Aria di sfida l’altra sera in chat

Un paio di sere fa in chat si respirava un’ atmosfera apparentemente tranquilla sul nuvoloso/variabile , ma si sentiva odore di baruffa nell’aria, come diceva una vecchia pubblicità di un profumo.
Niente di speciale, in fondo non è successo nulla di particolare, a dire il vero non ricordo nemmeno chi e quanti fossero, dato che in pratica Blau ed io abbiamo passato la maggior parte del tempo tra di noi, tra domande e risposte su cose che sappiamo forse solo noi. Su che fine hanno fatto vecchi nick del sito come è andata quella volta che, e altre amenità di questo tipo. Non c’era il solito scontro di domande e risposte come quando tutti sono attivi e vivaci, forse erano interessati ai nostri discorsi, intendo quelli tra me e Blau, e aspettandosi forse chissa quale argomento, saranno sicuramente rimasti delusi.
Ad un certo punto sia a me che a Blau, osservando i presenti, come si possono osservare in chat, abbiamo avuto la stessa sensazione su uno di loro che dimostrava una certa spigliatezza in chat e quasi una confidenza anche nei nostri confronti, come di persona che già conosce le cose della vita, ci ricordava qualcuno del passato, ma non capivamo chi.
Come fare a risolvere il problema? Semplice, basta chiedere e così abbiamo fatto, l’ interessato dapprima ha negato di essere qualcuno del passato, ma si sa , anche lo fosse stato ci avrebbe tenuto ad non essere scoperto, quindi abbiamo insistito e pressato un po’, forse un po’ troppo.
Si perché ad un certo punto , sentendosi come circondato,il povero ha giurato e spergiurato di essere entrato qui per la prima volta solo un mese fa, beh forse siamo stati cattivi, non volevamo estorcere una confessione sotto tortura, e gli abbiamo creduto, così forse è anche riuscito a farci pure fessi, chi lo sa, se è così è stato bravo.
E poi entra in chat il mio personaggio preferito, che io chiamo affettuosamente Lupo Lupone, ecco questo è veramente uno speciale e io non riesco mai a non salutarlo e a non chiedergli come sta, ma lui non mi risponde mai, è fin troppo evidente che ce l’ha con me in modo viscerale, mi odia veramente a morte. Solo così si spiega la sua totale non collaborazione nei miei confronti, dopo i pochi, brevi saluti rivolti ai suoi fans personali, uomini in genere di alto rango par suo, e fin qui va bene, tra uomini si sa, ci si aiuta nella ricerca, ma udite udite, anche di donne, oh povero me , e di donne di un certo spessore, o almeno che si spacciano per tali e che se la tirano pure mica male . Spero che lo facciano solo per quieto vivere, perché qualora non fosse così, come si suol dire dalla mie parti, non sanno distinguere un cazzo da un fischietto.
Credo che il nostro Lupo condivida con Marisab gli stessi fan, con la stessa vitalità in corpo, perché i due fanno praticamente le stesse cose, non leggono mai i forum, o se li leggono non li capiscono, leggono solo i profili, lui poi guarda solo le figure, non scrivono mai nulla, l'unico sport praticato è tramare nell’ ombra. Lui però frequenta assiduamente la chat, questo sì, cercando molto maldestramente di abbordare donne ingenue che arrivano per la prima volta e che per i primi cinque minuti sono convinte di trovarsi davanti uno con le caratteristiche da uomo.
Dopo i pochi saluti, il nostro Lupo, se vede che ci sono io a rompere i maroni, si mette in un angolo e non profferisce più parola alcuna, niente di niente, resta in disparte a rodersi l’anima, ma secondo voi un lupo che si rispetti,si comporta così? Non credo, forse un gufo, ma nemmeno, e poi a me i gufi stanno pure simpatici, no, nemmeno il gufo fa così, trovatevi voi un paragone a scelta, possibilmente qualcosa che finisca con ….one, giusto per far rima.
Forse Lupo Lupone è triste perché gli manca al fianco il compagno di avventure, ma si, il pilota di elicotteri da combattimento, stranamente lui non si è ancora visto in questi giorni, spero che stia bene e di incrociarlo in chat prima che me ne vada, mi piacerebbe salutarlo, lui è più loquace del socio in affari, a dire il vero la media è ogni due parole tre cazzate , ma almeno parla, anzi a volte ha pure scritto nei forum, non so nemmeno perché abbia smesso, risultava addirittura più divertente di me.
I due, ormai da anni, si dividono, a cicli alternati, il premio culturale “l’uomo che tutte le donne vorrebbero sposare”, si, proprio come fanno Messi e Ronaldo con il pallone d’oro, anche se quest’anno se lo sono presa in saccoccia tutti e due, i calciatori intendo.
I nostri due baldi giovani del club, fanno anche parte dell’ormai famoso gruppo dei TDM, gruppo di cui ,al tempo che fu, mi fu stata anche offerta una tessera gratuita ad honorem , tessera che ho rifiutato, non ritenendomi io alla loro altezza, forse è pure per questo che gli sto antipatico a quei due.
Come? Non sapete cosa sia il gruppo TDM? Ma ve lo dico io, l’acronimo sta per Trichechi Di Montagna, un gruppo di scalatori , o meglio di arrampicatori che, a mani nude e aiutandosi con le zanne, scalano pareti praticamente inaccessibile agli altri esseri umani, pare che di recente si siano distinti, insieme con una guida locale a loro affine come qualità, tale Gino Vagino, nella scalata di una vetta inviolata del gruppo delle Nebrodi, mi par di ricordare come il nome fosse Cima Staminchia, o giù di lì
Oh, già immagino come saranno contenti i nostri di sapere che mi levo dai coglioni, una vera festa per loro, così Lupo Lupone continuerà ad insidiare ingenue pollastelle sperdute che bussano al convento chiedendo rifugio, hai voglia a dire :State attente donne, non fidatevi di certi uomini, è come dire agli uomini: State attenti uomini , non fidatevi di certe donne, a questo punto è meglio fidarsi di tutti o non fidarsi di nessuno? Volete saper cosa ne penso io? Ma fatevi i cazzi vostri, che è sempre meglio, ah, volete anche sapere chi è il protagonista? Fate una cosa, entrate in chat, il primo coglione che trovate quello è lui, che dite? Che ce ne sono molti ? Vero, avete ragione anche voi, ciao anime
sono uscita poco fa dalla chat e sono ancora scossa e incredula
comunque vi scrivo solo per ringraziare di avermi accompagnato in questo piccolo periodo di tempo trascorso qui in questo sito.
ho conosciuto delle persone il gruppo di torino e ho conosciuto alcuni utenti . ho interagito con qualcuno più e con qualcuno meno e ringrazio ogni persona per avermi insegnato sia dalle persone positive incontrate sia da quelle che mi hanno trattato a pesci in faccia .
Solo non capisco certa cattiveria gratuita e gli altri stanno zitti a guardare.
esco da questo sito e auguro a tutti tutto il bene possibile
paola
paolach ha scritto: sono uscita poco fa dalla chat e sono ancora scossa e incredula
............
Solo non capisco certa cattiveria gratuita e gli altri stanno zitti a guardare.
esco da questo sito e auguro a tutti tutto il bene possibile
paola


