Brutta avventura ieri sera in chat

Eh si, ieri sera me la sono vista brutta in chat, sono entrato che, come si dice, c’ erano quattro gatti, aspettando l’ arrivo di quel ritardato di Blau, un saluto qua, una chiacchera là , per un po’ tutto bene, poi sono cominciate a piovere donne come caramelle, una appresso all’altra in sequenza martellante.
Prima ero quasi riuscito a convincerle tutte ad accogliere l’ eventuale entrata di Blau con un coro di sonori vaffanculo (ti è andata di lusso Blau), poi alcune hanno iniziato a nicchiare ed alla fine ha prevalso la proposta del club dell’uncinetto e hanno deciso di fargli un bel maglione di lana, e vada per il maglione.
Ma non era di questo che volevo parlare, era il fatto che ad un certo punto mi sono ritrovato circondato da ben 10 donne10 che cinguettavano tutte insieme tra loro amabilmente, si, perché le donne quando sono tante cinguettano tra loro, quando è una sola, se poi è anche la moglie, ti urla in faccia come King Kong. E’ anche notorio, almeno a me, che quando sono tante donne con una sola figura maschile presente più un paio di non pervenuti, prima di tutto, nonostante l’abbondanza, scordati di cuccare che non te la danno nemmeno se tiri fuori le chiavi del Porsche,e poi se osi alzare un dito, ti ritrovi completamente nudo come un verme al primo sguardo. Dunque, abbiamo capito che quando sono in tante , tendono a minimizzare la figura maschile presente, lasciandola deperire lentamente in disparte come un avanzo ammuffito, ma non lo fanno apposta.
Ma no, ma cosa andate pensando, negli esseri umani è un comportamento naturale, ed avviene regolarmente anche nelle coppie di fatto, all’inizio tutte baci ed abbracci e amore di quà e amore di là, poi, quando nascono i figli le donne non hanno più tempo nemmeno a letto.
Mentre prima ti stiravano montagne di camice e pantaloni tutte allegre e sculettanti, ora te ne stirano una alla volta sbuffando come una locomotiva a vapore, salvo poi stupirsi di come il marito nel frattempo si sia fatto tre amanti.
Torniamo su, infatti, come dicevo, ad un certo punto hanno iniziato a non filarmi più, stavo scrivendo cagarmi, ma oggi non posso, sia mai che, al prossimo incontro, mi infilano l’ uncinetto proprio là.
Non riuscivo nemmeno più a seguire quello che si dicevano tra di loro, le sentivo nominare che dovevano toglire delle ragnatele, che levavano via solo la polvere ogni tanto, ed ho quasi avuto la netta sensazione che parlassero addirittura di cose intime, ma mi sbaglio sicuramente. Ho anche azzardato una domanda in tale senso, ma figurati se mi hanno letto e risposto, sparavano messaggi a raffica che se ti trovavi nel raggio di tiro ti sforacchiavano come una padella per castagne.
Guardando io spesso documentari del wwf, non riuscivo a non pensare a quelle situazioni della savana africana dove un branco di iene circondano un vecchio leone malandato per fargli la festa, ora la figura è puramente allegorica , nessuna di loro è certamente una iena, anzi, qualcuna si sentirà ancora gazzella, ma non è colpa mia se io non ho mai visto nei documentari un branco di gazzelle che attacca un leone.
Che poi, in realtà non ero nemmeno il solo maschio presente, esattamente come nei documentari di prima vedi sempre un paio di sciacalli che gironzolano attorno incuriositi, ovviamente non perché fossero sciacalli nella realtà, parlo sempre in senso figurato.
Per essere sincero mi sentivo un po’ inutile se non addirittura dannoso e me ne stavo guardingo aspettando l’ attacco di panico o l’occasione buona per togliermi dalle palle, ops , dalle scatole, non era certo la prima volta che vedevo nei documentari il povero leone spelacchiato uscire malconcio dall’incontro, comunque , appena si è aperto uno spiraglio sono scappato via che parevo io la gazzella, questa volta mi è andata bene va,ciao anime, ed un saluto al gruppo dell’ uncinetto fatale.
:lol:
Wow Tucondor... Fichissima, altissima, levissima e simpaticissima :)). Poi, siccome io non c'ero perché non mi interessa chattare, sono l'unica titolata a dire come stanno le cose :)).
La chat non è mai un buon test per giudicare le persone. Ho già detto che in chat in genere si dà il peggio di sé. Il cazzeggio è giustamente libero, perché in genere viene usata di sera per rilassarsi dallo stress accumulato nel corso della giornata, oltre che per altre cose tipo il non avere nulla di meglio da fare.

