Ne avrete senz'altro sentito parlare. Soprattutto chi ama il tuttogrenn,le filosofie orientali, la new age e i metodo naturali.

 Ma cos'è il feng shui?
Tradizione cinese: le regole e i colori per arredare casa, dalla cucina alla camera da letto e all'ufficio, per sprigionare l'energia positiva, il Qi(=energia vitale)

(Fonte:articolo di Mauro Bertamè)
 Feng shui in cinese significa letteralmente “vento e acqua”. Il vento è il cielo, l’aria che trasporta le nuvole gonfie di pioggia, l’acqua senza la quale ogni creatura del Pianeta non potrebbe sopravvivere. L’antica disciplina del feng shui è considerata, appunto, indispensabile ed è un insieme di pratiche di lettura e di interpretazione del paesaggio, delle forme delle costruzioni e degli spazi interni agli edifici, allo scopo di evitare gli influssi negativi di varia natura che possono colpire le costruzioni e l’uomo.

 La pratica del feng shui è una tradizione antica di oltre cinquemila anni di origine cinese e tibetana e ha nel Ka-so il corrispettivo giapponese. Anticamente era chiamata Ti-Li ovvero l’arte “dell’uccello nero”, simbolo dello spirito solare, dio della geografia e dell’astronomia, i cui insegnamenti erano alla base delle pratiche agricole e di pianificazione del territorio. Questa tradizione è tutt’ora molto radicata sia in Cina sia a Hong Kong tanto che al momento dell’acquisto di un terreno o di uno stabile il primo esperto a essere consultato è un maestro di feng shui; il suo parere condiziona il mercato immobiliare e, perfino quando un’attività economica subisce dei rovesci è cosa normale chiedergli un responso sulle eventuali energie ostili messe in moto dal tipo di architettura o di decorazione interna.

Le regole del feng shui
 Le pratiche di lettura del feng shui sono parte integrante della formazione di chi si occupa di architettura e nelle culture antiche, insieme ai concetti estetici di “bello” e di “armonia delle proporzioni” e a quelli economici legati allo sfruttamento del territorio e delle sue caratteristiche, si sono strettamente legate alla pratica della geomanzia, ovvero del rispetto degli equilibri sottili (energie della terra, telluriche ed energie del cielo, cosmiche) allo scopo di rendere favorevoli agli insediamenti umani le energie del luogo.

Consigli per arredare casa con il feng shui
Secondo questa antica disciplina cinese la relazione casa-uomo identifica l’aspetto vibratorio delle strutture energetiche in cui sono identificabili campi di energia sottile ai quali viene riconosciuta la caratteristica di costituire uno schema dentro cui scorre un’energia vitale collegata a tutte le forme di vita. Lo spazio in cui si vive e lavora così analizzato diventa contenitore che si adatta alla nostra personalità e alle attività che si svolgono; nel rispetto delle leggi che armonizzano forme, funzioni e sostanze di tutta la materia così costituita.

Camera da letto
 Feng shui nella camera da letto: il luogo migliore per la camera da letto si trova il più lontano possibile dall’ingresso principale e dalla strada, oltre la linea mediana dell’edificio, magari davanti a un tranquillo paesaggio naturale. Se invece la camera da letto è sul davanti uno specchio appeso di fronte alla porta, dietro la linea mediana della casa, “spingerà” la stanza indietro. Il feng shui attribuisce molta importanza alla disposizione della camera da letto. Il letto dovrebbe essere collocato trasversalmente, con la testata orientata verso est. La posizione ottimale è nell’angolo diagonalmente opposto all’entrata. In modo tale da non avere mai testa o piedi che puntino direttamente verso l’ingresso della stanza.

