ho sempre avuto una passionaccia per la storia.
e mai per la storia raccontata dai testi storici ufficiali, ma per quelli dove gli autori scavavano per decenni tra i frammenti, dimenticati dalla bibliografia ufficiale, e che, se messi insieme, presentano prospettive originali e impensabili per noialtri che ci riteniamo moderni.
al culmine della civilta' e tutto il resto e' antiquato.
e invece no.
ho promesso che avrei detto qualcosa sulla differenza di modernita' tra una donna romana, del primo periodo imperiale, e la donna moderna.
quella che guida, che sfumazza, che va in palestra, che ha frequentato l'universita' e che fa magari un lavoro importante e ben retribuito.
dimenticavo gli happy hour alcoolici, le trombatine en passant col primo avventizio che capita e ... vediamo... l'emulazione dell'uomo per mostrare passione e tifo per gli sport.
bene, donne moderne, su ognuno di questi argomenti, mi spiace, ma siete molto indietro alle donne romane del periodo augusteo.
non c'è storia... siete regredite.
allora, dovendo necessariamente stringere per non diventare illegibile, vediamo cosa succedeva sotto augusto.
era un uomo di saldi principi tradizionali, lui... sua moglie Livia no.
qualcuno sospetta che a tenere le fila dell'impero fosse proprio la moglie Livia, che, dotata della foducia piena del marito, era tenutaria dei codici autorizzativi e dispositivi dell'impero.
i sigilli reali, insomma, li teneva lei.
non che augusto fosse un pirla nelle mani della sua donna, no... ma erano due che si completavano in modo assai intenso
imperatrice livia, insomma.
qualcosa di molto di piu' della regina elisabetta, ma di molte misure di piu'.
caduto il primo mito: la donna moderna puo' comandare qualcosa di rilevante, l'antica no.
certo, contemporanee c'erano altre donne potenti, come la regina d'egitto, poi c'è stata teodora, e caterina di russia con Elisabetta prima... ma torniamo ai romani e descriviamo un periodo che dette al povero augusto molti grattacapi.
le famiglie romane vedevano spesso, in quel periodo, la tragedia di pater familias morti in combattimento.
magari dopo diverse campagne militari, e tornavano con bottini talvolta mica male, ma poi morivano.
ereditavano le mogli o le figlie, spesso fortune cospicue.
le donne compravano di tutto con quelle rendite.
profumi, vestiti, gioielli, schiavi per il sesso, e ... pensa un po'... investivano in cultura.
e diventarono tante, ma proprio tante le sciure romane in quella situazione.
a un certo punto, augusto gli venne il magone.
si accorse che le donne non si sposavano, e lo noto' nel primo ordine patrizio romano, quello dei cavalieri.
i cavalieri, potevano diventare senatori, man mano che aumentava la loro quota di nobilta' come avanzamento sociale.
s'era prosciugato il cardine del sistema sociale romano.
i cavalieri non si sposavano, e se non si sposavano non facevano figli, e se non facevano figli roma e la sua classe dirigente sarebbe crollata in poche decine d'anni.
incazzato nero convoco' tutti i cavalieri in una piazza romana, si presento' e disse.: di qua tutti i cavalieri ammogliati, e di la' gli scapoli.
gli ammogliati erano tre gatti
divenne una belva e apostrofo' gli scapoli di tremendi improperi, e siccome era un non mediocre oratore, si invento' anche la curiosa frase: Voi siete gli assassini della vostra discendenza.
fantastico, no?
mentre comincio' a decantare le virtu' di quelli che erano sposati.
dopo sto gran cazziatone nucleare, qualcuno dei cavalieri scapoli, timidamente disse: augusto, il fatto è che noi vorremmo sposarci, ma sono le donne che non vogliono.
nelle settimane succerssive, augusto fece le sue indagini, e scopri' che l'inghippo consisteva nella legislazione matrimoniale romana.
i beni della moglie, sposandosi, passavano in dote al marito.
evidentemente le donne romane, che avevano soldi, vestiti, schiavi e cultura, col cavolo che desideravano regalare al marito tutto sto ben di dio.
quindi tento' di modificare varie volte la legislazione romana.
con la costrizione, per esempio: se non vi sposate, lo stato requisira' i vostri beni, ad eccezione di chi fa la prostituta.
che fecero in blocco le romane antiche? si iscrissero praticamente tutte ai registri delle prostitute.
pensate se oggi fosse possibile sta cosa meravigliosa.
e se dite si, vi metto due dita in ogni occhio
:shock:
alla fine, su suggerimento di livia, trovo' la via giusta, e tutto si sblocco': le donne ripresero a sposarsi quando la legge fu modificata in questo senso:la donna puo' tenersi i suoi beni, purche' da sposata passi almeno tre notti ( o 5 notti, adesso non ricordo di preciso ) l'anno fuori di casa.
i cavalieri ripresero all'improvviso a sposarsi, pensa te....
ora, augusto era un pochino bacchetton, ok... pero' sua figlia Giulia era una principessa che amava passare molte notti alla settimana, a fare a gara con le prostitute di professione, per quanti uomini riuscisse a soddisfare in una sola notte.
non dico la cifra con la quale una volta sbaraglio' tutte le professioniste, una sola notte, perché suonerebbe quasi falso.
ma erano stratantissimi.
quindi, liberta' sessuale molto oltre la concezione di donna moderna, ma di molto molto oltre.
certo, non tutte erano cosi', ma quello rientrava nella sfera delle liberta' individuali femminili, esattamente come in svezia e Finlandia, ma con la tara di 2000 anni fa che pesa non poco a loro favore.
poi giulia fu mandata al confino, e fece una vitaccia.
s'era scordato quanto fosse bacchettone il padre, ma le altre.....uhhhhh eccome se ci davano dentro.
fra schiavi, amichetti, gladiatori e gare con prostitute... non sentivano la mancanza di internet e televisione.
adesso la chiudo qua, perché ho i polsi stanchi, ma continuero' parlandovi di Livia, e di come era la donna di potere antica.
e poi magari di altro.
adesso sono stracco
:D
Centurione...tu parli della upper class romana:) ...i plebei schiacciati dai ricchi avevano poco da decidere. Le donne plebee non avevano dote...non potevano eludere la mania maschile e dovevano contribuire alla lex augustea sull'incremento demografico...per loro più di tre parti perché le nobili non prolificavano molto . E cmq pure le romane antiche erano atlete e tifavano...non per emulare i maschi ma perché il tifo sportivo non ha genere:).
Credo che sara' i.teressante scambiare qualche chiacchiera sul periodo imperiale romano
Tsk....tsk :shock:
Beh...io ho passione per il medioevo...per la storia inglese...e adoro Ann Bolene e Maria la sanguinaria. Non rilasciano autografi purtroppo:)...ma due grandi.
Ajoo...., Giulia, sarà mica la prima ribelle e femminista della storia?
Esatto Gioia! Possiamo ben dire che in giro c'è stato dell'altro, e c'è tuttora.
Certo che è proprio bello guardare la storia e saltare duemila anni, paragonando l'oggi e l'allora dimenticandosi di tutto quello che c'è stato in mezzo. Molto interessante davvero. Soprattutto utile. ..a dire quello che ci interessa! Ma va beh. L'importante è sentirsi tutti un po' vip!!! Oppure solo giocare un po'?!
Non pretendiamo però di fare analisi storiche
Come ribelle l'avrei sostenuta per il resto , NO
blulake ha scritto: Esatto Gioia! Possiamo ben dire che in giro c'è stato dell'altro, e c'è tuttora.
Certo che è proprio bello guardare la storia e saltare duemila anni, paragonando l'oggi e l'allora dimenticandosi di tutto quello che c'è stato in mezzo. Molto interessante davvero. Soprattutto utile. ..a dire quello che ci interessa! Ma va beh. L'importante è sentirsi tutti un po' vip!!! Oppure solo giocare un po'?!
Non pretendiamo però di fare analisi storiche

Ciao...se scrivi in codice per qualcuno spero abbia afferrato...perché io non ho capito niente:). Cosa c'entrano i vip? E per quale ragione non si possa scrivere quello che si vuole? Poi vi chiedete Ancelle del Forum perché la gente non scrive piu? :)
Ciao...Nessun destinatario particolare. Scusa il linguaggio in codice, voleva solo essere un po' ironico ma mi sembra sia stato poco comprensibile, almeno per te.
Volevo solo dire che non sono d'accordo con l'analisi della situazione femminile nella storia che è stata fatta, perchè penso che non si possono ignorare tutti i passaggi dall'antica Roma ad oggi. Se ora le donne sono "regredite", ammesso che sia vero, penso ci sarà un motivo o più d'uno.
Forse invece, si voleva scherzare e mi va bene. Ok! Magari non l'ho capito!? Ma mi va bene comunque: non ho proprio nulla in contrario che ciascuno possa dire la sua.
Spero di essere stata più chiara, altrimenti... abbi pazienza e ...cedo le armi!
Ha... i VIP. Forse hai ragione che c'entrano poco, è stato un piccolo sfogo, a volte mi sembra che emerga del protagonismo negli scritti vari. Ma va bene, ci sta anche questo.
Spero di non aver offeso nessuno, Nel caso, chiedo venia.
Buon pomeriggio a tutti.
Non hai nulla di cui debba scusarti... era solo una domanda la mia:-)). Non conoscendo l'autore del post e gli altri non sapevo se si trattasse di linguaggio cifrato e quindi ho chiesto:-)).
