Sono incappato nel movimento MGTOW, che sta per “Men going their own way”, cioè Uomini che vanno per la loro strada, in contrapposizione alle deviazioni che subirebbero dalle regole sociali (anche normative e regolamentari) e soprattutto dalle donne (intese come intero genere).

Il movimento si presenta come reazione al femminismo e non c’è dubbio che di femminista abbia poco. Io lo trovo assolutamente esilarante, non tanto per quel che afferma quanto per lo stile: un misto di Omen (quello di Raul Cremona, a Zelig), Alvaro Vitali e il senatore Razzi impersonato da Crozza.

Qualche titolo degli articoli dal sito italiano del movimento:
- Non sposatevi e non fate figli
- Le donne si sono ridotte a merce sessuale
- Il modo più sicuro per sapere se avete a che fare con una zoccola
- Perché dovete evitare il matrimonio a ogni costo
- Cosa è successo alle donne di oggi?


La sintesi del MGTOW-pensiero è che le donne vanno trombate e basta, mai sposate in quanto approfittatrici, e che il matrimonio è una trappola normativa per l’uomo.

Come osservatore dei fenomeni sociali, non posso non cominciare a prestare la debita attenzione al MGTOW, in quanto estrinsecazione di un malessere relazionale che anche in questo sito ha avuto i suoi acuti. E ricordo che anche la Lega Nord, all’inizio, sembrava una grottesca trasposizione politica dei giochi di ruolo per adulti, quelli dove dei fessi vestiti da armigeri medievali si scontrano nei boschi con spade di gomma (cfr. il film Role Models).

Come sempre accade nella Storia, lo scemo del villaggio che grida alla luna qualcosa di sensato lo dice. Il fenomeno MGTOW non finisce qui.
Estote parati.
Ti ringrazio perchè sono venuta a conoscenza di un movimento che non conoscevo. Questo movimento è la conseguenza alla lotta che le donne hanno inziato negli anni 70 per la parità? Secondo me è l'esasperazione per leggi che tutelano le donne e non gli uomini. E' vero che negli anni 70 l'uomo in casa era più servito più rispettato. Credi che questo movimento avrà lunga vita?
Ci son tante sfacettature. Come certe donne possono vivere senza un uomo, pure gli uomini possono vivere senza una donna. Ma fuori casa, nel lavoro, negli uffici, al bar (ad esempio) il confronto con la donna non lo puoi escludere.
Vero?
Secondo la mia  esperienza che ho avuto in giro per il mondo, le donne italiane di femminismo non hanno capito una mazza e lo hanno male applicato e gli uomini maschilisti non sono da meno...In paesi dove il femminismo era più evoluto e ben messo in pratica, c'era più libertà sia per le donne che per gli uomini, in pratica si scopava di più che in Italia, spesso erano le donne a prendere l'iniziativa, ma se un uomo sbagliava con una donna, di fronte alla legge, la pagava cara. Altra civiltà,altra cultura, pura libertà alla luce del sole. In Italia il femminismo viene inteso come rivendicazione e vendetta contro il maschio e il maschilismo come trattare la donna come "oggetto" e tutto questo è sbagliato, Uomini e Donne sono fatti per stare insieme, l'uno nel rispetto dell'altro, l'amore con sentimento lo si fa in due, in complementarietà, di sentimenti reciproci, anche perché quando la coppia decide senza inganno, di avere solo un avventura di solo sesso, senza complicazioni sentimentali, lo si fa in piena libertà reciproca, ma sono certo che in quel momento, anche fosse solo un attimo fuggente, si stabilisce un legame che lo si porta nel cuore per tutta la vita. Non aver vissuto o perso anche un solo momento d'amore, è un vero guaio, e ogni lasciata persa, la si rimpiange per tutta la vita, meglio avere amato che non avere amato mai...
UH..... !   TOH, guarda.. guarda.....                 
Ecco...., 
Uomini stanchi e stufi delle donne?Un movimento che dice basta " al potere femminile " I ribelli !!!! 8)  MRA,  MGTOW,    tutti quelli che non vogliono più saperne delle donne.! 
 Hanno un sito dove scrivono: « è una dichiarazione di autoappartenenza, per cui l’uomo moderno preserva e protegge la propria sovranità sopra ogni cosa. :roll:
Criticano gli atteggiamenti delle donne e girano video in cui, con scenette esplicite e  "trash ", spiegano come il predominio femminile sia appoggiato dalla società fino a creare situazioni paradossali...... bah!
il loro motto non poteva che essere questo :MY TIME, MY MONEY,MY GOALS, NO ALIMONY.
La ciliegina su questo gelato di ironia è la decisione d di utilizzare l'immagine di un senzatetto per rappresentare un uomo oppresso da donne esigenti..Ma loro adorano, si si ,  adorano, parlare di quanto sono arrabbiati
Un vero movimento per i Diritti degli Uomini dovrebbe promuovere, e non accanircisi contro ecco....
Ok,  donne......... quando bruciamo i reggiseni? :lol:
Dai,  qui si discute, ci si incontra, talvolta ci si scontra. Le armi sono la retorica, le idee, e le convinzioni. Già....
Blauerreiter  ti vuoi iscrivere al  MGTOW  ? Ma scusa eh,  se il mondo femminile ti sembra così pieno di privilegi.......potresti  anche tentare un'operazione ad  h o c no?  :wink:
Susi,
non so se lo specifico movimento prenderà piede o meno, ma è un fatto che segnala istanze sentite che in un modo o nell’altro dovranno essere incluse nel novero delle “rivendicazioni di genere”. Che esista un’assurda discriminazione giuridica tra separati o divorziati è un fatto evidente. A me sembra che il MGTOW discenda da una progressiva “femminilizzazione” dell’uomo (basta leggere il tono lamentoso degli articoli): 40 anni fa un uomo ti avrebbe mandato affanculo senza tante storie, oggi invece scrive accorati appelli sul web. La crisi dell’uomo a seguito del femminismo ha prodotto una crisi della donna (che non sa più che cazzo vuole, né a chi rivolgersi per averlo); ora siamo alla rilevazione statistica di tale seconda crisi, da cui il MGTOW.

Grazia,
i tuoi commenti non sono degni della tua intelligenza. Da un lato mi riconosci un certo appeal, dall’altro mi inviti a operarmi. No, grazie: preferisco tenermi il coso tra le gambe, finché da più parti mi chiedono di poterne usufruire.

Sono d'accordo col punto di vista di Navy, secondo cui le donne italiane hanno usato il femminismo non per rivendicare, ma per recriminare a pioggia, senza prendersi una responsabilità che sia una. Un piccolo aneddoto: la schizofrenia psico-sociale delle femministe produce risultati tra il grottesco e il divertente: ho "interagito" con diverse femministe dichiarate... beh, non ce n'era una che non amasse essere presa sonoramente a schiaffi, per eccitarsi. Giudicate un po' voi come stanno messe.
Andrea,certo che ti riconosco con un certo apple ,infatti quelle mie probabili  "ultime parole" sono state scritte direttamente dal mio bunker anti atomico  e in fase di uno strano allineamento di pianeti, (aspettandomi una tua reazione)
MA, hai presente i due archetipi ( Anima  e Animus ) “L’Animus è la figura che compensa l’energia femminile. L’Anima,  quella che compensa l’energia maschile”.tipo un (  lato in e out)
l’Animus (componente maschile delle donne) oppure l’Anima (componente femminile negli uomini)
Non so, ho pensieri molto contrastanti .Spero di essere stata esaustiva,  8)
No, per favore, non generalizziamo: ci sono tante donne cretine e confuse per altrettanti uomini cretini e confusi. Siamo ancora nella fase di transizione in cui i cambiamenti, che sono tuttora in atto, devono essere completamente assorbiti e metabolizzati, pertanto è ovvio che squilibri, da parte di ambo i sessi, possono verificarsi: i fenomeni culturali importanti impiegano decenni ad affermarsi correttamente.
Io non mi reputo affatto femminista, anzi, per alcuni danni prodotti (qui sarebbe lungo citare quali)  le ucciderei le femministe, ma reputo che diritti e doveri debbano essere ugualmente distribuiti;  in quanto al prenderci le responsabilità  noi donne, spesso, diamo "molti giri" ai maschietti, vi piaccia o no, non potete non ammetterlo, oppure le vere donne non le avete mai incontrate !

  P.S. Alle femministe, convinte,  che amano farsi prendere a schiaffi consiglierei un              buon psicoterapeuta.
Ammetto la mia ignoranza , non conoscevo questo movimento fino ad ieri e sinceramente la cosa mi lascia del tutto indifferente, dato che attualmente sto fondando un nuovo movimento pollitico il MISNEFF , Movimento Italiano Spogliatevi Nudi E Fottete Felici. Si accettano adesioni in massa.
Ohibò e qui non posso metterci altro che un ‘ohibò’
 Catharine MacKinnon è una femminista e avvocatessa americana, nota per questa sua citazione:
" Qualsiasi rapporto sessuale, anche il sesso consensuale all’interno del matrimonio, è un atto di violenza perpetrato contro una donna."Questa frase viene spesso citata nei blog antifemministi a riprova dell’esistenza del “nazifemminismo” e dei danni che il femminismo avrebbe fatto alla società.
 la differenza sessuale è qualcosa di molto complesso: non è solo natura o solo cultura, noi stessi siamo un intreccio di natura, cultura e storia. Ciò che dobbiamo ricordare è che uomini e donne sono PERSONEmoralmente e intellettualmente pari nel bene come nel male..e mascolinità e femminilità possono essere vissuti in tanti modi, 
fottiti mondo! questo si diceva quando si trovava una bella ragazza e ci si appartava con lei. Spariva tutto ma proprio tutto, e ti dedicavi alla quella creatura lì con tutto te stesso. C’eravamo solo noi due, i nostri cuori (i nostri corpi) e tutta la nostra storia. Ci si amava e si condivideva tutto, pensieri, emozioni, ideali, progetti. Non c’erano diritti, non doveri, c’eravamo noi e basta, e allora… fottiti mondo!

Poi è venuto fuori il femminismo (una roba concettualmente sbagliata come tutti gli …ismi). perché? che cosa è venuto meno? o cosa è venuto fuori di nuovo che prima non c’era?
Per me è riaffiorata l’anima nera della relazione a due: l’individualismo (ricordate? io sono mia e mi gestisco io…), tutto veniva riferito alla singola persona, solo alla mia. E l’altra? beh, non mi rompesse i coglioni.

Odio questi discorsi che ci riportano a mezzo secolo fa, e stiamo ancora lì a giraci attorno. Dopo 45 anni di matrimonio (e scusate se sono pochi) ho maturato la convinzione che o ci decidiamo a pensarci e progettarci come coppia, perché quello è il “limite a cui tendiamo”, o siamo destinati a non capire niente della vita (o quanto meno a non viverla in modo pieno e umano). In questo secondo caso mettiamoci tutti gli …ismi. Qualcuna vuole fare la femminista? non mi sconvolge, faccia pure. Io preferisco vivere fino in fondo la mia relazione con l'altra metà del cielo e, a costo di essere volgare, mi sento di dire... fottiti mondo!

e allora? … l'ha detta giusta, scherzando, Gino K: per attuare un progetto occorre avere un sogno, e per avere un sogno beh, … andiamo a dormire….
Il mondo è nelle mani di coloro che hanno il coraggio di sognare e di correre il rischio di vivere i propri sogni. Ognuno col suo talento. Paulo Coelho,
A esagerare esagerano, ma non hanno tutti i torti.
Ma in fondo si tratta di una scelta personale e come tale va rispettata. 
E allora mi pongo un paio di domande, ma dove sono finiti i principi e soprattutto gli uomini ? ma servono sforzi sovrumani per trovare un normale interlocutore maschio, né genio né somaro?
Di certo, tante donne non sono più costrette a ruoli codificati, sia in famiglia che sul lavoro. Possono scegliere di essere single o in coppia, avere o non avere figli, rischiano, pagando tutto il prezzo che c’è da pagare.e tutto questo ha generato un impulso......, mentre gli uomini sembrano essere più disorientati e impauriti , è forse così?
A questo punto mi chiedo se siano i principi ad essere spariti oppure se siano le donne a non voler più fare le principesse. !!!!! mah...pensandoci bene dico la seconda
cron