Buongiorno, sono un neofita di questo sito e dei forum annessi. Se si parla ancora di alimentazione vorrei dire la mia da esperto di alimentazione sostenibile e cuoco vegano-fruttariano. Proprio perchè si sacrificano esseri senzienti per una pseudo alimentazione cito "del mangiar carne" di Plutarco e faccio una riflessione. Questi momenti , dove le zoonosi ci creano angoscia uccidendo persone deboli della nostra specie, che permettono a "menti dirigenti illuminate" di condizionare ogni nostra libertà di scelta ed azione, che influiscono sulla nostra economia producendo povertà e disperazione, potranno almeno servire a farci capire quanti passi indietro dobbiamo fare e quante nostre deleterie abitudini dobbiamo cambiare, partendo da quella basilare legata al cibo consono da mangiare? Quello di miliardi di persone un "modus mangiandi" radicato da migliaia di anni , tramandato e perpetuato dall'ultima era glaciale, quando i nostri progenitori furono costretti a mangiare resti di interiora lasciati dai carnivori (quelli che avevano e hanno zanne, artigli, apparato masticatorio triturante, olfatto sviluppato cento volte quello degli umani, capacità di visione notturna che noi neanche con le zeiss ad infrarossi riusciamo a raggiungere, apparato digerente cortissimo ecc.) questo universale e devastante regime alimentare con carni e derivati.
Per tale ragione, i meno illuminati, i poco accorti, coloro i quali temono di sconvolgere il proprio status quo, che vivono di certezze e che fuggono quando qualcuno le mette in discussione, coloro i quali vivono di credo televisivo, di dettami di regime, convinti di star bene anche dopo un mal di pancia creato da una succulenta e appetitosa mangiata di pesce (che va prima in putrefazione... "tre giorni e poi lo butti" vi suggerisce qualcosa?), che sono convinti ci si debba ammalare per forza in virtù di stagioni, epidemie, terremoti, tsunami e invasioni bibliche di cavallette, che ad ogni sussulto del nostro corpo corrono a prendere farmaci (da pharmakos, in greco veleno) e ne ingurgitano tanti sempre convinti di star poi bene, tutti costoro ti diranno sempre:" beh, sei un po' estremista, è una tua scelta e democraticamente dovresti lasciare che altri scelgano diversamente da te".
Peccato che quel diversamente costa miliardi di vite di essere senzienti sistematicamente estratti dalla madre, schiavizzati e torturati, imprigionati e costretti a star male per produrre latte per poi finire sgozzati e dilaniati per farne carne che illude di nutrire e render forte quando invece ti intossica e pian piano ti porta alle neoplasie e decadimento fisico e pure mentale!
Peccato che quel diversamente devasta ed inquina il mondo intero più di ogni altra causa inquinante, idrocarburi compresi.
"La gente mangia carne pensando di diventare forte come un toro dimenticando che il toro mangia erba" Pino Caruso.
Essere vegan o addirittura frugivori è una scelta che armonizza con l'ecosistema tutto, che rende felici e sani per molto, molto tempo..."l'alimentazione vegetariana, in media, allunga la vita di almeno 7,5 anni" detto dal Prof. Veronesi.
Una cosa su tutte ho compreso veramente bene: non potrò mai tacere e denuncerò sempre questo orrido vivere di chi fa spallucce all'abominio del massacro animale e per tale ragione consumandone contribuisce allo stermino e la devastazione ambientale.
Ogni essere ha diritto di vivere.
Mi divertono, i fanatici. Danno un po' di pepe a questo sito senza sale.
Ogni essere ha diritto di vivere.

Commenterò con uno scritto poetico di una bambina di 8 anni, di origine pugliese

La pianta di pomodoro

La pianta di pomodoro quando spunta dalla terra
è bellissima, di un verde che si riconosce nell'orto.
Ha un odore che si sente da lontano,
il suo odore di pianta di pomodoro.
Poi spuntano dei bellissimi fiori gialli, allegri e delicati,
I fiori sono talmente contenti che si trasformano in pomodori
bellissimi, rossissimi e la pianta di pomodoro la puoi sentire cantare.
Poi i pomodori vengono strappati, tagliati, cucinati sul fuoco
oppure cosparsi di sale e mangiati crudi.
E così la pianta di pomodoro per il dispiacere diventa secca e storta
viene strappata dalla terra e buttata via.
Che brutta fine fa la vita della pianta di pomodoro!

Maria, anni 8
Una bella notizia da un grande ristorante di New York.

https://www.ilpost.it/2021/05/04/eleven ... -vegetale/
cron