare nuove sfide. E soprattutto, per chi ha figli maschi, educarli al rispetto e alla considerazione alla pari della donna. In Paesi democratici e civili poi, non esiste donna che non possa chiedere aiuto per venir fuori da una situazione di maltrattamenti, sfruttamento, vessazioni.......
Cominciamo da noi stesse .....
Un augurio a tutte le donne in questa giornata particolare dalle altre 364 a loro dedicate
Gli allegati possono essere visualizzati solo dai membri del Club-50plus.
Sono propensa al ricordo commemorativo ringraziando tutte le donne che si sono impegnate per il riconoscimento di diritti civili ed umani di cui beneficiamo anche noi. Feste festoni festini...de che?:) siamo persone portatrici di un'intelligenza emotiva capace di arricchire il mondo iniziando da noi stesse come afferma Silvi nel nostro quotidiano.
Il pomeriggio del 25 marzo 1911, un incendio che iniziò all’ottavo piano della Shirtwaist Company uccise 146 operai di entrambi i sessi. La maggioranza di essi erano giovani donne italiane o ebree dell’Europa orientale. Poiché la fabbrica occupava gli ultimi tre piani di un palazzo di dieci piani, 62 delle vittime morirono nel tentativo disperato di salvarsi lanciandosi dalle finestre dello stabile non essendoci altra via d’uscita.
I proprietari della fabbrica, Max Blanck e Isaac Harris, che al momento dell’incendio si trovavano al decimo piano e che tenevano chiuse a chiave le operaie per paura che rubassero o facessero troppe pause, si misero in salvo e lasciarono morire le donne. Il processo che seguì li assolse e l’assicurazione pagò loro 445 dollari per ogni operaia morta: il risarcimento alle famiglie fu di 75 dollari.
Migliaia di persone presero parte ai funerali delle operaie.

Questo è quello che è successo quel giorno.......scusate ma nn trovo nulla da festeggiare....solo da ricordare con rispetto....poi ognuna/o si identifica x quello che è.......
Re: 8 MARZO
Messaggio da lory9 » 08.03.2017, 18:28

.''....risarcimento alle famiglie fu di 75 dollari.
Migliaia di persone presero parte ai funerali delle operaie.
Questo è quello che è successo quel giorno.......scusate ma nn trovo nulla da festeggiare....solo da ricordare con rispetto....poi ognuno di identifica x quello che è.......''
-------

Si dice che il giorno della disgrazia fuori dallo stabile cresceva una pianta di mimosa, per questo la mimosa è il simbolo della festa della donna.
E' giusto ricordare quel che è successo quel lontano 1911.
Come donne si sono fatti tanti passi avanti da allora. Ci sono donne che meritano rispetto e uomini che meritano rispetto.
-----------

E adesso esco dal tema. Mi sembra che in un anno ci siano molte commemorazioni, la festa dei nonni, la festa del papà, della mamma, in ricordo della shoah, il giorno delle foibe, il giorno dei bambini, degli omo, dei disabili, ecc....
Che significato ha tutto questo, serve a ricordare o diventeranno solo un mezzo commerciale.
... anche se talvolta ci fanno rimpiangere la nostra costolina, almeno una volta all'anno, se già non lo facciamo ogni giorno, ricordiamoci di ringraziare le nostre donne, che ci hanno reso e ci rendono la vita interessante, intensa, faticosa e molto spesso piacevole. Sanno perdonare e capire più di noi maschietti e hanno un cuore più grande di loro. Questa sera allora non perdiamo l'occasione per dire... donnina mia grazie, sei preziosa per me, senza di te non sarei quello che sono.  .... essere teneri non è segno di debolezza ma di carattere.

A tutte, anche se non ci conosciamo, grazie donne di esistere. 
Concordo con tutti i vostri post e mi associo, buon 8 marzo donne e mimose per voi e la torta mimosa, una fetta a tutti quanti :D
lory9 ha scritto:
Questo è quello che è successo quel giorno.......scusate ma nn trovo nulla da festeggiare....solo da ricordare con rispetto....poi ognuna/o si identifica x quello che è.......


Grazie Lory9 per aver ricordato l'8 marzo in tal senso , nel senso più corretto, nulla da festeggiare!
Se l'avessi scritto io avrei preso (da tante donne ) uova e pomodori in faccia, ma poi, ecchelodicoaffà !
Lory, grazie !
8 Marzo:
ovvero
"Perchè l uomo non è Tarzan,ma la donna Cita*!"

(* Cita = Silenzio, in dialetto Milanese)

Signori e signori (e le signore? S'ignorano!)..
L' Otto Marzo...Mamma mia che giorno memorabile!
Ogni anno è un gran delirio!
Fiumi di donnine, durante l'anno normalmente incatenate al termosifone della cucina (ma con una catena abbastanza lunga per permetter loro di poter arrivare in bagno), vengono liberate all' improvviso, forse da una mano gentile, forse da un guizzo di pietà, forse da una voglia di vendetta collaterale, e sono lasciate libere di scorazzare per il mondo.

Queste donne non hanno particolari obiettivi per la giornata o idee eccezionali e finiscono, quindi, col solito giro di shopping "long term investments", il solito the con pasticcini "dimagranti", la solita "allegra" pizza con amiche "mediamente depresse" e per finire il solito trito e ritrito spettacolino con omini completamente vestiti (o almeno questo è quanto esse riferiscono una volta tornate a casina....provenienti da altro....casino).

La donna l' 8 Marzo rivela tutta se stessa, tutto la sua invidia per il pisello, tutto il suo desiderare essere lei, almeno per un giorno, l'altra metà del cielo.
"Quello che le donne non dicono" sarebbe una bella canzone da scrivere se qualcuno non mi avesse rubato l' idea (ma solo per il titolo).
Nel gramo tentativo di somigliare a chi più dicono di odiare (ma di chi poi segretamente non potrebbero mai fare senza) le ritrovi fra birrone a rutto libero, fra battutacce volgari di camerieri che portan loro piatti con sembianze falliche, fra due chiappone sudate di un male stripper indecise se infilare nelle mutandine ormai ridotte ad un mero ricordo (da quanto piccole) un altra dieci euro o una bella mano piena.

Si, loro, quelle con le quali non è vero che ci litighiamo tante volte (con loro la lite è iniziata appena conosciute e non è mai finita: ergo è sempre quella!), quelle che non è vero che non vogliamo che vadano in palestra (anzi, le incitiamo ad andare al supermercato a piedi per poi tornare cariche di tanti sacchi pieni di roba scontata: esercizio e risparmio), quelle che ci propinano ogni giorno piatti differenti per la gioia del nostro palato ("Cara, cosa c'è di buono oggi?" "Prosciutto al cartoccio amore!" "E come è fatto questo prosciutto al cartoccio tesoro?" "Srotoli il cartoccio e mangi il prosciutto caro!"), quelle che ci stupiscono sempre con particolari esercizi acrobatici (con una mano fumano, con l'altra chattano mentre tentano di stirare una camicia oppure in auto con una mano fumano, con l'altra si truccano guardandosi nello specchietto retrovisore mentre cercano col volante di fare una gimkana fra i carrelli abbandonati nel parcheggio del centro commerciale).

Ma si.... loro.... quelle che spesso al telefono ti dicono "Mi manchi!!!", ma che poi tu rassicuri con un "Stai pur tranquilla cara...adesso prendo la mira e ti centro in pieno!"
Quelle che "Stasera è sabato tesoro...mi porti a ballare?" ...e balla oggi...balla domani...ti fan due balle così!
Quelle, ancora, che ti accorgi sempre che ci sono nella tua vita anche quando sono assenti: apri il frigo e fra una mozzarella scaduta ed un sedano moscio trovi cento tipi di barrette diverse: il calocalo, il perdopeso, il mangiopocoenefacciotanta....eccetera.

