FrancescaZ ha scritto:
@gioia stamattina ci ho provato, a pesarmi come nella vignetta, ma la mia bilancia è str .... e non me lo lascia fare ... la vedessi come mi rincorre per tutta la casa! :roll:


uhmmmm,
91.jpg


Se poi non funziona , usi l'ultima possibilità :lol:

].jpg[/attachment]
Gli allegati possono essere visualizzati solo dai membri del Club-50plus.
MAH,
cara Paoletta, io dico che molta gente vive male perchè non riesce a capire qual'è il suo posto nel mondo e si crede chissà cosa.
Posto che noi siam qua solo per la conservazione della specie una volta messi al mondo i figli che serviamo a fare? Magari qualcuno sente questa cosa più degli altri e si deprime.
D'altronde il germe dell' autodistruzione lo abbiam dentro: è la valvola di sfogo di Madre Natura messa per impedirci una prolificazione selvaggia (ancor più di quella che c'è adesso....).
Poi un terremotino, una cometina, una glaciazioncina e via di cancellino.

I suicidi...
Beh...io ho LE IDEE BEN CHIARE A RIGUARDO.
Se eccettuiamo casi disperati (malattie invalidanti gravissime e disgrazie improvvise alle quali non si sa far fronte) io penso sempre che un aspirante suicida NON SIA da fermare.
Cioè: se tu sei un debole e con i tuoi mille problemi e non gradisci quella meraviglia che è la vita... ma perchè non ti ci levi veramente di torno?

NON CONFONDIAMO, a proposito, i VERI SUICIDI dai FINTI.
Si, perchè un sacco di tentativi di suicidio sono "telefonati" dall'aspirante suicida, persona che chiaramente ha problemi, che soffre di carenze di affetto e attenzione e vuol mettersi in mostra in tutti i modi. E cosa meglio di un bel suicidio?
Costoro invece di farla finita tout-court ti telefonano, ti mandano messaggi, si mettono su un tetto e lo gridano a tutti cosa voglion fare in modo da FARSI FERMARE prima di aver compiuto l'insano gesto.
Certo, alcuni di loro ci restano per errore di valutazione: ad esempio prendono un sacco di pillolette, ti chiamano, ma non fanno i conti con traffico, guasti meccanici o altro, nel frattempo le pillole fan effetto e loro ci restano fregati.
Oppure quelli che cominciano a tagliuzzarsi le vene, ma superficialmente, in modo di far un pò di scena, ma senza calcare troppo la mano onde evitare di morire dissanguati.

I veri suicidi invece lo fanno e basta.
In silenzio. Senza tante storie.
E fanno bene.
Se una persona è così scema e debole da volersi levar di mezzo lasciamoglielo fare.
Pietà e Misericordia sono ben altra cosa: aiutiamo dei bimbi abbandonati in un cassonetto ad avere un futuro, aiutiamo un padre cinquantenne che ha perso il lavoro a trovare una degna sistemazione per poter far vivere la propria famigliola con un buono stile di vita, aiutiamo un anziano a non morire prima del tempo specie se di crepacuore. Diamo dignità a chi se la merita.
Ma IGNORIAMO I SUICIDI.
SE NON HAN RISPETTO LORO DI SE STESSI PERCHE' DOVREMMO AVERNE NOI?

In fondo IL MONDO NON E' PER TUTTI e, giustamente, come da SELEZIONE NATURALE mi par giusto che l'esemplare migliore vada avanti e che quello peggiore soccomba.

LAST BUT NOT LEAST:
ormai siamo alla follia pura col BLUE WHALE.
Cose che prima erano normalissimi fatti di cronaca ormai tutti i giornalistucoli fanno a gara ad appiopparli al fenomeno in questione.
Questi alcuni dei tanti

http://video.lasiciliaweb.it/2017/06/01/blue-whale-a-palermo/

http://caltanissetta.gds.it/2017/05/30/blue-whale-un-caso-a-caltanissetta-salvata-una-studentessa-di-14-anni_672224/

https://www.cremonaoggi.it/2017/06/02/blue-whale-un-caso-accertato-nel-cremonese-ragazzino-11-anni-trovato-tagli-braccia/

DA NOTARE che addirittura si parla di "CASO ACCERTATO" molto liberamente in un caso dove di accertata c'è solo la STUPIDITA' DI CHI SCRIVE (o di chi legge dando una qualche parvenza di serietà alla cosa....)

