Avevo deciso di non leggere e non scrivere più sull'argomento, ma gli ultimi sviluppi richiedono un chiarimento, poiché si sono verificate esternazioni verbali al limite della decenza, che andrebbero riesaminate, approfondite e, in ultimo, ammonite, così ho deciso di esporre il mio pensiero.
Premesso che la cancellazione in toto dell’argomento non è piaciuta neanche a me, al di là dei contenuti, penso che sia un atto antidemocratico che esclude ogni possibilità di discussione.
Penso che nel club esiste un regolamento che impone una certa correttezza, e che non andrebbe ignorato per non cadere in situazioni di disordine verbale, invece viene puntualmente ignorato soprattutto quando intervengono i noti soci che a quanto sembra permangono nel club solo per questo,
Penso, in particolare, alle accuse mosse da “LU” all'amministratrice, colpevole, a suo dire, di non aver preso provvedimenti contro di me per un messaggio che gli era evidentemente risultato indigesto. Eppure aveva affermato di essere rientrato nel club per “farmi le scarpe” (parole sue); in verità io non mi sono accorto di nulla, le scarpe le compro già fatte, (lui non mi piacerebbe neanche come calzolaio personale) mi chiedo quando e come mi avrebbe domato, anzi, mi pare che notando un’aria insalubre (per lui) abbia fatto le valige in fretta e furia e sia scappato via. Sostiene anche che avrebbe addirittura fatto il lavoro di Emilia gratis. (?)
Visto che esiste la sezione “lavora con noi” potrebbe proporsi come sostituto di Emilia, così il sito diverrebbe un postribolo virtuale, visto le sue esperienze private che racconta puntualmente nei forum.
Inoltre io non vedo questa deficienza nel sito , certamente si può migliorare ma……

Sono entrato da poco, in punta di piedi, mosso dalla voglia di fare nuove conoscenze, stringere delle amicizie e scambiare le mie opinioni con altre persone, ho ricevuto riscontri davvero molto positivi e questo mi ha gratificato e non credo, come è stato detto, che sussiste molta ipocrisia e tanta falsità, per quanto ho potuto verificare, direi che è nella media, come nella vita esterna di tutti i giorni.
Io sono una persona abbastanza tranquilla, sono benvoluto dalla netta maggioranza dei miei conoscenti, non nascondo di avere dei difetti, ma ciò fa parte della natura umana. Uno di questi “difetti”, se proprio vogliamo definirlo tale, è non tollerare la presunzione, l’arroganza e l’inciviltà. La presenza in un ambiente di personaggi di questo dei tipi, come il signor Kw (lo chiamo signor perché non lo sento uno di noi) mi mette subito sul chi vive. Le sue esternazioni caratterizzate da prepotenza, critica “distruttiva” e supponenza, mi hanno indisposto subito. L’episodio che mi ha sdegnato è stato l’intervento utilizzato in occasione di una proposta avanzata dalla gentile signora Ladyliza, nuova moderatrice di R.Emilia. Appunto, rimasi colpito dal suo scagliarsi con fare livoroso, con una aggressività verbale inaudita, argomentando motivazioni fuori dal contesto, utilizzando termini non appropriati e offensivi, il tutto assolutamente ingiustificato, visto che oltretutto si stava parlando solo di una cena di capodanno, così intervenni in maniera decisa. Purtroppo non riesco ad assistere passivamente ad atti di violenza, né fisica né verbale, soprattutto quando è diretta contro gli altri.
Inoltre spesso (sempre lui) Utilizza parole poco cortesi, fa considerazioni e insinuazioni sulla vita privata altrui. Soprattutto nei confronti di Emilia sostenendo, per esempio che non avrebbe “contatti con la vita esterna”, così esprimendo uno sprezzante giudizio di natura personale, non richiesto e non consono con il contesto.
Il club nasce con l’intento di favorire la conoscenza, l’amicizia e si spera anche altro, il forum, all'interno di esso, nasce per favorire un pacifico scambio di vedute su argomenti di pubblica rilevanza. Quindi la prima regola dovrebbe poggiare sul rispetto per le opinioni altrui e la libertà di espressione. Purtroppo questi principi basilari vengono calpestati dagli interventi di quei pochi soggetti giunti nel club con una fortissima rabbia interiore e pretendono di utilizzare il club come valvola di sfogo dei propri malesseri. Questo comportamento, secondo me, non doveva essere consentito, andava stroncata sin dal primo momento, proprio per questo ho già chiesto all’amministratrice il motivo della permanenza di soggetti di questo tipo all’interno del club, quale beneficio pensa che potranno apportare persone come queste, se non disaccordi anche tra gli altri soci istigati sempre da loro.
Questo è un sito frequentato da una comunità particolare, direi per la maggior parte brave persone, che si mettono in gioco più o meno con sincerità (e non tutto falso come sostengono i soliti…) dove ci sono persone di ogni tipo, di ogni genere e di ogni livello d’istruzione, tutti, comunque, hanno il diritto di esprimere la propria opinione, purtroppo a causa del clima che sussiste nei forum diversi si astengono dal farlo. Il forum dovrebbe trattare argomenti di carattere pubblico, che interessano tutti e non dovrebbe essere ambiente privato di pochi, e non dovrebbe essere utilizzato per raccontare squallide vicende strettamente personali, che non interessano nessuno, se non a loro stessi e ai loro amici.
Ci sono altre associazioni che hanno come caratteristiche proprie questi “valori”
Non sono io l’amministratore né aspiro a diventarlo, ovviamente, ho solo fatto luce su alcune problematiche che sono sotto gli occhi di tutti, problematiche nettamente opposti a quelli lamentati dai suddetti, Mi auguro, per il futuro, che tali spiacevoli situazioni non si ripetano e soprattutto spero che di fronte ad atteggiamenti verbali aggressivi ed oltraggiosi vengano presi provvedimenti netti e tempestivi.

Sui miei baffi e sul mio viso ne parlerò la prossima volta.
Un noto proverbio cita : "Extremis malis, extrema remedia"

Quella di sapersi adattare è un’abilità, se non addirittura un'arte, da non sottovalutare....

A questo punto vorrei esprimere un mio personale punto di vista, con parole povere e comprensibili a tutti

Premettendo che non sono aizzata da nessuno, ( ho delle mie convinzioni ben precise ) si scherza, si gioca e ci si diverte come nella vita di tutti i giorni

Sarò breve e razionale :

Ma se non fossimo " noi " a movimentare il club " (nel bene e nel male) cosa resta? Come dice qualcuno, il nulla !!!

Ti invito gentilmente a sfogliarti con cura quanto segue pagina per pagina e POST per POST con tanto di nick utenti.... !
( parecchi ancora presenti, un utente anche nei tuoi contatti ) direi che questo basti per capirci meglio e,
per darti l' idea di come era frizzante l'entourage :

https://www.club-50plus.it/forum/viewto ... vaffanculo

https://www.club-50plus.it/forum/search ... bmit=Cerca

L'ipocrisia ecc ?, ah beh, vedi un pò te
Esperienza personale: sto qui dall'inizio del 2016 = 3 anni interi, con frequentazioni alterne, cercavo amicizie, le ho trovate, a Milano (la mia città) e anche in altri posti.
Il nostro gruppetto (8/10 persone di cui 6/7 conosciute qui) si è trovato più volte, per cenare, per mostre, per serate simpatiche, per Capodanno e con qualcuno anche per una vacanza.
All'interno di questo gruppo una persona ha anche trovato l'amore, sempre su questo club.
Di queste persone, solo io e un'altra, a volte scriviamo sul forum e nessuno, che mi risulti, è un frequentatore di chat. Eppure, la volontà c'è stata e ci siamo trovati.
Questo mi dice che il club, come strumento, funziona. E' vero Gioia, ci sono stati tempi più frizzanti e divertenti, ma questa di avere un club vivo, vivace, frizzante, sembra essere, al momento, un'esigenza di pochi. Alla maggioranza degli iscritti non interessa. Le persone sembrano silenti, ma se da una sola esperienza personale (la mia) dei risultati ci sono, significa, a mio parere che il club funziona bene così com'è, e giusto per essere ancora più chiari, Emilia fa solo il lavoro che serve alla maggioranza degli utenti, specifico visto che il club è privato, alla maggioranza degli utenti paganti. Sono regole di mercato, senza bisogno di tirare in ballo la costituzione e il diritto di libertà di opinione che ho letto da qualche parte. Non esiste qualcosa in assoluto che è meglio di altro (e penso ai tanti giudizi sulle persone over che ho letto in molti post). Sono considerazioni personali, e troppo spesso, secondo me, vengono spacciati giudizi che non hanno nessuno scopo se non quello di inasprire eventuali discussioni e costringere Emilia ad intervenire buttando tutto quanto via.
