Puoi non essere il suo primo, il suo ultimo, il suo unico. Lei ha amato prima di te e potrebbe amare ancora. Ma ti vuole bene ora, che altro conta? Non è perfetta, nemmeno tu lo sei, e voi due potreste non essere mai perfetti insieme. Ma se lei sa farti ridere, farti pensare due volte, farti ammettere di essere umano e di commettere errori, tienitela stretta e dalle tutto quello che puoi.

(Bob Marley)
Grande Bob :D
Grazie per averci ricordato i suoi versi
Prego-Monthly-Oct-2013-products - Copia.jpg
Gli allegati possono essere visualizzati solo dai membri del Club-50plus.
DA amoresincero 25.07.2018, 11:50

Sono sola e nn ho punti di riferimento per cui eccomi iscritta a un sito di incontri per trovare l'amore ma esiste l'amore vero in chat sui siti di incontri uomini veramente intenzionati a costruirsi o ricostruirsi una famiglia? Ad accettarsi e accettare per come si è?
Bene! Amoresincero........proseguiamo qui la discussione :D
Amore sincero...
Non so.. difficile parlare di un qualcosa su cui per millenni è stato scritto e riscritto, senza trovare una quadra

Vero o falso? Autentico o farlocco?

Sono portato a pensare che l'amore sia una sorta di contenitore.

Ognuno vi mette dentro sogni ambizioni e proiezioni esclusivamente proprie, ma non è questo il problema

È che molto spesso si dimenticano i contenuti, facendo riferimento al solo contenitore

E quel contenitore si trasforma in un ricettacolo di fogli con su scritto debiti e crediti, che maturano, si sommano, si coprono l'uno con l'altro, e in cui diventa nel tempo sempre più complesso metter dentro le mani.
Endro, nulla è facile ed è per questo che credo nelle cose semplici, in ciò che accade nella quotidianità, nei piccoli gesti e nelle accortezze di tutti i giorni...

Desidero citare Erich Fromm, sociologo e filosofo :

Il primo passo è convincersi che l’amore è un’arte così come la vita è un’arte: se vogliamo sapere come amare, dobbiamo procedere come se volessimo imparare qualsiasi altra arte, come la musica, la pittura oppure la medicina o l’ingegneria.

e Tarun Tejpal, un editore e giornalista:

Due cose ci salvano nella vita: amare e ridere.
Se ne avete una va bene.
Se le avete tutte e due siete invincibili.

Chissà dov'è finita l’altra metà della nostra mela ! Anche se lontana, non conta la distanza ma la voglia di raggiungersi
Gioia.. io credo che le cose semplici non esistano, semplicemente perché non siamo esseri semplici

Non lo siamo, siamo complessi, delicati, fragili

E credo che ogni gesto, anche il più semplice, sia un veicolo di qualcosa, e porti una offerta, ma anche una richiesta all'altro.

Nulla è gratis, anche nel più semplice dei gesti

Ed è la complessità di noi che sta a monte la chiave di lettura di un gesto quotidiano anche semplicissimo.

Se si perde d'occhio la complessità dell'altro, anche il suo gesto può perdersi nella quotidianità e nel tempo

Non è facile.. no :)
Endro1964 ha scritto:
E credo che ogni gesto, anche il più semplice, sia un veicolo di qualcosa, e porti una offerta, ma anche una richiesta all'altro.



Vorrei raccontarti un episodio a riguardo, ero in giro con il cane, non so che caspita di movimento strano avevo fatto, perdo la scarpa, non riesco a riprenderla perchè la mia cabrio da passeggio è altina, insisto, nulla, ad un tratto un signore si avvicina, la raccoglie e me la porge, ringrazio , lui allunga la mano e la posa sul mio viso (guancia) dicendomi "ma figurati" istintivamente alzo la mano destra e la appoggio sulla sua come per dire grazie per il gesto,
beh, Endro quel suo gesto per me ha avuto un valore enorme, anche se piccolo, molto più di un "ti amo" buttato lì da un mio ex oppure di un anello di valore regalato....
Il "ti amo" è solo un esempio per dirti cosa intendo
Per me questi sono i piccoli gesti che possono capitare e che colmano , eccome se colmano, ogni tanto lo incrocio quando esco con il cane , ci si saluta e finisce lì senza nessuna richiesta o chissà che... E' stata un'offerta reciproca senza chiederci nulla in cambio Una semplice carezza
Si.. Gioia, un gesto semplice, una semplice carezza..