Cari amici, tagli e tentativi di suicidio ci son stati da sempre, da qui a TENTARE di riportarli al fenomeno bufalistico del momento è solo semplice INFORMAZIONE SPAZZATURA.
Adesso ci sarà un esponenziale proliferare di fanatici emulatori, di mitomani e deficienti vari e via di talk show, di lezioni in classe e chiacchierate nei bar.
Il tutto senza nessuna base logica.
Come succede per la religione.
Come succede per l' astrologia.
Come succede per gli avvistamenti di ufo.
E per centomila cose del genere.
Ma, si sa, l'essere umano il tempo in qualcosa lo deve pur impiegare.
E visto che a lavorare si fatica, a occuparsi della propria famiglia è un fastidio, ad acculturarsi non servirà a nulla tanto vale inventarsi qualcosa e passare il tempo con quello.
Come quando da piccolo io, come quasi tutti i bambini, mi inventavo le amichette invisibili per giocare con loro quando stavo in casa da solo.
Ma poi son cresciuto e le amiche le ho avute in carne ed ossa.
Invece questa gente non crescerà mai.....

P.S. Altra emula giornaliera..... Scommettiamo che da adesso tutti i futuri suicidi avranno tagliuzzamenti vari addosso???

http://www.lasiciliaweb.it/articolo/150809/sicilia/annuncia-il-suicidio-su-facebook-fermata
Ohi Jocker:) mi fai sorridere:) ma perché tanta aggressività?

Meno male, oggi non avrei saputo che farmene dell’ultimo messaggio, alla fine avrei postato un video da youtube ,invece sono salvo . . . . cara Condoglianza, il tuo è un sorriso a denti molto stretti, si vede benissimo dalla foto.
Ma non capisco perché a te debba essere concesso di storpiare regolarmente tutti i nick altrui, mentre se toccano il tuo, che per inciso non vuole dire nulla, ti incazzi.
A parte questo dettaglio, vedi il fatto è che io mi regolo con le persone a seconda, ovviamente , di quello che vanno dicendo nei miei confronti al primo approccio, nel tuo caso direi più di quello che vanno blaterando.
Ma mi sembra anche una cosa fin troppo ovvia,tu irrompi tra due diciamo“ litiganti”, si perché ricorda che si litiga sempre in due, quando si litiga con se stessi come fai tu è grave, dici una cosa e dopo affermi regolarmente il contrario, sputi sentenze dandomi del portiere , dell’impiccione, che faccio le pagelline ma non ho pensieri miei e pretendi che io ti risponda “ grazie cara!”? Fammi capire ma che cosa cazzo hai in testa?
Forse ti sembro aggressivo perché sono chiaro, non faccio giri di parole come fanno le persone che dimostrano la lealtà di uno sciacallo, buttare lì una frase tipo: Tenente...io non so perché tanti adulti son depressi o infelici. Penso però sia attinente con una percezione di se stessi in conflitto con quello che la società e gli altri si aspettano da noi. I famosi modelli che spesso si seguono perché pare normale debba esser cosi ma che a volte diventano zavorre che creano costante ansia di prestazione e generano malessere a se stessi e a chi ci sta intorno. non è essere aggressivi?
A chi ti riferisci, ai ragazzi suicidi , tu però parli di adulti e gli adulti con la balena non c’entrano quindi chi sarà mai il o i destinatari, o hai detto la prima cosa che ti è venuta in mente come solito? Questo secondo te non è essere aggressivo solo perché manca un nome e cognome, con il Colombo viaggiatore che ti fa subito il controcanto MAH,cara Paoletta, io dico che molta gente vive male perchè non riesce a capire qual'è il suo posto nel mondo e si crede chissà cosa.,, o state forse parlando di voi due?
Ma cosa credi , cara Paoletta, ma tu pensi davvero di poter impunemente prendere per il culo persone di 60 e più anni e poi ti stupisci che a qualcuno girino le palle e ti risponda per le rime?
Nello scambio di pareri o complimenti tra me e Colombo, tu che cosa cazzo ti sei messa in mezzo a fare se non ad esprimere giudizi, non attinenti al tema, su una persona che non conosci oppure visto che lui, bontà sua, non risponde direttamente gli fai tu da portavoce?
Condoglianza, non mi dare risposte per carità che non mi interessano,mettiamola così, a quanto ho potuto vedere nel pregresso, tu nella comunicazione sei un po’ maldestra e non è la prima volta che poi sei stata costretta a scusarti, guarda, io delle finte scuse poi me ne strafotto,e in te non trovo nulla, ma proprio nulla che mi attiri,di quello che sei o di quello che dici e che fai, parlo della persona e non del fatto di essere maschi o femmine, non parlo di giusto o sbagliato, ma di affinità.
Più chiaro di così, anzi, visto che ci siamo ti dirò anche di più e qui rispondo alla tua domanda iniziale senza fare tanti giri di parole del perché tanta aggressività nei tuoi confronti : perche mi stai solennemente sulle palle, almeno questo ti è chiaro o devo dirtelo in vernacolese?
E giusto perché invece sono una persona corretta e so distinguere le cose, al contrario tuo, questa è l’unica tua frase di tutto il post che mi sentirei senza sforzo di condividere.