Chiedo scusa, ma vorrei aprire una parentesi sul fatto che ci sono cinque o sei soci che si lamentano, ogni tanto, di non trovare più nel club quell’atmosfera frizzante e divertente che ci fu in tempi eroici, tempi però non ben precisati.
Quando sono entrata nel club nella seconda metà del 1917, non avevo letto nulla del forum prima, per cui l’impatto che ne ebbi quando cominciai a leggerlo, non fu dei più gradevoli: persone che si insultavano pesantemente, e addirittura alcuni arrivavano alle minacce. In qualche post di un anno prima, il momento di “allegria” pare fosse dovuto ai reiterati “vaffanculo”, scambiato tra i soci come intercalare ogni tre o quattro parole. Ora forse non ho letto abbastanza posts di quei tempi speciali, ma devo dire che quelli che mi è capitato di leggere non sembravano particolarmente brillanti, tranne qualche battuta di ispirazione goliardica.
Considerando poi che appunto le persone nostalgiche dei bei tempi che furono, e che quindi si suppone avranno contribuito all’allegria di allora del sito, ci sono ancora adesso, anche con l’aggiunta, ogni tanto, di qualcuno per temporaneo rientro, come mai non rendono ancora il sito divertente e frizzante? Forse perché “Loro, quelli di allora, oggi non sono più gli stessi?”
Detto davvero senza malizia . È solo una curiosità.
Non trovo molto gentile neanche che venga spesso detto che adesso nel forum non c’è mai niente di interessante: degli argomenti interessanti sono stati postati, magari non argomenti divertenti, ma che potessero portare almeno ad un attimo di riflessione sul loro contenuto.
Buona fine delle Feste a tutti.
Ninè,
uno dei punti è anche questo, perchè cancellare tutto, bastava cancellare la prima provocazione,  eddai,  non dirmi che chi scrive non sà come avrebbe  potuto reagire l'interlocutore, il tutto è partito da lì, non solo...., c'è chi ci  ha pure buttato su benzina e così via... Richiami un utente e non richiami chi ha scatenato il tornado ? Adesso non ricordo se eri online ed avevi letto

Ninè, se ben ricordi è successo anche  di peggio , aggiungo anche" mea culpa ", ho chiesto scusa ma nulla è stato cancellato, l'utente è stato ripreso in pvt poi ammonito 

Se ho ripescato i due link sopra  in allegato è perchè ci sono e tu, che un pò mi conosci,  sai benissimo che avrei potuto aggiungerne  tanti altri simili ma ho scelto di non alzare ulteriori  polveroni anche perchè stò allenando il mio self control :lol: Poi per cosa? Non ho fatto nulla di male :x
Dici che sarà dura ? Si, confermo ma almeno potrò dire che ci ho provato
Tra ca. una sttimana ti potrò aggiornare se riscontro miglioramenti :D
H ragione Kw: siamo fottuti.
Lo siamo quando permettiamo a qualcuno di farci sentire sbagliati perché non siamo giusti a modo suo.
Lo siamo quando ci lasciamo relegare nel serraglio dei senza cervello o del club dell’uncinettro o dei rincoglioniti perché non sappiamo divertire abbastanza chi si prende gioco di noi.
Ecc., ecc., ci sono tanti motivi per essere fottuti.

