DA Ladyliza

LAVAGNA3 (1).jpg


CAPODANNO 3.jpeg


CAPODANNO - Copia.jpeg

PER LEGGERE BENE I MENU' CLICCATE SULLE IMMAGINI
Gli allegati possono essere visualizzati solo dai membri del Club-50plus.
Non credo di riuscire a immaginarmi qualcosa di più triste di un gruppo raffazzonato di persone che decidono, senza conoscersi, di fare il cenone di capodanno in un locale pescato a caso sull'elenco del telefono.
Più che solitudine, mi suggerisce desolazione.
Certo, ognuno la vede come vuole, e infatti è così che la vedo io.
Non sono affatto d‘accordo. Quando si va in un locale, a un cenone o in un albergo anche lì all’inizio non si conosce nessuno se non le persone con cui ci si è arrivati.
A seconda di come si intenda far passare la serata, si potrà tornare a casa come si è arrivati o avendo incontrato e conosciuto persone nuove. Cosa che è sempre positiva.

Non trovo assolutamente corretto smontare gratuitamente le idee di chi sta cercando di organizzare qualcosa di buono.

Parteciperai all‘iniziativa? Non direi.
Vuoi dare qualche consiglio utile o proporre delle alternative? Non mi sembra.

Non vedo che gusto ci sia a rovinare l‘entusiasmo delle iniziative altrui.
A Natale non si dovrebbe essere tutti più buoni?!

Saluti
Emilia
Amministratrice del Club-50plus
Bene!!! Che bella iniziativa!Forza!
Up up
Non tutti sono capaci di partecipare a queste belle iniziative dove è proprio la sorpresa a rendere il tutto più interessante.
È tanto emozionante riunirsi in gruppo tra iniziali sconosciuti x scoprire poi che...tra una chiacchiera, una bevuta e una portata..."mi sembra di conoscerti da una vita"
Buon Cenone e un evviva per le nuove conoscenze! :D
Vedi, Emilia,
tu e io dobbiamo avere amici molto diversi e riferimenti altrettanto diversi. Mi è capitato più volte, negli anni, di confrontarmi sull'argomento capodanno con le persone che conosco, e non me ne ricordo una che non si associasse nel considerare tristissima l'opzione in discussione.
Anche il cinema "alla Fantozzi" fa spesso uso del medesimo stereotipo, e non per caso. Gli sconosciuti sono lì perché non hanno trovato nulla di meglio - o nessuno li ha invitati - e hanno paura di restare a casa da soli. Perciò è già ab initio una situazione di forte ripiego.
Non trovo nulla di male nel festeggiare il capodanno con sconosciuti, purché accada per caso. Mi è successo in Thailandia, in Polonia, anche in Italia, ma certo non eravamo uniti dall'unico denominatore della solitudine percepita come dolorosa. Perché - se ci fai caso - qui c'è proprio una ricerca, che mi sembra disperata, di un "qualunque cosa, purché non da solo".
E poi, l'ambientazione. Un locale sconosciuto, che si attrezza apposta per far soldi, e che ingaggia intrattenitori ad hoc col compito di far divertire i clienti. No, non riesco a pensare a niente di più artefatto.

C'è gente - lo vedo continuamente - che trova gli altri sempre simpatici, divertenti, di compagnia. E' gente fortunatissima, o che si accontenta facilmente? Vedi tu. La MIA sensazione, che la frequentazione di questo Club mi rafforza di giorno in giorno, è che la gente sia maestra nell'accontentarsi e nell'auto-suggestionarsi.

Mi dai troppo credito se pensi che io abbia il potere di "rovinare l'entusiasmo altrui". Giustamente, di quello che penso io gli altri se ne fregano, e ci mancherebbe altro. Però voglio dire la mia, perché quanto osservo da una vita è in forte contrasto con le attese da sabato del villaggio.

