gli interessi nella vita tra partner?
questione spinosa e irrisolta.
i vantaggi e gli svantaggi dei due punti di vista si possono elencare ma non saranno mai esaustivi.
io ho elaborato un'opinione in questi anni: se le storie finiscono, e c'era condivisione di interessi tra i due, allora sarebbe stato meglio non condividerli
:shock:
in effetti, ci sarebbe un altro argomento del quale non so che pesci prendere: quando le donne, nei loro profili, scrivono che detestano gli uomini con i pedalini bianchi corti, sono tutte tedesche o dicono tanto per scrivere?
una volta, anni fa, feci una prova.
al primo incontro decisi di fare lo spavaldo, ed a costo dell'happy ending mi aspettavo che la signora mi rimandasse a casa con ignominia.
avevo messo apposta i pedalini bianchi corti per vedere che succedeva.
manco se ne accorse
fiuuuuuu
:shock:
Nick.......gli interessi nella vita tra partner?
Se ti riferisci ad interessi economici (tipo metter su una impresa, gestire insieme una attività, acquistare un appartamento..), certo che gli aspetti positivi esistono sin quando esiste il rapporto...poi, immancabilmente, emergono gli aspetti negativi anche qualora tra i due partners siano rimasti rapporti pacifici e non conflittuali. Certo, qualche aspetto negativo può sussistere anche in "vigenza" del rapporto di coppia, ma in tal caso il sentimento che lega i due tende a smussare gli spigoli ed a superare l'handicap.
Però, dai, è così bello poter condividere con il proprio partner qualcosa che vada oltre il solo rapporto fisico/affettivo. Credo che, potendo, ne valga comunque la pena.


Ahhhh...... poi il discorso dei calzini bianchi corti!
No, no, non credo siano tutte tedesche: i calzini bianchi e corti sono effettivamente orribili ! Immagina l'uomo comodamente seduto su un divano....gambe accavallate...bordo del pantalone che si alza....svelando un calzino corto (già di per sé a me non gradito) e per giunta bianco.....

Ho conosciuto un uomo di un certo fascino che, sotto impeccabili abiti con giacca e cravatta, indossava i vituperati calzini. Era sposato. Ho sempre pensato che la moglie lo inducesse ad indossarli per .....dissuadere le potenziali concorrenti donne. :lol: :lol:

Facendo una similitudine con le donne.......mi vengono in mente i gambaletti di nailon (le calze che si fermano poco sotto il ginocchio) indossati sotto i pantaloni o le gonne lunghe. Tu che dici, sono sexy?

Certo però che.....se si ferma lo sguardo al volto...agli occhi....e questi sono interessanti davvero.......si distoglierà subito lo sguardo accidentalmente caduto su......calzini o gambaletti.
Ne convieni? :D
Per quanto riguarda l'intimo uomo donna, avevo già disquisito sull'argomento e do ragione a Fara
Personalmente anche se ritenute sexi , le calze lunghe da uomo non le sopporto, perché la loro tenuta elastica dura poco e quando cedono si srotolano sulle caviglie e in quel caso diventano molto più antiestetiche dei calzini corti e sempre personalmente per ovviare a questo inconveniente, uso sempre, calze a mezza gamba e hanno una buona tenuta e sono sempre in ordine, quanto al colore vanno abbinate al tipo di abbigliamento e con questa via di mezzo mi trovo bene e trovo anche le donne d'accordo e troppo corti, mai proprio mai !...
Per quanto riguarda il condividere, è un bel ideale poter condividere tutto, ma nella realtà non si può condividere proprio tutto, perché anche in una coppia ognuno ha bisogno di crearsi i propri spazi, per scaricare le proprie tensioni e poter coltivare ciò che più gli aggrada, nel lecito si intende.
Riguardo al discorso di Nick, condivido l'idea che se un uomo piace , piace anche se quel giorno porta i calzini corti e bianchi. Non sopporterei se fosse estate e portasse i bermuda, con i calzini corti bianchi e magari anche le scarpe classiche con i lacci. :D
In riferimmento al discorso di Fara, dei gambaletti al ginocchio che portano le donne, apro il mio animo e confesso che uso i calzini, anche pesanti, giusti al livello degli scarponcini o scarpe; senza collant , sotto i pantaloni..se il clima è puttosto fresco.
Ma i gambaletti sono molto in uso, mentre ascoltando qualche amica e altre amiche, con il freddo indossano anche 2 paia di collant.
Non mi riferisco ad un incontro galante dove una donna può sbizzarirsi nel vestirsi per quell'incontro e ci sono tante possibilità.
Ma se una donna anche indossasse i gambaletti, l'uomo non lo sa, e tutto dipende poi dal sapersi spogliare, e non sono i gambaletti a fermare un uomo a cui piaci.
E complimenti a Navy, per il suo abbigliamento curato.
Susi, condivido pienamente,
Se piace, piace anche con i calzini corti e pure bianchi e se fà freddo anche con i collant tipo
" Roberto Bolle "

Non ho nessun "dress code" , se mi piace mi piace come coinvolgimento mentale, il resto è un optional ( se poi in divisa mi servirebbero immediatamente i sali...! :shock: ) e se proprio ridicolo/a beh, ci faremo insieme una bella risata, sono convinta che sono ben altre le cose importanti
Sarei più propensa a non condividere tutto, al massimo esprimere opinioni/pareri che costituiscono la rifinitura, poi, ognuno con i propri spazi che secondo me sono aspetti indispensabili al benessere di ognuno
beh... l'argomento condivisione e', come prevevedevo, passato in secondo piano rispetto al principale.
:lol:
e allora parliamo pure di abbigliamento.
io sono circa 20 anni che non indosso giacche e cravatte, al lavoro, figurarsi nel tempo libero.
mi sento libero senza quel nodo scorsoio.
tengo sempre i polsini delle camicie aperti ed arrotolati, e se guido mi tolgo anche l'orologio
non sopporto indossare catenine, anelli e braccialetti.
come funzionario di banca, potete capire che mi chiamano il matto, e non solo per un dress code anomalo nella mia categoria.
ma a me non importa un fico secco. tanto che nonostante avvisi ricevuti negli anni, carriera l'ho fatta lo stesso, e pure tanta.
Per me era una sfida per vedere se l'avrebbe avuta vinta il conformismo o le mie capacita' tecniche.
questo mi ha dato soddisfazione, francamente, quasi perversa per dirla tutta.
nel privato, posso indossare un capo ottimo, o roba ordinariamente casual, sia per aspetto che per qualita', ma fra lo stile e la comodita', scelgo sempre quest'ultima.
no, non mi piacciono gli indumenti modaioli.
dico l'ultima prima di diventare eccessivamente descrittivo: io da sempre, ed ho 60 anni, ho portato l'orologio a destra.
da qualche anno, quando ho notato che parecchia gente cominciava a mettere l'orologio a destra, l'ho spostato al polso sinistro.
Col triste risultato che ogni volta che voglio controllare l'ora, alzo il poso sbagliato. Non mi ci sono ancora abituato, dannazione
:roll:
nick, l'orologio,,,,,, ,
hai toccato un punto molto dolente per me, ricordi di quando ero ragazza, anni or sono che non lo porto ne mai lo porterò ! , braccialetti si,
I miei , per farmi rispettare l'orario di rientro serale o meglio mi imponevano i coprifuochi, le regole, i paletti, i no, , che difficilmente rispettavo, mi obbligarono a mettermi l'orilogio,
di quelle patacche quadrate, grandi, orribili, gli mancava solo una vocina che mi dicesse, (ding dong) quelle che che si sentono prima degli annunci in aeroporto, in stazione dei treni o ai supermercati! ... ding dong " muoviti senò fai tardi, "ding dong " e muoviti ", ding dong "allora na mossaaa"
Nel mio dna la parola obbligo assieme ad altre varianti non esiste quindi si trasformavano in liti a gogò!

Uhh, a proposito di orologi, non sò se vi siete accorti ma nelle pubblicità di orologi in tv ecc,
l'orario che segnano tutti e sempre sono le ore 10 e 10 , fateci caso, perchè???c'è un motivo ?
mi piacerebbe saperlo
Gioia59 mettono le lancette alle 10 e 10 perchè messe in questo modo non coprono il nome della marca che in genere è posizionato al centro in alto
Grazie, eggià', questione di marketing ! .
Personalmente , la mia percezione visiva è di braccia aperte; accoglienti oppure un semplice sorriso , "un peace & love " con le dita, il simbolo dell' OK ,lancetta piccola ore 10, lancetta lunga 10 min.
Invece,
la scelta non è affatto casuale, molto sottile da parte dei pubblicitari ,mi chiedo però perchè
non le 8 e 20 oppure 3 e 40. uno schema che usa gli angoli di 90° / 180°? Ci sarà sicuramente un' ulteriore spiegazione, sarà forse il principio della dinamica dell’obliquità tipo mulini a vento
Boh, andrò a documentarmi perchè tutte queste curiosità mi intrigano molto 8)


i
Messaggioda nick_io » 19.11.2016, 17:32
gli interessi nella vita tra partner?
questione spinosa e irrisolta.
i vantaggi e gli svantaggi dei due punti di vista si possono elencare ma non saranno mai esaustivi.
io ho elaborato un'opinione in questi anni: se le storie finiscono, e c'era condivisione di interessi tra i due, allora sarebbe stato meglio non condividerli
:shock:
....
Questo significa che non c'è una legge del perchè due persone stanno insieme. Una coppia può durare se condivide gli stessi interessi, e se è una coppia si è unita in giovane età è più facile assimilare i gusti e il carattere dell'altro. Secondo me è più probabile restare insieme se si amano le stesse cose.
Se ho interessi diversi dal mio partner posso avere i miei spazi e lui i suoi, ma se non c'è qualcosa in comune prima o poi ci si scontra.
Alla base di un unione deve esserci il rispetto, la stima, l'amore. Altrimenti non ci si sopporta sia con interessi uguali o diversi.