da FriggaAesir » 13.08.2017, 0:59
.....................................................................................................670 euro: sempre di più di 500. A questo mi riferivo.
Tu dici che tuo figlio ha fatto esperienza e gli servirà?
Te lo auguro.
Le mie amiche che hanno girato i vari alberghi se non si "davano da fare" in altri modi col cavolo che facevano carriera.
Ma magari tuo figlio sarà fortunato...
O speriamo abbia il capo "femmina".....



FriggaAesir...ma cosa dici? Da una donna tosta come te non mi sarei proprio aspettata una tale conclusione. Sai bene che chi ha cervello (capacità e competenze si acquisiscono con la pratica) non si avvarrebbe di altri "espedienti" per lavorare. Anche perché altrimenti la paga non te la darebbero per il tuo lavoro di cuoco, barista, cameriera....architetto ecc.. ma per le tue...prestazioni...attribuibili ad altra qualifica...
E nel caso sarebbe ben sciocco "darsi da fare" per poi far una carriera ....senz'altro meno fruttuosa di quel che potrebbe essere.....con ampi margini di autonomia e ....magari svolta all'aperto! Ti pare? A parità di "impegno" perché scegliere la meno fruttuosa se si è disposti a "darsi da fare"?

Comunque, parlando seriamente, ritengo importante fare la gavetta e, una volta acquisite le competenze necessarie, essere consci delle proprie capacità e farsi valere. Io parto (anzi sono partita) dal presupposto che il mio datore di lavoro mi paga 100 perché lo stesso ricava almeno 150 dal lavoro che svolgo (non avendo altra...ragione, chiaro?).
Ricordo che in una occasione, in sede di colloquio di selezione per un impiego, ho "dettato" io le condizioni...di retribuzioni e di orario: quando l'esaminatore mi confutò che erano loro che "offrivano" l'impiego e che quindi erano loro a stabilire le regole , io risposi "Certo! Infatti voi offrite un impiego ed io sto offrendo il mio lavoro. Io so quanto valgo e le mie competenze. Nessuno vi obbliga ad assumermi se non volete accordarmi quanto da me richiesto e nemmeno io sono obbligata ad accettare le vostre condizioni. Quindi pensateci e fatemi sapere.!" Sapete com'è finita? Due giorni dopo mi hanno assunta....
@ FriggaAesir

Volevo dirti un'ultima cosa, riguardo " la fortuna lo ha baciato " lui ha lasciato il lavoro che aveva, rischiando , al buio, senza avere un'altro lavoro pronto e questo per aiutare suo fratello al bar ma si è accorto che non fà per lui quindi forte e consapevole di trovare altro è andato a Milano cercando di uscire dal culo della montagna, effettivamente era rinchiuso con gli altri sul cucuzzolo ed ovviamente altre possibilità lassù non ne avrebbe trovate quindi ha fatto una scelta rischiosa ma conoscendolo sapevo che non sarebbe rimasto con le mani in mano , le sue esperienze le ha fatte eccome (belle e brutte) alcune volte mi tornava a casa con mani ferite da tagli, bruciature ecc ma fanno parte del suo lavoro , di un ragazzo che non ha paura di sporcarsi le mani e questo per dirti che non non gliene frega niente di lavorare in un Hotel quattro stelle , alla Trattoria di nonna Carmela ,con gli chef di Dolce & Gabbana oppure a settembre con l'ex chef di Armani, non è che con la premiata Ditta di catering le sue mani profumeranno e non si taglierà più , profumeranno ancora di aglio N°4, cipolla N° 3, pesce N° 5 , olio ecc ecc e qui il nostro ex chef "Navyseals " avrebbe commentato tanto anche lui
Sono semplicemente le modalità di lavoro che cambiano, tutto cambia,,,, il catering è un'altro mondo, nel suo caso, un mondo all'aperto , chi li chiamerà saranno persone nel mondo della moda per eventi, feste all'aperto oppure anche in caso di terremoti , subentrano loro ,con cucine da campo ecc, quindi un lavoro fuori dalle solite cucine, soliti schemi, con tutto quello che il catering offre e non è detto , come dico sempre che da cosa nasce cosa , ho appurato che lo chef è veramente l'ex di Armani, con moglie ed un figlio quindi capisco il suo interrompere i suoi continui viaggi all'estero ormai la sua clientela se l'è fatta ed ha intrapreso iun suo lavoro in proprio , a Milano e d'intorni , direi assolutamente logico è così che si va avanti nel mondo del lavoro se si ha voglia di lavorare! Quindi, si, è stato baciato non solo dalla fortuna ma anche premiato dall'impegno nella RICERCA DI UN LAVORO,(e, saranno nuove esperienze un bagaglio non indifferente ), senza conoscenze nè varie pedate nel sedere, lo ho aiutato solo con un curriculum molto semplice senza tante moine, seplicmente nella sincerità del suo percorso, con il
il buon presupposto di fare una buona semina, ecco.....!

Ogni tanto spuntano quà e là le graminacee........ecchelodicoaffà......Adesso veramente mi fermo e lascio spazio ad eventuali nuovi annunci e/o commenti riguardo al lavoro ma proporrei se le discussioni vanno avanti di aprire un post solo per commentare le esperienze personali e lasciare libero questo a chi ha bisogno e veramente e cerca lavoro Ecco, si, lo apro e passo questi commenti a seguire
Peccato.
Non credo ci sia altro da aggiungere.

Buon Ferragosto a voi tutti.
Amministratrice del Club-50plus
Gioia59 ha scritto: Volevo dirti un'ultima cosa, riguardo " la fortuna lo ha baciato " lui ha lasciato il lavoro che aveva, rischiando

etc.


"Rischiando" è la parola esatta.
Cara Gioia59, non so se ti sei guardata intorno.
Di sicuro, a quanto vedo, sei una persona molto ottimista, molto impulsiva e pronta ad entusiasmarti per ogni singola cosa, ma il vero catering è un perfetto "salto nel vuoto".
Esso funziona come tutte le novità (essendo un attività di recente espansione: c'è sempre stato, ma oggi molti lo scelgono al posto dell' ambiente fisso per la ristorazione/ricreazione): si guadagna nell' immediato appena l'attività prende piede e le prime persone la scelgono come business, poi appena tutti salgono sul barcone degli sfollati...man mano le cose cambiano, la situazione peggiora e non si guadagna più nulla (o quasi, o, quantomeno, solo pochi ne traggono un utile rispettabile):
Esempio lampante? Parafarmacie e negozi di vendita di sigarette elettroniche.
Cause indubbiamente fiscali e di responsabilità (volendo un catering stupido lo apri con qualche piatto di plastica, due bicchieri di carta, una pasta al forno comprata alla rosticceria e due pasticcini dell' hard discount!) hanno spinto molti a liberarsi degli orpelli di immobili e di controlli fiscali (facendo catering nessuno, se non dietro spiata mirata, sa dove sei, cosa fai e quando lo fai...il catering è una delle migliori condizioni per i guadagni in nero essendo il tutto una vera e propria "bolla di sapone"...) preferendo il trovarsi degli eventi ad hoc e scegliendo collaboratori da assumere "alla giornata" che non pesano durante l'anno sulle casse dell'azienda.
Ma ci pensi, Gioia? In un catering qualunque quante persone "fisse" ci vogliono veramente e quante sono intercambiabili? Abbiamo uno o più chef, un paio di persone di bassa manovalanza per spostamenti e messe in opera o, addirittura come nei casi normali, gente "tuttofare" (cameriere, trasportatore, montaggista, intrattenitore) che qua e la durante l'evento si da da fare per la buona riuscita del tutto.

Io non vedo il catering come un "posto decente", per questo mi permettevo di sollevare dubbi sulla scelta del figliolo.
Spesso e volentieri caratteri ribelli generano il caos: tutti siamo stati giovani e anche io ho fatto scelte avventate e sono qua a piangermele, da buona scapestrata.
Fortunatamente ho evitato il peggio, ma ci sono stata vicina. Da giovani non si sopporta nessun consiglio e non si vede al di là del proprio naso.
Proprio per questo dovremmo essere noi adulti (ammesso di essere persone coscenziose) ad educare ed indirizzare i figli nel miglior modo possibile.
Quindi io penso che sia meglio un posto fisso magari più alienante e meno eccitante ad un avventura "on the road" che potrebbe dare più soddisfazioni al momento dell'avvio e sicuramente grosse batoste in secondo tempo.
Perchè il rischio (mica tanto non pronosticabile) è che visto che il settore del catering è stato prescelto da molti come "nuova frontiera del guadagno" a breve l'onda negativa di ritorno travolgerà il settore.
Tutto qua.

EMILIA31 ha scritto: Peccato.
Non credo ci sia altro da aggiungere.

Buon Ferragosto a voi tutti.

Grazie per la "pulizia"!!!
Ricambio gli auguri!
sul catering concordo con l'analisi di Frigga.
Se si è disponibili alla gavetta meglio un'esperienza di un paio di anni all'estero. Londra è la più indicata.
A Milano le assicurazioni, le banche, le società sportive e le grosse organizzazioni (soprattutto con proprietà straniere) si stanno orientando verso ambiti di ristorazione interni, anche di alto livello (non per tutti ovviamente). Dà più affidamento, anche perché il "parco buoi" è sempre numeroso. Tentar non nuoce, senza scoraggiarsi. E' un settore che richiede anni di pratica acquisita in ambienti molto qualificanti e diversificati. Importante è aver chiaro dove si vuole arrivare e fare scelte mirate … anche con stipendi da fame. 
ultimo ha scritto: A Milano le assicurazioni, le banche, le società sportive e le grosse organizzazioni (soprattutto con proprietà straniere) si stanno orientando verso ambiti di ristorazione interni, anche di alto livello (non per tutti ovviamente). Dà più affidamento, anche perché il "parco buoi" è sempre numeroso.

Un "ritorno al passato".
Ricordo quando nelle aziende, specialmente quelle pubbliche (come gli ospedali) c'era la mensa interna.
Si mangiava bene e di tutto, il servizio era ottimo: quasi meglio di mangiare a casa.
Piatti e posate normali, varie portate, la possibilità di scelta anche al momento.
Poi ci sono state le scelte scellerate delle aziende di catering esterne: schifezze incellofanate su piatti di plastica da mangiare con posate al limite del delicato. Liste settimanali della serie "o mangi questo o salti il pasto". Le cose arrivano come capita...perlopiù fredde.
E le pietanze sono da incubo.
Io non penso si spenda di più ad avere una cucina interna con del valido personale, tanto quel che si risparmia col costo singolo dei pasti poi lo si pagherà in aumento dei prezzi concordato causa "mazzette varie".
Mi ricordo un posto dove lavorai anni fa in una provincia lombarda: tre donne (mamme di famiglia) a cucinare per una cinquantina di persone. Si sembrava a casa in quel refettorio.
Poi la chiusura della mensa. Con una gestione esterna da schifo. Infine i "Buoni Pasto" (altra mafia legalizzata).
Che schifo.

Viva, viva il ritorno alle buone e sane mense interne.

A proposito: che ne pensano le qui presenti madri delle schifezze in plastica propinate a scuola ai loro ragazzi?
Io sono cresciuta con la mensa scolastica interna: si mangiava da Dio e non si buttava via quasi nulla.
A sentire parlare le amiche delle porcate che propongono ai loro figlioli...Brrrrrrrrrrrrr!!!
●▬▬▬▬▬๑۩۩๑▬▬▬▬●●▬▬▬▬▬๑۩۩๑▬▬▬▬●●▬▬▬▬▬๑۩۩๑▬▬▬▬●●▬▬▬▬▬๑۩۩๑▬▬▬▬●


Ho passato i nostri commenti nel post che ho aperto "NEL MONDO DEL LAVORO " possiamo proseguire là
Lasciamo libero questo per poter proseguire con gli annunci per favore,, grazie
Alcuni annunci in più in Lombardia Prov. di Brescia

Hotel a Ponte di Legno CERCA per stagione invernale cuoco - lavapiatti - e personale di ricevimento -

A Boario CERCASI parrucchiera o parrucchiere capace

Hotel a Temù CERCA per la stagione invernale signora che al mattino pulisca le camere e che la sera aiuti in cucina

Azienda specializzata in Impianti Industriali CERCA un operatore per taglio al plasma in officina di Boario Terme e un manovratore di gru, muletti e mezzi di sollevamento.
- Ditta CERCA muratore carpentiere con patente A-B.C.BE-CE per trasferte dal lunedi al venerdì
lavori in Italia


- Albergo a Boario CERCA urg. donna tuttofare con esperienza di pulizia camere e cucina

- Azienda a Rogno CERCA immpiegata/o contabili con esperienza

- Officina di autoriparazioni con sede in Sonico, CERCA operaio con un minimo di esperienza.

- Ditta CERCA urgentemente idraulici capaci ed apprendisti per lavori in Italia e all'estero.

. Carrozzeria a Costa Volpino CERCA personale

- CERCASI autista con patente C per lavori a Livigno

- Pasticceria Caffetteria a Esine CERCA ragazza/o


- Cerchiamo personale per supermercati LD e MD Market, principalmente cerchiamo commessi, magazzinieri e responsabili di negozio in tutta Italia.
Le info per candidarsi sono all'interno dei supermercati

Varie
https://www.jobbydoo.it/