Alle menti eccelse che fanno pubblicamente sfoggio di intelligenza ricordo che quando le grandi navi affondano sono le piccole scialuppe che salvano i passeggeri e che le persone di spessore sono tali per la loro umanità Chen sa comprendere, non per il loro sapere che si permette di giudicare senza conoscere.
Non ci vuole un'intelligenza super per capirlo, forse occorre un po' più di cuore ma, si sa, il cuore é l'organo dei deboli.

Nina ha appena detto che, alla faccia di analisi solitarie sulla sopravvivenza del sito, loro si sono dati da fare e si trovano bene assieme. Imparate gente, imparate dai piccoli.
Non ho un numero verde da suggerire per riuscire a mettersi in contatto col cervello, ma confido nel buon senso dei più.
Si potrebbe anche pensare in tal senso : Che alcuni dilettanti hanno costruito l’Arca, i professionisti il Titanic.
"Quella di sapersi adattare è un'abilità "
Chiamali pure così, G59, se ti fa stare bene. Per me gli insulti sono indice di mediocrità. Non è colpa mia se non sai controbattere. L'isteria però è un problema.
I gloriosi vaffa di gruppo, ironici, programmati e condivisi sono un'altra cosa. Se vado nel ristorante C. La Parolaccia, so cosa trovo e, con lo spirito giusto, posso anche divertirmi. :)
nina57 ha scritto: ... a mio parere che il club funziona bene così com'è, e giusto per essere ancora più chiari, Emilia fa solo il lavoro che serve alla maggioranza degli utenti...


il punto è proprio questo. il Club funziona bene, anzi anche benissimo, per i 20 utenti che ci hanno fatto il nido. Emilia fa proprio quello che serve a questi utenti alcuni dei quali - come ho letto in un commento qui sopra - dichiarano di essersi iscritti nel 1917 (sic). :lol:

quello che dico sempre io è che questi utenti - che hanno pieno diritto di esistere - hanno trasformato il sito nel Regno del Nulla. un regno estremamente uniforme. come faccio a dirlo? perché la ggente - anche i 60enni - fuori di qui è diversa.

i discorsi nostalgici sull'Età dell'Oro discendono da questo. è evidente anche al più decerebrato dei molluschi che "una volta era diverso". i perché e i percome li ho spiegati... vediamo un po'... un migliaio di volte?

nulla quaestio, non fosse che la stessa Direzione si lamenta che l'attività langue. poi c'è quello in chiara malafede che dice che langue perché ci sono io (e altri). manco per idea: langue perché 'sto posto è morto. morto di idee, morto di energia, morto di tensione.
poiché i simili attirano i simili e respingono i diversi, l'eventuale crescita del Club (crediamoci) si svilupperà solo lungo i binari ben tracciati e sostenuti dalla Direzione medesima. se 5 rane morte non fanno una rana viva, nemmeno 10.

chi vuol vedere, veda. ai "tempi d'oro" qui, in qq altro dating site oggi, per strada, l'energia c'è ed è un'altra cosa. mettete il naso fuori di casa, aprite gli occhi e lo vedrete pure voi.
Kwi, non gioire subito: è evidente che è stato un errore di “stimpa” e che intendevo dire 2017.
Comunque dell’errore di un altro socio non ti sei accorto, guarda caso.
E’ stato verificato che non ti piace la pizza, nonostante LU affermi di mangiarla anche se è solo quella “nobile” di Spontini. Ormai è evidente che non ti piacciono i musei e le visite alle vestigia polverose, ma guarda che spesso i soci si trovano anche per cene varie e per vedere mostre d’arte: ma forse non ti piace nemmeno l’arte, la pittura, la scultura, perché preferisci comunione di attività fisiche, ma come si fa a comunicare facendo ginnastica, yoga, nuoto?