Però un mio pensiero resta sempre che i bimbi di oggi vivono di profonde anaffettivita' e poca fisicità...questo non si tocca questo non si fa attento che ti sporchi non camminare scalzo...uh non ti avvicinare con quelle mani sporche etc...niente parco cosi non sporchi...ti accendo la tv.

il resto lasciamolo perdere e finiscila di chiamare le tue amiche “ancella”, somara!!!

PS Aggiornamento delle ore 030: E intanto, giusto per stare un pò nel tema, a questa ora su una rubrica del TG2 sta andando in onda una discussione fra 4 bufali esperti di sociologia e giornalismo sul fenomeno blue whale con annessi e connessi, qualcuno gli dica che stanno dicendo delle cazzate!!
Jocker...mi sono spesso chiesta se qui la gente quando senza un reale motivo esplode sul primo che gli capita davanti rileggendosi dopo si chieda...ma perché? Che senso ha? Da cosa mi devo difendere? Non credo personalmente ci sia questa sorta di riflessione. Beh...vedo che tu hai letto molto di discorsi passati e non a fini costruttivi (mio pensiero) ma perché ti muovi come in cerca di nemici. Non commento su quanto hai riportato con diversi errori e confusioni di persone spero solo che tu ti senta meglio. Ognuno scarica le alienazioni a modo suo. Non sono una persona permalosa o isterica o prevenuta...quindi se son stata utile al tuo sfogo ho reso un servizio socialmente utile:)
Tenente...anche io credo che il suicidio sia da rispettare ma non penso sia questione di esser deboli ma che la disperazione personale possa arrivare ad un baratro in cui la pesantezza del vivere quotidiano ha un punto di non ritorno. Si...vero...trovare un senso e uno scopo nel proprio esistere non sempre e' facile come non sempre bastano gli affetti a motivare il vivere ma paradossalmente credo che il fascino della vita sia proprio questo...dare un senso al day by day consapevoli che i progetti a lungo raggio possono esser sovvertiti dall'imponderabilita'
Consonanza ha scritto: ... io credo che il suicidio sia da rispettare ma non penso sia questione di esser deboli ma che la disperazione personale possa arrivare ad un baratro in cui la pesantezza del vivere quotidiano ha un punto di non ritorno. Si...vero...trovare un senso e uno scopo nel proprio esistere non sempre e' facile come non sempre bastano gli affetti a motivare il vivere ma paradossalmente credo che il fascino della vita sia proprio questo...dare un senso al day by day consapevoli che i progetti a lungo raggio possono esser sovvertiti dall'imponderabilita'

Consonanza,scusa se mi inserisco ma condivido questo tuo pensiero e aggiungerei al rispetto anche l’umana pietà e il silenzio,visto che nessuno dovrebbe sentenziare su un gesto così estremo.
Però non ho capito se con l’inizio della frase “Tenente.. anche io credo che il suicidio sia da rispettare” intendi dire che anche Colombo ha parlato di rispetto? perché a me sembra che abbia detto proprio il contrario, e poi ”selezione naturale...il mondo non è per tutti.. mi par giusto che l'esemplare migliore vada avanti e che quello peggiore soccomba” mi ha fatto ricordare questo “Ci sono le persone e gli scarti biologici. Io selezionavo gli scarti biologici, quelli più facilmente manipolabili, che avrebbero fatto solo danni a loro stessi e alla società. Li ho spinti al suicidio per purificare la nostra società” Philipp Budeikin .
Ma sono sicuramente io che non capisco,chiedo venia… portate pazienza.
Portate voi pazienza...come noto da somara e troglodita non ho pc ma giro il mondo:) con un cellulare poco potente quindi leggo a pezzetti e dieci righe altrui per me sono un romanzo. Claudia...condivido il discorso di scelte personali sulla propria vita senza giudizi morali. Mi limitavo a convenire zu questo precisando che non si tratta di debolezza. Sul resto del discorso di tenente non ho capito il nesso. Insomma a mio avviso la sopravvivenza come minimo e' un diritto di tutti...obiettivo umano dovrebbe essere che tutti possano vivere decentemente in senso psico fisico e sociale soprattutto in considerazione del fatto che fortuna nostra siamo in occidente e in una società evoluta. Non amo pensare agli umani come scarti. Tenente...che significa? Chi decide chi sia forte e chi no? Non so se a te fisicamente sia successo di vedere gente macellata...brandelli di corpo sparsi.
Per tornare alla tua domanda Claudia...io ho inteso che da un approccio condiviso sul rispetto del suicidio come libera scelta...il resto non posso esser io a spiegarlo visto anche il mio lavoro in una ong in cui credo fortemente
VERO:
Chi legge a spizzichi e bocconi, chi legge in un altra lingua, chi legge come cavolo gli pare.

