Non ce la posso fare a rispondere individualmente alle voci nel pollaio. Né per i msg a mia disposizione, né per la voglia.
Quindi notiamo cumulativamente che. Cafferistretto è peperina e somiglia a Linda Perry (chi è? andatevelo a cercare su guglz). CK finalmente ne ha azzeccata una. Curc ormai concorre al titolo di papessa, il suo sogno essendo salutare le folle di derelitti dal balcone, per poi benedirli tutti.

Ultima nota. Nel linguaggio del mercato, scrivere “all'incremento numerico degli associati non corrisponde sempre un adeguato aumento della partecipazione alle attività collettive” significa “abbiamo sbagliato strategia perché di come funzioni la gente non ne sappiamo niente”.

questo spazio è stato messo a disposizione da S.A.S. Kwisatz Haderach
Ed eccoci tutte battezzate.

Linda Perry? Quel honneur! Informoti peraltro che, a parità di 53, la mia data di nascita è molto più figa della sua: 14 luglio.
Et de hoc satis.
Cafferistretto ha scritto: Ed eccoci tutte battezzate.
Linda Perry? Quel honneur! Informoti peraltro che, a parità di 53, la mia data di nascita è molto più figa della sua: 14 luglio.
Et de hoc satis.


Senti, slanciata 1.54enne, con tutta evidenza non sei ancora morta. Quindi che ci fai nella terra degli zombie? Confrontavo il tuo profilo con quello delle già sepolte/cremate...
Ti propongo un ruolo: ogni tanto condisci i tuoi interventi con quelle belle frasette latine che solo giuristi e legulei conoscono. De hoc satis è un buon inizio.

Ho una preoccupazione. Finirai come Maggie (Contagious, in altri Paesi) o vincerai tu?
Ma Kiwi, dico io... Non ho manco i requisiti per la quota 100 e tu già mi vedi papessa? :)). Che benedico pure? :)). No no... Hai proprio sbagliato :)). Sai che le mie battaglie le faccio nel mondo reale, qui davvero non servono :)). Apprezzo Cmq la tua fantasia:))
Oh, ecco Il nostro Cato Censor con la cofana!
A proposito di citazioni & condimenti: al tuo posto me ne starei bello acquattato, visto quante ne spandi per ogni dove.
Oltre a insultare la lingua con "un" corredato da apostrofo seguito da sostantivo maschile.
Aiutoooooooooo
KwisatzHaderach ha scritto: Non ce la posso fare a rispondere individualmente alle voci nel pollaio. Né per i msg a mia disposizione, né per la voglia.
Quindi notiamo cumulativamente che. Cafferistretto è peperina e somiglia a Linda Perry (chi è? andatevelo a cercare su guglz). CK finalmente ne ha azzeccata una. Curc ormai concorre al titolo di papessa, il suo sogno essendo salutare le folle di derelitti dal balcone, per poi benedirli tutti.

Ultima nota. Nel linguaggio del mercato, scrivere “all'incremento numerico degli associati non corrisponde sempre un adeguato aumento della partecipazione alle attività collettive” significa “abbiamo sbagliato strategia perché di come funzioni la gente non ne sappiamo niente”.

questo spazio è stato messo a disposizione da S.A.S. Kwisatz Haderach


KwisatzHaderach va bene tutto, o quasi, ma per cortesia lascia a noi l'arduo compito di valutare le nostre strategie aziendali. :wink:
Amministratrice del Club-50plus
Proprio perché è poche volte che intervengo al forum vorrei esprimere il mio pensiero .
Non credo che le persone non siano interessate ai molti argomenti del sito; questo lo stabilisce il fatto che ci sono molti lettori. Il problema è la scrittura, cosa non facile al giorno d’oggi. La maggioranza di noi, chissà se nella vita ha scritto almeno una cartolina ?!
Scrivere non è come parlare dove " se anche ti accorgi di aver detto una sciocchezza o espresso male la tua idea puoi immediatamente, attraverso la parola detta, correggerti ed esprimerti al meglio in continue interazioni con l’altro o gli altri che hai di fronte". Come in un comune gruppo di amici anche al bar, dove il singolo interviene verbalmente più volte fino a esprimere, anche con l’aiuto del sentire le opinioni altrui, quello che pensa. La parola è relativamente facile ed è aiutata dall’interazione con il resto delle persone presenti che esprimono verbalmente le loro idee.

Scrivere è diverso. Te lo devi imporre, devi pensare di mettere insieme un pensiero finito che ti rappresenti, sul quale non puoi modificare nulla e verso il quale devi essere capace di esprimerti in modo tale che gli altri possano comprenderlo (a prescindere dall’essere d’accordo o no).
In più le persone leggono qui nel sito anche qualcuno che si atteggia, pur dicendo nulla, a intellettuale; oppure se scrivi e non è gradito il tuo pensiero qualcun altro ti bacchetta direttamente, piuttosto che esprimere la propria opinione.
Grossi rischi che mettono in ballo molti stati emotivi. E poi c’è la paura di rileggersi e di non piacersi.
Scrivere è una cosa difficile e complessa in un paese come il nostro dove la media delle persone legge un libro nella vita. E si perché per scrivere bisogna leggere, anche scrivere su un forum e su argomenti che non sono poi sempre semplici.

Riprendendo proprio l’argomento sullo “scambio di coppia” , certamente il promotore avrebbe dovuto intervenire con maggiori informazioni, ma questo lo ritengo relativo, data l’andamento dell’espressioni intervenute. E qui voglio esprimere un giudizio, a parte poche signore che sono state veramente costruttive, per il resto mi è sembrato un accanimento e una difesa muscolare a livello di maschietti da fare pena, da isterici !!!!
Anch’io ho espresso le mie opinioni ma non ho più osato intervenire considerando il clima che si era creato. Credo che in questa occasione chi ha letto si è senz’altro informato, però il modo non è qualificabile. Forse la mia reazione è esagerata perché non ho mai partecipato a nessun forum; ma non credo che un forum sia un ring !!
E adesso, all’età di 66 anni, aspetto le bacchettate di qualcuno che si ritiene intelligente e colto da dovermi fare la punta alla matita con la prosopopea del saccente di turno. Coraggio !!!!
Ecco, "imporsi di mettere insieme un pensiero organizzato" potrebbe esser utile a molti, così come sbattersene dei giudizi altrui.
Se mi stai dicendo che a 50-60-70 anni la gente non scrive perché non sa organizzare un'idea in forma logico-consequenziale, il punto non è quanti libri ha letto, ma che razza di educazione ha avuto e che personalità ha adesso.

Un aspetto collaterale ma utile e per me estremamente preoccupante dei social è constatare il grado di analfabetismo di ritorno, inteso non solo come grammatica ma anche e soprattutto come forma di pensiero organizzato. Si dice che i gggiovani non sappiano più scrivere, disabituati dall'abitudine a cliccare su caselle pronte, per esprimere il loro pensiero. Ma... i vecchi? Hanno fatto le scuole, no? La maestra gli ha spiegato che è la mucca a fare il latte e non il latte a fare la mucca, no? I temi in classe di italiano li avete fatti, alle Medie? Che fine ha fatto tutta quell'utile preparazione? Dove e quando ve la siete persa?
Tu semplifichi tutto. Parli della massa come se fosse una sola persona, in realtà è costituita da milioni di individui completamente diversi tra di loro anche se per alcuni aspetti simili.
Le persone della mia età hanno avuto una scolarizzazione bassa, forse la 3^ media e molti l'hanno acquisita con le famose "150 ore" negli anni 60/70/80. Sì possiamo parlare di un analfabetismo di ritorno di persone che non sono mai state alfabetizzate, per non parlare di quelle istruite che soffrono della stessa disfunzione, ma non per questo non sono bravi cittadini, lavoratori, magari specializzati, padri e madri di famiglia che hanno dato ai loro figli quello che non hanno avuto loro, per esempio la scolarizzazione. Ecco questi sono la maggior parte dei vecchi, che hanno lavorato nelle fabbriche o nell'edilizia o in tanti altri lavori che di concettuale non hanno nulla. Ecco dove si sono persi la loro scolarizzazione del menga.

Mi sembra di poter dire che oggi la maggior parte dei giovani siano molto avanti rispetto a noialtri senili. Mi ricordo quando hanno inventato la piccola calcolatrice portatile a pila, si diceva che i giovani non avrebbero più imparato la matematica o l'aritmetica, mi sembra che parli di questo rivolgendoti alle persone anziane. Increduto.
Ci sono anche persone che nella loro vita non hanno mai parlato, espresso un pensiero o un'idea perché ciascuno ha la propria indole, la propria ragione di essere, perché non né sentono il bisogno.
Lucialu,
la massa è per l'appunto la massa. Lo so anch’io che dentro ci stanno pure i premi Nobel. È ovvio che se valuti un aggregato, non stai valutando i singoli.

Quello che ho detto e ripeto è che il livello della massa è molto più basso di quanto mi aspettassi e che non è tanto un problema di scrittura, quanto di capacità di far funzionare il cervello. Non mi interessa se scrivi squola, mi interessa se sai elaborare il concetto e hai il coraggio di presentare le tue idee davanti agli altri. Ogni giorno ne scopro una: oggi che la ggente ha paura di scrivere. Io credo invece che abbiano il cervello atrofizzato, per cui vanno in automatico su quello che credono di sapere e su tutto il resto senti un rumore di parti metalliche arrugginite.

Se poi che lo si faccia notare dà fastidio, ‘sti cazzi. Una delle infamità della cosiddetta democrazia è che qualunque coglione che può aprire bocca pretende di essere ascoltato. A casa mia, no: prima mi dimostri di avere i titoli per parlare, poi ti viene dato il permesso. Ho molti amici con la terza media, ma non hanno la presunzione di voler essere ascoltati a tutti i costi quando parlano di cose di cui non sanno nulla, e peggio ancora con pensieri ad cazzum. Tanto per cominciare, che la ggente impari a elaborare pensieri LOGICI. Senza questo, con gli estranei è impossibile comunicare. È questo a fare “il bravo cittadino”, non la delega ai figli a farlo in vece sua. Cultura ed erudizione non c’entrano niente.

Quel che mi preoccupa MOLTISSIMO non è che io sia supererudito e gli altri ignoranti come capre: ciò è casuale quanto l’essere nati in Albania invece che in Svizzera. No, la mia preoccupazione è che la ggente non sa PENSARE. La mia seconda preoccupazione è che pro bono pacis vengano assolti sistematicamente. Decenni fa c’erano le ideologie a dirgli cosa dovevano pensare. Oggi che non ci sono più e ognuno è lasciato libero di dire cazzate come gli tira, vedi gli effetti.
Sì......li abbiamo visti :D :lol: