Buongiorno amici, :D
sono Loredana, ho 54 anni e continuo a studiare perché la cultura è crescita. Attualmente frequento un corso di "Accademia del cinema" per conseguire la specializzazione in "Regia cine e TV". Molti dei miei amici non condividono la scelta di investire il pochissimo tempo libero nello studio, dicono che dovrei iniziare a vivere più tranquilla, leggere romanzi poco impegnativi......voi cosa ne pensate? Quali sono le vostre esperienze?
Ognuno può sfruttare il suo tempo come vuole. Se a te interessa un corso di Cinema-TV significa che è un argomento che ti piace. Il discorso dei tuoi amici forse significa che a quest'età non ha più senso fare delle cose, dei studi, che sicuramente non servono perchè ci si propone a una giovane età e magari col sogno di un lavoro nell'ambito. Nel tuo caso è solo un arricchimento personale.
Io sono dalla parte di chi studia ancora, per se, per migliorarsi.
Aggiungo però che purtroppo non sempre abbiamo il tempo (di età), forse neanche i mezzi (soldi) e forse neanche l'appoggio di qualcuno per sfruttare al meglio quello che più ci piace e svolgere al meglio le nostre passioni. Forse neanche la voglia di buttarci in avventure come ad esempio andare 2 mesi negli Stati Uniti per imparare una lingua. Cose che dobbiamo lasciare ai giovani.
Ma nella vita ci si può sempre migliorare, anche nel nostro piccolo, come scoprire cose che non sapevamo e informarsi, poi dipende dall'indole di ognuno.
Loredana ciao
complimenti per la voglia di studiare, anche se credo che tutto, sempre, contribuisca a farci crescere ed arricchire la nostra vita - basta solo rendersene conto e utilizzare al meglio quello che ci circonda.
Non è un caso se quasi ogni città medio/grande ha la sua università della terza età, non importa se il servizio risponde ad un bisogno oppure se il bisogno è stato indotto.
Come dice Susi, ognuno poi ha i propri interessi, non esiste un metro di giudizio unico per tutti.
Sono d'accordo con entrambe, tutto ci aiuta a crescere e non sempre si riesce a studiare, sia per motivi di tempo che di denaro, lo so molto bene io che scelgo sempre i corsi più impegnativi in tutti i sensi. Comunque studiare non aiuta solo a crescere ma anche a tenere alta l'autostima, condizione indispensabile per vivere bene con sé stessi e con gli altri....
da quando Adamo ha chiesto al Boss di dargli una Eva l’esistenza è una vita di rerlazione. (lo so, lo so, che poco dopo si è pentito e ha detto al Boss: rivoglio la mia costolina e riprenditi questa rompicoglioni, ma tant’è...). Relazione perchè non possiamo fare a meno di rispondere a questa rompi che parla sempre (sì, ma non dimentichiamo che il rompi originale siamo sempre noi maschietti...). Relazione perchè dobbiamo andare in giro per il creato a dare un nome a tutte le bestie (che fatica, quelle a due zampe aumentano sempre di più, però è ancora bello).
Con la relazione noi diamo qualcosa (un nome) ma scopriamo sempre qualcosa di nuovo (un altro accanto a noi con una ricchezza sua propria diversa dalla nostra). A più bestie diamo un nome, più noi ci arricchiamo. Vuoi mettere? a Paperone basta raccogliere e mettere via monetine, ma noi per dare un nome alle nuove bestie... sai che fatica? dobbiamo guardarle, analizzarle, vederle muovere, mangiare, parlare, arrabbiarsi, sorridere, ... uffa, che fatica. Ma dopo che gli abbiamo dato un nome, che bello, ci sentiamo sempre più re dell’universo (con accanto una regina che avrà sempre qualcosa da ridire sul nome che abbiamo costruito, ... la rompi… ma qualche volta non ha tutti i torti).
Fuor di metafora, e spero di essere stato chiaro, Loredana sei grande (e vabbè, non posso permettermi di far irritare un 4° dan), fregatene dei commenti di tutti i tuoi amici e vai avanti senza stancarti ... le bestie sono molto prolifiche, ci resta ancora tanto lavoro da fare...
Io non ho ancora finito di “dare nomi” (oltre che numeri) e, ti garantisco, mi riempie ogni volta di stupore e di entusiasmo tanto che ho perso la voglia di morire. Mi sono spiegato?