Se volete raccontarvi...
raccontate delle vostre storie d'amore e dei vostri aneddoti riguardo l'argomento...
 
 Mi butto solo con un'aneddoto :
Due cose ci salvano nella vita: amare e ridere. Se ne avete una va bene. Se le avete tutte e due siete invincibili....!
posso raccontare un episodio all'acqua di rose, al tempo delle mitiche 500. Io e il mio fidanzato di quell'epoca ci eravamo inboscati in una stradina per scambiarci delle effusioni. Ci passa accanto un uomo anziano con una macchina vecchiotta (a quell'epoca) si apposta vicino a noi , da un'occhiata e dice 'tosi, stè calmi, va tutto ben..' e se ne va. Noi tranquilli abbiamo continuato....ripassa l'uomo anziano e nuovamente si apposta e dice 'continuè,continuè'....A quel punto abbiamo deciso di andarcene.
Un altro episodio, non di amore, ma tanto per raccontare....stavo prendendo il sole in costume sotto casa mia, era estate, di fianco alla nostra casa c'erano campi, non nostri. Pensavo di essere tranquilla, che nessuno mi vedesse, invece mi vedo venire incontro un uomo anziano, pantaloncini corti, malmesso, la pancia enorme fuori, senza canottiera. Io lo guardo allibita, ' da dove è venuto fuori questo qua?' e lui tranquillamente mi chiede se posso mettergli una birra in fresco.
...ecco, così per raccontare...sono andata fuori tema?..
ci sono persone che fanno. persone che danno e persone che fanno danno :lol:
Avevo una storia malandrina con una tipa, essendo abbondantemente fidanzato con un'altra. Dopo un sei mesi, la tipa si stufa di essere la ruota di scorta, e mi lascia. Ci sta. La risento e mi dice che si è fidanzata con uno: tutto ok. Dopo altri sei mesi la rivedo, lei si è lasciata con quello e ricominciamo la storia malandrina. Dopo altri sei mesi chiudiamo.

Anni dopo, vengo a sapere CHI era il tizio che ha fatto da intermezzo: mio fratello gemello.

:lol:
La relazione che più ha appagato il mio ego: con un parigino che veniva apposta in Italia per un paio di notti con me.
E ho pure perfezionato il mio francese, visto che lui non masticava l'italiano :D  
Io in altri post mi sono già raccontato su quelle storie d'amore, che mi venivano in mente...
Comunque cara Susi, non sei andata fuori tema, coraggio ragazzi continuate così, fuori il rospo che vi tenete dentro, questa è la vostra valvola di sfogo e parlare delle proprie esperienze è una forma di arricchimento culturale per tutti noi... 
blauereiter ha scritto: Avevo una storia malandrina con una tipa, essendo abbondantemente fidanzato con un'altra. Dopo un sei mesi, la tipa si stufa di essere la ruota di scorta, e mi lascia. Ci sta. La risento e mi dice che si è fidanzata con uno: tutto ok. Dopo altri sei mesi la rivedo, lei si è lasciata con quello e ricominciamo la storia malandrina. Dopo altri sei mesi chiudiamo.

Anni dopo, vengo a sapere CHI era il tizio che ha fatto da intermezzo: mio fratello gemello.

:lol:

noooooooooooooo!!!!! Ahahahahahah
blauereiter ha scritto: Avevo una storia malandrina con una tipa, essendo abbondantemente fidanzato con un'altra. Dopo un sei mesi, la tipa si stufa di essere la ruota di scorta, e mi lascia. Ci sta. La risento e mi dice che si è fidanzata con uno: tutto ok. Dopo altri sei mesi la rivedo, lei si è lasciata con quello e ricominciamo la storia malandrina. Dopo altri sei mesi chiudiamo.

Anni dopo, vengo a sapere CHI era il tizio che ha fatto da intermezzo: mio fratello gemello.

:lol:


Quando si dice il caso... :mrgreen:
rubyz50 ha scritto: La relazione che più ha appagato il mio ego: con un parigino che veniva apposta in Italia per un paio di notti con me.
E ho pure perfezionato il mio francese, visto che lui non masticava l'italiano :D  


Le vie per imparare le lingue...sono infinite!!! :lol:
Negli anni '80 conducevo un programma radiofonico dalle 22 alle 24. Iniziato il programma m'arriva una telefonata, la tizia voleva passar del tempo ed io tra un disco e l'altro mi piaceva la cosa; m'invita a casa sua dopo che finisco il programma ed io rispondo che telefonerò l'indomani data l'ora tarda e il tempo d'arrivare a casa sua si sarebbero fatte le 0,30 (e soprattutto perchè credevo si trattasse di uno scherzo). Finito il programma un pò per curiosità un pò perchè mi ero messo il pensiero andai e vidi che l'abitazione a pianterreno era illuminata. Timidamente bussai e trascorsi la notte. In seguito ci vedemmo per un paio di mesi, sino a quando la incontrai con un mio caro amico.... era sua moglie avevano litigato e siccome avevano un'attività commerciale ambulante, lei era andata a dormire dove immagazzinavano la merce.  Da quella volta come se non ci fossimo mai visti e per giunta ci diamo del lei.... 
Era il 28 febbraio del 1969 (quindi 10 anni compiuti da poco) e mentre leggevo il manuale delle giovani marmotte mi innamorai follemente di Ely una delle tre nipotine di Paperina, ma non sapendo come rintracciarla mandai un piccione viaggiatore a Paperoga, l'unico della stirpe dei paperi che poteva condividere la mia sfiga atavica, ma il piccione cagò in testa a Paperino, il quale da imbranato cronico lesse il messaggio e ne fece parola con la fidanzatina. Apriti cielo......mi mandarono Gambadilegno, Macchia Nera e persino Clarabella a chiedere conto delle mie avances, Da allora smisi di leggere Topolino ed iniziai a leggere Cimiteria con risultati totalmente opposti e produttivi.