Io NON HO PARLATO di STERMINIO o di SELEZIONARE RAZZE o di SCARTI BIOLOGICI, ma solo di NON CURARSI DI CHI NON E' IN GRADO DI VIVERE UNA VITA NORMALE NELLA SOCIETA'.

Da qui a farmi passare per un razzista e selezionatore di specie ce ne corre.
Io non ce l'ho con una persona diversamente abile o con un malato non indipendente, ma con tutti I FESSI che popolano il pianeta.
Che sono UNA MIRIADE.

NON SONO IO ad incitare certo al suicidio certi elementi (avete mai letto quante volte scrivo che la vita è bella e va vissuta anche nelle peggiori situazioni? No, neh? Beh, rileggete pure con calma tutti i miei scritti....). NON SONO IO ad armare la mano a chi sente il peso dell' esistenza.
Io ho semplicemente affermato che se una persona SENZIENTE, capacissima di INTENDERE E VOLERE si vuol levar di mezzo.... Beh...già solo per il pensiero stesso non ha senso tenerla con noi: lasciamogli fare quel che vuol fare.

Si, io sono quello che non ama i gruppi criminali e pensa che certe etnie, più che altre, sian dedite al malaffare, alla violenza, alla miseria (una su tutte: i rom), ma non certo li metterei al rogo.
Mi basterebbe un isola dove infilarceli tutti quanti a lasciarli a scannarsi fra di loro.
Così come abolirei in toto carceri e carcerieri: un lustro per la società ed un risparmio per le NOSTRE TASCHE.
TUTTI VIA IN UN ISOLA DESERTA: gli diamo qualche zappa, dei semi, della stoffa....e li lasciamo al loro destino....
Diverse isole per diversi gradi di delinquenza (certo uno che ruba una bicicletta non lo puoi mettere fra assassini seriali e pedofili), ma sempre lontano da tutto e tutti, con i minimi mezzi di sostentamento e nessun tipo di aiuto dalla società.
Tanto I DELINQUENTI NON SI REDIMONO. MAI.
Il lupo perde il pelo, MA NON PERDERA' MAI IL VIZIO.
Un ragazzino di 8 anni che ruba dieci euro a mamma perchè deve comprarsi il pallone e la genitrice glielo vieta ad un certo punto è fisiologico, ma se a 18 svuota casa per canne e discoteca allora è già un delinquente nell'anima e si passerà la vita a compiere azioni reprovevoli.
Altro che correzione, educazione, reinserimento...

Non c'è aiuto, non c'è redenzione, non c'è pentimento, non ci deve essere perdono.
Ma una chiara linea di condotta e di giudizio.
Morte per gli assassini e pedofili veri (non puoi dar del pedofilo ad uno che sta con una sedicenne che sembra mia madre e ne ha visti più di Moana....ma certo chi tocca i bambini e, peggio, fa loro del male, non merita di continuare a condividere la mia aria....), isolamento dalla società per gli altri.

PAOLA: Non tutti gli umani sono scarti, ma di scarti ce ne sono eccome.
Mi piacerebbe tu potessi parlare con una mia cara amica, appena quindicenne (certo, secoli fa...) violentata da due "normali lavoratori" vicino casa e poi massacrata di botte finito "il divertimento" (oltre il danno...altro danno gratuito). Allora magari vedresti che gli scarti ci sono, eccome se ci sono. E vedresti che nulla può riparare certi danni, ma almeno qualcosa si può fare per evitare che altri ne vengan fatti.
FACILE parlare di pace e perdono e uguaglianza e armonia quando non si han avuti GROSSI PROBLEMI con la vita. Meno facile quando ti ritrovi sanguinante e violata fino alle viscere in mezzo ad una strada con una sola domanda che ti ossessiona nel cervello, PERCHE', invece di essere a casa a giocare con la tua bambola o guardarti il tuo cartone animato.
Allora li tutto cambia significato.
Perchè la tua vita non sarà mai più la stessa e potrà solo andare molto male.
Mentre la vita dei tuoi carnefici continuerà uguale. Felice. Come sempre...

