Leggo questa mattina che nella nostra Prov. di Brescia, una bimba di circa un anno viene sbranata nel proprio giardino di casa da due Pitbull....i carabinieri sono arrivati nella villetta a schiera e abbattono i cani...., non riuscivano ad entrare
Alcuni vicini di casa.raccontano che i cani avevano già aggredito altri cani in paese...... e che solo il papà della piccola sapeva gestire i due cani
Scusate ma secondo me non è la colpa dei cani, è il signor Nome e Cognome che non ha saputo allevarli e del nonno che ha fatto uscire la bimba a giocare con i cani ( che non sono giocattoli...)

Sarebbe da rinchiudere il padrone in gabbia con un paio di tigri.... e non abbattere i cani

Il quadretto della storia :

Padre della bimba lavora in Germania, madre al lavoro in zona , la bimba rimane sola con il nonno nella loro villetta, .......in giardino i due pitbull....
Il nonno lascia uscire la bimba in giardino a giocare con i cani..... !!!!!

Cominciamo col dire che si parla di non uno ma ben due cani

Per un cane di famiglia, il branco è appunto la famiglia. La mancata presenza del " leader ", del capo branco, sia esso canino o umano crea scompenso nell'equilibrio dell'animale.
La razza, due pit, cani di tipo molossoidi che hanno la caratteristica di essere molto forti a differenza delle altre razze e maggiormente escono fatti di cronaca perchè i molossoidi, hanno determinate caratteristiche FISICHE, non CARATTERIALI, la caratteristica dei molossi è la forza mascellare , un pitbull ha circa 175/180kg,di pressione del morso , Bull terrier 260kg,Dogo argentino 200kg, cane corso 250kg ecc...

Il problema reale è che ci sono 3 categorie di persone che educano i cani:
1- il fighetto o mongolo che cerca e educa il cane da guerra,
2 . quello che educa tutti i cani allo stesso modo ( pincher o pitbull che sia )
3 - quello che è consapevole del cane che ha e lo educa in modo appropriato.
Se morde un pincher ci si fà na risata, un po di disinfettante e passa la paura (e non lo dicono al telegiornale) ma se è un bull a mordere la storia cambia,il gesto è IDENTICO il finale NO.!!!!

I pitbull selezionati da allevatori seri sono talmente innocui verso l'uomo da essere considerati pessimi cani da guardia
Ho sempre avuto cani, da ragazza ad oggi, compresi i " detti pericolosi "ma vi assicuro che anche un Golden Retriever o Labrador potrebbe tranquillamente ferire un bambino giocando:

Un pit bull standard non supera i 25 chili!, che come pitbull non hanno neanche la coda. Si tratta perlopiù di molossidi in mano a persone sbagliate e chissà da quale linea di sangue, mal allevati e mal gestiti.

TUTTI i cani vanno allevati con diligenza.e non solo


PS

Negli anni '80, il Dobermann, era lui il cane killer! Era lui che compariva nelle storie di cronaca nera. E adesso non più! Come mai? E' presto detto, le mani pericolose e imbecilli hanno lasciato in pace il Dobermann e si sono concentrate, ahimè, sui poveri Rottweiler e Pitbull.
I pericolosi sono i padroni ! Ecco.... :oops:
Il problema non sta tanto nei cani (Cani che possono avere i loro lati oscuri. Alla fine dei conti son sempre discendenti dai lupi...), ma nella legislazione.
A parte vietare qualunque tipo di mercificazione degli animali si dovrebbe vietare l'assoluto possesso di specie pericolose.
A casa al massimo tieniti un coniglietto o un canarino. Già un gatto potrebbe creare danno ad un bambinetto.
Io poi, da madre e donna, non lascerei mai entrare in casa mia certe bestie qualora avessi ragazzini in giro.... Figuriamoci quelle più pericolose.
Credo che di base siano da deplorare innanzitutto i genitori.
Ma prima ancora lo stato.
Non ci sono scuse davanti episodi del genere.
Nessuna.
Ho dimenticato di precisare una cosa, a certe tipologie di cani vengono tagliate coda ed orecchie, maledetti..... , ( a parte che è illegale, ) per estetica (questo a detta dei cretini).... per far sembrare il cane più aggressivo...anche se così non è...