Ovvio comunque che non si possano rapportare ere storiche diverse, ma anche solo parlare di qualcosa del passato secondo me è divertente e più originale di altri argomenti che, almeno per me, sono stati triti e ritriti, quindi ben vengano nuovi post da nuove persone:-)).
Quindi grazie anche a te:-))
buonasera a tutti.
ho letto gli interventi e sono rimasto un istante perplesso
il mio intento era di scherzare un poco sulle donne, sfotticchiandele con sta storia di antiche e moderne.
per divertimento, non per fare un trattato di storia.
ho cercato di descrivere le cose sperando di mettere leggerezza e un cincinino di ironia, null'altro.
che poi ci sia riuscito o no, almeno apprezzate lo sforzo, donne
:D
ora, cio' detto, anticipo quello che avrei detto alla fine del rapido escursus che avevo intenzione di proporvi: se cercate, donne moderne, un responsabile ai 2000 anni di coercizioni umane e morali e materiali che avete subito.
se cercate chi vi ha condizionato a nascondere le vostre pulsioni ormonali per problemi di nomea, dato che il paesello e' piccolo e la gente eccome se mormora,
se cercate chi ha costretto voi e le vostre mamme e nonne a crescere in modo differente figli maschi e femmine, con tutto quello che ne consegue, beh... uscite, osservate il campanile, ma non quello del municipio, e avrete trovato il colpevole vero, unico e solo.
e badate, che sto facendo una netta distinzione tra chiesa e cristianesimo.
in fondo, donne, la chiesa ha certificato che avete l'anima solo poche centinaia di anni fa.
o no?
e tutto questo, che centra col cristianesimo.?
fate voi, io non intendo partecipare a discusssioni che mettono tristezza e sono inutili.
vorrei solo svagarmi
spero di aver voglia di continuare al piu' presto con la storia di livia, urgulanilla, del nipote claudio e altro.
ciauz, per adesso
Calma e sangue freddo! stò andando completamente in palla :mrgreen: il campanile, ma non quello del municipio, mamme, nonne, pulsioni ormonali, cristianesimo, il paesello e' piccolo e la gente mormora....., chi sarà mai il colpevole ?
E che è, un un torbido incrocio tra noir /Horror con sfumature di idillio ed eros ?
Ma , urgulanilla intimissima amica di Livia aveva mica ha sposato poi il nipote claudio diventato imperatore ? altro che donne antiche ! Ci davano dentro di brutto.... 7-8 relazioni ! mi sà che quà non basta un albero genealogico, o rapido escursus... urge google maps :lol:
Io abito vicino a un campanile...se serve lo chiedo in prestito:). Tranquillo Nick...guarda che il tuo argomento e'interessante...non lagnoso e non petulante:). Il cristianesimo poi ha fatto una botta di grazia alle aperture di Augusto...e di nuovo si torna oscurantismo...e per avvicinarci ai tempi nostri...al perbenismo:).
urgulanilla era la figlia della fattucchiera di livia.
in realta' era un soprannome, che significa piccola ercole, in quanto era una ragazza erculea, alta, e metteva molta paura al povero claudio, che era erudito, ma zoppo e balbettava
urgulanilla, anticipo, disprezzava claudio, il quale temeva che l'erculea ragazza potesse ucciderlo di notte, mentre dormiva
na vitaccia, tacci loro
chi sarà mai il colpevole ?
ma, donne, non lo avete ancora capito? è lui, quel troglodita lì, l’uomo. Quello con il campanile tra le gambe, quello che quando suona la sua campana pretende che tutte accorrano a raccolta per la funzione, quello che ha sempre e solo voglia di scopare, scoparae, scopare anche quando le sue adepte non ce l’hanno, e che quando anche loro ce l’hanno lui non c’è mai, perchè o è allo stadio o con un’altra.
 Donne, dico sul serio, il coglione è sempre stato lui e solo lui. Dice bene nick. Amore mio vai alla guerra, vai, e torna con un bel bottino per me, imperatore mio conquista il mediterraneo per Roma, portami un po’ di schiavetti neri fuori misura, diventa qualcuno così sarò regina, centurione mio torna ancora alle tue legioni lontane, penserò io a gestire l’elenco di un voluminoso registro di tencioni scopaiole.... vai, vai
Poveruomo quell’augusto che governa una città ma non ha capito niente di come va la vita lettaiola... poveri coglioni gli augusti moderni che hanno capito ancora meno delle moderne Livie. ... e pensare che io ho amato una donna per tutta la vita e la amo ancora dopo quasi cinqnt’anni. Coglione, coglione, coglione! dovevo ascoltare gli arabi che dicono “quando torni a casa picchia tua moglie, picchiala forte. Tu non sai perchè ma lei sì”. Che abbiamo ragione loro?...
Nick, mi è piaciuta la tua ironia. Continua che sei sulla strada giusta. Aspetto la seconda puntata… da coglione.