Ma io .. se mi metto nei panni di questo signore, da maschio, il "cambio" ricevuto lo vedo eccome

Tu non riesci davvero a vedere quanto gli hai dato in cambio?

L'altra sera passeggiavo per città.. e ho visto un gatto bellissimo accomodato sul tetto di un'auto in sosta

Mi sono avvicinato per carezzarto.. io non volevo nulla in cambio, solo dare lui una carezza

Ma cone ho fatto x avvicinarmi, si è alzato di scatto ed è scappato

Sono rimasto... Deluso.......
Endro, capisco...

Certo, come maschio poteva essere interpretato in modo diverso ma è stato così istintivo, un momento delizioso senza nessun secondo fine, una carezza dell'anima che mi ha fatto semplicemente tornare indietro nel tempo, da bambina...

Come femmina o meglio alias " Gioia " lo interpreto come un gesto affettuoso che vale per ogni tipo di relazione tra persone.anche solo così , " en passant " per una banalissima scarpa scivolatami via dal piede e, vedendomi in difficoltà , gentilmente ha alzato

Le carezze sono preziose, un dono gratuito in un'epoca in cui tutto viene comprato e venduto !
Ecco cosa vedo che ci siamo donati

PS
Se dovessi pensare in modo "malizioso" mi chiederei chi dei due ha perso il treno....
Gioia.. :)

Non so se sono riuscito a spiegarmi... Ma il senso e il "fine" di un gesto così corrisponde al "sentirsi utile"

Sentirsi utile può rendere potenti, conferisce soddisfazione.. senso di presenza.

È un bisogno umano. Ma resta un bisogno individuale.

Ed è un bisogno preciso, dove riesci a collocarti nella relazione con un'altra persona.

Non lo so se ci fu malizia in quel gesto di xui al tuo aneddoto..

Ognuno di noi è uno scrigno segreto, spesso sconosciuto anche a se stesso

Ma so benissimo del desiderio di "sentirsi utili" e della soddisfazione che restituisce.

Credo significhi qualcosa del tipo : 'io sono vivo, Perché l'altro ha beneficiato del mio intervento"

E lo so perché lo sono stato anche io, senza saperlo

Mi sentivo davvero molto bravo e buono, quando mi veniva concesso quel "sentirmi utile"

Ma non era né bravura ne bontà, temo,

ma un mio bisogno preciso, necessario da soddisfare.

In effetti.. conoscere nel tempo persone che quando avevi bisogno si facevano in quattro, e quando stavi bene e non avevi bisogno si innervosivano,, mi ha parecchio aiutato a capire

Tu ne hai mai conosciute persone così?
No Endro e non saprei neanche se dirti per fortuna o purtroppo....
:idea:
con reticenza ma tanta curiosità e dietro a suggerimenti di internet, mi iscrivo ad una chat, questa chat. forse, con l'intento trovare nuove amicizie o forse solo per convincermi che davvero il mondo ha acquisito una velocità nei rapporti che non mi permette di assaporare un semplice dialogo, una semplice conoscenza, con i giusti tempi lenti per poter conoscere e farsi conoscere , distrattamente guardo profili e con la stessa modalità, invio sorrisi basandomi solo sulle sensazioni delle poche righe che leggo...poi, scopro il forum e leggo aprendone uno a caso...questo.., leggo parole di persone che meravigliandomi, pensano e che hanno le mie stesse modalità di relazionarsi ….e allora rifletto...beh...sono appena approdata in un luogo di cui non conosco le dinamiche ma le parole che ho letto fino ad adesso, non sono superficiali, non sono effimere...chissà, potrebbe essere un buon luogo ove poter confrontarsi in questo strano periodo della vita...grazie...intanto getto l'ancora