Siamo disordinati o ordinati. Quale oggetto non getteremmo mai . Magari siamo degli accumulatori di particolari 'cose' inutili o invece pensiamo potrebbe servirci nel tempo, o teniamo perchè ci ricorda qualcosa.
Oppure ci liberiamo di tutto il superfluo immediatamente.
Non potrei mai privarmi del mio scudiscio d'acciaio rinforzato di filo di ferro arruginito e pallini di piombo slabbrati, per quando vado a trovare qualche gentile signora.
[*]Quale oggetto non getteremmo mai . Magari siamo degli accumulatori di particolari 'cose' inutili o invece pensiamo potrebbe servirci nel tempo, o teniamo perchè ci ricorda qualcosa.[*]
mi ci vedo, sono un accumulatore, in generale di cose oggetti che col tempo ti ci affezioni, ma anche di oggetti di medio valore, che ho accumulato in 30 anni di vita, in caso scarse finanze per mancanza di lavoro posso venderli su internet. :)  
Che vinco se rispondo giusto? Lo chiedo perché non essendo accumulatrice mi piace dare via...nella filosofia del "perenne rinnovo locali"
Paola, ti invidio!
Temo di essere una accumulatrice!
Di notte sogno di aggirarmi con grandi sacchi per la raccolta differenziata e gettare tutto quello che non uso da tempo...
... poi di giorno, sarà perchè a una cosa sono affezionata, sarà perchè l'altra "potrebbe sempre servire"...
non ho mai il coraggio di fare niente :-(
Quando la gente viene a casa mia...gente che non mi conosce bene...la prima cosa che mi chiede.." Ma che ti sei venduta i mobili"?:)...a me piace lo spazio..e accumulare mi mette ansia. E' carattere...siamo tutti diversi:)..anche in viaggio potessi porterei solo credit card documenti e chiavi di casa...i bagagli...essenziali.
Anch'io non butto delle cose, in particolare; carta da regalo o da pacchi (anche usata), nastrini da regali, santini, medagliette di nessun valore (quelle dei santi), francobolli un pò particolari, oggettini in ceramica (ma quelli sono ricercati), ho ancora i vecchi diari di quando andavo a scuola ma devo decidermi a bruciarli; e altro ancora. Forse sono anche un accumulatrice della polvere.
Favola Zen.

Due ggiovani amici, uno grande scalatore l'altro molto mediocre, intrapresero la salita di un 4.000. Al campo base a 3.600 metri, il mediocre si vomitò anche l'anima. Raggiunsero la vetta, il grande scalatore un buon quarto d'ora prima. Sulla vetta, il mediocre si ri-vomitò l'anima.
Tornati a valle, entrarono nell'ufficio delle Guide dove, foto alla mano che dimostrasse l'impresa, avevano diritto a un certificato di avvenuta scalata.
Il grande scalatore sventolò con orgoglio il proprio certificato, chiedendo all'amico: "Perché non te lo fai fare anche tu? Hai pur raggiunto la vetta, no?".
E il mediocre scalatore rispose: "Appunto. Che bisogno ho di un certificato che mi dica quello che è già dentro di me?".

Da quel giorno, la mia casa ha smesso di riempirsi, e cominciato a svuotarsi.
Molto bella questa favola. Grazie:)
paola_rm ha scritto: Quando la gente viene a casa mia...gente che non mi conosce bene...la prima cosa che mi chiede.." Ma che ti sei venduta i mobili"?:)...a me piace lo spazio..e accumulare mi mette ansia. E' carattere...siamo tutti diversi:)..anche in viaggio potessi porterei solo credit card documenti e chiavi di casa...i bagagli...essenziali.

Invece a me lo svuotamento da un senso di libertà...di non dipendenza...di leggerezza...e metti pure l'aspetto pratico...poco da spolverare e siccome non sarò eterna non mi devo preoccupare che i posteri debbano perdere tempo a capire cosa fare o come smaltire cose che al limite possono aver avuto un valore solo per me. Non mi faccio scrupoli...tutto via:) ...una rinascita interiore...credimi
bierreu ha scritto: Paola, ti invidio!
Temo di essere una accumulatrice!
Di notte sogno di aggirarmi con grandi sacchi per la raccolta differenziata e gettare tutto quello che non uso da tempo...
... poi di giorno, sarà perchè a una cosa sono affezionata, sarà perchè l'altra "potrebbe sempre servire"...
non ho mai il coraggio di fare niente :-(

Scusa b...col tel ho risposto a me:) sono un po' svagata. Cmq se ti servono sacconi da riempire fai un fischio:)
Il racconto di Blaue mostra anche un rovescio della medaglia. Lo scalatore mediocre non volle farsi il certificato. Sarebbe stato meglio che il grande scalatore non avesse voluto il certificato, così dimostrava
la sua grandezza interiore.
Io non so perchè accumulo. forse perchè avevo dei genitori che tenevano tutto. Però ho il pregio di regalare anche parecchia roba.
Ho anche dei mobili vecchi, vorrei darli via o venderli, ma so che i miei genitori ne erano affezionati.
Io in casa negli armadi tenevo dei vestiti di diverse taglie perché le taglie conformate non sono facili da trovare e perché avevo paura di riprendere i chili persi prima, ma col tempo vedendo che mi ero stabilizzato e vedendo che col tempo quei capi di vestiario diventavano un poco "vintage", ho riempito otto grandi scatoloni di roba e l'ho donata ai poveri e ho sentito dentro di me una grande liberazione e nel frattempo ho rinnovato tutto il mio guardaroba all'ultima moda, reperendo i capi conformati via internet, comprando in negozi all'estero dove le taglie conformate sono più diffuse
susi_4ve ha scritto: Il racconto di Blaue mostra anche un rovescio della medaglia. Lo scalatore mediocre non volle farsi il certificato. Sarebbe stato meglio che il grande scalatore non avesse voluto il certificato, così dimostrava
la sua grandezza interiore.
Io non so perchè accumulo. forse perchè avevo dei genitori che tenevano tutto. Però ho il pregio di regalare anche parecchia roba.
Ho anche dei mobili vecchi, vorrei darli via o venderli, ma so che i miei genitori ne erano affezionati.

Susi...resto di stucco...e' un barbatrucco?? Come distruggere il significato della favola in due minuti:)
Navyseals ha scritto: Io in casa negli armadi tenevo dei vestiti di diverse taglie perché le taglie conformate non sono facili da trovare e perché avevo paura di riprendere i chili persi prima, ma col tempo vedendo che mi ero stabilizzato e vedendo che col tempo quei capi di vestiario diventavano un poco "vintage", ho riempito otto grandi scatoloni di roba e l'ho donata ai poveri e ho sentito dentro di me una grande liberazione e nel frattempo ho rinnovato tutto il mio guardaroba all'ultima moda, reperendo i capi conformati via internet, comprando in negozi all'estero dove le taglie conformate sono più diffuse

Navy...non sei rimasto...come si dice a Roma 'con una scarpa e una ciavatta'...hai fatto un rimpiazzino:)