Francysca ha scritto: Si sa, di solito in una coppia la donna è il partner che di fatto sceglie definitivamente l'altro. E' dimostrato che, seguendo i lineamenti tipici degli interessi di controparte, l'uomo non è "cacciatore" ma "cercatore" mentre la donna non è "preda" ma "degustatrice". Se si preferisce, si potrebbe sintetizzare l'uomo coma la "domanda" mentre la donna come l' "offerta", con la variante che solo la domanda sarebbe possibile generare artificiosamente, vista la natura tipica degli attori in campo. Da qui, normalmente la donna ha almeno una marcia in più rispetto all'uomo per trovare un partner.In ogni caso, l'unico consiglio per mettersi in gioco è riposto nella propria disponibilità dimostrata di conoscere e lasciarsi conoscere.
Altro sarebbe pura demagogia!!! E la "domanda" nasce spontanea..ma gli uomini hanno molta piu' paura di rimettersi in gioco?? Mi viene questo pensiero :) :)

Ciao Francysca, non tutti gli uomini hanno paura di mettersi in gioco, io ad esempio non ho affatto paura però se "l'offerta" è complicata cioè se la tira il matrimonio (in senso metaforico) non s'ha da fare. Secondo me la donna è vero che deve essere cauta ma con l'intelligenza che di certo non gli manca può dirigere le operazioni e senza farsi abbindolare qualora il cercatore cerca solo compagnia, Ti pare?????