Elencare le canzoni di Battiato che mi piacciono sarebbe lungo e inutile.
Lui è stato molto più che un cantante compositore. Era uno che PENSAVA, e questo traspariva dalla musica e dai testi.
Negli anni ’80 ha fatto il bello e il cattivo tempo, avendo enorme successo mentre prendeva per il culo questo popolo di disperati, senza che se ne accorgessero. Lo osannavano mentre sputava proprio su di loro. Poi – sempre in autonomia – si è stufato del gioco, e con grande classe è passato oltre.
Davvero un uomo notevole.
KwisatzHaderach ha scritto: avendo enorme successo mentre prendeva per il culo questo popolo di disperati, senza che se ne accorgessero

Questa tua affermazione mi ha incuriosito tant'è che ieri sera per curiosità e fino alle ore piccole sono andata a spulciare parecchi dei suoi testi 

Non sono riuscita a trovare nulla che desse adito a questa tua affermazione, puoi illuminarmi per favore scrivendo qualche titolo per capire meglio ciò che affermi

Sicuramente è un artista difficile da inquadrare nel genere ( in generale ) 

Ho letto testi  abbastanza criptati, difficili da  decodificare e con svariate misure espressive che riguardano l' esoteria, filosofia, teologia ecc,  per certi versi sfida regole e convenzioni,  eclettico,  con pillole di cultura, citazioni , direi viaggi attraverso miti, culture e tradizioni di tutto il mondo  fino ad Atlantide, Via Lattea ecc
Comunque un vero talento siciliano !

Testi anche ironici tipo " Cuccurucucu "

Mi è piaciuto molto il testo del brano " New frontiers " dove  direi che dovrebbe risultarCI tutto molto più chiaro.....
KH, forse questo è uno a cui alludevi sopra ?

Ho quasi timore di collegare/ascoltare la musica ai suoi testi , per il motivo di cui dicevo nell'altro post, musica con testi italiani non fanno per me, pochissimi, si contano su una mano quindi avrei paura di rovinarmi anche la poesia che alcuni suoi testi trasmettono tipo " la cura ", che credo si trasformerà facendo ahimè la fine in un bigliettino dei Baci Perugina.... :roll:

Altro, scegliendo titoli che mi incuriosivano (testi) mi sono saltati agli occhi questi, dal sapore molto scientifico /biologico.....

 - Una cellula

Fetus     (album)                                                                                                    
Non voglio immaginare  nel lontano 72 le facce  sconcertate che
avevano  gli intellettuali da salotto..... e credo che mai e poi mai sarebbe
potuto  passare ad un San Remo....... 

- Fenomenologia                                                                                                Interessante la formula chimica che è posta a chiusura del brano,               
" graficamente " richiama l'immagine del Dna                                                 
Cosa voleva dirci o raccontarci ?

- Centro di gravità permanente                                         
   L’evoluzione interiore dell’uomo ?                                            

- Clamori                                                                   
In questo brano leggo : “Il mondo è piccolo, il mondo è grande, e avrei bisogno
di tonnellate d’idrogeno” Quale significato attribuirgli, aver bisogno di tonnellate
d’idrogeno? Forse l’insegnamento " gurdjieffiano ",  che l’idrogeno è uno degli
elementi più importanti per l’evoluzione interiore ?
Probabile...

Ne avrei altri ma sono tanti i testi, tanti...

E tante sono le  interpretazioni che possiamo dare, forse ad un concetto di conoscenza ? , non saprei

Frank, spero tu abbia preso una super astronave per salire in cielo e seguire “ le scie delle comete ", il tuo brano " No Time no Space "
https://www.youtube.com/watch?v=k_PcOiGHC3o

che solo  con "la cura" ho anche ascoltato la musica, strano ma vero, !
bye Frank
Da L'era del cinghiale bianco a La voce del padrone è stato un crescendo. Poi, un po' qui un po' lì. Molti testi sono composti di frasi fatte, usate dalla gggente che usa parole di plastica. Ma proprio perché le usa continuamente, crede di "riconoscersi" in chi le cita ironicamente.

E', molto più in grande, quello che successe con "I love LA" di Randy Newman. Newman scrisse questa canzone ironica su Los Angeles, ma i losangelini non se ne accorsero, la presero sul serio e la elessero a inno della città.
Grazie , preso nota, questa sera mi farò un' altro viaggio tra l’invisibile ed il visibile dei suoi testi

Devo però ammettere che per quanto mi riguarda, è un peccato scoprire un Maestro.... solo alla sua morte.... ma questo è dovuto al solito fatto che seguo più musica straniera
Ok, chiaro il concetto, non entro nel merito perchè all'epoca non ero una
" fan " di F. Battiato che manco conoscevo ma dei "Pink Floyd ecc ", diciamo che ho capito cosa intendi... immagino...

Oggi, posso solo dire cosa personalmente mi hanno trasmesso i suoi testi,

belli,

- " gli uccelli " da " La voce del padrone "

-“ strade dell’Est " da “ L’era del cinghiale bianco ”
Dove in ogni 3/4 righe si celano lunghe storie vere...

- “ L’era del cinghiale bianco ”
Anche quà, esoterismo, , spiritualità, filosofie d’Oriente, fascino per l’India ed in generale sempre parecchio spirito ironico , mi chiedo, ma dove caspita prendeva tutta quella sua geniale ispirazione ? Mi rispondo da sola, era un uomo coltissimo

“La voce del padrone”
Uhh, da interpretare, dico la mia, mi immagino un bel dipinto, lo appenderei, che rappresenta un cavallo (wow wow) un cocchiere e le redini in rilievo , al contorno dovrei pensarci un'attimo, comunque un bel quadro, si
Forse le redini che il cocchiere muove sono il mezzo con cui la mente controlla le emozioni ? Boh, ribadisco, per quanto ci viene trasmesso, ad ognuno la propria interpretazione

Poi ho continuato a leggere tanti e tanti altri testi tipo

" Povera patria , il nostro paese alla deriva....

Andrei avanti ad oltranza ma come al solito c'è poca compartecipazione nell'esprimere opinioni, pareri,....come al solito.... Ma che lo dico a fa'...

Devo dire che a questo giro mi sono fatta un vero e proprio viaggio incredibile !
Testi pieni delle suggestioni più disparate, dalla mitologia Mediterranea, alla Poesia Giapponese, mamma mia...
Alterna addirittura la lingua italiana al tedesco, all’arabo, al francese, al greco, all’inglese.... Ossignuur, mi stava venendo un mal di crapa...ma ne è valsa la pena dai !

Ultimo mio pensiero, in generale e dopo aver letto, letto e ancora letto, sono andata a letto all'alba e, pensando lo definirei come un uomo ironico, intelligente dal dramma della metafisica....

PS
KH, hai un qualche bel video di F. Battiato da suggerirmi, chissà magari mi dai un ulteriore " input " per ascoltare anche musica in italiano, a parte i due che ho già visto
Salve a tutti voi,
mi sono aggiunta solo adesso al vostro forum ma vorrei dire qualcosa anche io sul grande maestro recentemente scomparso,
Sono totalmente daccordo con la descrizione ( se fosse mai possibile descrivere un genio come Franco Battiato) che lo definisce molto "oltre" il banale genere commerciale ( intendo specialmente quello che insegue le mode e si adegua), Battiato è stato ed è tuttora sempre attuale, conosceva il mondo e lo trascriveva nei suoi testi e nella sua musica con classe ed originalità.
Aggiungo solo che, ogni volta che ascolto "La Cura", non posso fare a meno di provare un'emozione che arriva dritta al cuore...
cron