Apro qui un piccolo dialogo e invito, chi lo desidera, a scrivere qualcosa di se stesso che non siano le solite banalità o bugie. Vorrei, per esempio, che qui scrivessimo sui nostri difetti, sui nostri limiti. Spesso è proprio partendo dai propri limiti che ci si può conoscere meglio. Quindi parto io.
Io sono una signora piuttosto agée, come sapete. Ho avuto una vita piuttosto difficile con un matrimonio sbagliato, durato davvero troppo tempo e con troppa sofferenza.
Uno dei motivi che mettevano in crisi mio marito è il fatto che io faccio molta fatica a "programmare", decido le cose sempre all'ultimo minuto e questo spesso crea problemi in una relazione, ed è così ancora adesso. Le vacanze erano sempre un problema :? e tutt'ora decido all'ultimo minuto quando partire e per dove. Tanto è vero che negli ultimi anni facevamo vacanze separate...
Non è un limite gravissimo, lo so, ma è quello di cui mi sento di parlare....per ora.... E' chiaro che ne ho di peggio ... ahimé...:D  
Bene, qui mi fermo e se qualcuno vorrà potremo continuare a parlarne. Altrimenti pazienza. Almeno ci ho provato  :oops:
Ciao a tutti
 
L’idea del post è buona, ma irrealizzabile.

Tu stessa citi un limite/difetto che al più ti manderebbe in Purgatorio per mezz’oretta, in attesa di ascendere alla Luce Eterna. Tu per prima non sei capace di parlare dei tuoi difetti, nonostante le buone intenzioni (apprezzabili).

Ben diversa sarebbe la situazione se chiedessi di parlare dei difetti altrui: avresti commenti ciascuno di 20 pagine.

I profili sono pieni di scemenze tipo “il mio maggior difetto è la bontà”. I più coraggiosi riescono a definirsi al più “pigri”, ma non troverai nessuno disposto ad ammettere “sono una persona orrenda”.
Eppure, senza nemmeno troppo sforzo, scopri presto che qui è pieno di bugiardi, presuntuosi, arroganti, manipolatori, furbetti, idioti patentati…

Un mio difetto? Con bugiardi, presuntuosi, arroganti, manipolatori, furbetti, idioti patentati…, sono spietato. Essi interrompono istantaneamente i miei momenti-Zen.

