Seduto in riva al fosso Luciano Ligabue, dall'album 'buon Compleanno Elvis'

'Ho parcheggiato e camminato non so quanto e non so dove sono,
qua ma so soltanto che si sente un buon profumo,
tra che non si ferma mai e ciò il biglietto sì
ma questa corsa la vorrei lasciare fare a voi
Solo a voi, la lascio fare a voi,
Che io sto bene qui, seduto in riva al fosso
Io sto bene qui, seduto in riva al fosso'

Pure io faccio come CiccioB, e vorrei commentare questo brano che ho molto ascoltato e che ascolto ancora oggi, volentieri.
La corsa di chi vuole arrivare, e chi invece si accontenta di esserci, di restare se stesso.
E' come dire ..'.andate pure voi, io resto quì'.
Ma forse questo pensiero era più facile farlo tanti anni fa, quando si poteva scegliere se entrare in banca, fare l'operaio, il lavoratore edile. Le scelte di allora sono il nostro risultato di oggi.
Stare in riva al fosso, ...forse oggi in questa società non possiamo permettercelo, dobbiamo vivere...o sopravvivere.
Non ha senso stare in riva al fosso, quando qualcuno si barcamena per andare avanti. O aspettare che ti arrivi qualcosa dal cielo?
Cosa pensate voi, come decifrate questa canzone?
Non ho avuto l'idea di qualcuno che si fermi senza motivo...ma che lo faccia perché sente un buon profumo...quindi si goda con pienezza il momento presente...lasciando agli altri le corse verso mete ignote...lui li e' appagato
a proposito di corse verso mete ignote.!!

Di Ligabue mi piace molto il brano " ll Mio Corpo Che Cambia" testo e musica ( uhh ho sbagliato è Litfiba non Ligabue)

Di Ligabue, " seduto In riva al fosso " a parte l'assolo di chitarra, mi trasmette poco quindi non saprei decifrare
cron