Insomma, signori e signori: Chi è la vera protagonista dell' 8 Marzo?
Ma lei, splendida creatura della natura...La donna!
Che poi che cos'è la donna?
La donna è quella roba....quella cosa...beh, quello che è, che ti sta vicina sempre all' uomo nei suoi momenti difficili....momenti difficili che poi l'uomo non avrebbe se non ci fosse la donna....
La donna è quell'animale che stravolge le leggi della natura:
Se la donna fa l' uomo infatti diventa Manager, se l' uomo fa la donna...diventa culattone!
La donna è quella cosa alla "Dario Baldan Bembo" (più ce n'è meglio è) infatti:
Tante donne sono "Poligamia",
Due donne sono "Bigamia"
Una donna è "Monotonia"!!!!

Diceva mio nonno "Ricorda Joseph, fra una donna ed una pila molto meglio una pila! Almeno quella ha un lato positivo!!!!"
Quanto aveva ragione!
Mi parlava sempre lui delle donne e delle loro contraddizioni...
La donna...la mattina yogurthino, al mezzogiorno insalatina, la sera mezza mela... ma se divorzi poi ti chiede milioni di euro per gli "alimenti"!!!
E sempre nonno mi avvisava....
"Joseph mio, ricorda...se una sera stanco morto dal lavoro torni a casa e trovi il cane che ti fa feste, due bambini belli che ti salutano portandoti ciabatte e vestaglia, una tavola ben imbandita, un caminetto acceso, tutto in ordine ed una donna sorridente che ti abbraccia.... o hai bevuto troppo al bar con gli amici o hai sbagliato casa!!!!"
Caro nonnino..quanto aveva ragione...

Ma ormai l'8 Marzo è finito.
Scusate, ma io mi metto le scarpe ed esco.
A breve tutte le donne scatenate usciranno dai loro ristorantini, dai loro pubbettini, dai loro teatrini, e si riverseranno a fiumi in strada dopo fiumi di alcool e fiumi di parole, parole che, come al solito, non serviranno a nulla.
Si, perchè queste donne, questi esseri emancipati "just for one night", questi maschi "una tantum" queste "belve dello sgabellino" esattamente come Cenerentola (ma in odore di ora legale) appena varcata la porta di casa torneranno ad essere quelle che sono: l' incubo delle nostre notti, la disperazione dei nostri giorni, il pericolo pubblico delle strade del nostro paese, le attentatrici (manco tanto occulte) delle nostre finanze.
E prima che tornino al loro desco familiare ne voglio intercettare qualcuna piena di voglie inespresse onde poterle dimostrare tutto il mio apprezzamento per il loro temporaneo problemino (Ahem) offrendomi di risolverglielo per quanto posso.

Si, l'8 Marzo è finito...
Però, arrivati a questo punto, qualcuno di voi, signori, si potrebbe anche chiedere, dopo tutto questo discorso:
"Ma scusa, cosa mai potrebbe fare l'uomo senza la donna???"
Semplice, amici cari....
Ammaestrerebbe un altro animale!

Giusto????
GIUSTO!!!

Joseph Cooper Primo
Socio dell' "Omen Member Center Group"

P.S. Post liberamente, ma dettagliatamente, ispirato alle avventure di "Omen", al secolo Raoul Cremona
Sì, sì..lo so! Il tuo post era rivolto esclusivamente ai sigg. uomini (ora potrai aggiungere ai complimenti, anche il fatto che le donne sono delle impiccione); ma mi è venuta un'ideona e te la passo: dovresti conservare questo tuo scritto,così esilarante, come regalo per il diciottesimo anno di età di tua figlia...così avrà modo di apprezzare la tua stima per lei e per il genere femminile in generale (sempre che tua figlia non sia, anche lei, una donna..ovvio)
Gioia quando hai tempo rileggi il post dello scorso anno sull'8 marzo da te aperto. Nessuno ha tirato pomodori a nessuno:) . Perché quest'anno si dovrebbe?:)

Colombo...conosco Zelig e l'omen pensiero. Ma da quando i circhi per addestrare e i manicomi son stati chiusi fa meno audience
Tede ha scritto: Sì, sì..lo so! Il tuo post era rivolto esclusivamente ai sigg. uomini (ora potrai aggiungere ai complimenti, anche il fatto che le donne sono delle impiccione); ma mi è venuta un'ideona e te la passo: dovresti conservare questo tuo scritto,così esilarante, come regalo per il diciottesimo anno di età di tua figlia...così avrà modo di apprezzare la tua stima per lei e per il genere femminile in generale (sempre che tua figlia non sia, anche lei, una donna..ovvio)

TEDE:
mia figlia OGNI GIORNO si può BEARE delle mie "pillole di saggezza" anche a riguardo delle donne e del loro circondario.
Non credo che arrivi a 18 anni con me: scapperà sicuramente prima!!!
(E io non farò NULLA per fermarla!!!)

P.S. Io ADORO le donne e vivo PER E CON loro.
Ma se potessi le ingabbierei a vita.
IPSE DIXIT

Consonanza ha scritto: Colombo...conosco Zelig e l'omen pensiero. Ma da quando i circhi per addestrare e i manicomi son stati chiusi fa meno audience

RIFLETTENZA:
so bene di cosa parli.
D'altronde la SOVRAESPOSIZIONE MEDIATICA ed il voler tirar fuori ad ogni costo in ogni momento un cilindro dal cappello hanno fatto il danno.
Ormai di programmi ZELIG LIKE ce ne sono ogni dieci minuti su ogni rete.
E dall' oretta iniziale siamo passati a durate degne del Dottor Zivago ed oltre.
Non solo: il voler per forza tirar fuori nuovi personaggi e facili tormentoni temporanei (Vedi Striscia ad esempio) per fidelizzare il pubblico altro non fa alla fine che scocciare.
Come si dice: il troppo stroppia.
Quelli che riescono ad entusiasmare sono così i soliti con lunga gavetta e ideone forti, ma anche loro rischiano la bruciatura anzichenò.
Uno su tutti: Leonardo Manera.
Con i caratteri di base riesce sempre a farmi scompisciare, quando deve per forza trovare la novità diventa penoso.

Amen

P.S. RITORNANZA, ma qualche post fa non avevi detto che saresti SCOMPARSA dal forum? Non che mi dispiaccia (tu puoi fare quel che vuoi), ma solo perchè preferisco chi mantiene le promesse.
Se non sei sicura di non riuscire a stare immobile al solito richiamo (ciappa la vecchia....col flick!!!!) allora rimangiati tutto e noi saremo contenti di rivederti!!!
Mr Cooper, Lory, nonostante io sia donna anche se avrei preferito essere maschio per essere ambizioso e puntare alto, ma , modestamente sono donna e penso che (anche quelle che la pensano come me), dovrebbero organizzare uno sciopero contro la Festa della Donna ecc
Dubito servirà a cambiare qualcosa, ma almeno finalmente si chiamerebbe con il suo nome quella che ci spacciano come una “festa”....!
Sono contro tante cose, in generale, ovvero contro l'egemonia femminile, , abbandono animali , circhi ecc ecc ecc
Organizzerei ( l ho fatto con i miei ragazzi e lo farò ancora ) piuttosto una e più giornate dedicate alle persone e bambini che soffrono, tipo visitando un reparto oncologico infantile, regalando loro un pò del nostro tempo come anche le case di "riposo" dove gli anziani vengono dimenticati e lasciati al loro destino perchè alla società non servono più....!
Aggiungo che ci sono alcuni giorni dell'anno in cui mi vergogno anche di essere donna,meno male che ho 2 figli maschi, due nipoti femmine, ecco.. ci discuto spesso , le mie sono parole dure ma la penso così in particolar modo per questo, ahhh gli uomini quà, gli uomini là,dov'è il rispetto e poi eccole..quà :

11050766_787491811342582_5171244974064511389_n.jpg



Cons Cons, ricordo, non era riferito al club, avrei scritto le donne del club, parlavo in generale, ho avuto ai tempi discussioni pesanti con donne che uscivano di sera a festeggiare nei "night", sai bene che se voglio riferirmi ad uno o più nick, li scrivo senza farmi problemi, un abbraccio

PS
Vorrà dire che scriverò questo nei post specifici:
Ogni riferimento a persone esistenti o a fatti realmente accaduti NON è puramente casuale,ma riferito a.... bla bla bla (come ho già fatto in altre occasioni)
Gli allegati possono essere visualizzati solo dai membri del Club-50plus.