LAST, BUT NOT LEAST:
Philipp Budeikin NON ESISTE (intendo come "caso blue whale").
Esistono invece i DEFICIENTI.
E di quelli, ahimè, è pieno il mondo.
E non è una bufala!!!! :shock:

Ecco i primi risultati....
http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/17_giugno_02/blue-whale-preside-scuola-media-asso-canzo-erba-como-tagli-braccia-ragazzine-7b84f792-4754-11e7-b4db-9e2de60af523.shtml

OH, DIMENTICAVO....

Consonanza ha scritto: Tenente...anche io credo che il suicidio sia da rispettare ma non penso sia questione di esser deboli ma che la disperazione personale possa arrivare ad un baratro in cui la pesantezza del vivere quotidiano ha un punto di non ritorno. Si...vero...trovare un senso e uno scopo nel proprio esistere non sempre e' facile come non sempre bastano gli affetti a motivare il vivere ma paradossalmente credo che il fascino della vita sia proprio questo...dare un senso al day by day consapevoli che i progetti a lungo raggio possono esser sovvertiti dall'imponderabilita'


E' ANCORA QUESTO il punto PAVELINA...
L'ESSERE UMANO NON HA SCOPO NELLA VITA se non quello di CELEBRARE LA VITA STESSA.
Noi siam qua per la mera CONSERVAZIONE DELLA SPECIE: un eterno anello di Moebious dove si nasce, si procrea, si muore e dove la nostra prole nasce, procrea, muore e via dicendo in un eterno infinito compito.
Se cerchi un motivo dell'esistenza ovvio che puoi anche impazzire perchè a parte quel che ho citato io altro non esiste.
Poi puoi anche comandare nazioni, erigere mausolei, ottenere eccezionali risultati in uno sport, ma sono tutti PASSATEMPI, riempitivi del tempo che viviamo fra una fecondazione ed un parto.
Anche le medicine, la colonizzazione di altri spazi (o pianeti) fa parte del nostro disperato bisogno di vivere.

Qualcuno di noi avrà avuto certo problemi di vario genere nella vita: alcuni gravissimi, altri meno.
Quindi perchè c'è chi è disperatissimo, ma si attacca alla vita fino all' ultimo respiro esalato ed invece chi della vita se ne fotte e la mette a repentaglio non solo per gioco, ma spesso per noia?
VOGLIAMO FORSE NEGARE CHE LA MAGGIORPARTE DI QUESTI SUICIDI SONO EFFETTUATI DA PERSONE CHE NON AVEVANO COSI' GRAVI SITUAZIONI FAMILIARI O PERSONALI?
Che ne dici di chi si suicida per un voto brutto in pagella, per chi dice di esser stato bullizzato, per chi non poteva permettersi una vita di lusso, financo a chi vien deriso per le tendenze sessuali o per certe deformità corporee?
NON E' PURA DEBOLEZZA per caso questa, Paoletta?

SI.
E' ESSER DEBOLI volersi suicidare.
E anche CONTRO NATURA.
Sic et simpliciter.

Personalmente io POSSO PERDONARE un povero cretino incapace che, non riuscendo nella vita a far nulla di buono, cerca di truffare il prossimo e rubacchiare qua e la per cercar di dare una qualità della vita migliore alla propria famiglia.
Ma non perdonerei MAI uno che odia la vita al punto di BUTTARLA VIA.
Confesso che mi consola il sapere che anche altri fanno fatica a stare dietro a Consonanza, lei ne dà la colpa allo smart, in realtà non è lo smart che scrive ma lei, quindi il problema sta a monte.
Premesso che non esplodo sul primo che capita ma sul primo imbecille che capita, è molto diverso, ma anche sul secondo, sul terzo e così di seguito, e non è che li vado cercando di proposito, arrivano da soli.
Di quello che dice Consonanza bisogna dividere per due, togliere la metà e forse avanza ancora qualcosa, le lascio volentieri le sue convinzioni visto che lei dice che non è prevenuta, per me non è nemmeno pervenuta.
Invece giusto per rimanere sul tema e dimostrare che qualche pensiero, anche se discutibile e personale, ogni tanto vortica anche nella mia di testa, a mio parere i suicidi non sono tutti uguali, anzi, nessuno è identico ad un altro, così come le vite delle persone non sono tutte uguali tra di loro.
Quando ero studente alle superiori, ricordo una discussione molto accesa in classe con una prof. di italiano di “ lotta continua”, noi ragazzi dicevamo in coro che suicidarsi era da vigliacchi, lei asseriva invece il contrario, beh, a distanza di quasi 50 anni sono più convinto che avesse ragione lei.
In linea di massima non è facile suicidarsi per davvero, al di là del modo ci vuole anche del coraggio, un coraggio più o meno cosciente è vero,coraggio che non può avere una persona "sana" con una vita diciamo "nella norma" pur con tutte le difficoltà che la circondano.
Un coraggio che viene quando si ha l’impressione, a torto o a ragione, di aver perso tutto, anche le forze per poter ricominciare, lì scatta l'attimo fatale, una congiunzione di forze tutte negative che ti fa dire " basta"!!
Non è un discorso facile da affrontare, come al solito c'è chi ha le idee molto chiare in merito, ma bisognerebbe riuscire a mettersi nei panni degli altri, il che non è semplice, e affermare che solo i deboli o gli scarti dell’umanità sono destinati al suicidio è una teoria pericolosa.
Io invece sono arciconvinto che deboli possiamo esserlo tutti quanti , anche se per quel solo momento che può essere quello fatale e che gli scarti invece siano ben altri, tipo quelli che sopprimono una vita umana senza un motivo più che valido e giustificato.
Come ci sono tanti modi per suicidarsi, ci sono anche infiniti modi per ammazzare il prossimo,alcuni molto subdoli e nascosti che nemmeno riusciamo ad immaginare, alla fine comunque , per me onore ai caduti, sempre e di qualsiasi tipo siano, la morte annulla le colpe!!!!
Jocondor ha scritto:
PS Aggiornamento delle ore 030: E intanto, giusto per stare un pò nel tema, a questa ora su una rubrica del TG2 sta andando in onda una discussione fra 4 bufali esperti di sociologia e giornalismo sul fenomeno blue whale con annessi e connessi, qualcuno gli dica che stanno dicendo delle cazzate!!


