Curcumella ha scritto: Nina, io non ho fatto riferimenti a correttezza o meno perché mi sono strettamente attenuata ai fatti: se uno mi rompe i coglioni e li rimane sta a me decidere cosa fare e che strategia attuare, valutando quanto o meno sia importante il rompicoglione di turno per il mio equilibrio e desiderio di esserci nonostante tutto. Aggiungo che per carattere non amo turpiloquio e opero distinzione tra libertà di pensiero da esprimere e modalità con cui farlo. Tra un/una rompicoglioni e un/una irascibile non ho preferenze :)). Ovvio che non sia giusto subire offese, ma in questo contesto di discorso non facevo questo tipo di discorso.


Curcumella, hai ragione, ho frainteso o non letto bene e mi scuso :D
@ Grazia
Comunque dimentichi che spesso anche nelle famiglie "normali" il rapporto genitori/figli è tutt'altro che edificante.
Quindi non si può dire che l'istituto della adozione sia di per sè del tutto negativo.
Io non ho calcato nulla, tutto è derivato da quello che hai affermato tu.
Ma quello che hai raccontato dei tuoi pensieri su di me, è, a dir poco, pazzesco.