Ok..ci siamo.
Ti conosco tra amici ed il primo pensiero e'...non sei il mio tipo..peccato.Quello che mi colpisce e' la tua freddezza nel salutarmi..siamo amici
Mi sorprendo poi a pensarti e ripensarti, mi accorgo del tuo cambiamento nei miei riguardi..ma allora
perche' se non sei il mio tipo..ti penso costantemente?
perche' mi fa' male se non mi saluti in chatt?
perche' vorrei un tuo sorriso..un buongiorno..solo per me?Mi sento dentro un frullatore e mi chiedo se improvvisamente sono tornata ragazzina.
Antonella
Ciao Anto, forse ti piacerebbe comunque stare al centro dell'attenzione di qualcuno pur consapevole non sia il tuo tipo come forse tu non sei il suo. Sparita l'incertezza su quanto possa accadere tra due persone mi pare normale possa arrivare un po' di freddezza ed essere in qualche modo "declassati" ad un amico/a come altri
Forse perchè lasciarsi sopraffare dalla fame d'amore e dal desiderio di innamorarsi a tutti i costi non è mai una scelta saggia (ne parlavamo ieri sera in chat, ricordi?) e fa del male prima di tutto a noi stessi. Senza parlare dell'altro/a che ha comunque il diritto di essere scelto/a (e di scegliere) tra miliardi di persone esattamente per quel che è. Le dinamiche sono certamente più complesse e anche se la fase che tu descrivi, nella quale è piacevolmente coinvolgente lasciarsi andare, fa solo parte di un gioco ben più ampio fatto di affinità tutte da costruire e, alla lunga, ben più appaganti.
Difficile dare un nome ai sentimenti...ma so' per certo che cio' che provo mi fa' sentire viva.
Quindi ben venga tutto quello che verra'...io sono qui, pronta a raccogliere ogni seme da piantare.
grazie per aver condiviso questo mio..sentire

Antonella
Non conosco nessun socio e solo una volta sono entrata in chat (ma c'era solo Nonna Simona che non ha risposto al mio saluto), quindi le mie sensazioni possono essere falsate dalla non conoscenza dei fatti, ma leggendo questo forum e prima quello di Nonna Simona che raccontava dello scorso fine settimana, mi sembra che tutto nasca da una suggestione.
Nonna Simona ha raccontato dell'amore nato tra due soci (Tania e Mauro ha detto) e poi dell'emozione a "vedere girare per casa " una persona che chiaramente le interessa. Insomma credo che l'atmosfera così "sentimentale" provochi una specie di identificazione e condivisione, facendo sentire tutti (o quasi) i presenti all'incontro presi da sentimenti amorosi. Come succede quando si vede un film e ci si immedesima e alla fine del film si sente quel languido desiderio di amare ed essere amati. Non intendo con le mie parole sminuire quel non sò che che sente ioxtesempre, ma cerco di vedere le cose con razionalità. Se sbaglio scusate.
Ciao Proviamoci1. Ti chiedo scusa se è accaduto che io non ti abbia salutato in chat. Chi mi conosce sa che lo faccio per abitudine e per educazione con tutti, anche con chi non mi è propriamente simpatico :) Pertanto devo supporre che in quel momento non fossi davanti al PC pur apparendo in chat. Mi spiace che tu questa eventualità non l'abbia nemmeno presa in considerazione. Così come probabilmente non hai letto bene i contributi al mio post incriminato altrimenti ti saresti resa conto che quando parlavo della bella presenza che avevo in casa mi riferivo ad una donna. Su una cosa pero' hai ragione, quella donna mi interessa molto e poterla ora annoverare tra le mie amicizie è una gioia ed un onore. Spero che questo ti faccia leggere quel post come un po' meno sdolcinato e più aderente allo spirito di questo Club ossia un sito di incontri. Incontri che a volte possono risultare molto appaganti anche quando non c'è alcun coinvolgimento sentimentale. Ti auguro di farne tanti, belli e arricchenti come alcuni di quelli che sto facendo io.
Nonna Simona, non conosco bene come funziona la chat e vedendo il tuo nome tra i presenti ho pensato che tu eri li. Anche a me è sembrato strano che non rispondevi al mio saluto perché da quello che ho letto ho percepito che sei una persona di certo educata. Ti ringrazio per il tuo augurio di incontrare belle persone.
Condivido i sentimenti di nonna Simona,
Spero vivamente di fare incontro di amicizia qui nella mia zona di Bologna, per condividere
tante parole e tante situazioni. GRazie!
Cara Loxte, a volte veniamo attratti misteriosamente da qualcuno anche se razionalmente non lo vediamo adatto a noi. Qualcosa, anche se non capiamo bene cosa, fa scattare in noi la molla del sogno. Come ben detto dalle altre, il desiderio di amare ed essere amate può prevalere su ogni logica. A questo punto la freddezza ricevuta fa male ma, anzichè allontanarci come dovrebbe essere, ci fa attaccare ancora di più. "Non esere freddo con me, per favore, lasciami sognare ancora un po'"
Anch'io ti auguro bella permanenza e bei validi incontri. Ciao
......"io sono qui, pronta a raccogliere ogni seme da piantare"......

Tenera la tua affermazione, Antonella! E' vero, anche in amicizia ci comportiamo a volte come in amore e a volte vogliamo l'esclusività! E ci fa male la freddezza.
Sono tutti sentimenti normali e umani, quindi, li proviamo tutti! E il tuo "accogliere e raccogliere" è molto bello, dolce e tenero, come il tuo cuore. 
grazie Michela..sei molto gentile
Loxte... scusa il pessimismo che forse ho emanato, derivante da una sfilza di recenti esperienze personali. Non si può sapere che piega prenderà la tua storia, ma in effetti già il fatto che ti faccia sentire viva è una splendida cosa. Poi vedrai!
La colpa è dei lampioni.
E della notte.
E......

:mrgreen:
Buongiorno signore, scusate se mi intrometto in questa discussione, che per certi versi e' sul filo del femminile, ma anche no, perche anche a noi maschietti capita di provare quello che sta provando Antonella alias IoxTe :) Credo che sul lato sentimentale non ci sia disparita di sesso. Vi racconto la mia storia: ero iscritto su meetic, ho voluto provare questo tipo di comunicare perche non sono, ne un rimorchione ne un cerca donne, sono molto timido e riservato sul conoscere all'istante qualcuno, nel senso, se i nostri sguardi si incrociano e c'e' quel minimo di attrazione...non sono il primo a farmi avanti, forse paura di un rifiuto, forse paura di una non corrisposta ed immediata certezza, che quella persona mi piaccia veramente e viceversa chiaramente.
Detto questo sul perche dal vivo non riusciro mai ad incontrare, vi dico che sono riuscito a farlo con questo tipo di siti, appunto meetic.
Dalle foto ho avuto un infatuazione per una donna di 45 anni, beh gli scrivo, chattiamo, ci troviamo simpatici, la cosa va avanti, quindi c'e' un minimo di conoscenza...(a parole scritte)si entra in dettagli di vita privata, con una leggerezza, come racconteresti ad un'amico intimo.
Decidiamo di incontrarci. Una bella cena sul mare ad Ostia, luogo tranquillo, chiaramente da buon gentil'uomo prenoto anticipatamente per rendere tutto piu scorrevole possibile.
La vado a prendere a casa e' di rigore una bella rosa rossa, andiamo insieme in macchina strada facendo ci raccontiamo un po, ci conosciamo, ceniamo tra mille parole e attenzioni, l'uno verso l'altra, passegiata sul lungomare, insomma una bella serata romantica come piace a me :wink: ...alla fine abbiamo anche qualche effusione amorosa....ma dopo tutto questo...mi sento dire.....guarda sono stata benissimo mi piaci tanto mi attrai fisicamente ... ma non puo esserci piu di una amicizia......resto un po titubante perche forse io avevo inteso diversamente, forse ho pensato troppo presto che quella donna potesse essere chi cercavo, lei e' molto dinamica determinata e fisicamente attraente, anche se non ha il fisico che a me piace, ma non mi importava stavo bene. Io la penso spesso, anche lei lo fa... spesso ci sentiamo tramite whatsapp o anche telefonicamente, e allora mi domando ma perche ci cerchiamo se non siamo adatti se non possiamo essere piu di amici? Ho cercato di capire se sono io il problema, se il mio essere come sono, se il mio carattere fosse cosi diverso cosi tanto, da non piacere mai a nessuno, e per questo la mia timidezza e la paura del rifiuto, ma non e' orgoglio forse insicurezza di me stesso e delle mia capacita' di piacere a qualcuno.
Questo per dire che purtroppo non sempre ci succede quello che ci aspettiamo.Condivido quello che ha scritto Gio1234, a volte veniamo attratti ma spesso e' solo la nostra visione delle cose e la speranza che sia giusto.
Ma io credo sempre nel "meglio essere che apparire" e forse un giorno si trovera' veramente chi cerchiamo, l'anima gemella? Non lo so, ma di sicuro qualcuno che ci fa stare bene, sereni e felici e che chiaramente noi facciamo lo stesso effetto su quella persona...credo che sia tutto scritto su un magico libro della vita dell'essere umano, quello che deve accadere accadrà. Quindi Antonella, gli stati danimo, purche felici, ben vengano, anche dovessero durare poco, dobbiamo prendere quei momenti e tenerli nella memeoria, non faranno mai male perche non ce li toglierà nessuno.
Scusate forse sono uscito per qualche verso fuori tema e sono stato un po prolisso ma ci stava tutta :D :D buona giornata.
......."mi sento dire.....guarda sono stata benissimo mi piaci tanto mi attrai fisicamente ... ma non puo esserci piu di una amicizia...."......
Io credo, Mauma52,che semplicemente non si è innamorata! L'attrazione, lo stare bene insieme, lo scambiarsi effusioni a volte non implica" l'amore della vita" la persona con la quale vuoi un futuro insieme. Non è poi tanto insolito. Spesso accade e spesso ci siamo illusi semplicemente e quel "qualcosa" in più non è scattato.