Purtroppo diciamolo pure, sei alquanto asociale e alquanto probabilmente sei un narcisista. Non è per offenderti, come ti ho già detto, non ti odio, ma che tu non dimostri empatia è ormai assodato, altrimenti come avresti potuto dire a Ladyliza che la sua proposta di cena per Capodanno era “agghiacciante”? Non abbiamo davvero bisogno di questo tipo di movimentazione del forum. Tutto sommato ha ragione Filippo, perché rimani qui in mezzo a questa “pochezza” degli attuali soci? Vuoi “appochezzarti” pure tu?
Ma qui siamo arrivati al colpo di scena finale della rappresentazione teatrale: il carnefice (Kwi) è diventato vittima e quel “cattivone” di Filippo si è macchiato della colpa di aver “insultato” Kwi dicendo che i suoi modi non sono propedeutici, ma anzi contrari, ad un andamento sereno e civile del forum.
Certo, si sa che purtroppo le risse attirano molte letture: è il retaggio dei circenses di romana memoria. Ma l’atmosfera non può continuare ad essere così pesante, non ci si è iscritti per trovarsi ogni giorno a confrontarsi con polemiche e con il rischio di pesanti insulti gratuiti. Già alcuni, in privato, cominciano a dire di volersi disattivare se le cose dovessero andare avanti così. Del resto, altro che “movimento”: alcuni soci, appena iscritti, scrivono all’inizio, pieni di fiducia, e poi scompaiono perché capiscono che l’ambiente non è buono, che ci sono dei brutti problemi di comunicazione.

Se non c’è rispetto, non si va da nessuna parte, in qualsiasi situazione.
Quando le cose non funzionano di solito è sempre colpa di qualcuno. Funziona così nel pensiero generale in qualsiasi ambito. Ma a mio avviso è un approccio sbagliato. E lo dico con la mia esperienza di vecchia iscritta e con l'evidenza attuale che intorno al Nulla si è costruito il Tutto. A mio avviso non è assolutamente vero che nessuno scriva in Forum per la presenza di tizio o Caio, altrimenti ci sarebbe la fila e ci sarebbero gomitate per scrivere propri contributi nelle newsletters di Emilia, mentre invece pure li non mi pare ci sia affluenza. Quindi trovo tutti questi discorsi davvero sterili. Rispetto il pensiero di Filippo e di Kk (persona talmente sfuggente e io non perdo tempo a giocare a nascondino o acchiapparella) ma vedo solo che pure loro oltre polemiche non aggiungono argomenti. Quindi questo vuol dire che di fondo anche a loro il club va bene così. Gioia, fare paragoni col passato non funziona perché le persone che interagivano (me compresa) erano motivate dalla voglia di comunicare. Gabri, io ho sempre scritto molto nel forum, ho conosciuto tanta gente, pur non avendo mai partecipato a serate vaffa. Quindi ridurre il club e la coesione che c'era solo a questi momenti goliardici non è corretto. Io giocavo in forum ma scrivevo anche su argomenti importanti. Senza paranoie o condizionamenti
no Curcumella, non si tratta di dare colpe. Tutti ne abbiamo, se questo é il problema. Non conosco il passato, guardo l'oggi. La scena che vedo più che sulla difensiva é sull'astensione voluta.
Quando ti danno del coglione o del rimbecillito (la forma cambia , la sostanza no) o scendi in polemica o taci. Diversi, lo so per certo, abbracciano la seconda opzione, senza dare spiegazioni, solo coi fatti. E i fatti bisognerebbe imparare a leggerli. Così quelli a cui piace bacchettare gli imbecilli finiscono per portare avanti, nel consapevole silenzio generale, un monologo che non so se definire sterile o narcisistico, ma che comunque é distruttivo. Odio parlare di colpe, preferisco dire dialogo o confronto.
Io stesso ho comunicato a Madame Valchiria che é inutile partecipare al forum quando manca il rispetto. E questo senza polemica e senza vaffa. Io ho il coraggio di scriverlo, non temo le critiche. Non fatemi sentire sbagliato perché non sono giusto secondo i parametri di un altro. Forse é anche vero che sbagliato lo sono, ma chi ha la presunzione di considerarsi giusto?
Se Valkiria ha tagliato netto (e anche contro il suo interesse commerciale, quindi é almeno credibile), va senz'altro capita e incoraggiata.
Curc ,
no, non è un paragone con il passato ma ho semplicemente riportato sotto
i riflettori ( riferito al titolo del tema, : ESTERNAZIONI VERBALI AL LIMITE DELLA DECENZA  ) - FILIPPO99,   che non sussisteva nessun tipo di censura
( parlo ovviamente sempre degli scritti ), che poi si giocasse e quant'altro, è un argomento  che và solo ad aggiungersi...
Tutto ciò che ho trovato e anche non messo è perchè c'è e nessuno lo ha
c e n s u r a t o !

