:) nel leggere questi post mi sono venuti in mente...Ric e Gian...un revival ....due che si spalleggiavano. Poi l'evidenza di un complesso circa le dimensioni di un bastoncino che neanche un adattatore universale resuscita...quindi come alternativa...eccitazione da trivella manto stradale...ma camminando assolutamente rasente i muri...perché c'è sempre timore di prenderlo in quel posto. L'ambizione sarebbe di imitare il maggiordomo Jeeves dei libri di Woodhouse...ma non ci sono versatilità analoghe. Il suo lord invece annoiato mortalmente dall'ambiente e dalle donne e allora si intrattiene col suo maggiordomo...senza però una fiorentina al sangue. Tranquilli...la delusione non ha genere di appartenenza...lo siamo tutti...l'importante non esserlo di noi stessi.
'.... quale sfogo ? Ho trovato qui sufficiente tristezza e miseria da riempire il buco sul Lungarno. Mi aspettavo qualcosa di diverso...forza, vigore, irrazionalita', giovanile immotivata follia di vecchi che perso per perso puntano tutto sul rosso o sul nero... e invece quei pochi spiccioli sono tenuti ben stretti ingenerosamente, chiusi in queste pupe d' angeli, ...'..... Lotar
-Ciao Lotar, Trovo che tu sei una persona simpatica. Ma sai dove sbagli? A pensare a noi (incluso te) come vecchi. Certo la carta d'identità non mente, ma i discorsi nostri rispetto a quello dei 20enni non credo abbiano molto di diverso. L'unica cosa diversa che noi siamo anche disillusi.
A sentire te abitiamo sull'ultima spiaggia, in realtà abbiamo ancora le nostre ambizioni (limitate rispetto a 20 anni) e ancora la speranza di trovare un uomo/donna che ci piace.
E questo penso sia anche il tuo caso, hai detto che avevi platee di ragazzi che ti ascoltavano, personaggi come te dovrebbero avere un certo fascino, vuoi vedere che neanche una donna si è fatta avanti? Forse credi che nel club si possa scegliere, anche tu hai messo dei parametri, indipendente, personalità forte,....giusto,...O forse quì hai avuto zero zero scelte?
Credo che non mi risponderai, ho notato che caghi :D solo quelli/e che vuoi tu.
Susi...a lotar a mio avviso sfugge un particolare...per trovare chi se lo prende deve risultare...credibile. Ma che credito può avere uno che di giorno fa l'incarnato del signore e di sera rutta come uno sulla panchina dei giardinetti che si e' scolato dieci birre? E poi va pure in trasferta...perché il club italiano gli sta stretto...gridando al mondo....non mi si pija nessuno? Cavoletti...ha 60 anni! Quello che leggiamo noi lo leggono tutte le donne. Io lo trovo patetico...e siccome cercava assistenza psicoterapeutica...meglio uno psichiatra:)
Dite?
A me Lotar fa un effetto diverso. Uno che esagera sapendo bene di farlo e avendone il controllo.

Cmq per coerenza devo rinunciare alla Topa 3x22. Secondo me il problema non è lo scarso numero di incontri sessuali, bensì la solitudine. Che - ma qui posso sbagliarmi - inaspettatamente prende più le donne che gli uomini.
Credo che le donne abbiano meno problemi a mettersi a nudo, tranquilli la solitudine è trasversale, non guarda in faccia nessuno.
Infatti ognuno interpreta le persone come vuole o come vuole siano.. Dico solo che chi esagera seppur sappia di farlo non può pensare che usi la giusta arma di conquista. Se lo scopo e' avvicinare l'effetto può essere l'opposto. Più uomini o più donne soli...chi lo sa...
Però le donne non hanno timore di esporsi...anche se criticate....e anche di parlare di solitudine
Consonanza ha scritto: Infatti ognuno interpreta le persone come vuole o come vuole siano.. Dico solo che chi esagera seppur sappia di farlo non può pensare che usi la giusta arma di conquista. Se lo scopo e' avvicinare l'effetto può essere l'opposto...


Davo per scontato che Lotar avesse ormai accantonato ogni pretesa di raccattare qualcosa, qua dentro.

Cambiando leggermente discorso: le persone "strane" e fuori dalle righe e dal coro a mio avviso sono più interessanti da ascoltare, perché mi stimolano maggiormente. Posso anche prendere cantonate, ma finché non me ne accorgo preferisco ascoltare provocazioni che alleluia alla conformità/conformismo. E qui - scusate - una distinzione di genere non posso non farla. La "sottile vena di follia", almeno qua dentro, è solo maschile. Mai letta una che si discostasse anche solo di una virgola da un perbenismo mainstream, a volte con una placida saggezza, ma molto spesso senza nemmeno quella.
A me sembra, parlando direttamente con persone o in chat, che la solitudine sia vissuta più pesantemente dagli uomini che dalle donne.
A parte questo, ultimamente provo un senso di disagio leggendo gli ultimi post: non tanto per il contenuto, ma per la cattiveria a volte, con cui sono scritti, sapendo e volendo far male.
Perchè?
Siamo persone con storie diverse e finali sembra, simili – possiamo anche cercare approvazione Blau, in tanti momenti in cui le scelte sembrano troppo pesanti per gestirle da soli no?
Perchè questo dev'essere un demerito?
E Lotar, tanta acredine, come ti sei posto con le persone che contatti? Secondo te basta dire "vieni a Firenze da me" perchè una si precipiti?
Per non parlare poi delle tue descrizioni, certo l'uso della parola è sicuramente in tuo possesso, ma se parliamo di classe, bhè...rimandiamo a un altro forum.
Quello che mi chiedo è perchè stai qui – evidentemente ci stai perchè ti diverti, a volte, a scrivere post denigratori sul sito e le persone che lo frequentano. Se questo è il tuo obiettivo, allora resta, hai centrato il punto.
Visto che al lotar piacciono le citazioni altrui...regalo questa di Gaber 'tra l'avere la sensazione che il mondo sia una cosa poco seria e il muovercisi dentro perfettamente a proprio agio esiste la stessa differenza che c'è tra l'avere il senso del comico e l'essere ridicoli'
blauereiter ha scritto:
Consonanza ha scritto: Infatti ognuno interpreta le persone come vuole o come vuole siano.. Dico solo che chi esagera seppur sappia di farlo non può pensare che usi la giusta arma di conquista. Se lo scopo e' avvicinare l'effetto può essere l'opposto...


Davo per scontato che Lotar avesse ormai accantonato ogni pretesa di raccattare qualcosa, qua dentro.

Cambiando leggermente discorso: le persone "strane" e fuori dalle righe e dal coro a mio avviso sono più interessanti da ascoltare, perché mi stimolano maggiormente. Posso anche prendere cantonate, ma finché non me ne accorgo preferisco ascoltare provocazioni che alleluia alla conformità/conformismo. E qui - scusate - una distinzione di genere non posso non farla. La "sottile vena di follia", almeno qua dentro, è solo maschile. Mai letta una che si discostasse anche solo di una virgola da un perbenismo mainstream, a volte con una placida saggezza, ma molto spesso senza nemmeno quella.

Blau invece a me sembra che quella vena di follia di cui parli l'abbiamo tutti...ma ognuno a modo suo. Non so cosa intendi per conformismo etc...ma non conoscendo le persone mi sembra azzardato valutare come gli altri siano. Trovare persone stimolanti concordo non sempre accada ma gli stimoli nascono dalle interazioni. Altrimenti...due canne...e ti servi da solo. O un po' di iperico come stabilizzatore dell'umore. Non so tu qui con quanti uomini abbia parlato ma ti assicuro che non sono cosi naif e originali come forse pensi...solo non si espongono da dritti...così possono non farsi criticare
Ora con la mia riconosciuta generosità lancio un appello a tutti gli uomini del club..appartenenti alla categoria o degli annoiati o dei giù di umore. Se ritenete le donne del club siano tutte noiose omologate convenzionali e cercate il brivido della follia...segnalatemi...ho stuolo di pazienti tutte sciroccate e sopra le corde. Altrimenti da me che ci vengono a fare? Ma in cambio...offritemi contatti con gente sana di mente...con certificato medico psichiatrico attestante:). Pure io me devo compensa':)
Un fondo di tristeza l'ho sento anch'io sulle righe di Lotar: Poi uno può presentarsi come vuole. Non posso certo io scandalizzarmi delle sue parole, chi ha lavorato in mezzo a uomini di tutte le specie non si meraviglia di niente. Le volgarità , ma vere volgarità :D erano all'ordine del giorno, e anche le bestemmie. Beh, c'èra un pò di tutto, poi nella vita reale non sai chi sono i più generosi, quelli che ti pongono una spalla perchè hai bisogno.
Io ho sempre pensato che gli uomini fuori dalle righe hanno un certo fascino, poi ,non perchè ha fascino, ma basta sentir Berlusconi e le cavolate che dice.
A parte tutto, mi sembra impossibile che un uomo, in un club come questo, non trovi una donna, soprattutto se scrive sui forum o entra in chat. Dove una persona infatti si fà più notare.
Altro argomento, penso che gli uomini soffrano di più la solitudine, soprattutto se erano abituati a vivere in compagnia per tanti anni.
Donne con una vena di follia? Mi sembra che quì non ce ne sono, tra le persone del forum. nelle fotografie delle top ten mi sembra di averne intravista qualcuna. Ma nei nostri commenti dei forum dimostriamo di essere delle brave 'ragazze' ....Poi qualcuno dice che i siti sono tutto un inganno, allora a questo punto non saprei cosa dire.
Susi...nessuno si scandalizza...tanto meno io che sono una maschiaccia ....e non una signora bon ton schizzinosa. Per me quello che evita il trovare...e' semplicemente la mancanza di coerenza. Se ti presenti con dieci uniformi diverse ammetterai che qualcuno un dubbio su chi tu sia se lo pone. Non trovo ...ma per inciso...paritario il fatto che un uomo in quanto tale possa strombazzare quanto gli pare...perché se lo stesso strombazzamento lo applicasse una donna risulterebbe...sgradevole. Andiamo oltre questi luoghi comuni...essere più personaggi in una sola persona quando l'obiettivo non e' star qui per giocare ma per accasarsi...non preclude a niente di buono....uomini o donne non fa differenza. Nelle parole di lotar non ho trovato tristezza ma rabbia e piacere denigratorio verso gli altri.
susi_4ve ha scritto: '.... quale sfogo ? Ho trovato qui sufficiente tristezza e miseria da riempire il buco sul Lungarno. Mi aspettavo qualcosa di diverso...forza, vigore, irrazionalita', giovanile immotivata follia di vecchi che perso per perso puntano tutto sul rosso o sul nero... e invece quei pochi spiccioli sono tenuti ben stretti ingenerosamente, chiusi in queste pupe d' angeli, ...'..... Lotar
-Ciao Lotar, Trovo che tu sei una persona simpatica. Ma sai dove sbagli? A pensare a noi (incluso te) come vecchi. Certo la carta d'identità non mente, ma i discorsi nostri rispetto a quello dei 20enni non credo abbiano molto di diverso. L'unica cosa diversa che noi siamo anche disillusi.
A sentire te abitiamo sull'ultima spiaggia, in realtà abbiamo ancora le nostre ambizioni (limitate rispetto a 20 anni) e ancora la speranza di trovare un uomo/donna che ci piace.
E questo penso sia anche il tuo caso, hai detto che avevi platee di ragazzi che ti ascoltavano, personaggi come te dovrebbero avere un certo fascino, vuoi vedere che neanche una donna si è fatta avanti? Forse credi che nel club si possa scegliere, anche tu hai messo dei parametri, indipendente, personalità forte,....giusto,...O forse quì hai avuto zero zero scelte?
Credo che non mi risponderai, ho notato che caghi :D solo quelli/e che vuoi tu.

Ti smentisco rispondendoti:
secondo eravate gia vecchi a vent'anni, non è un problema anagrafico...
Io non parlavo a dei "ragazzi", ma a neo laureati del M,I.T. .
Io non sono ne triste ne disilluso ne soffro di solitudine, sono sempre pronto a costruire un astronave e partire...

L'errore fondamentale mio e' stato quello di ipotizzare di poter sostituire quella che fu mia moglie con un' altra donna, al che per me è impossibile essere acquiescente a banalita', nanismi intellettuali, poverta' morali, un provincialismo che non prevede esequie...
Ho capito ed imparato qui, leggendovi, seguendo le chat, che per quanto io sia ottimista, magnanimo, comprensivo, compassionevole, considerando anche che forse questo sito è il top di settore, che il delta fra la mia passata esperienza e quello che mi si offre, è incolmabile.
Fra l'altro "il qui dentro" è identico "al li fuori", in quanto il mio ruolo nel sociale è ben vivo, supera il Club del Burraco o la conversazione fra padroni di animali antropizzati e quindi oggi posso sostenere che non siete affatto diversi dai "vivi", quelli che circolano liberamente per le strade e parlano una lingua di parole a tutti note ed hanno un riferimento sulla carta geografica.

Mi ha fatto bene stare qui, mi ha aperto la mente sulla mia limitatezza, di quanto sono stato fortunato, sfacciatamente fortunato.
E' difficile gettare lo schangai ed i bastoncini allinearsi gli uni agli altri, divisi per colore.
Non puo' capitare due volte. Ho preteso troppo.
nina57 ha scritto: A me sembra, parlando direttamente con persone o in chat, che la solitudine sia vissuta più pesantemente dagli uomini che dalle donne.
A parte questo, ultimamente provo un senso di disagio leggendo gli ultimi post: non tanto per il contenuto, ma per la cattiveria a volte, con cui sono scritti, sapendo e volendo far male.
Perchè?
Siamo persone con storie diverse e finali sembra, simili – possiamo anche cercare approvazione Blau, in tanti momenti in cui le scelte sembrano troppo pesanti per gestirle da soli no?
Perchè questo dev'essere un demerito?
E Lotar, tanta acredine, come ti sei posto con le persone che contatti? Secondo te basta dire "vieni a Firenze da me" perchè una si precipiti?
Per non parlare poi delle tue descrizioni, certo l'uso della parola è sicuramente in tuo possesso, ma se parliamo di classe, bhè...rimandiamo a un altro forum.
Quello che mi chiedo è perchè stai qui – evidentemente ci stai perchè ti diverti, a volte, a scrivere post denigratori sul sito e le persone che lo frequentano. Se questo è il tuo obiettivo, allora resta, hai centrato il punto.

Anche tu sei decentemente incapace di distinguere la realta' possibile da una provocazione.
Se tu avessi risposto: arrivo ! Sarebbe come se nuovamente una scintilla si fosse accesa in te.
Invece hai ragionato, hai valutato, hai pensato.
Non hai avuto lo slancio irrazionale, non che io ne valga la pena, ma ti ho voluto offrire l'opportunita' di non essere la te stessa di sempre, avrei voluto provocare, appunto provocazione, un tuffo nell'adrenalina, tua. Ma non hai capito e continui la periodica transumanza da un secco pascolo all'altro.