Lo sanno benissimo! più di tutti noi forumisti messi insieme
Francesca...io batto il tasto sull'ipocrisia di certi argomenti che a spot vengono fuori. Difendo il mondo dell'infanzia da ogni violenza e strumentalizzazione e spero sempre che spente le luci su possibili allarmi o psicosi non si spenga la luce sui loro diritti ad affetto considerazione e potenzialità. Già ne nascono sempre meno qui che curarli e aiutarli a spiccare il volo da adulti responsabili e sereni dovrebbe essere obiettivo collettivo.
Jocker...guarda che sono io la prima ad aver sempre ammesso di aver difficoltà ad esprimermi in italiano scritto...sono straniera in patria:)...ma stai certo non e' una debolezza che mi porta al suicidio o me ne senta in colpa:)...ho altre qualità :).
E' vero che se non si è nei panni altrui resta difficile comprendere le intime più che apparenti motivazioni che portano al suicido e per questo rispetto.
Tenente...tu fai secondo me un discorso troppo netto...esser deboli non vuol dire esser contro natura oppure che non esistano infinite sfumature nel mezzo. Per me debolezza e' altro...ci vuol pure coraggio nell'ammazzarsi..ill coraggio del disperato. Il contro natura prevederebbe uno stadio dell'uomo ancora basato solo sull'istinto di sopravvivenza mentre l'uomo e' più complesso e oggi più sollecitato a Dover sempre essere all'altezza di qualcosa. Più alienato e disagiato ma non necessariamente o debole o forte ma come dice Jocker...in uno stato spesso altalenante di equilibrio interiore...
Ognuno di noi ovvio ha una lista di soggetti che sarebbe felice si togliessero dalla faccia della terra ma purtroppo sono quelli che ci restano perpetrando delitti contro l'umanità
FrancescaZ ha scritto:
Jocondor ha scritto:
PS Aggiornamento delle ore 030: E intanto, giusto per stare un pò nel tema, a questa ora su una rubrica del TG2 sta andando in onda una discussione fra 4 bufali esperti di sociologia e giornalismo sul fenomeno blue whale con annessi e connessi, qualcuno gli dica che stanno dicendo delle cazzate!!