Colori
- Il verde è il colore delle piante e della natura, simboleggia la crescita e lo studio.
- Il rosso rappresenta la vita animale e l’apprendimento; è di buon auspicio specialmente unito al nero.
- Il giallo è in relazione alla vita sul pianeta e rappresenta la longevità e il buon umore.
- Il bianco è il colore legato al denaro ed è usato nei luoghi pubblici per richiamare la buona fortuna.
- Il nero è in relazione al riposo e alla decantazione (delle idee).

Ufficio
 Per rispettare il feng shui in ufficio il tavolo da lavoro dovrebbe essere collocato nel punto più forte del locale, in modo che la schiena sia protetta e lo sguardo possa essere diretto sulla porta e sulla finestra. Anche ciò che sta di fronte alla postazione di lavoro è estremamente importante poiché aumenta il Qi ed è fonte di ispirazione. Pertanto sono da evitare scrivanie la cui postazione sia di fronte a un muro.

Cucina
 Le regole del feng shui in cucina insegnano come apparecchiare la tavola, scegliere i colori e i cibi per un pranzo formale o allegro, una cena intima o in famiglia. Per far circolare le energie positive nel rispetto dei punti cardinali e liberare quelle negative dall’ambiente in cui il cuoco trasforma il cibo con l’uso dei cinque elementi: acqua, legno, fuoco, terra, metallo.

Dove posizionare gli specchi
 Il feng shui consiglia di non collocare specchi nella camera da letto per la loro capacità di disturbare il campo energetico. Coprendo con teli gli specchi durante la notte la qualità del sonno migliora notevolmente.

Feng shui e architettura
Di fondo l’architettura occidentale e quella orientale hanno un medesimo concetto di base: il raggiungimento di un equilibrio. Tuttavia, mentre l’architettura occidentale lo raggiunge attraverso l’uso della simmetria, quella orientale vi perviene attraverso un dinamismo: uno yin non è mai uguale a uno yang: sono sempre in relazione mutevole, ora domina uno ora l’altro, il compito è equilibrare queste due forze.

I quattro animali celesti del feng shui
Anticamente ci si rivolgeva al feng shui per scegliere il luogo ideale sul quale erigere il villaggio. Per questo motivo nel paesaggio dovevano riconoscersi le presenze dei quattro animali celesti o emblematici che possiamo definire come i guardiani delle quattro direzioni: il drago, la tigre, la tartaruga e la fenice rossa.

Il feng shui e l’acqua
 L’acqua è un elemento legato all’abbondanza, alla ricchezza, al denaro, alla comunicazione. Si ritengono quindi propizi un corso d’acqua che scorra nelle vicinanze della casa con andamento calmo, meglio se da est verso ovest, o un piccolo lago a sud che riflettendo la luce del sole possa esaltarne la benefica presenza. L’acqua deve essere sempre presente negli ambienti della casa. 


Perché non provare il metodo del Feng Shui per avere una casa arredata in modo armonioso e trasmettere serenità anche a chi la abita?

Non sempre è fattibile per svariate ragioni ma credo che in ognuno di noi c'è un po' di feng shui  per la propria casa, per il benessere interiore e per sentirsi meglio.  :D

Cosa ne pensate?    
Gli allegati possono essere visualizzati solo dai membri del Club-50plus.
Il Feng shui è stato argomento molto dibattuto in casa mia per uno dei miei figli particolarmente attento a questa filosofia. Ad un certo punto siamo entrati in crisi per un letto la cui disposizione non era perfetta secondo tale disciplina. Ho pieno rispetto per le discipline d'importazione però le trovo disarmoniche e contraddittorie quando viviamo circondati da campi elettromagnetici con mille dispositivi e accessori casalinghi ed elettrodomestici poco compatibili a mio avviso con la filosofia orientale. Alla fine il letto è finito di fronte alla porta ma venne un amico campano a implorare di spostarlo perché in tale posizione portava iella :)). Io sarei più incline alla flessibilità :)).
Infatti! Non sempre è applicabile, specialmente qui in occidente!
In effetti anche nel nostro meridione di superstizioni riguardo "posizioni" di cose in casa ce ne sono :mrgreen: !
E i campi elettromagnetici non ci aiutano di certo. Purtroppo ne siamo circondati!...infondo anche in Cina e Giappone non scherzano a campi magnetici e inquinamento :wink:

 
Trovo estremamente interessante e indice di curiosità e vivacità interiore positive il confrontarsi con altre culture e stili di vita. Alla fine vuol dire non aver paura delle diversità e di perdere se stessi. Nel caso, invece, sono utili esperimenti per conoscere meglio anche se stessi.
Premessa:
Adesso non venitemi a dire che io faccio sempre il negativo, che sono contro tutto e tutti e che voglio aver sempre ragione io: i fatti sono fatti. L’aria fritta…aria fritta. Appunto.
Io sono un uomo di scienza. E come uomo di scienza ragiono.
Non c’è spirito, non ci sono eventi soprannaturali, non c’è mistero: solo leggi universali che regolano tutto quello che esiste.
Fine Premessa.

Feng Shui = antica arte “geomantica”.
Geomantica = il più antico sistema “divinatorio” ancora oggi praticato in Occidente.
Divinazione (Mantica) = la pratica o la presunta capacità di ottenere informazioni, ritenute inaccessibili, da fonti “soprannaturali”.
Soprannaturale = qualsiasi fenomeno che vada, o che si presume andare, oltre l'ordine della natura o delle leggi della fisica.

Noi siamo persone materiali, viviamo in un mondo materiale che, a sua volta, esiste in uno spazio materiale che, forse, insiste in un multiverso infinito.
Esistono leggi che non possono mutare.
Esistono ordini di cose che non possono essere discussi.
Tutto il resto sono passatempi per persone (volevo scrivere “stolte”, ma poi vi lagnate…ergo mi autocensuro) con poco carattere, pronte, cioè, a farsi guidare dal primo pifferaio che passa.
:mrgreen:

Ma pensa te se a seconda di come metto il letto io posso dormire meglio o peggio.
O almeno… se sono in albergo e nella stanza accanto c’è una coppia focosa magari mettere distanza fra il mio giaciglio e la parete dove loro sono intenti a fare i numeri del Kamasutra avrebbe un senso.
O se ho una casa con una parete esposta al sole certo dormirci contro mentre essa è infuocata non sarebbe un ottima idea.
Ma la storia delle “energie positive”, dello “spirito solare” e “aspetto vibratorio delle strutture energetiche”, scusate, ma non se la bevono manco i miei pargoletti.

Siamo d’accordo sul discettare di arredamento e sul fatto che una bella casa, ben organizzata, porta benessere, mentre una catapecchia decadente, con mobilia schifosa, ti fa venire da suicidarti, ma veramente c’è bisogno di tirar fuori “L’ Uccello Nero” per argomentare la disposizione di un talamo nuziale o di una scrivania da lavoro?

Dai donne… lasciamo riposare “l’ Uccello Nero” nelle vostre altre fantasie e….
Parliam di cose serie.

Ma a voi… chi ve li monta i mobili Ikea (se mai li comprate, ma anche altre marche ormai “prendi, porta e monta”) ????

A proposito..visto che anche io "Trovo estremamente interessante e indice di curiosità e vivacità interiore positive il confrontarsi con altre culture e stili di vita" vado a cercare una mia amica giapponese con la quale intavolare un bel discorsetto "sciuè sciuè"
Alla fine vuol dire che non ho paura delle diversità e di perdere me stesso!!! :lol:
Curcumella ha scritto: Trovo estremamente interessante e indice di curiosità e vivacità interiore positive il confrontarsi con altre culture e stili di vita. Alla fine vuol dire non aver paura delle diversità e di perdere se stessi. Nel caso, invece, sono utili esperimenti per conoscere meglio anche se stessi.


Concordo. Sono sempre fiera della frase "La diversità è ricchezza"! :)