Buongiorno a tutte/i,cari nuovi amici,e buon Ferragosto.
Sono un novello iscritto a questo Club,e debbo dire che mi sembra molto ben strutturato.Sara' che,aime',il nostro target di eta' richiede molta assistenza? :mrgreen:
Ma no,dai,che in questo incipit di maturita' ci si trova benissimo...almeno,per me e' così.
E' da molto che scrivo sui social,per le piu' disparate ragioni e sui piu' disparati argomenti,che non sto qui a raccontare,ma e' per segnalare che non scrivo sempre finalizzato agli incontri sentimentali.Detto questo va da se,che negli anni,molte persone e gruppi li ho incontrati personalmente,con alcune ne sono nate amicizie,con altre obiettivi comuni,con altre ancora relazioni.
Ora,una cosa che mi e' accaduta tempo fa,e che si e' ripetuta piu' volte,e' stata la constatazione che esiste un reiterato e oserei dire quotidiano,gioco erotico virtuale, che si sviluppa tra due persone ( cosa apprezzabile e gradevole in se),ma che e' finalizzato a se stesso. Che intendo dire?
Che sembra che ,soprattutto in persone giovani, ci sia piu' interesse ad una dimensione voyeuristica,che ad un coinvolgimento vero e proprio.Parlo nello specifico ,di donne quarantenni,non ragazzine,per lo piu' sposate infelicemente,molto attratte dall'idea di trasgressione,ma poco inclini a mettersi in gioco realmente.Ovviamente ciascuno,con la complicita' dell'altro e' liberissimo di fare i giochi che predilige,ma e' altrettanto vero che una persona invece libera e franca,corre il rischio di perdere veramente del tempo in chimere, con altre che mancano appuntamenti,procrastinano incontri,accampano scuse di ogni sorta per postdatare momenti insieme, ma esigono nel frattempo fedelta'.Inutile dire che tutto,consumato o meno,si risolve in una bolla di sapone ,ma con un grosso dispendio di energie...e badate bene;non ho voluto entrare nel merito dei sentimenti,perche' allora la cosa si fa estremamente piu' seria! Ecco,questa e' la prima cosa che ho voluto condividere con chi del club,avra' voglia di leggerla!
Saluti da Roberto 
Una "infelicemente" sposata è pur sempre sposata. Quindi, a meno che tu non pretenda che lasci il marito per te, che le offri tutte le garanzie del caso, continuerete a cinguettare sul Nulla (a causa sua) forever and ever and ever.
Non so quante donne così ci siano su questo sito, ma indubbiamente ci saranno.

E' da ipotizzare anche la presenza di un'altra categoria di donne, sposate o meno, che vogliono semplicemente trovare riscontro al proprio maturo fascino, senza dover giungere a giurare eterno e platonico amore a nessuno. E qui hanno vita facile, perché per i maschi in media le parole galanti sono moneta spicciola: capita così che donne orrende dentro, fuori o dentro e fuori trovino di che riempire agevolmente il loro cestino di vanità.

E' "il minuetto", caro Roberto1960, e costa solo il biglietto d'ingresso, consumazioni a parte.
Rispondo da donna e quindi con una molto limitata esperienza di rapporti con la mia metà del cielo.
Credo che in questo sottoinsieme della nostra società, ci siano - espresse in pari misura - le stesse differenze di genere presenti nel mondo reale.
Prima di tutto,  nella maggior parte dei casi a noi donne non interessa "una botta e via", anche perché altrimenti, conoscendo le propensioni maschili, non ci servirebbe un sito d'incontri: basterebbe molto meno. Invece spesso ci arrivano messaggi talmente tanto diretti in questa direzione che continuare il dialogo è inutile.
Poi c'è la nostra paura d'incontrare sconosciuti, giacché capita abbastanza spesso che il nostro desiderio di una prima conoscenza ci faccia andare incontro a brutte avventure. Di qui la diffidenza, la ritrosia, il sembrare interessate solo a giochi di seduzione virtuale.
A questo si aggiunge, per alcune, un vero terrore di non essere apprezzate nella propria fisicità. Chi non ha conquistato negli anni una certa sicurezza di se stessa, subisce il vero e proprio terrore del giudizio maschile. E allora sì, che tutto può diventare ricerca di mere conferme virtuali  
* Credo che in questo sottoinsieme della nostra società, ci siano - espresse in pari misura - le stesse differenze di genere presenti nel mondo reale. *

Inconfutabile.
Però, aggiungo io, secondo modalità di declinazione espressiva diversa. Nel mondo lì fuori, cara Rubyz50, una donna che tenesse lo stesso atteggiamento che in media ha sui siti di incontri si troverebbe a fare il giro dell'isolato a calci nel sedere.
Detto altrimenti: nel virtuale molte donne si permettono atteggiamenti che nel reale hanno perso diritto di tolleranza decine di anni fa.
In questo - aggiungo - supportate da un fare concessivo maschile anch'esso pressoché assente "là fuori". Come ho detto altrove: fare gli splendidi è facile, quando non costa nulla.
sono assolutamente d'accordo con Roberto1960. Anch'io sono nuova del sito e decisamente poco esperta ad utilizzarlo. ciao a tutti!