Lo sanno benissimo! più di tutti noi forumisti messi insieme



FrancescaZ, fammi capire, ma tu mi stai dicendo che siamo circondati da una massa di informazioni totalmente e scientemente contraffatte forse per tenerci buoni o per rincoglionirci?
A uno come me che ha postato una versione diversa della liberazione della donna, dicendo in pratica che era una bufala, e da più parti hanno commentato che non capisco nulla, sembra esagerata questa tua presa di posizione.
Non mi pare di essere il più sprovveduto dei bipedi umani, ma mi sfugge il motivo di tanta voluta falsità, non sto mettendo in dubbio il fatto che nell'informazione tutta , essendo gestita da esseri umani, siano presenti tutte le forme di stupidità umana e di quant'altro aggettivo ne faccia parte, però per lo stesso motivo ci dovrà pur essere qualche scelta percorribile.
Non riesco invece a capire questo vostro, parlo di voi bufalari, generalizzare ogni cosa, sembra che stiate applicando a voi stessi le modalità che andate denunciando, ovvero che a furia di ripetervi tra di voi che sono tutte bufale vi convincete di dire la verità, e se le bufale fossero le vostre, un minimo di dubbio non vi sfiora mai?
E' come quando uno racconta una barzelletta e il solito coglione ( questi non si suicidano mai, sono immunodeficenti) appena iniziata salta su a dire che l'aveva già sentita pensando di fare una figura da intelligente.
Tu stessa in un post precedente, se ho ben ho letto, affermi di esserti informata e di non avere alcun dubbio che blue whale è una bufala, io non voglio sindacare la tua affermazione, ma toglimi una curiosità,informata da chi?
In questo ipotetico mare di falsità, quale sarebbe la fonte o la persona così fidata che ti ha informata e di cui , per motivi tuoi, ti sei ciecamente fidata, non è che alla fine si scopre che era un bufalo o una bufala pure lui/ lei, e ci teneva pure le corna? FrancescaZ, dai, fuori il nome dell'Arcangelo che ti ha fatto l'annunciazione, vorrei anche ricordare a qualcuno che bazzica quelle parti là, che in natura , e da sempre,le debolezze di oggi potrebbero essere le risorse di domani.
FrancescaZ ha scritto: Lo sanno benissimo! più di tutti noi forumisti messi insieme

E questo è un ulteriore DOGMA DI FEDE.

A cominciare dai giornali FINTO SCANDALISTICI dove troviamo SERVIZI CREATI AD HOC di finte corna, finti scandali, finte fughe d'amore eccetera dove TUTTO è pagato da sponsor (ben in vista) e riviste galeotte a finire a certa stampa "di regime" o "libera".

Come ho sempre detto LA VERA LIBERTA' E' LA SCHIAVITU' TOTALE (Orwell) e quel che vediamo con internet in questi anni, cioè una finta libertà di pensiero, altro non è che un furbo tentativo di manipolare i soliti idioti (blue whale è solo l' ultima delle trovate ad effetto) da diversi pulpiti di "potere".
Certo SAREBBE MEGLIO avere un DITTATORE MONDIALE UNICO che non tanti piccoli Kim Jong-un che ci rompono le palle.
Con un solo comando ci sarebbe una sola moneta, un solo sistema di misura, un solo codice di comportamento (civile o penale o della strada) e....
NON CI SAREBBERO GUERRE.
Perchè se tutto è di uno solo che cavolo ti combatti, PIRLA!
TUTTI SCHIAVI sarebbe la migliore libertà possibile.
Ti verrebbe detto cosa fare e come, come vestire, dove andare in vacanza e quando.
E FINALMENTE si potrebbe SPEGNERE IL CERVELLO e pensare solo a procreare e ricrearsi nei momenti liberi dagli impegni.

Si.... LORO lo sanno che dicono PANZANE.
Lo sa la DE FILIPPI che GODE a tirar i fili di milioni di BURATTINI DECEREBRATI, lo sa suo marito (marito???) COSTANZO che al suo "show" porta sul palco i soliti FREAK per sputtanarli in pubblico e far divertire la gente con le varie scimmiette di turno.
Lo sa BRUNO VESPA che ospita i soliti beoti di turno mettendosi a disposizione come il più lascivo dei lacchè, lo sa CROZZA che con la sua vana ironia alla fine fa più danno di quel che dovrebbe, perchè ironizzando anche ferocemente contro certe figure non fa altro che fare il loro gioco e buttare benzina sul fuoco.
Lo sanno... lo sanno tutti.
COMPRESI GLI INTELLIGENTONI che vorrebbero istruire i nostri figli in quello schifo di SQUOLA (con la Q, NON E' UN ERRORE....) che continuano a riempir loro la testa di idiozie parlando loro di cose inutili, insegnando roba vecchia o errata e via dicendo.
E' di ieri, tanto per dire, la diatriba con mia figlia sul numero di SAPORI che il nostro sistema del gusto riconosce: Lei affermava QUATTRO, come da suo libro scolastico, io CINQUE SICURI e il SESTO in discussione. Per dimostrarglielo ho aperto delle enciclopedie dove si evince che l' UMAMI, il quinto sapore universalmente riconosciuto (In pratica il glutammato monosodico) è stato individuato APPENA NEL 1908 (o 1909....) e quindi il suo libro è in ritardo di SOLO OLTRE UN SECOLO.
(Il sesto gusto dovrebbe essere il GRASSO, ma lor signori scienziati se la stanno ancora pensando...).
LO SANNO PRETI, VESCOVI, CARDINALI E PAPI che la stanno sparando grossa su DIO (ovviamente questo va esteso per tutte le religioni a tutti i vari amministratori del culto).
LO SANNO I GIUDICI che non c'è giustizia che tenga dietro persone con tanti soldi e tanto potere.


