Scusa, ma tu nel freezer hai messo i cachi o i kiwi,... :lol:
Rileggi ciò che scrivesti, è forse un lapsus froidiano? :D
Scusami ho sbagliato, hai ragione ! i cachi

Un grave lapsus, moooolto grave :shock: :)

Mi sà che devo iniziare a preoccuparmi :idea:

PS
Mi racconti per favore i metodi selvaggi che usano per le banane che stasera non ho tanta voglia di documentarmi in rete, grazie

PS del PS
Ho messo le bucce delle clementine sulla stufa questo pomeriggio, sono le 20 passate e si sente ancora il profumino , ne ho mangiate 6 :lol:
La magia del Natale: trascorrerlo in spiaggia, con la crema solare. Ecco cosa mi piacerebbe provare. Adesso lo associo al freddo e all'inverno. Brrrrrrr! ! :lol: :wink:
No, non ci credo più, non la avverto più. Un grosso contributo l'ha dato il disfarsi delle abitudini legate alla famiglia tradizionale: ringrazio il cielo per la fine dei pranzi da quindici portate, tonnellate di piatti da lavare e fraternità poco sentita.
Restano alcuni riti d'ordinanza, gli addobbi più che altro. Il resto si è affievolito notevolmente e lo dico senza amarezza alcuna. Preferisco sempre l'asciutta lucidità al commovente sentimentalismo indotto dall'esterno. La magia, senza la fede, temo sia solo suggestione, un modo di evadere da una vita che non fa sconti e non regala molti luccichii. Mi sconcerta la beatitudine che provano molti durante questa "pausa"; assisto ogni anno al senso di lutto che provano quando si torna alla vita "normale", come fossero defraudati di qualcosa. Ma se la vita a cui si torna è così insoddisfacente, poco poetica e fredda, forse dovremmo cambiare il modo di viverla. Non possiamo sempre eliminare le difficoltà, ma potremmo sentirci meno sopraffatti e inconsapevoli.
Se del Natale amiamo il radunarsi degli affetti, dovremmo fare in modo che avvenga più spesso. Se ci conforta pensare anche agli ultimi, dovremmo farlo tutto l'anno. Se ci piacciono le luci e la musica, reali o metaforiche, portiamone il più possibile nella nostra quotidianità. Lo so, è un concetto scontato, roba tipo "se non è Natale sempre, allora non è Natale mai"...
Diciamo che sotto il profilo relazionale questi giorni sono un pretesto, una scusa per avvicinarsi anche solo un poco, 'che altrimenti non lo si farebbe mai. Un saluto, anche quando formale e basta, non ha mai ucciso nessuno.
Oggi vado a pranzo in una famiglia che probabilmente non rivedrò mai più e che non mi interessa né conoscere né non conoscere. Però mi ospitano e porto la torta. Direi che è meglio così invece del rimanere totalmente estranei.
“ …e ti dice spera anche tu, è Natale, non soffrire più.”
Non è solo questione del pranzo di Natale e di riunione degli affetti familiari: in questo giorno il pensiero va a tutte quelle povere donne picchiate, violentate, uccise, nella maggior parte dei casi proprio da coloro da cui si aspettavano solo amore. A tutti i bambini maltrattati, abusati, agli anziani e disabili picchiati, sbeffeggiati dal personale di strutture dove invece erano stati portati per ricevere cure e assistenza, a tutte le persone indifese che rimangono alla mercé dei violenti, dei senza cuore. A tutti quelli lasciati morire di fame e di sete, di freddo, di malattia.
Non bisogna rassegnarsi alla “banalità del male”, lasciare che l’orrore sembri ormai “normale”: c’è troppa, troppa, indifferenza, e per tutto e tutti. Una ragazzina svedese di 15 anni ha già pubblicamente accusato i governanti nel mondo di mancanza di maturità per il modo di gestire le risorse del pianeta e per le scriteriate condotte e decisioni che ne peggiorano sempre più la vivibilità, fregandosene delle generazioni future.
Va proprio ripensato tutto, prima di arrivare, in tutti i campi, al punto di non ritorno, che qualcuno ha già addirittura preconizzato, specie per quanto riguarda il clima, come prossimo. Tempo circa venti anni.
“La bellezza salverà il mondo”. Si, se però la si ha, e la si coltiva, prima di tutto nel cuore.(cioè l'essere sinonimi il bello ed il buono, come già affermavano gli antichi Greci).
Ed è proprio a questa, di bellezza, che ci esorta il Natale.
Grazia, ho postato sotto l'argomento "Frutta dopo pasto o lontana dai pasti", una risposta alla tua domanda circa la maturazione forzata delle banane.
Grazie Gabriella, ho letto, che roba....
cron