E' una pratica brutale e inutile
@ FriggaAesir , le razze "pericolose" non esistono scientificamente

Le razze sono state selezionate nel corso dei secoli per svolgere dei compiti particolari quali la difesa, la guardia, la compagnia ecc ecc e nessun cane è uguale all’altro.
Si tratta di comportamenti anche banali: per esempio ,
se prendiamo un Border Collie o l'Australian shepherd, cani da gregge ma anche da compagnia, queste razze sono state selezionate per condurre le pecore perciò insegue facilmente tutto quello che si muove. Un cane di questo tipo potrebbe mettersi all’inseguimento e morsicare un ciclista o una persona che fà tranquillamente jogging al parco. Questa sua attitudine innata, se , mal gestita, potrebbe farlo diventare un cane pericoloso
Aggiungo che non esiste un padrone ideale, chi prende un cane DEVE sapere gestire le caratteristiche del proprio cane e le predisposizioni comportamentali che riguardano la sua razza

Cito il vecchio caro pastore tedesco (il commissario REX ) e l'esempio , casca a fagiolo. Il pastore tedesco (stesso discorso vale per il pastore belga, specialmente il malinois....), a differenza del pitbull è un cane selezionato con una notevole aggressività interspecifica (intendo verso l'uomo ); non a caso è il cane "per eccellenza" utilizzato dalle forze dell'ordine come cane antisommossa e dagli eserciti ( chiamati "war dogs" !)Non credo potessero utilizzare dei Shih Tzu

FriggaAesir, coniglietto o canarino, secondo me la prima cosa è che i bambini vengano educati al rapporto con gli animali, che non si tratta di un giocattolo, bensì di un essere vivente. ma se poi i genitori non pongono sempre la massima attenzione, spesso ad andarci di mezzo è il povero animaletto, tipo il coniglietto di turno, è naturale che un bambino desideri prendere e abbracciare un esserino peloso, ma il coniglio è fragile e non ama essere sollevato da terra. Quando questo succede in natura, per lui significa infatti che un predatore lo sta portando via per mangiarselo e va da sè che il coniglio tenda a scalciare appena viene sollevato, di conseguenza potrebbe mozzicare o graffiare
In molti casi penso sia meglio un bel "peluche " e che comunque và trattato nei dovuti modi

E comunque, in qualsiasi situazione rimango di quest'idea, che serve tanta

f6b188f52c.jpg
Gli allegati possono essere visualizzati solo dai membri del Club-50plus.
Gioia59 ha scritto: le razze "pericolose" non esistono scientificamente


https://it.wikipedia.org/wiki/Lista_delle_razze_canine_pericolose

Cavolate.
Casomai l'affermazione giusta è appunto

"non è possibile stabilire il rischio di una maggiore aggressività di un cane sulla base dell'appartenenza a una razza o ai suoi incroci"

che è ben diverso.

Ma io voglio crederti. Fra donne ci si capisce al volo.
Facciamo così: quando sei comoda (abitiamo quasi ad uno sputo...) passo a prenderti e ti porto davanti ad un paio di tigri di mia conoscenza.
Tu, certo, non te ne avrai a male se io resterò dietro ad un vetro ad osservare, magari sorbendomi il mio the con i biscottini.
Facciamo che se duri almeno un ora senza subire nessun assalto hai ragione tu.
E io ti porto a far shopping a spese mie.
Se invece ho ragione io...
Beh...niente, dai.
Presenzierò alle esequie in silenzio.
Non vorrei che la "gioia" di aver dimostrato le mie ragioni possano disturbare quel solenne momento....
:mrgreen:
" In base alla genetica, non esistono cani pericolosi; tutto dipende dai loro padroni”. Dr.MAURIZIO PASINATO, direttore della SISCA (Società Italiana Scienze Comportamentali Applicate).

