Personalmente cercavo persone con cui interagire fuori da una realtà virtuale e con un po' di scrematura, sorrisi, messaggi e lettura tra le righe dei profili posso dire di aver centrato l'obiettivo. Non cercavo un nuovo amore, mi sono resa conto di non volerlo cercare quando mi sono iscritta ad altri siti più mirati.
Detto questo, c'ero quando il forum era più brillante e la chat più frequentata, anche di pomeriggio. Ricordo piacevoli conversazioni con persone che ora non sono più iscritte, ma che in qualche modo sento ancora. Per quel che mi riguarda quindi, lo strumento ha funzionato.
Alla base di tutto c'è la capacità di interessare gli altri e di essere personalmente interessato a conoscere chi ti sembra interessante. Le discussioni possono essere stimolanti, ma scrivere equivale ad esporsi e non tutti se la sentono. Molto spesso poi (succede a me) entro, leggo e mi rendo conto che tutto è già stato detto e che io non potrei aggiungere nulla di nuovo alla discussione e quindi...non scrivo.
Prima lo facevo, ma prima la sensazione era quella del bar virtuale, come detto anche da Mariaterry – entravi, chiacchieravi, potevi anche sparare cazzate per un quarto d'ora mentre bevevi un caffè e poi tornavi al lavoro con la sensazione di aver salutato un paio di amici.
Come per tutto quanto, le cose cambiano – gira la ruota e ora il nulla in attesa di un giro più fortunato.
Tutto il resto, l'età, gli interessi, l'appiattimento sono solo parole, a mio avviso. Le persone sono diverse l'una dall'altra e l'età conta in modo oggettivo per quanto riguarda aspetti tipo salute, tempo, stanchezza (fisica e mentale), ma non per quanto riguarda il modo di porsi.
Quindi c'è chi dai 60 in poi tira i remi in barca, chi invece si interessa di cose nuove, chi prosegue nei suoi interessi. C'è un mondo di over 50/60 a Milano che balla, che studia, che visita mostre e fa maratone, volontariato e impegno nel sociale...insomma a volte è sfinente vedere quanto le persone “over” siano impegnate :-)
Ovvio che poi non ci sia tempo per stare qui.
Anche io mi ritengo soddisfatta della esperienza vissuta nel club e delle amicizie costruite. Parlando invece in generale ho già detto in passato che credo questa sia una stagione del club più intimista :)) che nulla c'entra con l'età degli iscritti ma forse con un maggior atteggiamento di rassegnazione personale e di diffidenza verso lo strumento virtuale. Poi come diceva Kiwi in un post di tempo fa spesso solo il sapersi iscritti da qualche parte crea l'idea di appartenenza virtuale e la possibilità di interagire se e quando scatta la voglia e si abbassa la resistenza a farlo. Boh... Intanto meno male c'avemo il nostro medico di guardia :)) che ci manda il bollettino periodico :))
Ho avuto una nonna che ho sempre ritenuto molto saggia nonostante fosse arrivata solo alla seconda elementare. Tra le stupende perle di saggezza che mi ha trasmesso ce n'è una a me molto cara: "Si sente piu' importante un medico condotto in un piccolo paese che un luminare della medicina in un grande ospedale di città". Nulla di piu' adatto al contesto rispetto ad alcuni personaggi qui presenti che pur disprezzando palesemente il paesotto continuano a frequentarlo spacciandosi per "oltre la media". Lasciamoli nelle loro certezze dai, anche questo è folklore e strappa qualche risata. A me il paesotto piace anche per questo...
NonnnaSimona,
io sono abituato a parlar chiaro e a dire le cose in faccia. Di te invece non capisco mai a chi/cosa ti stia riferendo. Se tra gli “alcuni” non sono compreso io, nulla quaestio. Se invece sono compreso, ti informo che non “disprezzo il paesotto”, casomai qualche paesano. Non mi spaccio per nulla: io sono quello che si vede e dico quello che penso. Che poi qualcuno mi consideri un luminare e altri un povero idiota est in natura rerum.

Dì a tua nonna che Giulio Cesare aveva già detto qualcosa di simile, tempo fa (Malo hic esse primus quam Romae secundus). Sarà contenta di essere in così illustre compagnia.
Però senti il bisogno di giustificarti. Interessante......
Sintonizzati: "giustificarsi" significa spiegare perché si è fatta/detta una cosa, NON perché non la si è fatta/detta. Quest'attività si chiama invece "spiegarsi".
Vediamo di fare un esempio semplice: se mi dici "hai rubato la nutella" e ti rispondo "no", non mi sto giustificando, sto spiegando che le cose non stanno come pensi tu. Se invece rispondessi "avevo fame" sarebbe stata una giustificazione. Comprì? credo di sì.

Ora, al di là del perdere tempo e commenti con chi ha problemi con l'italiano, l'aspetto per me più allarmante di tutta la Comunicazione è la malafede. le femmine sono maestre nell'arte delle pulci nell'orecchio, nel mettere in giro voci e opinioni anonime. naturalmente sono anche esperte nel nascondere la manina. la signora NonnaSimona ha già provato diverse volte, in chat, a sedersi in cattedra a giudicare questo e quello, sempre senza mai fare nomi, 'che ci mancherebbe ci mettesse la faccia. io, che sono buono e ingenuo, trovo questi comportamenti abominevoli, e non da stamattina. Sin dall'infanzia (asilo) mi dicono tanto sulle persone e qualcosa su di cosa è fatta la loro vita. del resto, poi nel tempo ho imparato che le persone ignobili si trovano ovunque, anche nei siti di vecchietti. la consolazione è che di solito conducono vite di merda, il che nella fattispecie non mi stupirebbe affatto.
Calma e sangue freddo!

Ricominciamo da qui: il Forum, la chat, le iniziative di incontro dei gruppi regionali e tutti gli altri strumenti che il sito mette a disposizione dei soci sono, appunto, solo strumenti.
Il vero motore del Club siete voi iscritti, con i vostri interventi, le vostre proposte e la vostra voglia di partecipare.
Non approfittare di questi mezzi, anche solo per fare due chiacchiere leggere, è un peccato. Iscriversi a un sito di incontri significa voler prendere contatto con altre persone, sia che si desideri cercare un nuovo amore, sia che si voglia semplicemente allargare il proprio giro di conoscenze.
Gli iscritti al Club italiano sono in costante crescita, e questo è certamente segno di vitalità, ma, a differenza di quanto avviene all'estero, all'incremento numerico degli associati non corrisponde sempre un adeguato aumento della partecipazione alle attività collettive.
Ci sono state, nel corso del tempo, proposte molto vivaci e interessanti organizzate dai diversi gruppi regionali.
che hanno consentito, a chi vi ha partecipato, di rendere più personale e coinvolgente la conoscenza avviata attraverso le chiacchiere via tastiera.

La partecipazione al Forum, credo possa aiutare ad ampliare la conoscenza reciproca degli interessi comuni, favorendo l'ampliamento degli argomenti di cui discutere tutti, o semplicemente in piccoli gruppi, o anche tra due sole persone. Fino a trovare assonanze psicologiche e di vita che favoriscano anche l'interesse alla conoscenza personale.
Il Forum è aperto a tutti, e si può parlare di tutto, rispettando ovviamente le opinioni altrui e anche le modalità espressive di ciascuno, in modo che nessuno debba sentirsi intimidito rispetto agli altri.

Saluti e buon fine settimana
Emilia
Amministratrice del Club50plus
Anche la giustificazione è una spiegazione, quindi , caro maestrino dalla penna rossa :lol: :lol: : :lol:
Cmq x tua info, non ho nessun problema con l'italiano; tu, invece, ne hai con l'educazione .
Ma francamente...me ne infischio :lol:
Buona serata
EMILIA31 ha scritto: Calma e sangue freddo!


Tieni le tue ragioni, e in merito ti rassicuro sul fatto di non essermi preso neanche una camomilla, ma posso io - che, lo ricordo a tutti, sono lo Kwisatz Haderach atteso da millenni dalle Benegesserit - rispondere nel merito a una che quando apre bocca sbaglia, e all'altra che sbaglia quando apre bocca? Eh? eh? Dimmelo tu, se posso. No, non posso.

Il Poeta cantava:
"Se sei ignorante, non ti tirano le pietre
ma se sei abbastanza presuntuoso da fartene bandiera
ti tirano le pietre e spero che ti becchino in fronte
"


Ossignore bello! :shock: La giustificazione è una spiegazione, MA NON VICEVERSA. Non è che se abat jour è una lampada tutte le lampade sono abat jour! Aho, ripigliati! Studia! Impara qualcosa! :lol:
Moooooooooolto interessante stavolta. Basta leggere e si aprono scenari inaspettati. Io mi arricchisco comunque, anche delle inadeguatezze. Ripeto basta leggere... Che grande mistero la mente umana anche quando ti rendi conto dei suoi limiti, che siano tuoi o altrui. Quindi, sempre e comunque, grazie a tutti!
KwisatzHaderach ha scritto: [b]
Dì a tua nonna che Giulio Cesare aveva già detto qualcosa di simile, tempo fa (Malo hic esse primus quam Romae secundus). Sarà contenta di essere in così illustre compagnia.

Scusa... dimenticavo... mia Nonna Loreta è passata a miglior vita nel 2003, non appena la raggiungero' non manchero' di farle presente il tuo appunto. Non dimenticare pero' che stiamo parlando di una pastorella di pecore... riflettici!
"Le femmine sono maestre nell'arte delle pulci nell'orecchio, nel mettere in giro voci e opinioni anonime. Naturalmente sono anche esperte nel nascondere la manina".

Ma ti pare?
Femminucce, vil razza dannata! (O dannata, come pare abbia sciaguratamente titolato il Corriere anni fa).

Ma che frase è?
È come dire "gli uomini sono tutti infedeli", o "i francesi se la tirano". Stesso registro.
D'annata.
Mannaggia alla tastiera "intelligente".
Cafferistretto devi sapere che questo argomento su come sono gli uomini e come le donne è un cavallo di battaglia di Kiwi, convinto che le stupidaggini possano dirle solo gli uomini :)). Insomma una sorta di sessismo al contrario. Detto questo ti auguro di non dover ricorrere ad un caffè corretto ed io di non dover far uso di droghe pesanti come la curcuma. Cmq perché sono qua? Ah... Volevo vedere se finalmente la collega ligure avesse trovato qualcuno interessato al baseball. E spero vivamente di si!!
È solo una provocazione . Ha scritto intenzionalmente "femmine" e non "donne"...Già qs............ :D