Lo so che vale solo un quarto d’ora in Purgatorio, ma te l’ho detto: l’idea del post è buona, ma irrealizzabile.
Bella idea questo post Fiore!
Non è facile riconoscere i propri limiti e men che meno parlarne,accolgo con piacere il tuo terapeutico invito.
Io ho un rapporto molto particolare con il tempo,sono una ritardataria perenne per la disperazione di chi mi sta attono che pazientemente deve aspettare...aspettare... aspettare...giuro che ci provo ad essere puntuale ma salvo rari casi riesco sempre ad essere in ritardo,ecco l'ho detto... e questo è solo uno dei miei tanti difetti.
Pensa un pò che accoppiata Fiore tu che programmi la vacanza all'ultimo momento ed io con le mie tempistiche che sarò pronta a seguirti con biglietto e bagagli tra un anno :oops:
Ecco visto?
Sono riuscita ad arrivare in ritardo anche qui,dopo il post di Blau il mio commento è davvero :oops: :oops: :oops:
Io, al contrario, sono di una rigidezza spaventosa quando si parla di puntualità e di rispetto degli impegni, anche dei più imbecilli. Deve cadere il mondo per spostare un appuntamento all'ultimo secondo. E sono assolutamente furiosa con chi mi fa aspettare. 20 minuti seduta a un tavolino al bar, e ti accolgo con il sorriso stampato in faccia... ma solo in faccia... 
Sto comunque lavorando per correggermi, e adesso, spesso, arrivo addirittura con 4-5-10 minuti di ritardo. Non sempre però. Quando non riesco a stare ferma con borsa al braccio e la mano sulla maniglia per aspettare quel che ci vuole, mi tocca uscire.
Insomma, sono una palla al piede per chi è più elastico di me.
Ma, Claudia, non avrei mai detto! Non mi sembrava...  :shock: :shock:
Grazie, Clali2015, mi è piaciuto tanto il tuo intervento...dunque passiamo ad un secondo difetto un po' più grave (prendo coraggio, ma voglio farcela!).
Beh, il secondo difetto è che faccio fatica a relazionarmi con semplicità. Sono sempre un po' "in guardia" davanti alle persone, anche a quelle che conosco. Faccio fatica a "lasciarmi andare" e questo crea una situazione spesso difficile con gli altri. E' come se fossi poco "rilassata". Mi accorgo che spesso creo un po' di perplessità in chi mi conosce poco e me ne dispiace. Qualche volta, invece, specialmente dopo periodi di profonda meditazione, mi sento un po' più integrata e allora le cose vanno meglio. Ma vorrei riuscire, invece, ad "entrare in relazione" con semplicità e con naturalezza con gli altri...e vorrei riuscirci più spesso, non solo quando sto davvero molto bene.
Ecco: questo comincia a essere un limite piuttosto antipatico perché ovviamente fatico a creare amicizie e nei gruppi numerosi sono sempre a disagio. E creo disagio: ne sono consapevole.
Forse aveva ragione Luciano52 quando mi ha fatto notare che ero tutta bardata dalla testa ai piedi nella mia fotografia: cappello, maglione a collo alto, occhiali...
Come fossi "mascherata"... :oops: qualcosa di vero in questo c'è, lo ammetto... Bene, tocca a voi   :wink:
Curiosa proposta.Per quel che mi riguarda un difetto di cui mi sento di parlare è che le donne mi bloccano,mi intimidiscono troppo e qualche volta la cosa ha dei risvolti un po' difficili,non so se mi spiego.La prima volta è spesso un disastro.Anche se poi mi riprendo piuttosto bene.Spero che non succeda solo a me.
provo a lanciare un sasso......nello stagno.
tra gli inconfssabili difetti elencati da blau,quello che a mio avviso mi si addice di più e' idiota patentato.....questo sembrerebbe allontanare in parte da me altri aggettivi quali manipolatore o furbetto visto che un idiota d.o.c. difficilmente lo è.....
Ma se non ricordo male i vizi capitali erano 7 quindi all'elenco ne manca ancora uno....
Io proporrei il seguente: appiccicatore di etichette....
di solito costoro sono tanto più spietati quanto più sono arroganti e presuntuosi....brancolano nel buio della loro mente,ma sono convinti di avere già raggiunto l'illuminazione, forse in seguito alle loro ripetute quanto vane pratiche di meditazione zen.....
Quando questi personaggi raggiungono i vertici della società  affliggono l'umanità con effetti catastrofici...
mi vengono in mente due esempi significativi:
Hitler con spietata ferocia si applicava con entusiasmo ad affibbiare le etichette di....zingaro.....ebreo......mezzo uomo ....
Stalin con altrettanta spietatezza sì dilettava di più con le etichette di......controrivoluzionari......nemici del popolo....
quando però per fortuna nostra Gli appiccica tori non raggiungono queste vette ma rimangono in una più rassicurante mediocrità, si divertono comunque a suddividere l'umanità in quattro categorie: gli uomini, gli omuncoli, gli ominicchi e i quaquaraqua'.
naturalmente loro si mettono con incrollabile sicurezza nella categoria degli Uomini e da li' poi appiccicano agli altri le varie etichette.....
eppure basterebbe che riflettessero sull'antica saggezza......Jupiter nobis imposuit  duas peras........
oppure potrebbero più utilmente considerare la saggezza di questa frase: chi non ha mai sbagliato scagli la prima pietra...... 
Alessandro, cosa vuol dire:
"tra gli inconfessabili difetti elencati da blau,quello che a mio avviso mi si addice di più e' idiota patentato....." 
In che senso?
A me sembra che tu abbia parlato molto degli altri,ma non hai detto niente di te se non un semplice "titolo" di idiota appunto...Posso anche essere d'accordo:in effetti il tuo posto è intriso di sciocchezze,ma sarebbe interessante sapere da cosa tu stesso evinci la tua idiozia.
Per Tristano,
bene sembra che in questo periodo io stia vincendo l'Oscar della simpatia......
 sono un idiota patentato per molti motivi per esempio perché credevo di poter comunicare con pacatezza e serenità con alcuni appiccica......"tori" di etichette, a qualcuno di loro avevo anche espresso il mio apprezzamento per la loro eleganza e raffinatezza di pensiero....
Quanto al non dire niente di me stesso dovreste un po' mettervi d'accordo visto che mi è stato scritto più volte che occupo troppo spazio per raccontare i fatti miei..... 
se vuoi saperne di più basta che ti leggi.......donne.  donne.  donne oppure le donne che cacciatrici sfacciate....se poi vuoi conoscermi ancora meglio basta che leggi quello che ho scritto su lettura..... 
per quanto riguarda il fatto  che il mio commento e' pieno di sciocchezze ognuno è libero di pensarla come gli pare..... 
C'è chi la canta, chi la suona
e chi se la canta e se la suona.
Che tristezza questo forum...
sembra un ring...
in ogni post c'è sempre chi fa polemica o aggredisce verbalmente...
non ho mai scritto nulla per evitare di essere sbranata per una qualsiasi cosa potessi dire!!!!!
Ma cari Signore e Signori non si potrebbe recuperare un atteggiamento un po ' più cordiale??? 
Come non darti ragione, Nisidea?
Ma a quanto pare c'è qualcuno che prende come personali osservazioni generali e noi tutti, molto cordialmente, glielo facciamo presente.

Se poi tu hai un metodo per fermare il film che qualcuno si fa nella propria testa, ti assicuri o un Nobel o un miliardo di dollari.
Nisidea, quanto hai ragione...
Mesi fa c'era troppo silenzio nel forum, oggi c'è un frastuono assordante... 
Sono d'accordo anche io con Nisidea..
Quanta tristezza quando leggo affermazioni del tipo scopri presto che qui è pieno di bugiardi presuntuosi arroganti manipolatori furbetti idioti patentati anche se sono solo osservazioni fatte a livello generale.... 
penso che sia utile spiegare una cosa  a tutti soprattutto a chi mi ha letto poco.....
di solito cerco di usare un linguaggio più pacato e sereno.ho provato un senso di ribellione interiore in particolare quando ho letto la parola spietato.....credo che la pietas sia una delle qualità che fa più grandi gli essere umani....per pietas possiamo intendere pietà ma anche compassione empatia gettare un ponte verso gli altri avvicinare le proprie anime......ricordo ancora che avevo 16 anni quando a scuola ho conosciuto leggendo la letteratura latina Terenzio. in una delle sue commedie fa dire al suo personaggio: homo sum, nihil umani mihi alienum puto......perdonate se c'è qualche errore grammaticale è passato tanto tempo però il senso credo si possa capire benissimo....
Un abbraccio a tutti