Scusate ma io credo si stia facendo un po' confusione sul significato e contenuto che diamo alle parole. Io sono partita dai dati che ha fornito Chris "uomo che frequento da poco ma mi interessa". Per me provare interesse in germoglio per qualcuno ed amarlo non sono la stessa cosa. A me ci vuol tempo per maturare certezza di un sentimento. Quindi il cuore gonfio d'amore arriva se arriva ed ovviamente se amo pazzie ne faccio e le condivido col partner. Nel caso posto da Chris si parlava di altra faccenda, per cui ribadisco che certe pazzie o sentimenti dichiarati al mondo senza dar modo anche al partner di essere non solo oggetto d'amore ma anche soggetto possono non essere opportuni. Un discorso razionale ovvio perché anche in amore ci vuole cervello :)).
ultimo ha scritto: Ma come si fa ad amare senza senza fare qualche pazzia? L’amore è tutto, forse richiede di essere filtrato dalla prudenza o dal buonsenso, ma per natura sfugge alle trappole della razionalità, non le sono congeniali. Dire ti amo non significa soltanto tu sei importante per me ma anche mi sei penetrata dentro, hai rotto i miei schemi di difesa e mi fai perdere il controllo, anche quello che mi protegge dall’opinione degli altri. Certe manifestazioni possono sembrare esibizionistiche, a me però fanno piacevolmente sorridere perché guardare due persone che si manifestano il loro amore è una cosa stupenda che riempie solo di gioia e di serenità. Il modo? Affari loro, ognuno ha il suo, che è diverso ad ogni età, ma comunque sempre meraviglioso perché per un momento fa uscire da se stessi, dalla razionalità. “Contegno!” è un’espressione che fa fatica a rientrare nel corredo dell’amore. E per fortuna, ci fa sentire uomini non cervelli.


Infatti!!Pienamente d'accordo , come già ho detto nei miei interventi precedenti! Sarà che son di "pancia" e cuore :D Il cervello lo lascio per altre cose! :idea:

Concordo in pieno. Grazie di cuore ultimo!
Michela, spero non deluderti se dico che gli impulsi emotivi e sessuali nascono dal cervello :)). Ma a parte questo io sono sicura tu sia persona di pancia e di cuore ma lo siamo anche noi. Solo che non tutti hanno il bisogno di gesti eclatanti da parte di un soggetto perché ci dia certezza dei propri sentimenti e sicuramente I tempi giusti per farlo contano. Gibram in una strofa recita "la ragione e la passione sono il timone e la vela della vostra anima navigante... Vivete la ragione fino al culmine della passione...". La ragione non imbriglia i sentimenti ma permette di viverli con totale lucidità
Si usa la ragione per evitare una storia senza senso o per fare progetti con la persona amata. Ma quando ami, ami. Punto.
Vorrei precisare che il gesto eclatante non è "necessario per dare certezza dei sentimenti". È un modo di manifestarli. Può piacere o non piacere. A me piace. Mi sembra però che per alcuni sia solo una questione di parole. Se l'altra persona anziché gridare "ti amo" , gridasse "mi piaci da impazzire" ...farebbe differenza?
Il "ti amo" può essere urlato in un secondo momento?
Per chi, invece, non ama cmq esternare i sentimenti, la dichiarazione pubblica è ovviamente sempre negativa.
Mi piacerebbe sapere cosa si può dire nella fase di innamoramento se x dire "ti amo" bisogna aspettare anni :shock:
Poi, certo, ognuno ha i suoi tempi . Ed è giusto rispettarli .
ChristineKaren ha scritto: Mi piacerebbe sapere cosa si può dire nella fase di innamoramento se x dire "ti amo" bisogna aspettare anni :shock:


Non avrei mai pensato di dover fare pubblicità, due volte, a favore di Alberoni. Ma se stiamo ancora a carissimo amico, è d'uopo la lettura del Nostro. Anche in versione Bignami, ad usum istituti tecnici e licei artistici.
In quest'opera chiara ed essenziale, l'autore tratteggia le importanti differenze tra la fase di innamoramento e il sentimento amoroso, mi pare - se ricordo bene - non disdegnando nemmeno qualche accenno alla biochimica del cervello, che è quella che c'entra più di tutto il resto.

Poi mi fermo, perché dover spiegare a over over quel che hanno avuto una vita per imparare da sole lo trovo umiliante, per me prima che per loro.
Mi ritrovo d'accordo con Christine: "....Vorrei precisare che il gesto eclatante non è "necessario per dare certezza dei sentimenti". È un modo di manifestarli. Può piacere o non piacere. A me piace...." e piace pure a me! Si parlava di un modo di manifestare sentimenti. Le cose belle vanno esternate. Troppo spesso c'è chi sa parlare solo in modo negativo :(

E' così bello innamorarsi: "L'innamoramento, nella specie umana, è una pulsione che provoca una varietà di sentimenti e di comportamenti caratterizzati dal forte coinvolgimento emotivo verso un'altra persona, che, a seconda dei casi, è associata a un'intensa attrazione sessuale." :D :D :D
concordo con le osservazioni i di Michela e di Christine, almeno in linea generale. Ma purtroppo in questo club dell'uncinetto, delle casalingue, degli over over ci troviamo più o meno tutti allo sbando e non riusciamo nemmeno più a capire dove ci porta il cuore, sempre che quello abbiano batta ancora . Leggendo te parrebbe di no. Unica eccezione, forse, Cucrcumella che riesce a tenere tutto sotto controllo, beata lei.
Kwi indicaci tu la via la verità vita. Abbiamo bisogno di un Maestro e tu hai l'esperienza, l'intelligenza, la lucidità di mente che a noi purtroppo manca. Aiutaci, tu sai come ci possiamo salvare e noi, lo sai bene, abbiamo urgenza di essere salvati. Manda un raggio di luce dal tuo mondo di perfezione che possa far tornare la gioia in questa landa dimenticata, vittima della vecchiaia e della incapacità di vedere il sole. Non abbandonarci, sei la nostra unica speranza.
Ultimo, quando scherzi ricordati la faccina che ride a crepapelle.
:lol: :lol: :lol:
Ahimè, ultimo, tu chiedi l’impossibile persino per me. Ricordati cosa diceva Schiller: "Mit der Dummheit kämpfen Götter selbst vergebens". Come posso io insegnarti a pensare, se in 70 anni non ci sei riuscito? Dovrei prenderti a bacchettate sulle manine, o più probabilmente a mazzate sulla capoccia, ma tra le mie disgrazie per fortuna non ho anche quella di averti come alunno.

Nei miei sogni vedo te, CK e altri/e seduti ai banchi di una classe in cui si insegna a usare correttamente le parole, a seguire ragionamenti logici, a impostare sillogismi. Imparereste anche la differenza tra il “metodo per pensare” e le idee personali, per cui alla fine del corso avresti capito che io non ho certezze, al contrario di quel che ti sembra adesso che non sai distinguere di cosa sto parlando da anni.
Ma – appunto – sono solo sogni. Quel che sei resterai, e nemmeno 10 Kwisatz Haderach a tempo pieno potrebbero far nulla per te.
Mi dispiace, ne sono davvero desolato. Davvero davvero.
Beh... Io non sono desolata ma ho compreso un motivo in più per cui la gente nel forum non scrive. Con educazione e rispetto lo spiego. Questo post mi fa intendere che non sia importante leggere i pensieri altrui ma che l'intento di chi lo propone è di esprimere solo la propria idea. Allora perché chiedere agli altri cosa si pensa se poi si girano le carte in tavola e non si risponde alle domande? Quindi saluto questo argomento con un motto a me caro "festine lente"
Per ultimo... Ultimo non fare il finto tonto. Sai bene che quello che tengo sotto controllo è l'argomento. Io ho continuato a rispondere al post di Chris. Che parlava di interesse per qualcuno e non di amore corrisposto. Poi Michela ha preso il via parlando di cuore gonfio d'amore insinuando che solo lei sappia cosa siano i sentimenti. Poi tu a ruota perché devi sempre attaccare l'asino dove vuole il padrone. E tutti noi altri siamo stati messi sulla lavagna dei cattivi :)). Se tu avessi letto i miei post avresti capito il perché non c'è altro da dire.
Curcumella, nessuno ha girato le carte in tavola. Se frequento un uomo da poco , qs uomo mi piace, mi interessa, sto bene con lui e lui mi dice "ti amo " in pubblico (si innamora di me prima che io mi innamori di lui) , mi fa piacere . Cosa non ti è chiaro? A ql domande non ho risposto?
Io ho capito la tua posizione. Se tu non provi lo stesso sentimento, qs manifestazioni non le gradisci Va bene. Ognuno ha i suoi tempi. Devono essere rispettati. Qs l'ho scritto. Nessuno è sulla lavagna dei cattivi. Ci sono persone razionali e persone passionali.
Riguardo al perché non si scrive nel forum: nel forum si propone e ci si esprime o sbaglio? Se una persona vuole far conoscere la propria opinione scrive "bianco" anche se tutti gli altri hanno scritto "nero". Qs è la mia opinione.
Curcumella ma sei fuori di testa? Vorresti chiudermi la bocca o impedirmi di esprimere un’opinione? Lo so che sono un po’ scemo, ma che vuoi dopo i 70 la testa (intendo il cervello) comincia ad andare per conto suo, ma questo non mi vieta di esprimere liberamente le mie opinioni. Saranno sconclusionate, prive di logica, forse anche contradditorie, non saranno all’altezza delle intelligenze del sito – se mi chiamo ultimo un motivo ci sarà -, ma sono comunque opinioni mie e se non coincidono con quelle degli altri, pazienza, non le voglio imporre a nessuno e nessuno è obbligato a farle proprie. Che dovrei fare? vergognarmi? Non ci penso nemmeno.
E poi, se non l’hai ancora capito te lo dico, io non ho nessun padrone che mi dice dove attaccare l’asino. Qui proprio hai preso una cantonata. Capita anche ai migliori. Si, perché passati i 70 mi sento libero, con le mie idee sicuramente , ma libero. Se qualcosa mi piace lo dico , se mi sembra sbagliato, per me ovviamente, lo dico lo stesso. No, non devo chiedere il tuo permesso o aspettare l’ordine del padrone per scrivere qualcosa sul forum, e se qualcosa dico non rispondo certo a un comando. Non ho bandiere da sventolare o qualcosa da difendere, non più . Ho smesso di credere alle favole, comprese quelle che son dure a morire anche a 50 o 60 anni. I miei totem del passato sono caduti uno dopo l’altro. Ho solo un po’ di esperienza (che forse non mi ha insegnato niente, come qualcuno sostiene, ma questi sono affari miei), se ogni tanto mi permetto di scriverla nessuno é obbligata a leggerla e ritenerla come verità assoluta. Non sono stato unto col crisma dell’infallibilità e ne sono cosciente. E’ solo un’esperienza, forse discutibile, forse legata a situazioni paticolari, ma che conserva la dignità di esperienza, con o senza il tuo imprimatur. Io, come altri qua dentro, sono uno spirito libero, non dimenticarlo.

“poi tu a ruota perché devi sempre attaccare l’asino…” ma ti rendi conto di quello che hai detto?... e se vale per me può valere per altri.
Starei zitto solo se Valchiria mi dicesse che devo mettermi fuori onda. La sua autorità l’accetto, la tua no.
Qui tra un po' ci vuole l'avvocato :)). Comincio da ultimo... Ultimo ma che te sei bevuto a colazione? Chi ha mai scritto che devi stare zitto? Ho solo scritto che tu senza leggere dai valutazioni totalmente errate su quello che scrivono altri. Tutto qui... E l'ho notato infinite volte. Poi Chris... Non sono intelligente e non so scrivere bene come te. Sempre chiara mai ambigua sei... Prima parli di generico interesse per qualcuno conosciuto da poco poi l'esempio del cinese allo stadio e promessa di matrimonio (che per me significa amore condiviso) e quindi non ho capito dove andasse il tuo pensiero. Alla fine che fatto un riassunto. Chi vede "bianco" per usare il termine di Chris sono coloro a cui non importa se loro amano, l'importante è che qualcuno ami loro. Fosse anche detto in un momento di euforia ma purché qualcuno regali loro l'emozione di sentirsi amati. Io penso diversamente... Nella mia coppia l'amore è reciproco... Anche con reciproche follie
ChristineKaren ha scritto: Curcumella, nessuno ha girato le carte in tavola. Se frequento un uomo da poco , qs uomo mi piace, mi interessa, sto bene con lui e lui mi dice "ti amo " in pubblico (si innamora di me prima che io mi innamori di lui) , mi fa piacere . Cosa non ti è chiaro? A ql domande non ho risposto?
Io ho capito la tua posizione. Se tu non provi lo stesso sentimento, qs manifestazioni non le gradisci Va bene. Ognuno ha i suoi tempi. Devono essere rispettati. Qs l'ho scritto. Nessuno è sulla lavagna dei cattivi. Ci sono persone razionali e persone passionali.
Riguardo al perché non si scrive nel forum: nel forum si propone e ci si esprime o sbaglio? Se una persona vuole far conoscere la propria opinione scrive "bianco" anche se tutti gli altri hanno scritto "nero". Qs è la mia opinione.

Avete detto che il mio post non è attinente all'argomento, ma forse non avete prestato attenzione, la domanda era se gradite o meno le manifestazioni eclatanti in pubblico e io ho portato un esempio dove raccontavo che Lei lo faceva pubblicamente su Facebook, punto e basta, poi ritornando alla questione, a me da una parte, potrebbe far piacere una esternazione di interesse nei miei confronti, ma mi da fastidio, quando una donna, dichiara ad altri che sono il suo fidanzato, senza che io lo sappia o peggio ancora senza avermi conosciuto. Poi per la faccenda sesso, in tutta la mia vita ho incontrato solo un paio di donne, che mi piacevano veramente e che mi ci innamorassi a colpo di fulmine, e cioè quando i miei progesteroni, stabilivano una chimica di attrazione, tale da non capire più niente e mi davano emozioni indescrivibili e questo per me è il vero amore, in fase di innamoramento e poi di prosecuzione della relazione stessa ed è un concetto non facile da capire, perché molte persone, non hanno mai provato, questa esperienza e nelle loro semplici e vuote esperienze hanno fatto semplicemente solo sesso e basta, poi di donne ne avute molte, al punto tale che nemmeno ricordo, quante siano state, perché non sono state importanti, come le prime due, in verità alcune non erano nemmeno il mio ideale di donna, ma le apprezzavo per la loro bellezza interiore e loro erano semplicemente solo un tipo di donna e basta, cosa ben differente dal gran pezzo di figa, che a priori ne sei attratto e la Rumena oltre ad essere un gran pezzo di figa, con due occhi belli, è anche una bellissima persona con una bellezza interiore, non comune a molte donne e a me è piaciuta subito, ma ciò nonostante, la ragione ci imponeva di non proseguire la relazione, lei aveva problemi familiari e doveva ritornare in Romania e io per altri motivi, non ero pronto a impegnarmi, nonostante avesse scombussolato i miei progesteroni e secondo me è la passionalità, che fa cadere le tue difese e ti fa vivere intensamente una relazione, ma quando inizi una relazione col cervello e facendo tanti calcoli e ragionamenti, vuol dire che questa relazione non è più comandata dalle ragioni del cuore, ma dalle ragioni degli interessi e io se mi accorgo che una donna ragiona in questo modo, la mando affanculo in tutte le lingue, come certamente farebbero uomini come Kwi e alla Rumena le ho detto un vaffanculo liberatorio, che non meritava, perché sapeva sin dall'inizio che la nostra relazione, non poteva avere un futuro, o almeno non nell'immediato presente o nel presente progressivo, come direbbero gli inglesi, cioè una azione che si svolge nel presente con conseguenze nell'immediato futuro, ma lei ha voluto vivere ugualmente l'intensità di quei momenti passati con me e io ho preso questo, come volersi prendere gioco di me e il vaffanculo è stata la mia reazione impulsiva nell'immediato, ma poi mi sono pentito di questo, perché in fondo mi ha fatto provare momenti di intensa felicità, di cui non ricordavo da molto tempo, tale emozione, che ricollego a quando ero in Australia e stavo per sposare una donna, con cui avevo già concordato la cosa col Giudice di pace e allora fui io che dovetti rientrare in Italia, e lei era la prima che ha scombussolato i miei ormoni e la Rumena la seconda, ma questa è un altra storia e in fin dei conti, la Rumena per la mia esperienza australiana, ha la mia comprensione e l'amore è anche questo, sacrificio e comprensione e molte storie finiscono, perché non siamo più disposti a sacrificarci per l'altro guardando anche agli interessi e non comprendiamo più l'altro e quindi diventa un rapporto di solo cervello e ragionamento negativo,Ma alla fine ne ho dedotto che: UN AMORE, QUANDO TI CAPITA, ALL'IMPROVVISO, NON AVERE PAURA DI AMARE, MA ANCHE SE DURASSE UN SOLO ISTANTE, DEVI VIVERLO CON LA STESSA INTENSITÀ DI QUELLO CHE DURA UNA VITA, PER NON AVERE IL RIMPIANTO, DI NON AVERE AMATO MAI...EMANUELE.. QUESTE SONO PAROLE MIE E DI NESSUN ALTRO!...