Eribella ha scritto: Questa é la sezione dedicata ai nostri cantanti/ gruppi preferiti.
Personalmente prediligo la musica internazionale anni 80 (Dire Straits, Rolling Stones, The Doors etc..) ma se dovessi nominare un artista italiano che non può mancare nella mia playlist é Ligabue!
E quali sono i vostri preferiti?  


condivido pienamente pero aggiungerei Carboni Venditti Pezzali :-)
Io ricordo, nella mia adolescenza, l'arrivo del "calcinculo" nello spiazzo vicino casa....antesignano delle discoteche, segnalava la sua presenza con la musica sparata a tutto volume dalle enormi casse...i pezzi del grandissimo Lucio Battisti (stranamente ancora non ricordato)sono stati la colonna sonora di quei giorni felici....
Uh Marco...io non sono appassionata di Battisti...ero più per i cantautori impegnati e gruppi stranieri...genesis dire straits pink Floyd e le arpe celtiche (bretoni- di Alan stivell che credo conosca solo io:). BUON ONOMASTICO:)
Sul podio il gradino piu' alto pink floyd, secondo posto Queen terzo Elton Jhon a contorno discomusic anni 80
Messaggioda Petillus » 21.08.2015, 18:16
'Ragazzi,
non so se sono io una mosca bianca tra voi, ma ci siamo dimenticati dei POOH!!!
Certo capisco che non tutti abbiamo gli stessi gusti musicali, ma non posso pensare che il complesso che forse ha fatto innamorare mezza Italia non sia menzionato....'
-----
Se torno indietro ai ricordi di ragazzina, insieme ai Pooh (che non amavo particolarmente) metterei anche gli 'Alunni del sole' e i 'collage'.
Poi, appunto da ragazzina, ricordo qualche brano di Barry White che mettevano nelle discoteche il pomeriggio, sono una nostalgica.
Ora anch'io ascolto la radio e prediligo la musica italiana, sempre a parte qualche grande come Elton John.
Susi, anche a me non dispiace Elton John anzi ti dirò di più, mi piace tantissimo il brano
" Sorry Seems To Be The Hardest Word " vuoi per il testo ma in particolar modo per
l'interpretazione cantandola però con i Blue , mi emoziona molto di più

La trovi su YT scritto così :

Elton John & Blue Sorry Seems To Be The Hardest Word
Hai ragione Gioia, sono bravissimi, non li conoscevo. Adesso so che sono un gruppo, i Blue, ed Elton John è al pianoforte.

Cosa significa non conoscere l'inglese, sentire delle canzoni come 'Breathi eas e non sapere che la cantavano loro.
George Ezra: è in arrivo il nuovo singolo
Mi associo alla passione per la musica. Però mi piace il Blues John Legend Gualazzi eccetera
Da meno di un anno suono il pianoforte. CHE FATICA!!
Buona musica a tutti!
Gigliola
Boh... ne approfitto e dico i miei in base ai periodi:
anni 60 non ho dubbi, Simon and Garfunkel (anche da soli) Beatles e Beach Boys
anni 70 direi tutta la west coast quindi da C.S.N. & Young e Neil Young da solo, James Taylor, Fleetwood Mac, Doobie Brothers, Jackson Browne e Eagles... e poi certamente i Pink Floyd e Doors....
anni 80, quelli che più mi rappresentano: The Cure, Depeche Mode, Joy Division, Bauhaus, Siouxsie and the Banshees, Nick Cave, The Sound, Dead can Dance, Cocteau Twins, Brian Eno, David Sylvian....
Tra gli Italiani Litfiba, Diaframma, CCCP,
e per me la musica bella (rock pop alternativa finisce qui)
Anni 90 poco....certo i Nirvana, i Soundgarden ma poi basta.. il grunge canonico mi annoia...
dal 2000 in poi na merda, tranne quei gruppi che si rifanno gli anni 80 (guarda caso), anche se Arcade Fire, Interpol e Editors sono decisamente belli.
Poi amo le colonne sonore e un pò di musica classica.... non disdegno un pò di Jazz anni 30 se capita e i classici Sinatra o B. Crosby ad esempio.....
Siriusblack, ebbravo hai ripescato un vecchio post, non ricordavo più grazie !
Ecco... E perchè non uscire dagli schemi.....!
Dalle mie parti , Pontedilegno-Tonale inizia " L'ice concert "
L'idea è dell'artista americano TIM LINHART che diventa realtà :

Sembra un’impresa impossibile: un auditorium dentro un igloo... a 2.600 metri di quota, all’interno di un ghiacciaio alpino, che ospita 200 spettatori e un programma di oltre 50 concerti.... !
Non solo ma realizzati con strumenti musicali rigorosamente ricavati da blocchi di ghiaccio.!!! WOOW vibrazioni di ghiaccio :D
Direi un paradiso di emozioni a 2.600 metri con un programma da brivido !
Sembra impossibile poter costruire con il ghiaccio strumenti che suonano perfettamente, con una sonorità tutta da scoprire, emozioni che solo i grandi musicisti sanno regalare con 6 STRUMENTI DI GHIACCIO, un'orchestra a tutti gli effetti, è la sfida , strumenti del freddo per una musica che riscalda ed emoziona.
Per chi fosse interessato (Bresciani e non ) il programma lo metto nel gruppo Brescia


https://www.youtube.com/watch?v=r2ifZmwEk8E

Ice_Music_2.jpg.2100x0_q85.jpg


Ice_Music_4.jpg.2100x0_q85.jpg


images.jpg
Gli allegati possono essere visualizzati solo dai membri del Club-50plus.
Ribadisco il programma lo trovate nel post " Ice Music "
Io sono cresciuta a pane e De Andre', che considero assolutamente irripetibile, senza essermi mai troppo allontanata dalla musica italiana se non, soprattutto, per Joan Baez e Neil Young. Tuttavia credo che il punto centrale non sono tanto i gusti musicali quanto l'importanza che un brano o un artista o un gruppo hanno rappresentato nel corso della nostra vita. Odori e suoni sono le sensazioni che maggiormente mi fanno calare totalmente nel pieno di un'emozione lontana. Detto in soldoni, e visto che la vita che ho alle spalle non è proprio cosi' risicata, ormai sono di bocca buona e ascolto un po' di tutto passando da Strauss (il Concerto di Capodanno a Vienna rappresenta il mio sogno nel cassetto) a Zucchero del quale apprezzo la grande maestria nel contaminare ad altissimi livelli molti generi musicali. Così come ogni tanto canticchio "Parlami d'amore Mariu'" o "Yesterday"... insomma la musica è la mia stessa vita e accompagna ogni mia giornata soprattutto con i miei cantautori preferiti da Zucchero - appunto - a Ivano Fossati, scoperto colpevolmente in ritardo. Tra gli interpreti mi emozionano prevalentemente Mina, Mia Martini, Andrea Bocelli e Tiziano Ferro. E se l'arte è emozione almeno per me, loro artisti lo sono in pieno.

P.S.: Non mi saltate al collo ma ci sono solamente due cantautori che mi spingono a cambiare stazione radio, Ligabue e Carmen Consoli che trovo talmente noiosi e ripetitivi, soprattutto nelle melodie, da trovarli assolutamente insopportabili.
concordo in toto, aggiungo solo Celentano perché, al di là della sua figura un po' artificiosa, nelle sue canzoni, nei ritmi, nei testi, ha interpretato i sentimenti delle varie epoche della popolazione italiana. Qualcuno ha detto che ha fatto cantare l'Italia come nessun altro. Certo che J.B. ha segnato la mia giovinezza.