Durante la stessa Età dell’Oro, quando in questo Clubz c’erano solo persone intelligenti, profonde e bellissime, il livello medio della chat non è che fosse molto superiore a ora. Singoli episodi di serate particolarmente riuscite erano appunto singoli episodi, per il resto era il solito cabotaggio di cazzate disimpegnate, saluti tra conoscenti, “controlli” per vedere chi c’era ancora e chi invece era morto nel pomeriggio. C’erano anche scazzi, sia tra virtuali amici che virtuali nemici.
Ricordo a tutti che c’erano sempre il Gatto e la Volpe (l’elicotterista e il suo cagnolino, che si pensa lupo) in agguato nell’ombra, pronti a lanciarsi sulla prima femmina o simil-femmina che incauta già non li conoscesse. C’era Ginokologo, che una volta si capiva cosa diceva e altre nove no. E c’era – ovvio e inevitabile come la morte – il gruppo di seguaci della guru di turno, che al tempo era quella tizia di 67 anni di cui non ricordo né nome né nick né niente, che pretendeva che tutti parlassero solo degli argomenti che voleva lei, secondo un ordine di interventi che aveva deciso lei, ovviamente non interrompendola mai ma anzi chiedendole il permesso se si dovevano assentare un attimo perché la casa stava andando a fuoco.
E poi per fortuna c’era anche la gradevole Clali, quel simpatico imprenditore di Milano o Torino (GlenLivet? GlenGrant? non mi ricordo), ovviamente Farlasabrina e altri sparsi.
Ma non è che si parlasse di meccanica quantistica, eh!

Se Lu si è sentito prima aggredito e poi abbandonato dalle femmine in branco, secondo uno schema da lui stesso ricordato e che trova riscontri storici già nell’Antico Egitto, è tutto regolare. Ci sarebbe da allarmarsi se si verificasse uno schema differente (qualcuna che mente sulla propria identità sessuale). E’ noto che le femmine tendono a occupare il territorio, fare gruppo e sostenersi vicendevolmente qualunque cosa accada e qualunque cazzata una di loro spari (anzi, in questo caso il gruppo si compatta ulteriormente, per proteggere quella che è andata lunga, con l'aggiunta costituita dai fedeli uomini-zerbino, pronti a immolarsi).

Ne approfitto per dirti, Lu, che anche oggi non ci sarò. Sai com’è, no? Se non lo sai, imparalo.
Si chiamava Ariella, della sua missione da santone non so nulla. Ricordo I bravi di don Abbondio che tu chiami gatto e volpe. E pure allora nel forum la gente si lamentava della chat, fioccavano post sulla sua occupazione, improperi, insulti, Insomma le solite cose che dite pure oggi. Ora, lasciando da parte santoni, zerbini etc.. Qualsiasi gruppo non eterogeneo trova un suo equilibrio quindi un elemento esterno non sempre si ritrova. I gruppi maschili non sono diversi dai ginecei.
OK Blau, non ti dico che mi mancherai perchè non è vero, tanto, volendo, qualcuno da mandare affanculo lo trovo quando voglio, poi vedo, se mi sentirò meglio dopo lo spavento di ieri sera ci sarò, sia mai che entra Ghibli, non mi vede, piange e si dispera.
Ah, se mi ritrovo ancora circondato dal gruppo dell'uncinetto rovente ti chiamo in soccorso, che quelle sono più pericolose di una banda di sudamericani del cartello della droga. Di un pò, ma non ti sembra di uscire troppo spesso? Ma dove cazzo vai sempre in giro la sera che non sai nemmeno ballare, e stai attento al trans.

PS Domani sera ovviamente non ci sono io, c'è un gay pride in zona.
iocondor ha scritto: ...1) Ma dove cazzo vai sempre in giro la sera che 2) non sai nemmeno ballare, e stai attento al 3) trans.
4) PS Domani sera ovviamente non ci sono io, c'è un gay pride in zona.


1) indovina.
2) no, ma so danzare.
3) non ci assomiglia mica tanto. anzi, direi per niente.
4) lo sapevo che prima o poi avresti fatto il salto della quaglia. congratulazioni. a Natale ti regalerò un barilotto di System Jo - Anal H2O Lubricant, per rendere le tue nuove esperienze più...morbide.
cron