Esplorando questo sito e altri, osservo che il generale gli uomini cercano una donna, le donne cercano l’Ammuòoore. Gli uomini partono dal concreto, le donne da un concetto astratto. Nell’esercizio di immaginazione, gli uomini si figurano una controparte che possa soddisfare tutti i loro bisogni, compresi quelli sessuali, quindi se la sognano accettabilmente figa. Le donne si costruiscono un’immagine vaga, indistinta, il cui scopo è di portarle direttamente all’Obiettivo (l’Ammuòoore). Ecco perché asseriscono orgogliose: l’aspetto fisico non ha importanza. Il percorso maschile di selezione avviene per step: mi piace, vediamo come va (a letto e fuori), speriamo non sia una scassaballe, se tutto è ok magari nascerà qualcosa di duraturo. Per le donne non ci sono step, c’è solo l’Obiettivo; se lui non è quello “giusto”, o cambiamo soggetto o cerchiamo di cambiare lui.

A quel che sembra, le donne sono infarcite di questo bisogno di Ammuòoore, tanto più in un sito di single stagionati, che sottintende una serie di schiaffoni presi dalla vita di relazione. L’eventuale malcapitato che abbia temporaneamente vinto il processo femminile di selezione non deve solo portar loro l’Ammuòoore, ma anche riscattarle di tutto il loro passato di fallimenti. Se ci riesce, anche solo per una settimana, tra quel lunedì e la domenica successiva diventa “l’uomo più meraviglioso del mondo” e tutti gli altri – per confronto – sono solo delle merde puzzolenti. La settimana successiva, avendo mancato in qualcosa, verrà relegato anche lui tra le merdacce fantozziane, e via per un altro giro di ruota della fortuna.
Ovunque – e intendo proprio ovunque, in ogni community possibile e immaginabile, da “Passeggiare nelLazio.org” a “Scambisti.it” – osservo questo andamento ciclico, grazie al fatto che l’interessata e le sue amiche sono molto ciarliere sullo sviluppo della storia d’Ammuòoore, e infestano la piattaforma webbica con le loro considerazioni, senza mai sentirsi sfiorate dal senso di una ridicola ripetitività. Il Duca di Mantova asseriva che la donna è mobile; da fisico, modificherei il pensiero in favore di una ciclicità ondulatoria, di periodo variabile.

Come osservatori esterni, rispetto al campo elettromagnetico delle donne gli uomini si pongono in tre modi possibili: chi lascia fare (i più saggi); chi plaude alla meravigliosa vitalità femminile (i più ipocriti); chi s’incazza (i più frustrati). Io? Poiché – come diceva l’estinto Lu – io sono cinico e stronzo, me la rido. Guardo questa sorta di commedia dell’arte, con ruoli fissi e trama immutabile, dispiegarsi invariata nei secoli, in sfiduciata attesa che qualcuno si elevi a osservare dall’alto e capisca in che trappole la gente ami cacciarsi.

Gnothi s’auton (conosci te stesso) dicevano i greci: fate sempre in tempo, finché morte non sopraggiunga.
Ciao Isi213, anche tu alla soglia della sessantina cerchi l'amore, quello vero; giusto. Ma ogni volta che ti eri innamorata avrai pensato che quello era quello vero. Spero pure quello da cui hai avuto una delusione e un divorzio. Io non ho avuto lungheee relazioni (di tanti anni), ma mi sembra di capire che l'amore vero è quello che dura tutta una vita. E chi ce ne dà la certezza? Ci speriamo, speriamo che sia l'ultimo, e alla nostra età siamo più malleabili, più preparati, più collaborativi, ma anche più esigenti. Io difficilmente ora passerei sopra a qualche mancanza, per me, del mio lui. Ci vuole sempre della buona volontà di entrambi. Ti auguro di trovare la tua anima gemella, questo è un sito di incontri ma anche di confronti (mi sembra).
Cerchiamo tutti l'amore (dentro di noi, anche se non l'ammettiamo) ma poi quì facciamo una selezione, questo è simpatico, questo è bello (nella foto), quest'altro scrive bene,.....ci immaginiamo la persona che potrebbe essere, poi al primo approccio, se lo vedi, dici 'o signore, no, proprio no' questo vale per uomo e per donna. Però è giusto sognare, come fa Gio e come fai tu.
Credo sempre che la persona che cerchiamo è vicina a noi, magari di casa, e che troviamo scontata. Ma ho degli esempi reali di coppie che si sono incontrate on line e attualmente sono felici.
Forse come dice Blauer bisogna cogliere l'attimo senza farsi grossi problemi, si vive meglio. O forse bisogna trovare un gentiluomo come Otto, anche se ha detto che per una donna scontrosa non spenderebbe neanche 10 euro.
Tornando a prima; lui piace da impazzire ma poi alla prima occasione che ci esci insieme per andare a cena lui non ha il portafogli e non può pagare; va bene paghi tu . Oppure dice, annamo va, che non ho tanto tempo a disposizione, e capisci perchè lui ha tanta fretta, ....
Scusate se sono un po disillusa, ma qui mi casca tutto. Ciao.
…che poi, sarebbe il caso di farsi un esamino di coscienza.

Benché ormai non ci sia più nulla di vergognoso nell’iscriversi ai siti di incontro, resta il fatto che a farlo non siano in genere quelli che hanno facilità a incontrare. Persone dalla personalità bizzarra, cessi indiscussi, tarati di vario tipo, fastidiosi cronici.
Perché la strafiga mondiale dovrebbe stare qui, quando è probabile che appena uscita dal portone debba usare lo scacciamosche? Perché dovrebbe starci quello che non deve chiedere mai, se ha già l’agendina piena di calde femmine vogliose (di lui)?

Ecco quindi che è lecito pensare che in questi siti la media degli iscritti abbia qualche bug in più di un gruppo di controllo esterno (cioè di un campione casuale della popolazione). Il “tasso di sfiga” qui dentro è più elevato, e non può sempre essere colpa della società (come dicevano gli intellettualoidi di sinistra). Non è un caso che persone come Clali, felicemente sposa e madre in quel di Treviso, qui per ragioni sue, non partecipino al dibattito. Di solito ci partecipa invece chi ha sassolini o macigni nelle scarpe o chi – da esterno – vuole elargirci la sua personale Vèrita, ottenuta a prezzo di divorzi non consensuali, vedovanze, incidenti stradali col morto (il coniuge).

Non voglio fare nomi e cognomi. Guardatevi in giro, magari anche allo specchio, e fateli voi.
SUZI Quatro, non farti cascare tutto, è vero ce nè sempre una e come dice Andrea , il tasso di sfiga è elevato, ieri sera in chat, abbiamo avuto un esempio lampante e senza far nomi, una donna fà un passo avanti invitando un'uomo, risultato, lui ne fà 2 indietro, certo, e l ho già detto e ripeto non  possiamo piacere a tutti ma almeno un caffè 2 chiacchere giusto per iniziare almeno un dialogo a 4 occhi, e credo fermamente e  molto di più se un uomo "sincero" dopo un incontro simile  dicesse :
guarda cara è stata una serata piacevole, mi spiace, sei una bella persona, ma non sei quella giusta per me." Direi molto più credibile e gentile senza farci rimanere troppo male.
oppure, guarda sono già in contatto con un altra persona e penso portare avanti quella conoscenza ecc, sinceri..... ecco

Invece ho notato che molti o indietreggiano oppure ci  girano attorno con scuse  del solito disco tipo :

 Mi attrai ma non in quel senso (siamo brutte e la diplomazia comincia a scarseggiare..)
oppure
 Non sei tu..........., sono io che......... = (siamo  brutte)
 Restiamo amici.................... = (siamo incredibilmente brutte)  (o loro sposati)
 C’è una leggera   differenza d’età ….....= ( uh, si mette male! )(sei vecchia!)

Susi, il problema è semplice, sti maschietti non hanno buon gusto... :lol:  e poi dopo aver scelto se la prendono puntualmente in quel posto perchè magari assomigliava a Monica Bellucci o alla Beyoncé oppure perchè aveva quel non sò che ......e così via, questo vale anche per alcune di noi (parlo di estetica)
Susi, penso che la pazienza è una qualità interiore proprio di chi accetta i no...., le difficoltà, le avversità, , le controversie, e............ perseverando nelle azioni !!!!     
SU, SU !!
alla prox 
Io non sarei così pessimista, trovo che qui sia riprodotto uno spaccato sociale medio, che tocca tutti i ceti sociali, con il comune denominatore di essere tutti alla ricerca di qualcosa che ci manca, qualunque cosa essa sia.  Ci sono persone sfigate e fighe, distribuite pressapoco come nella realtà (e io ci vivo nella variegata realtà), l unico nostro sforzo è indirizzato a cogliere chi per noi potrebbe essere interessante e arricchente,  sperimentare e trarre le conclusioni, nè più nè meno come fuori. 
 Si fanno belle scoperte o si prendono "cantonate" esattamente come fuori, ciò che importa è non mettere in discussione la nostra sana autostima purché non sfoci in un delirio d' onnipotenza narcisistica: nel qual caso avremmo sbagliato ad iscriverci in un sito per comuni mortali !
Terry, il mio non è essere pessimista anzi, se sono ancora nel club è perchè ci credo ancora, essendo premium posso svolazzare ovunque ( per me un aiutino in più)  alcuni a cercarmi con il retino, ed  io di rami dove posarmi alcuni  li avevo individuati , certo non sono Angelina Jolie ma sono felicissima di aver fatto la conoscenza di tante belle persone, per il resto è proprio così come ho scritto, succede spesso e le parole sono puntualmente quelle quindi  preferisco ironizzare......
:shock:
 
Io do un po ragione a Terry e un pò ragione a Gioia. Quì dentro c'è la bellezza, la cultura, e l'intelligenza media della società (salvo rare eccezioni). Ed è vero che prendere un caffè insieme (per ponderarsi) non costa niente. Logicamente a tutti , maschi e femmine, piace il bell'uomo o la bella donna. O almeno chi ci sembra interessante. Se poi la persona abita non troppo distante da noi meglio ancora. Circa due mesi fa mi sono iscritta a questo sito, ma mai immaginavo di incontrare di persona qualcuno di qui in breve tempo. Le cose sono andate così, un n^ di telefono,'beh facciamo una chiaccherata' pensavo. Poi è stato un susseguirsi di messaggini e telefonate, per 15 giorni. Una storia come tante, due persone come tante, anche se forse entrambi ci sentivamo speciali per motivi diversi. Poi è andata com'è andata. La ragione per cui mi ero iscritta era molto lontana dall'idea di trovare un moroso. Miravo di più ad avere amicizie. Poi le circostanze giocano molto differente. La vicinanza come km. da casa mia di un uomo iscritto mi fa un po paura, un conto è parlocchiare o scrivere quì e un conto è incontrarsi di persona. Per me è meglio discutere con un uomo che abita lontano, perchè è meno impegnativo. E penso che questo discorso sia condiviso da qualche altra donna o qualche altro uomo. Poi dipende dalla fretta che ha un uomo o donna di 'accasarsi' (per amore).
Gioia, io non credo alle proposte fatte in chat. Una proposta fatta in chat per me non ha nessun valore. Una proposta si può anche fare, da ambo le parti, e diventa credibile se fatta a due. diversamente per me é uno scherzo, una butade per passare allegramente la serata, e come tale va trattata. Senza nessuna dietrologia, senza filosofeggiare sui perché. Ovvio non la pensiamo, fortunatamente, tutti allo stesso modo. ma questo é il mio modo di vedere le cose.
E adesso tutti in chat!
Ivan