Conosco alcuni veterinari che hanno lottato tanto contro e per cancellare quella "blacklist" assurda
Scusa Gioia ma non ha senso parlare di cani con chi ne ha paura. Io lo sai li amo li addestro e ritengo ogni proprietario anche di un barboncino dovrebbe avere un patentino. Mi chiedo come se la cavi la signora coi pitoni. Ne ho uno... Glielo presto volentieri. In inverno fa calduccio intorno al collo. E' fascista pure? E chissene....
Coms Cons, tu dai il pitone io aggiungo i rattini ok ?
A mio avviso entrambe avete ragione ma su aspetti diversi. Vero che i cani seppur nati in cattività e abituati al branco uomo non perdono l'istinto animale. Come vero non esistono razze più pericolose. Ho avuto in casa all black cucciolo pitbull e un bassotto. Il bassotto ha aggredito la mia border collie mentre all black era grande grosso e giuggiolone. Stesso ambiente stessa educazione ma reazione diversa ai segnali. Quindi un bassotto può essere in certi momenti reattivo solo che la stazza l'energia e il carattere fanno la differenza. Per me molto dipende dai proprietari. Molti prendono cani ma non li seguono non li educano e sottovalutano gli stress a cui anche i cani sono soggetti. I cani vivono ansia soffrono i distacchi hanno bisogno di correre scaricare energia imparare a giocare. Non sono mucche da pascolo. Hai mai visto dei cani che si leccano le zampe fino a provocarsi ferite? É un segnale di attenzione e stress accumulato. È un dramma quando un bimbo viene aggredito e ucciso da un cane. Migliore amico dell'uomo ma non è un essere umano. Che poi gli esseri umani sono troppo spesso più bestie di un cane. Si... Ho adottato un pitone... Giacomo... E una tartaruga... Tappina
Consonanza ha scritto: Scusa Gioia ma non ha senso parlare di cani con chi ne ha paura. Io lo sai li amo li addestro e ritengo ogni proprietario anche di un barboncino dovrebbe avere un patentino. Mi chiedo come se la cavi la signora coi pitoni. Ne ho uno... Glielo presto volentieri. In inverno fa calduccio intorno al collo. E' fascista pure? E chissene....

Avevo letto nei vari post che voi forumisti vi azzannate al collo (tanto per rimanere in tema), ma a distanza di settimane ancora non ne capisco la ragione.

Vediamo di capirci qualcosa: io fascista? Fin da piccola ho mal sopportato la politica con quelle odiose e barbose tribune elettorali che altre amiche "impegnate" (e non sentimentalmente) si sorbivano nei periodi del voto. Poi crescendo non ho mai nemmeno utilizzato la tessera elettorale: mi è sempre sembrata una presa in giro.
E adesso mi sento dire...come...vediamo.... "Fascista"?
Oh bella...questa non me la aveva detto nessuno ancora. Magari rompipalle, frigida, lesbicona, ma fascista mai.
Mi sa che devo andare a leggere qualcosa su come si comportano i fascisti per vedere dove ho involontariamente copiato.

Poi...vediamo vediamo... come me la cavo con i pitoni?
Mi verrebbe da rispondere "Meglio di te", ma non credo che la signora Consonanza ne abbia veramente esperienza. Intendo di quelli "veri", non quelli da salotto.
Comunque no, non mi interessano rettili in casa: a stento sopporto gli animali dei vicini in giro per il condominio.
Invece una che sapeva sfruttare il suo pitone e lo usava per far soldi l'ho conosciuta anche di presenza. Si chiama Ilona. E faceva spettacolini in giro per il mondo con lui.
Consiglio, se ce n'è uno in casa, di sfruttarlo alla bisogna. Qualche soldino extra non fa mai male, no?

Comunque io non ho paura dei cani.
Ma mi fanno paura l' ignoranza e la presupponenza.
E queste due cose, mischiate, sono un cocktail micidiale.
Specialmente se possiedi un cane non proprio di razza Chihuahua..