Continuo a ribadire che sò perfettamente che non potrà tornare al nostalgico elogio dei bei tempi che furono !

Al " puzzle " mancano parecchi pezzi....! 

Riguardo al resto, il mio preferito,  Zio Albert disse: È più facile spezzare un atomo che un pregiudizio

Andrew ,
anche se funziona, certo che secondo me sussiste una sensazione di vuoto in tutti i sensi, scarsità di un reale contenuto di pensiero, emozioni ecc e,  riguardo allo " scopo ",  ( in generale ) credo di percepire  la realtà in questo modo :
" Hello goodbye "
https://www.youtube.com/watch?v=wwZ4e0NgRN8

“You say yes, I say no
you say stop and I say go, go, go, oh, no
you say goodbye and I say hello
hello, hello
I don’t know why you say goodbye
I say hello, hello, hello
I don’t know why you say goodbye
I say hello
•*¨*•♫♪ •*¨*•♫♪ •*¨*•♫♪ •*¨*•♫♪ •*¨*•♫♪ •*¨*•♫♪


Coraggio Emilia, direi che ce la possiamo fare !
Non voglio entrare in polemica con nessuno, ma ho una domanda precisa da porre specificatamente a KW: dimmi come dovrebbe essere il club secondo il tuo pensiero, per non essere "morto" come continui a definirlo. E davvero vorrei saperlo, perchè ricordo che per te e per altri, da quando ci sono, il sito è sempre stato qualcosa che non funzionava.

Gioia, io credo che Emilia navighi a vista, e ovviamente risponde solo ai suoi superiori. A volte cancella tutto pensando di cancellare il problema, ma come si vede è solo una cosa temporanea.
nina57 ha scritto: Non voglio entrare in polemica con nessuno, ma ho una domanda precisa da porre specificatamente a KW: dimmi come dovrebbe essere il club secondo il tuo pensiero, per non essere "morto" come continui a definirlo. E davvero vorrei saperlo, perchè ricordo che per te e per altri, da quando ci sono, il sito è sempre stato qualcosa che non funzionava.

Gioia, io credo che Emilia navighi a vista...


Nina, ti rispondo volentieri: il sito dovrebbe essere com'è un qq gruppo di persone prese a caso per strada, considerando le specificità di un target over-50.
Il che significa che ci saranno: sportivi, noiosi, malati di figa/cazzo, intelligenti, stupidi, banali, allegroni, tristi, depressi, intellettuali, ignoranti... devo andare avanti?
Qualcuno parlerà solo in rime profumate, qualcun altro bestemmiando ogni due parole. Qualcuno sarà bello come me o come te, qualcuno meno. Qualcuno cordiale, qualcuno scorbutico, qualcuno frizzante, qualcuno addormentato.
COME E' NEL MONDO.

Quello che è successo QUI, invece, è l'esatto contrario: un progressivo e per ora inesorabile uniformarsi a UNA tipologia di utente (che poi nel 99% è un'utentessa): quello che non vuole spunti e/o rotture di coglioni, dove tutti parlano a bassa voce per non turbare la sensibilità altrui (alquanto autoriferita, la sensibilità).
Il mondo è assai più imperfetto di così, ma è molto più VIVO.

Caso per niente strano: 1) quando uno non-uniforme entra, dopo un po' se ne va; 2) quando un uniformato entra, ci resta (per forza: ha trovato il suo ambiente ideale!).

Questo è quello che secondo me dovrebbe essere. Ora, circa il "come fare", non ne ho idea. Nè sinceramente mi interessa troppo cercare di averne una, visto che il 99% delle mie attività si svolge fuori di qui, nel MONDO.
---
Circa la "navigazione a vista", ho un parere diverso. Per me Emilia sta tentando di fare le nozze coi fichi secchi.