Da ultimo, non credo tu sia ingenua come appari. Penso che i meccanismi della psicologia dei "cuori solitari" tu li conosca meglio di me, solo che il tuo ruolo qua dentro ti impedisce di darne conto.
Io sono d'accordo con Emilia!
E sempre stimolante conoscere persone nuove!
Io abito in Trentino, quindi non faccio parte del gruppo, e non parteciperò all'iniziativa, che vede Lisa come moderatrice!!!
Io mi auguro che questa iniziativa trovi molte adesioni, e abbia un successo strepitoso!!
Io sono d'accordo con Kwisatz Haderach, Infatti il capodanno lo passo in rigorosa solitudine. Sono punti di vista, e io ci vedo poco. La presbiopia non è un'opinione.
Ringrazio Gioia per il prezioso aiuto.
Vorrei dire solo 2 parole al signore scettico,
Innanzitutto c'è una prima volta per tutto, prima di conoscere una persona c'è una prima volta.
Il locale non è fatiscente, e non si propone per la mia iniziativa.
Ogni anno ha un fatturato elevato e non ha bisogno certo della mia prenotazione ti assicuro, anzi ti invito a guardare la location.
Detto questo, se te preferisci stare da solo piuttosto che in compagnia... Beh allora non parteciperai mai a nessun evento.
Io sto spendendo energie per cercare di fare qualcosa di carino e ho trovato l'aiuto tipo vedi le lavagne in persone meravigliise tipo gioia e ynot, eppure non ci conosciamo, ci parliamo al telefono che delle persone che si sono sempre sentite.
Guarda io non sono in cerca di gloria, non me ne può fregar de meno.
Ad ogni modo sei libero di dire il tuo pensiero, ma come ha detto Emilia, non è giusto fare critiche su ciò in cui si crede.
Ladyliza ha scritto: Vorrei dire solo 2 parole al signore scettico..,
... non è giusto fare critiche su ciò in cui si crede.


Vedi, signora che organizza, molti iscritti - te compresa, evidentemente - fanno molta fatica a capire che non sto parlando di loro. Sto parlando - da anni - di usi e costumi antropologici delle nuove forme di conoscenza.
A te personalmente auguro ogni bene e tutto il successo che i tuoi sforzi meritano, dopodiché ribadisco che io e molti altri abitanti del pianeta troviamo agghiacciante la prospettiva che tu proponi. Questo ci tenevo a dire nel mio primo commento, e questo ribadisco, nell'assoluta e salvifica certezza che a te di quel che penso io non te ne freghi giustamente nulla.

ps: forse volevi dire che non trovi giusto fare critiche su ciò in cui credi TU, non certo io.
Perfetto se trovi agghiacciante cio che ho prooosto mi dispiace.
Grazie per aver detto la tua. Buona vita.
Ladyliza , figurati, lo faccio volentieri !
Di solito chi scrive così tanto non ha nulla da dire e non dice nulla di cui vale la pena.
Su su... non ce la fai proprio a starne fuori eh Kwi? :lol:

Ladyliza secondo me è una bella iniziativa.. poi che vada a buon fine o no dipende da vari fattori.. ma come si dice... almeno ci si prova no?

Auguroni, kiss

Carmen
Carmen_01 ha scritto: Su su... non ce la fai proprio a starne fuori eh Kwi? :lol:


... e pensa che mi ero pure incatenato le braccia dietro lo schienale.
ma quando mi sono visto davanti agli occhi la scena, con Fantozzi che cerca di portare la signorina Silvani sotto il vischio mentre la band I Giaguari di Nonantola attacca "Partirò", le catene si sono infrante da sole. :D
A proposito della bacheca e la festa di capodanno
Sulla bacheca devono trovar posto dei semplici post,” postati” direttamente dai soci, oppure dal moderatore di zona per conto di un socio, promuovendo un idea che possa coinvolgere più persone, ma anche una sola persona: una visita ad una mostra, un escursione in canoa, una gita in un’isola, una serata a teatro, una cena caratteristica, ecc. ecc . Insomma un’opportunità per fare qualcosa insieme ad uno o più soci.
Anche per una cena di Capodanno potrebbe esserci una richiesta, coloro che non vogliono partecipare a feste o a cenoni e non desiderano stare da soli, potrebbero richiedere la compagnia di uno o più soci (pochi) per trascorrere la serata in tutta tranquillità: conversando, guardando un film o giocando a bridge o a burraco (ho sentito dire che tanti lo fanno) fintanto che passi la fatidica mezzanotte.

Per quanto mi riguarda, quest’anno gradirei trascorrere la fine dell’anno proprio in questo modo. Non ho mai apprezzato questo evento e sinceramente trovo monotona, noiosa e forse triste, una serata con una cena dalla durata di quattro ore, anno dopo anno, sempre le stesse cose, sempre le stesse persone, fingendo di essere felice, quando felice non si è. Se dovessi partecipare ad un Capodanno preferirei più una festa tra sconosciuti o meglio ancora tra semisconosciuti, soci dello stesso club e della stessa zona, con cui certamente nell'arco del tempo ho scambiato qualche messaggino o qualche sorriso, tipo quella organizzata da Ledyliza. Vi assicuro per esperienza che non c'è assolutamente tristezza in una serata di queste, anzi il contrario, le aspettative, l’eccitazione e l’elemento sorpresa vivacizzare molto ma molto la serata. Penso che l’imbarazzo iniziale scomparirebbe al primo aperitivo inebriante della sera.