In ultima analisi: non bisogna mai stare tranquilli con i cani, specie quelli delle specie "tendenzialmente più aggressive".
Se poco poco ne capite di veterinaria saprete cosa sono "L’aggressività idiopatica" e "La distimia", patologie che portano il cane a manifestare comportamenti abbastanza aggressivi a prima vista senza motivo.
Il Doberman (se leviamo la scemenza che impazzisce da vecchio) ne è abbastanza soggetto.
E, sorpresa sorpresa, in natura (allo stato selvaggio) queste patologie non si presentano.
Va da se che è lo sconsiderato desiderio delle persone di tenere un animale in casa la causa di tutto ciò.
E questo non detto dalla povera sottoscritta, ma da fior fiori di medici e scienziati.
Essendo io stato, fino a qualche anno fa, un cacciatore, seppur intelligente, eh si, come in tutte le categorie esiste l’intelligente e l’imbecille, e peraltro nemmeno pentito,ho una decennale esperienza di cani, sopratutto da caccia, ma anche da guardia.
Mio cognato alcuni anni fa possedeva due pitbull, un maschio e una femmina, la femmina l’aveva avuta da un parente da cucciola e il maschio l’aveva preso da un canile per fare compagnia alla femmina.
Orbene, quando si assentava per giorni dava a me, che avevo già il mio adorato springer SPRITE, l’incarico di accudire le due belve perchè nessun’altro se la sentiva. .
La femmina era buona come il pane, docile e ubbidiente, un giorno mentre correva mi ha letteralmente travolto, sono finito a gambe all’aria come investito da un tram, non mi ero nemmeno accorto che arrivava di corsa perché ero di spalle, appena rialzato e capito che era stata lei mi è venuto spontaneo sgridarla con un ” ma sei scema?!!” proprio cosi, come fosse una persona, lei ha abbassato gli occhi e le orecchie come per scusarsi………..alla fine le ho fatto una carezza.
Il maschio invece una vera belva, era più grosso di lei e probabilmente era stato usato per incontri tra cani, se non lo tenevi con le maniere forti diventava ingestibile, doveva essere dominato altrimenti prendeva il sopravvento, in realtà un po’ lo temevo anche io, lo tenevo sempre d’occhio, e mi rivolgevo a lui sempre con toni alti.
Morfologicamente sono animali con muscoli di acciaio, di una potenza straordinaria, quando lottavano fra di loro per gioco sembravano due leoni e io mi guardavo bene dal partecipare, giocavo solo con la femmina quando era sola.
Ebbene il maschio, come spesso avviene nella genealogie molossoidi provenienti da linee di lottatori. odiava tutti gli altri cani, avevano un loro recinto chiuso nel giardino della casa ma spesso erano liberi e mio cognato li richiudeva se qualche ospite doveva entrare.
Il maschio non usciva mai all'esterno, per quel suo problema, ma gli spazi interni erano più che abbondanti, quando passava un cane sulla strada il maschio diventava rabbioso e cattivo, ebbene una notte sentito un cane passare è riuscito a scavalcare il muro di cinta alto più di due metri, mio cognato è corso in strada, il cane di passaggio era un vagabondo per fortuna non accompagnato,ed era gia mezzo morto, ma il pitbull era fuori di testa, era praticamente ingestibile tanto che anche mio cognato si è preso qualche sgagnata nel tentativo di separarlo dalla sua vittima.
Ha chiamato anche i carabinieri per abbatterlo sul posto se necessario, ma quando sono arrivati il cane si era calmato e sembrava un agnellino.
Per farla breve è stato poi abbattuto per davvero, era troppo pericoloso,e io ho dovuto assistere il veterinario perché mio cognato non se la sentiva per il dispiacere , ma anche a me venivano le lacrime agli occhi, due iniezioni, la prima un calmante e la seconda letale, l’ho accarezzato fino all’ultimo respiro, è morto con dignità, povera bestia senza colpa alcuna!!
Solo una aggiunta , le bestie, tutte le bestie, sono come noi , c’è quello intelligente, lo stupido, lo sbadato, l’allegro, l'incazzoso ecc ognuno con il proprio carattere e personalità, poi noi umani facciamo l’imprinting, a mio parere una persona stupida difficilmente alleverà un’ animale intelligente!
Ciao Jo... Ben tornato. Infatti ogni cane ha propria indole e storia... La razza per me non è rilevante se non come dici tu nella potenza ed energia con cui anche solo un impeto giocoso diventa un umano ko
Ti fischiavano le orecchie ? Proprio domenica ho pensato, chissà Lu ? Sarà in giro per campagne e boschi? Andrà ancora a Salsa - Merengue. - Bachata ? Credo ambedue , ben tornato

Tornando all'argomento Pitbul, certo che se il povero maschio pit arrivava salvato dall'orrore dei combattimenti è normale che ti ritrovi un cane aggresivo con altri cani, ho un'amica c che si era trasferita dall' ENPA Milano allENPA di Vibo Valentia e prima di andarsene ci siamo salutate con un pizzata a casa sua, beh, mi ha raccontato tante cose sui Pitt e cani da combattimento...
a dir poco un ORRORE, si, un vero e proprio scempio...., partendo dal fatto che il Pitt è un'animale da" laboratorio " creata dalla bestia " uomo ", in realtà si chiama American Pit Bull Terrier (toro da combattimento....) un incrocio ottenuto negli USA fra il Bull Terrier e l'American Staffordhire Terrier.e, come dicevo con una potenza mascellare non indifferente ,con determinate caratteristiche create dall'uomo,non sono né da guardia né da difesa.non sono cattivi verso l'uomo bensi verso altri cani e con una soglia di sopportazione del dolore molto alta ! Ma se viene abituato a socializzare sin da cucciolo la stragrande maggioranza dei problemi viene eliminata alla radice. Come al solito,
i massmedia ci mettono la loro parte per far apparire questa razza come "killer" anche se non c'entra niente e vengono diffuse notizie in maniera scorretta. Alcuni Pit vengono anche usati come cani nelle ricerche di persone e nella pet therapy. Ebbene si, sono docili se poi allevati da cuccioli diventano tanquillamente parte della famiglia Ma, porelli, vi racconto (a malincuore) alcune cose che mi aveva spiegato di come vengono barbaramente addestrati ai combattimenti:

Iniziano da cuccioli con le corse dietro ai motorini, poi, in un sadico passaggio alla loro dentatura, legano copertoni fino a dieci metri dal suolo, che obbligano il Pit a stare sollevato nel vuoto con il rischio di sfracellarsi al suolo, un pezzo di carne legato ad un filo d' acciaio, che viene tirato mentre il cane sta per azzannare il cibo, di modo che il cane serra le mascelle sul ferro; le cannole piene di ferro tenute in bocca per delle ore.Se il cane non si comporta come vuole
"la bestia",viene punito con scariche elettriche.... (collari elettrici) per poi andare avanti con barbarie più gravi tipo spengono sulla loro testa mozziconi di sigaretta provocando la cattiveria del cane
e ,con botte chiudendolo in un sacco e bastonandolocon spranghe e calci per farlo infuriare..Tante volte vengono anche drogati con anabolizzanti ed anfetamine.... (parliamo di cani giovanisimi)
Una volta quasi pronti , proseguono con i primi incontri tra cani, per finire tra le mascelle dei Pit e come cavie sono i randagi, scelgono ovviamente cani di grossa taglia che vengono legati ad un palo ed aggrediti dai giovani Pitbull

Qui mi fermo perchè passiamo a scene di vera e propria crudeltà sanguinolenta dando poi il via al "business combattimenti" e questa mia amica oltre che ad essere dell'Enpa gira con veterinari per recuperare e riabilitare questi poveri poveri Pit,Rott,ecc ecc Alcuni allevatori si divertono addirittura a creare incroci su incroci tipo Pitt-Rott Staffordhire-Corso e così via.......
I Pitt sono cani docili con l'uomo lo ribadirò sempre, allora perchè i bambini ? Questo riguarda non solo i Pit ma tutti i cani in generale ,chiwawa compresi
Possono essere diversi i motivi, per gerarchia,gelosia ma i più frequenti a detta di veterinari, addestratori, biologi ed altri con decennale eperienza alle spalle dicono che sia il cane che il bambino possono fraintendersi a vicenda tipo movimenti imprevedibili ed improvvisi dei bimbi, accompagnati da urla e da braccia alzate, possono essere cause che spaventano il cane.Quindi prima è importante insegnare ai bambini ad interagire con il cane.con alcune regole ben precise, non tirargli la coda, orecchie,non avvicinarsi alla loro ciotola , mai prendergli l'osso e così via , regole importanti direi ovvie da spiegare ai nostri bimbi poi ovviamente anche insegnare ai cani a convivere con i bambini e ad essere calmi con loro creando un ambiente sereno e tranquillo assieme ai GENITORI...!
Lascio a voi altre considerazioni in merito....

Ecco un Pit in famiglia
https://www.youtube.com/watch?v=KcCJ-xGJGvk