......mi spiace x Paola. Non so cosa sia successo, non entro in chat x scelta
Mi spiace ancor più per la cattiveria gratuita...e per chi invece sta zitto, non interviene...guarda e passa :(
E' stato un breve periodo il suo.....ultimamente lascia anche me molto perplessa l'andamento del club :shock:
Dispiace anche a me per Paola, ma quando si sciorinano le cose personali in chat bisogna aspettarsi anche critiche, commenti o dubbi che possono essere costruttivi o anche no... ma fa parte del libero parlare.... ognuno mette del suo come può succedere in qualsiasi ambito della vita

Spesso in chat capita chi magari fa capolino ogni tanto ed ignora il possibile retroscena che riguarda un particolare socio... ci sta... magari è provocatorio o troppo sincero nell'esprimersi... ci sta anche quello... chi mette in piazza i propri affari offrendo il fianco deve aspettarsi di tutto... non sempre solidarietà intendo.

Poi in chat ci sono momenti particolarmente caotici se si è in troppi a scrivere e così succede che non sempre si riesce a parlare e spiegare con calma... si perdono frasi... si perdono domande... magari ci dedichiamo un attimo al gatto o sentiamo un rumore... una telefonata.. che ci distrae e non si è presenti... anche questo è il bello dello della diretta

Con questo non voglio giustificare nulla... ma solo ribadire che ci vuole molta ma molta pazienza nell'utilizzare questo strumento e non pensare di essere al centro assoluta dell'attenzione altrui ogni momento

Buona giornata
Condivido parola per parola quanto detto da Carmen aggiungendo che mi stupisce il perchè aver pubblicato uno sfogo di quel tipo proprio in risposta a questo post... ognuno si dia la sua risposta.
Chiediamoci, comunque e prima di tutto, cosa stiamo a fare qui. Cerchiamo consenso? Consolazione? Un pubblico per le nostre perfomances? Qualche ora di relax? Compagnia? Va tutto benissimo ma non ci aspettiamo, per favore, che tutti siano pronti ad inchinarsi alle nostre esigenze. Siamo parte del mondo e come tali dobbiamo essere pronti a confrontarci con tutti, anche con chi non usa il nostro linguaggio o con chi è talmente diretto da risultare a noi sgradevole. Se volete parlare senza contraddittorio, e qui saro' sgradevole io, mettetevi davanti allo specchio e dialogate con voi stessi (dia-logo, già la dice lunga...) . Troverete tutto quello che cercate e che molto probabilmente non troverete qui...
A volte ci possiamo sentire fragili, soli e indifesi. A volte le parole dure, contraddittorie e sgradevoli possono ferirci. Dipende dal momento...quando abbiamo la mente libera, serena e disposta al confronto siamo predisposti anche alle critiche, purché siano sempre costruttive. Siamo tutti fatti in modo diverso e un linguaggio brusco può ferire o meno chi è più o meno fragile.

Quindi, c'è sempre un modo e un momento giusto/sbagliato : c'è chi sa farsi scivolare addosso le cattiverie e c'è chi ci rimane talmente male che se ne va.

Chi non si è mai sentito fragile e vulnerabile? ....capita! Non siamo tutti leoni, forti, fieri e pronti a difenderci.....e a volte incontriamo persone sbagliate nel momento sbagliato. Non tutti hanno il dono di saper accogliere uno sfogo personale con i dovuti modi, a volte è più facile essere diretti e sgradevoli......sono scelte e modi di essere di ognuno di noi.
Posso solo aggiungere che non bisognerebbe mai dimenticare il rispetto per ognuno di noi.
sì é vero che dipende dai momenti, ma un conto é la critica un altro é l'atteggiamento critico. La prima se fatta seriamente attiva il dialogo, il secondo lo esclude a priori perché in estrema sintesi é solo esibizionismo, irrita e porta all'autocensura.