prima c'è stato evidentemente lo scambio del numero di telefono, ovviamente.
voglio sentire la tua vozze, cinguetta la sciura, prima dello scambio fatidico del numero.
attimo di perplessita', e pensi... ok, se po' fa'.... ma le mando il mio o aspetto che me lo mandi lei?
la tensione, un attimo prima che sfumi il momento magico, si scioglie e pensi: macchecca... ok, visto che non manda il suo, scrivo il mio.
vruuummm
al 46% a quel punto la sciura chiede: che operatore e'?
e tu pensi: ma che ti frega, visto che useremo uazzapp...
al 17% la sciura chiede: ohhhh stavo per mandare il mio, poi il pollo stava bruciando nel fornetto e non ho potuto, ma adesso te lo mando.
al 15% la sciura dice: ohhhh scuza... gne.... zomiglia al nummero del mio ex marito, mi è venuto un coppo.
al 15% la sciura dice: ohhhh scuza... gne.... zomiglia al nummero di mio marito, mi è venuto un coppo.
al 7% la sciura dice: ohhhh scuza... gne.... zomiglia al nummero del mio amante, mi è venuto un coppo.
ecco che la somma e' finalmente al 100%
passa uno o due giorni e decidi di telefonare, perché tutto vorresti, meno sembrare uno che trascura la sciura, che potrebbe offendersi.
non chiami mezzo secondo dopo, senno' ti prende per succube di chissa' quali tracimamenti ormonali.
tempo al tempo, come dicono alla Rolex.
la telefonata va bene, anche se noti un tono leggermente stridulo in lei, ai primi scambi verbali, e avverti la curiosa sensazione che hanno tutti i viaggiatori di treno quando passi vicino al cane dei finanzieri.
t'annusa, la maledetta.
non nego che talvolte, la prima volta al telefono, mi preoccupo e furtivamente annaso sotto la mia ascella, per capire se niente niente stessi traspirando.
ok, va tutto bene... passiamo alla frase cruciale... mi hai annusato ben bene? mo tocca a me.... ma non sono bravo come voi donne di farlo perfino al telefono.
lancio un assassino... beh... mi farebbe molto piacere prendere un cafff......
apro un inciso breve..
io sta storia che tutto abbia inizio con un caffe', proprio non la digerisco piu'.
mi piacerebbe una volta, che sia una, proporre o sentirmi proporre qualcosa di insolito... che ne so... al posto di: quando ci vediamo prendiamo un caffe? , mi piacerebbe incontrare una signora che mi offre una tisana. odio le tisane, per cui mi siedero' vicino ad un vaso con le piante, ti faro' distrarre e vuotero' la sbobba nel terreno. pero' saro' contento.
ultimo pensiero: talvolta, dopo un'oretta di ciacole piu' o meno banali, ma fanno parte del rito, la sciura ti chiede, sbarrando gli occhiuzzi e allargando le spalle rischiando lo slogamento (s'è ricordata del petto in fuori e pancia dentro, pur non avendo fatto il militare): mattu', gne... quale e' la tua donna idiala? una volta ho risposto: il partner ideale, visto che non sono gay, e' con una donna. solo dopo si capira' se e' ideale o meno.
dopo cosa, chiede lei?
lascia perdere, ho risposto. devo andare dal gommista adesso.
:shock:
Molto divertente Il tuo racconto:)....beh...i miei incontri singoli con un ommoooo de chat risalgono a più di un anno fa e siccome trasgressiva sono fu al bowling e su un campo da tennis...ancora frequento entrambi l'ommini:). Le situazioni tipo caffè...mi sembrano false poco spontanee. Ora...gli uomini però di norma quando li senti al telefono...diversamente dalla tua sciura che cinguetta...sono sempre mezzo depressi..:) cercano l'infermiera che guarisca le ferite...ti sciorinano tutti i torti subiti dalla ex. Se poi tu candidamente dici loro che sei sessuologa ti spiattellano i particolari della loro vota intima. Allora tanto vale ascoltare giocando a tennis :). Molti si presentano agli appuntamenti completamente sfatti e trascurati...a differenza delle donne che si imbellettano come una festa. Nella reciproca ansia di piacere...o di scappare:) tutto e' un po' artificioso:).
ahhhh allora, se in genere gli omini, o meglio i concorrenti, sono per lo piu' cosi', allora la mia strada e' in discesa.
perdio, che botta di vita al mio ego, fin'ora cupo e invidioso delle fortune altrui.
evidentemente non esistono o sono farlocche.
slip slip hurra'
slip slip hurra'.
eh... temo di aver fatto confusione, ma non focalizzo l'errore....
:shock:
D'altra parte perché secondo te hanno inventato gli...aperipranzo e gli apericena? Proprio perché un giorno un tipo ha pensato...e mo' co sta mania degli incontri virtuali che gli facciamo fare alle persone? Anche per sciogliere un non velato imbarazzo?:) ha avuto l'occhio lungo questo importatore di usanze mangerecce:). Infatti se dovessi oggi incontrare qualcuno da sola oggi gli guarderei subito la pancia. Se c'ha il ventre prominente penso....uhmmm...questo fa incontri continuamente...e non trova pace:). E a me non me piacciono le pance:)
Beh, se non rispecchia il suo profilo in generale allora gli dico è stato un piacere incontrarti ciao.......... amo la sincerità ! Al contrario, farei una passeggiata nello splendido paesino in cui abito
poi con un pò di fantasia penseremo insieme a come proseguire la giornata, ecco, nulla di strano.......

PS ho un debole per gli uomini con i capelli lunghi :mrgreen:
Anteprima: neanche a me piacciono le panze, anche perchè ho la mia.... :D , Consonanza.
Tornando al succo, mi sono ritrovata un pò nelle considerazioni di Nick, in un anno di iscrizione quì avrò incontrato 2-3 uomini. Pur partendo pensando all'inizio che per me il club sarebbe stato solo un diversivo dalla vita quotidiana.
Questi uomini abitano tutti lontani, la mia curiosità, e spero anche la loro, di vedere un uomo che mi risultava simpatico, anche una questione di pelle.
Pure io dicevo 'e il numero di telefono? Voglio sentire la tua voce'....da quì lo scambio dei numeri, aspetto sia sempre lui prima, ma a volte ho buttato il mio, tanto non ci perdo niente... Poi la voce, per mia esperienza, non ha corrisposto poi alla fisicità della persona.
Poi , la fase successiva, ci troviamo a metà strada a bere un caffè? E quì, abitando distanti, devo considerare che sono passati mesi ( di rare telefonate e messaggi), prima di incontrare la persona in questione. A parte un tipo, ma ne ho già parlato largamente mesi e mesi fa.
Nel frattempo la mia vita scorreva e scorre ugualmente, non c'è stata la frenesia di incontrarsi subito, perchè appunto si abita distanti. Da uomini della mia regione finora non sono stata contattata ma altrettanto io, il fatto che un uomo mi metta premura mi mette ansia e la vicinanza aiuta.
Cosa è successo finora? Niente, amici, con qualcuno continua l'amicizia con altri è finito . L'incontrarsi ha messo in chiaro se si ci piace o meno, ma la distanza come è chiaro non aiuta la continuità.
Magari ci si trova simpatici e ci si piace, anche, ma poi è finito lì.
Circa 8 anni fa ero stata contattata da un uomo di Verona, a quel tempo , la mia prima esperienza di internet, e mi ero iscritta a un sito per sole amicizie. Non esisteva whatsapp. Dopo un mese di poche mail mi ha scritto che passava per la mia città . E appunto quella sera sono andata a incontrarlo, circa 10 km da casa mia. Devo dire che ci siamo piaciuti, molto, ma essendo il 1^ incontro non mi ci sono buttata. Dopo quell'incontro sono seguiti parecchi sms e telefonate (lui militare, qualche anno più giovane di me) più da parte sua che mia. Ma morale della favola, dopo un mese che si continuava così e non ci si vedeva ho rotto. O forse a lui andava bene così la situazione. In qualche modo lui poi si è vendicato , ma non vi spiego come, gli uomini sono poco 'signori'.
Mi piacerebbe avere un tuo commento Nick, gli uomini e le donne, si comportano diversamente al primo incontro?
Ovvio che si.
Ma c'e'una chiosa che devo necessariamente fare: abbiamo tutti eta' non piu' verdissime.
Ergo mi rendo conto che usare le prudenze forse, e dico forse, necessarie ad eta' meno cariche di carati, onestamente lo trovo fesso.
Non voglio dire che un frollato debba consumare la cerniera dei pantaloni a furia di abbottonarli e sbottonarli.
Dico solo che se non prendiamo piu' lievemente i casi della vita e ricacciamo nella toilette la mitica saggezza senile, che e' una stronata, ci perdiamo quel po' di meglio che la sorte potrebbe averci riservato.
Io, detto questo, ammetto tre cose: primo, sono un po' selettivo, ma sempre meno per fortuna.
Secondo, me ne fotto da zempfe della moda e delle mode, e del perbenismo, e me ne stravanto.
Terzo, mi piace da matti il capello corto mio e .... I segni del temlo sulla mia e sulla faccia dei miei coetanei.
Sarei masochista a pdnsarla diversamente
Concordo...e infatti a mio avviso molta gente non trova nessuno non perché oggettivamente non esista qualcuno possa piacere ma per la banale aspettativa di rivivere qualcosa come nel passato...col corason che batte come a 20 anni e se si vive di passato o si idealizza un modello di rapporto...non ti accorgi di qualcuno che ti passa davanti. Molta gente e' così...colonna monolitica di un qualcosa che e' stato ma che oggettivamente resterà irripetibile. Oppure molti e molte non accettano una relazione con un personaggio senile perché devono ancor prima accettare la propria maturità fisica. Io cmq sono una nota stonata...anche perché uso viber e non più whatsapp :)
ehm... e' vero che con le Duracell viber si scarica piu' lentamente?
:oops:
Questo non lo so...sono poco tecnologica e poco appassionata di virtuale. So che whatsapp mi bloccava delle app che mi servono e che per parlare con mia figlia inglese funziona meglio. E che siccome pochi lo usano le rotture di b....:) sono minori.:)
ahhhh... ecco...
:oops:
non volevo esssere indiscreto. mo' mi so' reso conto...
pardon... pardon... pardon.... :oops:
a proposito di incontri on line, ieri al cinema ho visto il film " Natale al Sud" e reclamizzava il sito di Cupido 2.0 e il film era ambientato intorno al discorso di questo sito di incontri gratuito :D

Che si fa al primo incontro?
Ci si incontra per un aperitivo in un American Bar e poi se è il caso si prosegue per un incontro di classe al ristorante, si ci rispetta e si ci parla, per approfondire la conoscenza e poi si ci da appuntamento per una cena intima al lume di candela, a casa di Lei o di Lui e poi se alla fine c'è feeling, si fa la prova dell'anguria, per vedere se è buona dentro, capito la metaforaa? si ci prova a vicenda, si tromba insomma, altrimenti per quale ragione, proseguire una relazione, per proiettarla nel futuro, se poi magari non si è compatibili in tutto ? Per esempio a me una volta è capitata una tipa, che aveva l'utero basso e molto corto e a trombarla, in pratica, il fodero della guaina era troppo corto per la mia spada, quindi bisogna conoscersi prima e a fondo.
Ema....stavo pensando per natale di regalarti un metro:) così anche se non sei geometra puoi prendere le misure alle parti anatomiche:). Ok?:)
[b]In quel caso non ne ho bisogno, del metro, anche se le misure di una donna, in generale, hanno la sua importanza e sempre in quel caso, nei miei ricordi, quando trombavo quella tipa, a Lei piaceva la posizione del missionario, con Lei a gambe strette e chiuse, in modo che era Lei a regolare il grado di penetrazione, oppure sempre per lo stesso motivo, mi faceva fare una variante alla Cow-Boy con io sotto e Lei sopra e anche se io non avevo piena soddisfazione, in quanto uomo che voleva una donna che facesse scorrere liberamente e in modo naturale, l'attrezzo, in conclusione l'accontentavo lo stesso e la relazione è andata avanti per due anni, in effetti io volevo troncare subito sin dall'inizio, ma poi Lei veniva a casa mia e finiva col sedurmi, erano i tempi di quando vivevo a Milano /b]