Insomma....cosa vi credete, che le notizie vengan date come capita?
MA NEMMENO NEL GIORNALINO SCOLASTICO (anche in quello che facevo io alle elementari, del quale ero ideatore, disegnatore, scrittore, redattore ed editore, c'erano fatti "Manipolati" per tener vivo l' interesse dei compagnetti (stiam parlando delle elementari!) e per impressionare positivamente la signorina Maestra.
FIGURIAMOCI QUINDI se chi spara panzane non lo sa che lo sta facendo.
Ma loro CI GUADAGNANO su questo.
E qualcuno ha i suoi INTERESSI che queste panzane vengano diffuse.

Cosa ci resta da fare?

Beh...vorrei parafrasare un tanto inutile SGALAMBRO alla fine di PERDUTOAMOR (per una volta in vita sua funzionale a qualcosa) e dire:
- "Cameriere, una granita di mandorla!"
MA CON PANNA E BRIOCHE! Grazie....


P.S. CONSY AMORE....
Per me solo BIANCO E NERO. Le sfumature sono solo IMBASTARDIMENTI dei colori base.
Il nero li incorpora tutti. Il bianco è la negazione di tutti.
Tutto il resto è.. noia!
(No, non ho detto GIOIA... ma NOIA! :lol: )


P.S. 2
Schiavitù e tirannia totale? Ci vorrebbe..IL RE DEL MONDO!

https://www.youtube.com/watch?v=NkStrkr0p84

https://it.wikipedia.org/wiki/Re_del_mondo
@Jocondor non si è esattamente trattato di un arcangelo, ho letto diversi siti di diverse testate giornalistiche.
Due belli e illuminanti articoli li ho trovati su http://www.agi.it ma ora non ricordo il nome dei due giornalisti sinceramente!

Se lo ritieni utile ai fini della discussione li posso recuperare.

Un altro articolo che mi ha influenzata è di Folena quello lo linko perché l'ho a portata di mano.

https://www.avvenire.it/opinioni/pagine ... tare-realt

Mi scuserai, Jocondor, se non rispondo alla tua ironia con altrettanta ironia ma a me viene gran poco da ridere e scherzare sull'argomento, dato che io di figli in età a rischio ne ho due.

Sbaglio?
Amen.
Ma lo faccio con la mia testa anziché ricorrere a quella degli altri e ai miei figli ci penso io.

Sia per la blue whale, che per i vaccini, che per la decisione se curare un'otite con gli antibiotici oppure con acqua fredda, decido io, con il loro padre ovviamente.
Buona domenica
FrancescaZ ha scritto: Sia per la blue whale, che per i vaccini, che per la decisione se curare un'otite con gli antibiotici oppure con acqua fredda, decido io, con il loro padre ovviamente.

SI, ma UNA COSA sono le BUFALE e un altra cosa LA SALUTE.
DIFFIDANDO dei soliti venditori di fumo Vanna Marchi's Style E' SEMPRE CONSIGLIATO sentire un parere medico esperto.
Il FAIDATE ti può andar bene per i pruriti sessuali in momenti catartici, cara FEDERICAZ (Sorella sempre di Mazinga!!!), ma MAI per i fatti medici.
Da un otite, come hai visto, potrebbe accadere altro.
Da una semplice ferita si potrebbe finire molto male.
E così via.
E lo dice uno che CI VA CAUTISSIMO con i farmaci e che prende sempre CON LE PINZE quel che dicono i medici, ma meglio loro di buffoni omeopati e imbroglioni vari.

Col maritino FACCI ALTRO FedericaZ e lascia alla sanità le decisioni sulla salute.
Se non sei al sud e se non ti servi di gentaglia nessun problema! :wink:
@Stefano del maritino me ne sono liberata circa 2 anni e mezzo fa ma restiamo comunque una coppia di genitori che viaggia nella stessa direzione nell'interesse dei propri pargoli.

Per il resto, probabilmente non mi sono fatta ben comprendere nel post precedente, ma ti assicuro che con me sfondi una porta aperta.

Un saluto ... e sappi che, se hai piacere, puoi chiamarmi MazingaZ come e quando vuoi non è mica un insulto da denunciare alla magistratura.

So ben distinguere chi ride CON me da chi ride DI me :wink: