Visto che domani è il mio compleanno, vi regalo un post intelligente. Il “vi” è riferito a persone come farlasabrina, Consy, Grazia, Clali, Mirtilla… pure MT va, ‘che oggi sono buono.

Parlo dell’argomento perché lo seguo, ovviamente da esterno (e sempre più esterno ora che la mia vecchia prof, amica e vicina di casa Margherita Hack se n’è ita): ho smesso di essere un aspirante fisico millantamila anni fa.

Ci sono questi due fatti che sanno tutti: in principio fu il Big Bang e da quel momento sono trascorsi circa 13,8 miliardi di anni. Quasi tutti immaginano il BB come un’immane esplosione, tipo una superbomba. L’esplosione avrebbe espulso verso l’esterno tutta la materia, successivamente condensata in stelle e galassie (e poi ancora pianeti etc. etc.). Beh: NON E’ AFFATTO COSI’. Questa visione è vecchia di 50 anni e non regge le evidenze sperimentali di astronomi, astrofisici, cosmologi. La diffusione delle teorie scientifiche è molto più lenta della frontiera delle medesime, e così la gente comune pensa ancora in termini di modelli abbandonati da decenni.

Prima di dirvi cosa prevedono le teorie moderne sul BB, un paio d’altre cose che vi dovrebbero far riflettere.
Quanto è grande l’universo osservabile (cioè quello che oggi vediamo e “fotografiamo” con telescopi e radiotelescopi)? Ha un raggio di circa 46 miliardi di anni-luce: sul tavolo possiamo mettere e guardare fotografie di oggetti lontani 46 miliardi di anni-luce da noi.
E qui capite che c’è qualcosa che non torna. L’universo ha 13,8 miliardi di anni; niente può viaggiare più veloce della luce (Relatività); quindi ci aspetteremmo che gli oggetti più lontani visibili stiano al massimo a 13,8 miliardi di anni luce, no? No: stanno a 46. Com’è possibile? Chi si sbaglia? Nessuno.

Il fatto è che il Big Bang non è stata un’esplosione NELLO spazio, bensì un’espansione DELLO spazio. Che vuol dire?
Esempio in due dimensioni: prendete un palloncino sgonfio e col pennarello fate due punti, a diciamo 5 cm l’uno dall’altro. Poi gonfiate il palloncino: i due punti stanno sempre dove li avete dipinti, ma la distanza tra loro aumenta: 10, 15, 20 cm… Lo spazio tra i punti si è espanso (gonfiato). Ciò non è accaduto in uno specifico settore della superficie del palloncino, ma su TUTTA la superficie. Riportato in 3 dimensioni, ciò significa che il BB non è un’esplosione avvenuta in UN luogo (centro dell’esplosione), bensì un’espansione di TUTTO lo spazio, uniformemente ovunque. E la velocità di espansione DELLO (non nello) spazio può essere superiore a quella della luce. E così è. In 13,8 miliardi di anni, l’universo visibile si è espanso al triplo della velocità della luce. Ciò ci permette di vedere oggetti che stanno a 46 miliardi di anni-luce da noi, ma la cui luce che ci arriva ha “solo” 13,8 miliardi di anni.

Ultima cosa. L’esempio delle stelle lontane vi fa capire che guardare il cielo non vi dà solo una prospettiva “geografica”, ma anche storica. La stella polare sta a 433 anni-luce dalla Terra. La luce che vediamo ogni notte ha 433 anni, cioè è stata emessa nel tardo ‘500, quando Galileo era bambino. Ma se nello stesso identico cielo guardiamo M31, la galassia di Andromeda, la luce che ci arriva ha 2,5 milioni di anni. Se guardiamo il Sole, lo vediamo com’era 8 minuti fa. Il telescopio orbitante Hubble è in grado di vedere oggetti la cui luce ha circa 13 miliardi di anni (quel che si chiama "campo ultra-profondo" del telescopio).

Per i più svegli.
Se un oggetto che si allontana dalla Terra - a causa dell’espansione dello spazio – alla velocità della luce emette verso di noi un raggio di luce, questo raggio ci raggiungerà mai o no? La risposta è sì. Come mai? Divertitevi.
Sire, quale onore: un post intelligente e dedicato per festeggiare un compleanno….che classe, complimenti!
Se è davvero il tuo anniversario ti faccio tanti sinceri auguri di serenità e moltiplicazione dello stesso ….oppure, se preferisci, ti auguro tutto quello che desideri …….a tua scelta.
Insomma: buon compleanno – lunga vita al re.

Risposta: ….non lo so se ci raggiunge o no, già solo immaginarlo è fantastico….mi basta.
Augurissimi cavaliere multicolor:). Ma che accidenti di regalo e' questo? Sei generoso...pure troppo...coi nostri cervelli:). Dai...sono sportiva e tento una risposta...magari sbagliata ma almeno su un argomento degno di nota. La faccenda del palloncino che si espande mi fa pensare ad un runner su un tapis-roulant...il tappeto cammina ma lui sta sempre fermo quindi anche se percorre chilometri io lo vedo. Quindi se lo spazio si gonfia come un pallone gli oggetti restano però dove stanno. Quindi pure la luce la vedo...amplificata in uno spazio più grande. Questo ho pensato. Ci ho provato:)
Salve! Non sono molto avvezza ai Foum... ma questo lo trovo interessante.
Per prima cosa Auguri vivissimi DerGrueneReiter per il Compleanno!
Sappiamo che gli oggetti celesti si trovano a distanze elevatissime e che proprio per questo siamo in grado di osservarne la luce soltanto dopo un viaggio più o meno lungo. La luce del Sole che ci scalda in questo momento è la luce partita 8 minuti fa dalla nostra stella, quindi il Sole che vediamo nel cielo potrebbe essersi spento da 7 minuti e noi potremmo accorgercene soltanto dopo un minuto. Le onde della luce viaggiano alla incredibile velocità di 300.000 chilometri al secondo.
Questa piccola nozione è ciò che ho letto tempo fa... non è la risposta al quesito, ma è interessante saperne di più da chi può insegnare ad espandere l'argomento.
Grazie!
Gentile DGR avremmo dovuto noi fare un regalo a te per il tuo compleanno ( così si usa) e invece tu lo fai a noi e a quanto pare graditissimo non solo a me.

Forse l'idea di avere un anno in più ti ha suggerito di tornare "indietro" ...tornare a quando postavi quasi sempre post intelligenti che ci fanno sentire un po' ignoranti (tante cose che tu scrivi non fanno parte del mio bagaglio culturale) ma che comunque riteniamo costruttivi. Io ho apprezzato anche l'esempio portato per spiegare "l'espansione".

In queste sere d'estate, quando il fresco sostituisce la calura del giorno, spesso mi metto comoda sulla sedia sdraio in giardino o sul terrazzo, spegnendo ogni luce artificiale, e guardo il cielo pieno di stelle che sembrano quasi raggiungibili allungando una mano. Guardandole spesso ho pensato quanto fosse "lontana" nel tempo e nello spazio la sorgente di luce di quei puntini ,,,,e come hai detto tu [i]guardare il cielo non vi dà solo una prospettiva “geografica”,


Per quanto riguarda il quesito finale mi astengo dal rispondere ( temo di non rientrare nella categoria dei più svegli :D e invece di divertirmi mi ...deprimerei, ). Però,,,, se tu vorresti fare come Minoli ( fatti una domanda e datti una risposta)...non mi dispiacerebbe se in un supplemento di commento....rispondessi alla tua stessa domanda: Come mai?

Un sincero augurio per il tuo compleanno.
A saperlo prima avrei potuto organizzare un mega evento nel gruppo Roma e so che tu avresti molto gradito :lol:
La spiegazione è piuttosto esotica e richiede di definire la “distanza di Hubble”. Quindi darò una spiegazione semplificata, che significa sbagliata, tanto per rendere l’idea.

Se il raggio viaggia verso di noi e contemporaneamente lo spazio in cui è immerso si espande in direzione opposta, è chiaro che rispetto alla Terra è fermo. Ma anche la Terra sta in uno spazio che si espande, no? E si espande in ogni direzione, quindi anche verso il raggio. Quando il raggio entra nello spazio locale terrestre, o per meglio dire entro la (variabile e crescente) distanza di Hubble dal punto di vista terrestre, viene “catturato” dal sistema di riferimento locale (terrestre) e da quel momento valgono le regole usuali: il raggio impiegherà tanto tempo a raggiungerci quanta in quel momento è la sua distanza da noi.

Proviamo a fare un esempio. Un cittadino svizzero sta in Svizzera, quindi non è italiano. Ma se l’Italia si espande incorporando la Svizzera, diventa cittadino italiano anche se non si è mosso di un metro verso di noi: è stato "incorporato". (spero non mi legga un fisico).
Certo che vedere uno che apre un post per il suo compleanno (del quale non interessa niente a nessuno) per autocelebrarsi e mettersi in mostra accaparrandosi qualche (forzato) augurio, autodefinendolo "post intelligente" (giusto per rimanere nell' umile e nell'autocritico), pavoneggiaggiandosi fra un paio di persone che ruotano intorno ammaliate dalla sua coda (perchè tanto non ci capiscono un acca ed anche se lui dicesse fesserie costoro non potrebbero avere i numeri per rispondere manco usando un enciclopedia) aumentando, se possibile, il suo ego (che grande per com'è copre buona parte della nostra penisola), sentirlo dare del "malato" ad altri forumisti sarebbe come vedere un mafioso dare dei delinquenti e bastardi ai poliziotti.
Veramente una gran cosa. Complimenti.

A me sembra, leggendo i post passati, che uno che viva saltellando dentro e fuori, vivendo dei pochissimi elogi delle quattro personcine che evidentemente non hanno altro dove rivolgere lo sguardo, e che non riesce a stare senza scrivere qualcosa per mettersi bene in mostra (anche usando multiple personalità e linguaggio da caserma) sia proprio costui e non altri.
Con buona pace di gente come babbocorso che si lascia influenzare e allunga la corda dello strampalato acquilone di questo bambinetto orfano, triste e solitario, acquilone che sta in piedi solo perchè la claque ci soffia sotto.....
DerGrueneReiter ha scritto:
Quindi darò una spiegazione semplificata, che significa sbagliata, tanto per rendere l’idea(spero non mi legga un fisico).. ......
---------------------
Tranquillo! Se un fisico leggesse questo post si renderebbe conto di tutte le attenuanti e le condizioni a tuo sfavore... e probabilmente ti darebbe una medaglia alla "temerarietà" dimostrata nel voler far comprendere cose complesse a menti semplici. :lol:

Ho un paio di amici laureati in fisica. Chiederò lumi e...scommetto non mi ci faranno capir niente. :lol:

/////////

da FriggaAesir » 09.07.2017, 11:13
Certo che vedere uno che apre un post per il suo compleanno (del quale non interessa niente a nessuno) per autocelebrarsi e mettersi in mostra accaparrandosi qualche (forzato) augurio, autodefinendolo "post intelligente" (giusto per rimanere nell' umile e nell'autocritico), pavoneggiaggiandosi fra un paio di persone che ruotano intorno ammaliate dalla sua coda (perchè tanto non ci capiscono un acca ed anche se lui dicesse fesserie costoro non potrebbero avere i numeri per rispondere manco usando un enciclopedia) aumentando, se possibile, il suo ego (che grande per com'è copre buona parte della nostra penisola), ........

-----------------------
FriggaAesir , seppure fosse vero tutto quanto sopra, che male ci sarebbe? Almeno questo post non contiene offese per altre persone ( prima che tu postassi il tuo, ovvio!).
Di cosa vogliamo parlare...dillo tu. Postalo tu un argomento che ritieni intelligente. Fino ad ora i tuoi commenti non mi sono sembrati costruttivi ..ma un bel po' critici e ..distruttivi. Ricominciamo?

E se proprio non ti interessa introdurre un post "intelligente".....lascia noi " ammaliate" dai colori della ruota del pavone....nel nostro brodo...e rivolgiti a chi credi più confacente al tuo livello intellettivo e morale. Mi sembra che tu già abbia individuato chi potrebbe essere, sbaglio?
Cara farlasabrina,
io divido i fenomeni (di quelli normali non parlo) di questo sito in 4 categorie. Non parlo di persone, ma di maschere: può essere benissimo che lo stesso fenomeno indossi più maschere.

Categoria 1
Gente “alla babbocorso”, il novello raualpindi (appro: che fine ha fatto?). Gente stordita nella sua autenticità, cioè autenticamente stordita.
Categoria 2
Il piccione. Solo lui, meraviglioso e unico caso clinico da riempirci un libro e che mi assicura un divertimento costante. Poi a quanto pare assicura anche materiale di studio a Consy, quindi è socialmente utile.
Categoria 3
Gente “alla figaccionetorinese”. Assolutamente innocuo, monotono, prigioniero del ruolo. È un po’ come le battute di Alvaro Vitali nei filmacci anni ’70-’80: trite e rimasticate, soprattutto se viste in retrospettiva 40 anni dopo. Gente come lui rappresenta un tuffo nella commedia pecoreccia e nulla più.
Categoria 4
Gente “alla frizzair”. Questi non mi suscitano nessuna reazione o commento. Non sono veri, non sono sufficientemente contorti come il piccione da risultare interessanti, non sono macchiettistici come figaccione. Non ho nulla da dirgli: per me, possono tranquillamente continuare a trollare all'infinito.
Auguri, và, che oggi sono buona anch'io!
Cavaliere Verde, leggendo il tuo post sulle teorie moderne in merito al principio dell'universo in forma di espansione e non di esplosione come si teorizzava anni fa, mi viene da pensare ad un universo pulsante e respirante e allora la domanda mi sorge spontanea,l'universo è un meccanismo o un organismo? Magari tra cinquant'anni gli astrofisici non lo spiegheranno più solo con la matematica ma troveranno prove scientifiche sulla sua natura organica.
Buon compleanno!
Certamente l’universo non è meccanicistico nel senso inteso dal determinismo positivista di fine ‘800. La meccanica quantistica negli anni ’20 ha introdotto un’indeterminatezza strutturale, cioè non eliminabile nemmeno con una precisione infinita degli strumenti di misurazione. Quindi l’universo è ontologicamente imprevedibile, almeno a certe scale. Hawking poi ha allargato la scala dell’indeterminatezza, portandola almeno in teoria a livello stellare.

Sul fatto che sia un organismo… bisogna capire cosa si intende col termine. Alcune teorie pongono in relazione ogni elemento (ogni singolo elettrone o quark) con tutti gli altri suoi simili, come un’immensa ragnatela in cui ogni vibrazione si ripercuote a distanza infinita. Questo ne fa un organismo? Non lo so. Una cosa certa, tipica degli organismi, è che l’universo continua a crescere e probabilmente prima o poi si contrarrà. Quindi “pulsa” o almeno è strutturato per farlo. Ciò non significa che sia senziente e consapevole. Per arricchire il quadro, teorie accreditate ipotizzano che l’universo sia in contatto con altri universi e che quindi l’equilibrio complessivo non sia interno, ma dipenda dal comportamento globale di un numero molto alto o infinito di dimensioni (universi paralleli, multiverso).
farasabina ha scritto: FriggaAesir , seppure fosse vero tutto quanto sopra, che male ci sarebbe? Almeno questo post non contiene offese per altre persone ( prima che tu postassi il tuo, ovvio!).
Di cosa vogliamo parlare...dillo tu. Postalo tu un argomento che ritieni intelligente. Fino ad ora i tuoi commenti non mi sono sembrati costruttivi ..ma un bel po' critici e ..distruttivi. Ricominciamo?

E se proprio non ti interessa introdurre un post "intelligente".....lascia noi " ammaliate" dai colori della ruota del pavone....nel nostro brodo...e rivolgiti a chi credi più confacente al tuo livello intellettivo e morale. Mi sembra che tu già abbia individuato chi potrebbe essere, sbaglio?

Bene... un altra di quelle solitamente prese per i fondelli che difende il persecutore.

Capisco.
Qua siete in tante....
Beh...contente voi...

https://it.wikipedia.org/wiki/Sindrome_di_Stoccolma

Si...io ne aprirei decine di post seri (e non, perchè non si potrebbe scherzare in gruppo?), ma vedendo l'andazzo a che serve?
Io scrivo di tizio, arriva caio che dice che è una fesseria e che io ho qualche patologia, poi arriva sempronio che dice che le viole sono arancioni eccetera...
E via fino a parolacce e volgarità (come quelle dei vari jocondor eccetera).

Mi spiace signorina farasabina, quando vedrò qualcuna col sale in zucca proverò a rapportarmici.
Nel frattempo sto alla finestra...vediamo che succede dopo un po' di epurazioni....
Sperando che qualcuno se ne vada per conto suo.

Comunque no...non ho ancora individuato interlocutrici serie "al mio livello intellettivo e morale" al momento...non ho particolari preferenze, ma mi piacerebbe trovare donne in gamba.
Cosa rara da trovare come i politici onesti! :lol: