Ogni tanto entro in chat. E' sperimentalmente provato, in misura statisticamente inconfutabile, che le chat di ogni sito/community siano il luogo in cui l'individuo dà il peggio di sé. Alla regola non si sottrae nessuno, premio Nobel o aspirante sciampista-in prova che sia. Ciò non toglie che possano essere posti parecchio divertenti. Lo sono per chi vi partecipa attivamente e anche per chi si limita a osservare quel che vi accade. Sulle dinamiche di chat potrei scrivere un libro (e non è escluso che lo farò) ma per ora mi limito a un'osservazione: è sorprendente come, lasciata a ruota libera, la gente replichi sempre gli stessi identici schemi comportamentali.
Quasi mai quel che vi si dice è interessante, mentre quasi sempre lo sono le modalità relazionali che si stabiliscono tra i partecipanti. Uno strumento molto utile in tale direzione è l'Analisi Transazionale, anche limitandosi ad applicare i suoi princìpi-base sulle forme di interazione tra gli stati dell'Io. Naturalmente mi sto riferendo ai tre stati identificati da Berne: l'Io Genitore, quello Bambino e quello Adulto. Come tutti sanno, essi possono variare istantaneamente nel medesimo individuo a seconda di con chi stia parlando: A può contemporaneamente essere Genitore con B, Bambino con C e Adulto con D. In chat si forma quindi una rete di rapporti transazionali - cioè di comunicazione - in cui con carta e matita puoi misurare "le frequenze di stato" di ciascuno, le prevalenze, le eccezioni. Troppo oscuro? Facciamo un esempio: Maria fa il Genitore con Pinuccia e Giuseppe, che rispondono coerentemente facendo i Bambini con lei. Sempre Maria fa il Bambino con Cunegonda. Lo stato prevalente di Maria è perciò quello di Genitore. Un bel momento Pinuccia per qualche motivo si ribella, e vuole interagire con Maria in forma Adulto-Adulto. Ecco l'eccezione.

Tutte pippe? Oh, direi proprio di no. Non solo è un esercizio più divertente di qualsiasi giochino della Settimana Enigmistica, ma serve anche a capire, in base a FATTI e non OPINIONI, "chi è cosa con chi" e qual è la sua personalità prevalente, cercando poi riscontri in quanto viene espresso dal soggetto in ALTRI contesti (qui, solo il forum). Naturalmente, l'aspetto più interessante per me è osservare gli stati altrui rispetto al mio e il mio "gradimento" del momento nell'accettare il ruolo che mi viene proposto. Così, oltre a capire gli altri, capisco meglio anche me stesso.

Tutto sommato, se presa a dosi non eccessive, la chat può essere un vero spasso.
Si, un gran spasso, soprattutto per A, B, C e D nonostante, o proprio per, la presenza di X e Y
Per restare nello spasso, ieri sera in chat c'erano poche persone e mancava quella che - consapevolmente o (credo) meno - è spesso atteggiata da Mamma Chioccia.
Ebbene, è sorprendente come il piano della comunicazione tra i presenti (me escluso: osservavo e basta) fosse sciolto, naturale, paritario. Nessuno si trovava nel suo Io-Bambino a dover chiedere permessi: intelligenti o scemi che fossero gli argomenti, pareri e opinioni venivano scambiati in modo rilassato, senza timore del Supervisore ("non vi posso lasciare 5 minuti, che quando torno ecco cos'avete combinato" [testuale]).

L'AT serve anche all'autoconsapevolezza: non sarebbe male se qualcuno ci facesse un pensierino...
Kiwi secondo me il tuo lavoro su chat e AT (solo ora mi sono accorta che sei a tutto campo di curiosità sul club) avrebbe un valore ed utilità se ci fossero due condizioni : tu dovresti sapere nella propria vita le persone che osservi come si muovono e quale sia il loro Io prevalente e poi dovresti interagire nel gruppo per capirne la dinamica. Altrimenti tutto può essere solo e semplicemente un gioco di ruolo di personaggi a cui piace semplicemente attivare una dinamica relazionale puramente funzionale al gioco della chat. Cmq se tu li osservi e loro non si sentono turbati forse può anche dire che attivano il gioco quando ci sei tu.
Curku,
fuori dai denti: li credi così sofisticati? Io francamente no: né le chiocce né i pulcini.

Quanto al mio scopo, è semplice: mi piace quando la gente sa dov'è, perché e in compagnia di chi. Invece non mi piace chi cerca di nascondere le cose/sé stesso a detrimento degli altri e per proprio tornaconto.

Ne approfitto per specificarti che non sono "a tutto campo di curiosità" sul Club: questo è solo uno spaccato di socialità. In altri termini, l'oggetto del mio interesse non è questo Club, ma le dinamiche relazionali e psicologiche che si stabiliscono al suo interno (come in altre community che frequento, del resto).
E - aggiungo anche questo - non sono un osservatore non interagente, una specie di studioso che per qualche motivo abbia scelto questo posto per studiarlo o studiarne gli iscritti e per il resto se ne tenga accuratamente fuori. Interagisco volentieri, con una premessa e un caveat: la premessa è che non "faccio finta". Io sono così e sto solo manifestando una parte rilevante della mia personalità e dei miei interessi. Non mi sto cioè vestendo di un ruolo scelto ah hoc per questo contesto, strumentalmente. Chiunque mi conosca di persona sa che io sono sempre così. Vi piace? Non vi piace? Chissenefrega, mi dovete prendere come sono. Del resto, se anch'io dovessi esprimere le mie preferenze, non potrei certo dire che tutto quello che vedo sia di mio gradimento.
Il caveat riguarda eventuali tentativi (per solito, assai goffi, ma non escludo che ce ne possano anche essere di sottili) di manipolarmi. Ho già osservato qualcuno che tende a lanciare il sasso e poi nascondere la manina. Due cose che proprio non sopporto sono l'ipocrisia e il manierismo. E sono giochini contro i quali so difendermi piuttosto bene, senza guardare in faccia nessuno. :-)
Giorno Kiwi, sulle dinamiche di gruppo si potrebbero dire tante cose e certamente sono argomenti interessanti che toccano tutti perché tutti ci muoviamo in contesti sociali. Non ho alcuna obiezione sul tuo diritto di studiarle e approfondirle anche qui. È coerente con il tuo stare qui e lo hai chiaramente affermato. Il mio scetticismo è legato al tuo richiamo all'analisi transnazionale in questo contesto perché non ci sono le condizioni applicative. Aggiungo il mio pensiero che un gruppo virtuale non può essere analizzato come fosse uno reale quindi ogni conclusione di studio raggiunta non è supportata da un riscontro fisico che è fondamentale. Infine non comprendo il tuo riferimento a ipocrisie o tornaconti. Ci sono sette segrete o massoniche? :)). Capigruppo e gregari sono nella norma dei gruppi
Il discorso si fa interessante...

Non ho la pretesa di applicare che i concetti-base, perché come dici ci sono troppo pochi elementi. nondimeno, lo schema GAB già in queste condizioni specifica meglio le tipologie di leadership e gregariato in atto. puoi avere leadership A-A costruttive, mentre qui si assiste al tipico G-B con sgridate e ricompense. l'altro giorno c'è stato anche un luminoso esempio di schema vittima/persecutore, con canonico cambio di ruolo in corso d'opera.
Tutto quello che voglio dire è che i fondamenti dell'AT ti offrono una traccia ulteriore all'interpretazione di quanto accade, che non avresti (o che sarebbe più difficile ottenere) senza le linee di indirizzo basilari.
in questo contesto non mi pongo né come terapeuta né come docente, bensì come semplice discente.
Dopo aver letto lo scambio di pensieri nella sezione gruppo Genova voglio esprimere anche io le mie considerazioni. Lo faccio qui perché attinenti con argomento chat. L'autenticità espressiva incoraggiata e difesa per qualcuno dovrebbe essere diritto di tutti. E se c'è entusiasmo nel raccontare di un evento, wow inclusi, non vuol dire non essere emotivamente adulti. L'entusiasmo a mio avviso è sempre carica positiva poi ognuno la investe dove ritiene. Pensando poi al gruppo ligure penso anche a quanto ultimamente questa regione abbia dovuto patire e quindi a maggior ragione è da lodare la capacità, anche in piccole cose, di ripartire e divertirsi. Kiwi, ogni analisi anche da semplice discente è monca se tu vedi solo il vuoto e non il pieno e se ti fermi alle apparenze come tu vuoi interpretarle. Senza riscontri oggettivi.
Tu quoque, Curk?
Non pensare neanche per un attimo io avessi in mente alcuna AT, parlando di reazioni infantili nei resoconti. Vabbè che sono scemo, ma non farmi più scemo di quello che sono. Come puoi pensare io mi metta ad analizzare gente a 600 km di distanza, che non so che ha fatto, che ha detto, come si è mossa...?
Il mio discorso - che infatti non ho messo qui; qui ce lo stai mettendo tu - era diverso, molto più generale e riguardante ambiti diversi.

Anche altri commenti ricevuti sull'argomento, che per comodità e limiti riporto qui, non hanno centrato quello di cui parlavo io. Io mi sono sempre riferito a un'espressività "gonfiata", entusiastica senza eccezioni ed enfatica, che segue le interazioni dal vivo. Qualcuno ne ha dedotto che io abbia qualcosa contro queste, che non creda che la gente si possa divertire, che vedo bicchieri mezzi vuoti... Strano che nessuno sia saltato fuori con la mia sicura invidia perché non c'ero: almeno questa me la sono risparmiata.
L'ho detto in altri modi, ora provo anche con questo: io non credo agli entusiasmi facili e a costo zero. Non ci credo perché troppe volte (sempre) li ho visti trasformarsi nel loro opposto. Non credo alle reazioni standardizzate nella terminologia e nelle espressioni (mitico, fantastico, simpaticissimo...) perché dietro vedo inerzia espressiva e non elaborazione di pensiero ed emozioni. Non credo a nulla che mi suoni già visto, già sentito, pre-registrato.
E non è che non ci credo rispetto a qualche over che frequenta questo Club, ma non lo credo rispetto a nulla e nessuno.
Quindi non mi sto esprimendo contro qualcuno, bensì sto comunicando un pensiero, un'osservazione, un punto di vista che fanno parte del mio modo di guardare il mondo.
Se poi qualcuno ne deduce che io sia un instancabile rompicoglioni, ebbene: ci ha preso al 50%.
Stop... Vivere e lasciar vivere mi sembra indice di libertà per tutti. Per quelli che non hanno un metodo di ragionamento a te gradito, per quelli che vogliono fare giochi di ruolo in chat e che tu vedi disfunzionali, per quelli che trasmettono entusiasmo a iosa e sono contagiosi e pure per quelli che osservano. Sei tu che parli di analisi. Io non analizzo niente. E ti ho più volte scritto che interpreti comportamenti e persone come tu vuoi vederle. Chiedi al 50% di te che non è rompicoglioni se qualcosa di buono qui lo trovi.
.....ooommmmmmm.......ooommmmmmm........OOOMMMMMMM......
più che oooommmm
direi ohm 8)

Dipende cosa intendi con "qualcosa di buono". Sono contento se si divertono. Per quanto riguarda aspetti più direttamente personali, a parte un paio di chiacchierate in chat per me non c'è uno stimolo che sia uno: né emotivamente, né intellettualmente, né fisicamente. Storia vecchia, comunque. E come sai bene dall'AT (sempre per restare nel tema che ti sembra caro), gli stimoli sono essenziali.
La mia parte analitico-rompicoglioni invece sta come il topo nel formaggio, ma non è quello che mi hai chiesto, no?

Ora che ti ho risposto, gentilmente rispondi tu a me: e TU che ci trovi di buono qui dentro? Non dirmi francesi tedeschi inglesi... dico QUI, proprio qui.
Scusa solo oggi mi sono accorta della domanda. Cosa trovo io di buono qui? Ogni tanto leggo i magazine e prima non lo facevo :)). Sono d'accordo che ci sia poco movimento in piazza e quindi sto sulla panchina con qualcuno a parlare di Vaira, il mio insegnante della scuola cinofila. A volte incrocio qualche collega di amnesty italiana e ci confrontiamo su iniziative locali. Tutto qui. Kiwi, io non ho a cuore AT, sei tu che l'hai tirata fuori. È vero che un tempo avevi un blog molto fervido e vivace ed è pure vero che anche allora almeno una volta a settimana ripetevi il tuo cavallo di battaglia "voi siete il nulla, voi non capite niente, etc". Noi ce ne fregavamo perché tutto era ormai prevedibile :)). Abbiamo superato anche la notizia sull'olandese senza sconvolgimenti più di tanto. Era tutto dovuto? Direi di no. Ma quando si gioca in squadra il contenimento di un elemento a volta stonato non rovina l'armonia
Come diceva Adriano Celentano, Kwi sei forte! quella dell'Olandese è proprio forte!,mi ricordo di quando prendeva le posizioni in mia difesa, ma che poi disse che qui c'era gente che non gli tirava più e che poi io l'ho nominato per ripetere la stessa cosa a te :lol: :lol: :lol: Kwi forse sono l'unico a cui piaci per come sei, come amicizia di questo sito :D :D :D Ma la mia analisi secondo me è come in Economia Domanda sta ad Offerta in un mercato di libero scambio, spieghescions se in questo sito a causa dei pochi iscritti, quindi poca domanda rispetto ad una piattaforma di servizi offerti = poca Offerta, ne consegue che si riceve in base a quanto si è disposti ad offrire!..domanda: cosa cercate qui? risposta: cosa siete disposti ad offrire a chi vi risponde?...Supponiamo che Club 50 Plus sia un Grande Magazzino o la vetrina di un semplice negozio e voi la merce esposta, quindi cosa fate voi per essere appetibili? per suscitare l'interesse altrui? e indurlo a comprare? in termini di Marketing? sfoggiate cultura?vi mostrate semplici?originali? conquistatori? ma se siete conquistatori, perché siete qui? oppure vi create degli Avatar, tanto non mi conoscono per davvero! oppure dite la verità su di voi e presentarvi per come siete? ma se in fin dei conti il negozio con la sua vetrina non offrono quello che vuole la gente, allora bisognerebbe ristrutturare il negozio e qui devo dire che il negozio, vuole farti pagare prima per vedere che merce ha (Diventare Premium) quando in un qualsiasi negozio, prima vedi che merce ha e poi se ti piace paghi e compri, anche perché al mio paese si dice che chi paga avanti, mangia pesce fetente!..
Cordiali saluti Navy
P.S. ....e dire che io sono stato il primo in questo sito a fare di queste considerazioni e analisi, anche tra i vecchi, ancora prima di Kwi e lui allora era di opinione opposta, era Premimz e quando si è accorto che avevo ragione, ha detto che essere Premium non serviva a niente e adesso le posizioni si sono invertite, perché io a proposito del sito, ho imparato a vedere il bicchiere mezzo pieno anziché mezzo vuoto e prima o poi, sperimenterò di diventare Premium, e per quanto riguarda la chat, quando ci vado io, all'improvviso si riempie di altri soci maschi e femmine, giovani e meno giovani, perché porta rispetto che ricevi rispetto, dico in generale senza riferimento a qualcuno in particolare... :D :D :D