sono molto interessato a conoscere il giudizio, un commento e una valutazione su una episodio verificatosi in questo sito di nessuna entità e rilevanza se non come mancanza di sensibilita e gentilezza personale.
Nel logo di questo sito c'è scritto "essere felici insieme" come premessa, proposta , caratterizzazione.
Quindi ne consegue che il rapporto fra gli aderenti al sito è o dovrebbe essere improntato a cortesia, apertura educazione e senso di gentilezza, innanzitutto fra gli aderenti stessi.
Infatti la prima manifestazione concreta del metodo del sito è il "sorriso"
E a questo proposito la Redazione si preoccupa di anticipare il gesto del singolo aderente con una propria lettera di accompagno proprio come certificazione di validità e correttezza..
Inoltre un altro elemento da ricordare è che siamo in un sito che come traget di età ha i 50 e più.
Bene: allora come si può , non dico giudicare, commentare che a un sorriso si risponda con un secco "kein intresse", a me sembra di sentire altri secchi e gutturali proclami anzi all'epoca si si chiamavano UKASE, o ordini impartiti di triste memoria con monosillabi o frasi secche, non è ritornare ai luoghi comuni in questo caso alla storia vera, ma certo non sono io che mi mettol in queste situazioni. A disposizione per qualsiasi chiarimento se qualcuno per curiosità volesse approfondire perché la storiella è capitata a me. Uccialli
Buongiorno.
sono nuova, in questo sito, ma ho letto il tuo "sfogo" e mi sento di rincuorarti (fammi passare il termine), dicendoti che "qui dentro" non è tanto diverso da "la fuori".
Io sono una sostenitrice della "forma" e dei "contenuti" prima che dei "contenitori", e per questo spesso vengo scambiata per una che se la tira (quando va bene) o per una povera sfigata che probabilmente nessuno si piglierà, ma non importa, vado avanti con questi presupposti, perchè mi comporto  virtualmente esattamente come mi comporterei "realmente". Uso le virgolette, perche per me non esistono Nick, esistono persone.
Questo ahime, non è purtroppo un luogo comune. E basta una foto che non soddisfa i nostri criteri di valutazione, a scaturire la maleducazione, e il taglio netto ad una probabile conversazione (che peraltro non è un indicatore necessariamente di interesse sessuale).
La risposta secca al tuo sorriso, probabilmente è stata data da un individuo (donna) infastidita dal tuo contatto, in quanto non corrispondente ai suoi criteri di bellezza.
Porta pazienza: ci sono tante persone che vorrebbero essere e non sono. E cercano cosi, di sembrare, servendosi dell'anonimato.
Un sorriso.
   
Buongiorno, iscritta solo oggi pomeriggio, devo ancora capire come funzionano le cose.
Leggendo il tuo sfogo mi viene il dubbio che anche qui girino personaggi strani in cerca di avventure e nulla più......la maleducazione imperversa. Mi scuso fin d'ora se all'inizio commetterò errori, ma finchè non comprendo come funziona il sito, potrebbe accadere. Buona serata...Rosi 
Uccialli ha scritto: sono molto interessato a conoscere il giudizio, un commento e una valutazione su una episodio verificatosi in questo sito di nessuna entità e rilevanza se non come mancanza di sensibilita e gentilezza personale.
Nel logo di questo sito c'è scritto "essere felici insieme" come premessa, proposta , caratterizzazione.
Quindi ne consegue che il rapporto fra gli aderenti al sito è o dovrebbe essere improntato a cortesia, apertura educazione e senso di gentilezza, innanzitutto fra gli aderenti stessi.
Infatti la prima manifestazione concreta del metodo del sito è il "sorriso"
E a questo proposito la Redazione si preoccupa di anticipare il gesto del singolo aderente con una propria lettera di accompagno proprio come certificazione di validità e correttezza..
Inoltre un altro elemento da ricordare è che siamo in un sito che come traget di età ha i 50 e più.
Bene: allora come si può , non dico giudicare, commentare che a un sorriso si risponda con un secco "kein intresse", a me sembra di sentire altri secchi e gutturali proclami anzi all'epoca si si chiamavano UKASE, o ordini impartiti di triste memoria con monosillabi o frasi secche, non è ritornare ai luoghi comuni in questo caso alla storia vera, ma certo non sono io che mi mettol in queste situazioni. A disposizione per qualsiasi chiarimento se qualcuno per curiosità volesse approfondire perché la storiella è capitata a me. Uccialli

Sono curiosa...approfondiamo la storiella? :mrgreen:
Quando ci si trova in un ambiente "virtuale", in cui chiunque può avere accesso, possiamo incontrare persone di tutti i generi. Ognuno di noi dà un valore diverso a ogni cosa, parola, gesto, soprattutto grazie alle sue esperienze. Chissà cosa è successo a quella persona per rispondere in quel modo. 
Non giustifico. E la forma è certamente importante.  
Ma forse conviene girarsi dall'altra parte e cercare altro. 

Ovviamente è un'opinione, alla quale non sempre riesco ad adeguarmi :D  
Non sono iscritta da molto tempo, ritengo che l'educazione il rispetto, la cortesia sono elementi necessari per intraprendere nuove amicizie o percorsi di vita in comune ad altri. Il mio atteggiamento in chat è identico a quello solito nel reale. Se in chat non ci sono tali prerogative ignoro chi non mi va a genio ed esco dalla chat. 
Salve, come esperienza nuova ho voluto conoscere l'ambiente chat e quindi capire quali dinamche intervengano e quanto si differenzino dalla realtà che ci circonda nel quotidiano; la villania, la volgarità, l'arroganza e la saccenza sono in ogni angolo, ma per fortuna ci sono anche disponibilità, sensibilità, dis tinzione e giovialita che compensano e  danno ancora fiducia.
Polemizzare serve a poco, se non ad inasprire possibili rapporti ed esasperare le delusioni. Pertanto, è preferibile sottovalutare l'intolleranza anziché farla diventare importante. Si ,meglio ignorare e puntare dritti verso il meglio che c`è'
Da gli altri prendo il meglio :D il resto glielo lascio :mrgreen: