Come mistica semenza
pongo il mio bacio
sul bianco loto della tua pelle.
Esamino l’ordine delle costellazioni
i movimenti dei pianeti
e gli asterismi generali
per divinare una possibile risposta.
Sarà su un equinozio o su un solstizio
che seduto mi troverà
un tuo bacio ?
Benchè sia un selvaggio boschivo
dal sonno vigile e leggero
tu, perla nata dal vento
la mia vita non desti al tuo sorriso.
Insegnami come domare il fiume
sì che raggiunga l’altra riva
là dove attendono tutti i miei pensieri
e tu mi guardi.
Indicami
se è oltre la volta
la barriera che rende sola la tua anima
ed io la varcherò.
Una cosa preziosa è temibile
comprendo
ma è a nuova vita
che porta la speranza:
comprendi ?
Aggiungo quì una poesia che parla di baci, di Catullo:

Dammi mille baci

Viviamo, Lesbia mia, e amiamoci,
e non badiamo alle chiacchiere
dei soliti vecchi troppo severi.
Il sole tramonta e poi risorge,
ma noi, una volta che il nostro breve giorno si è spento,
dobbiamo dormire una lunga notte senza fine.
Dammi mille baci, poi cento
poi altri mille, poi ancora cento
poi altri mille, poi cento ancora.
Poi, quando ne avrem fatti molte migliaia
,
li mescoleremo, per non sapere,
o perché nessun malvagio possa invidiarli,
sapendo che i baci sono tanti.
Con 24mila baci...trallalla'...trallalla'....poi non la so:)
scusate...so che sarò fustigato ed esposto al ludibrio pubblico mediante gogna...ma a me le poesie fanno venire l'orchite...e non per mancanza di sensibilità..au revoir
artmk59 ha scritto: .... a me le poesie fanno venire l'orchite..


durante la tua lunga e rimpianta :D assenza su questo sito si è a un certo punto sviluppata una frenesia rimatoria senza precedenti dall'epoca del Dolce Stil Novo.
era roba da far accapponare la pelle: chiunque avesse finito la prima elementare si sentiva in diritto/dovere di tradurre in rima i palpiti del proprio cuore - e fin qui nulla di male - e di sottoporceli quotidianamente (e qui MOLTO di male).

il cuore sognante
si svela all'istante
il sogno proibito
rinnova l'invito

volar di uccellini
su freschi acquitrini
tra rose e tra viole
nel bacio del sole....

credo di averti reso l'idea. sono certo che la fase poetica del sito abbia ritardato considerevolmente la ripresa economica del Paese.

per farli smettere, Eribella ha dovuto chiamare i carabinieri.
:D ...belllaaaaaa, posso unirmi anch'io? ma aspettate a chiamare i carabinieri.
----
Fuori piove
guardo l'orologio
son quasi le nove.
preparo un piatto
spero non arrivi il gatto.
Le 10 di sera
mi bevo un bicchiere di barbera.
Mi tolgo la gonna
che era di mia nonna.
e mi metto il pigiama
caldo caldo di lana.
tutto questo per dire
tutto e niente
e per finire.
:)
Oh... si, mi sovvien quel periodo artistico in cui i nostri cor eran lieti per un anticipo di primavera. Son certa che Kirk avrà cura di andar a ritroso nel tempo per legger dei nostri componimenti e di letizia le sue giornate si riempiranno
artmk59 ha scritto: scusate...so che sarò fustigato ed esposto al ludibrio pubblico mediante gogna...ma a me le poesie fanno venire l'orchite...e non per mancanza di sensibilità..au revoir

Il presupposto principe per l`orchite e` avere le palle...
credimi lotar...amico di mandrake... quelle le ho...sia fisiche che mentali e trovo il tuo gusto dell' offesa a chi non la vede come te...come poco consono per chi si sente il vate della chat...ti dirò diffido di chi appare e non è nulla e tu mi hai appena dimostrato che non mi sbaglio...tieniti il tuo sorriso sognante ed il tuo bastoncino e va per la tua strada...non metterti contro chi non conosci ne usciresti male...
blau grazie di aver sentito la mia mancanza...è reciproco