L'argomento cibi, affini e derivati è ormai inflazionato, se contiamo le diete esistenti in circolazione e la quantità di trasmissioni spazzatura di tutti i tipi che si occupano di alimentazione c'è da spaventare anche un bradipo. .
Ultimamente sto cercando di capire quanto ancora posso campare per rompere i coglioni al prossimo, così mi sono costruito una cultura , più o meno approfondita sul come e il perchè degli alimenti.
Ogni fonte ovviamente dice la sua, epperò si intravede un comun denominatore sulla funzione di alcuni cibi in particolare, nel bene o nel male e personalmente ritengo che in tutte queste teorie ci sia un fondo di verità.
La mia idea è sempre stata quella che il cibo, ovvero tutto ciò che introduciamo nel nostro corpo come nutrimento, dovrebbe essere fondamentalmente sano e fresco, non tanto elaborato, privo di additivi e conservanti vari.
L'industria ed il commercio ovviamente hanno altre necessità e si guardano bene dal darci informazioni sulla reale bontà dei metodi e dei prodotti. finali che escono dalle loro catene di produzione, così come la medicina ufficiale tende a curare gli effetti e non le cause, questo è ormai palese a tutti noi in tutti i campi del consumo o consumismo che dir si voglia.
In questo mio percorso di studi, almeno me la tiro un pò, ho recepito teorie ed informazioni che a mio parere meritano riflessione.
Per farla breve e non annoiarvi, lo dico con parole mie, la prima cosa che mi ha colpito e mi sembra accettabile, ma una mia teoria in merito già l' avevo, è che il nostro corpo non è una semplice macchina meccanica somma di vari organi con le loro funzioni distinte a compartimenti stagni, ma questi organi, anche apparentemente non direttamente dipendenti, in realtà interagiscono sia tra di loro e sia con tutto quello che noi introduciamo, aria compresa, in maniera molto più complessa e probabilmente non ancora del tutto conosciuta.
A questo si aggiunga il fattore PH, oppure, con il tempo, l'accumulo nel corpo di vari tipi di scorie anche di metalli pesanti e addirittura radioattivi ecc.
La mia domanda è: qualcuno di voi segue o ha seguito qualcuna di queste teorie e affermazioni, che esperienza vi siete fatti in merito?
Se non sono stato chiaro chiedo venia, ma non sono nè medico ne scienziato, se volete chiarire spremeteci sopra mezzo limone, in genere schiarisce, come nel tè. Ciao
Oldjack:

quante parolone per dire "dobbiam mangiare sano e cautelarci"!
Ovvio che siamo quel che mangiamo.
(Se è per questo siamo anche quel che amiamo: di una partner una volta scambiati liquidi corporei ed altro assimiliamo il suo dna nel nostro sangue e ci uniamo non solo spiritualmente).
Ma tutte le discussioni a proposito porteranno naturalmente.....
A un beato nulla.
Per prima cosa perchè non potremo mai vivere con un laboratorio chimico a lato per verificare momento per momento quel che stiamo ingurgitando e poi perchè, escludendo truffe lampanti o adulterazioni palesi, non potremo mai stare tranquilli con i generi alimentari.
E io sottolineo che manco producendoli noi stessi si avrà la sicurezza di un risultato "sano" al cento per cento (non sto a specificare, ma basta citare muffe e botulini nelle conserve o nei salumi, le precipitazioni inquinate sul suolo, il tipo di suolo stesso, i modi di cottura e via via).

Una cosa però è certa: man mano che il tempo passa la qualità della vita aumenta, anche per i barboni (che non sono più quelli di una volta).
E il nostro corpo, come sempre, man mano si abitua a tutto... muta con l'ambiente circostante.

Oldjack:
non ci pensare. Ti resta ancora poco in questo transito terrestre....
Datti da fare. Agisci.
Fatti due spaghetti alla carbonara. Fatti un capretto al forno con patate. Fatti una frittata con i porri. Fatti un litrozzo di quello buono....
Insomma fatti chi vuoi (anche qualche "gallina" "ruspante" alla brace, perchè no) e lascia perdere tutte le varie disquisizioni filosofico-chimico-alimentar-generazionali.
E poi vai a dormire.
Che una pennichella non fa mai male! 

Amen 

P.S. Ovviamente le mie parole non voglion essere nè di sfottò nè di disprezzo per le sopracitate teorie....ma semplicemente un invito a prenderla alla leggera visto che, comunque, nessuno di noi può far nulla e dobbiamo semplicemente far buon viso a cattivo gioco.

Leggiti questo

https://www.ibs.it/dilemma-dell-onnivor ... 8845922886

e mi ringrazierai a vita. 
Che ti posso dire Mr Cooper, ti ringrazio del suggerimento, personalmente non acquisterei mai un libro che parla di questi argomenti peraltro molto soggettivi e discutibili.
Che poi un americano, per quanto laureato, visto come e cosa mangiano da quelle parti, sia in grado di darmi informazioni utili su cibi e produzioni è come trovare un libro di Balotelli sui filosofi della Grecia Antica, qualche dubbio nella scelta mi rimane.
Allora facciamo così, tu hai tirato delle conclusioni gratuite sul mio modo di mangiare e vivere il cibo dandomi consigli che non ti ho richiesto, ma accetto con riserva le tue osservazioni, meno quella che ci o mi resterebbe poco da vivere, ho capito che uno come te dell'eleganza se ne strafotte altamente, è un 'asticella posta tropo in alto per le tue possibilità-
Comunque tu continua pure a mangiare carbonara, capretto ( qui forse hai ragione, secondo me è l'unica carne ancora sana in circolazione se preso direttamente dal pastore) con patate e il litrozzo di vino, io non lo so ovviamente quanto mi resta ma vedrò di fare il possibile per spostare la data e farti felice.
In ogni caso preferisco non mettere mai le mani avanti, sai com'è, io per ora fino a qui ci sono arrivato e anche bene tutto sommato, molti altri, con immenso stupore , si sono fermati ben prima anche se non se lo aspettavano.
La vita a volte è strana e a volte è stronza, come tutti noi del resto, comunque grazie del contributo. Ciao.
Ecco.
La presupponenza spesso è una grossa causa di fraintendimento e crea anche molti disagi all' umanità e tu, caro vecchio "Jack", ne sei molto schiavo.

Sicuramente tu sei uno che vive di preconcetti: come fai a dire che una cosa non va bene se non la provi?
Certo, questo postulario  non si applica proprio a tutto:
Io non mi drogo per vedere se fa male, non uccido per vedere se soffro nel levare una vita, non vado com maschi per vedere se è bello essere gay.
Ma tu non puoi stabilire a priori che tutti gli americani non sono in grado di darti "informazioni utili su cibi e produzioni".
A parte che il vero americano nativo è estinto totalmente o quasi del tutto (indiani d'america, maya, quechua, inca, atzechi e via via....) e che molti di loro sono "figli a noi" o di qualche altro stato europeo e quindi affermando la cosa che hai testè scritto sputi sopra a buona parte del continente che ti ha dato la nascita.
Ma non siamo solo noi Italiani o noi Europei quelli che hanno l'assoluta verità in pugno.
Anche io mi sono avvicinato con un certo scetticismo a quel libro, ma, sorpresa delle sorprese, man mano che lo leggevo ho capito abbastanza e ho appreso anche più di quel che volevo.
Lo scrittore del libro è si un Americano (Docente universitario all'Università di Berkley e collaboratore con numerosi giornali e riviste americane, come riportano i suoi dati), ma parla di un suo viaggio nel mondo dell' alimentazione e delle abitudini americane, mondo non poi molto distante dal nostro.
Se tu provassi a leggere qualche passo del libro ti accorgeresti di quanto sbagli: lo scrittore non ha la bacchetta magica e non propone soluzioni geniali sul tema, ma fa una onesta e profonda disanima del fenomeno culturale dell'alimentazione fra la sua gente arrivando a toccare tutti gli aspetti, da quelli politici fino a quelli più spiccioli di tradizioni popolari e usi e costumi rurali della sua America.
Una cosa che impareresti, ad esempio, sarebbe quella che il mondo non lo gestisce l'animale uomo, ma è in balia delle piante, del mondo vegetale. Noi non siamo altro che miseri pupazzi in fondo: la forza, la determinazione, la pianificazione dei vegetali è qualcosa di straordinario. Un mondo complesso e ingegnoso che noi nemmeno possiamo lontanamente sognare di eguagliare al momento (vatti a visionare a riguardo i documentari sulla vita delle piante....questa è una delle tante puntate a riguardo e poi mi saprai dire)

https://www.youtube.com/watch?v=KTSngk9YwZk

Pollan sbugiarda le varie tematiche del "Biologico", del "Chilometro Zero" eccetera.
Ma al contrario di quel che tu hai pensato sul mio conto e su quello di quel libro io non ho tirato delle conclusioni gratuite sul tuo modo di mangiare e vivere il cibo e i consigli "non richiesti" te li sei beccati in virtù del fatto che tu stesso hai messo in moto l'argomento.
Che fai...il galletto del pollaio? Inserisci un argomento e pretendi che tutti dicano "bene, bravo...si...hai ragione tu...esatto...si fa in quel modo!"? Suvvia... non ci deludere vecchio "Jack".
Lasciaci il democratico arbitrio della risposta e casomai argomenta di conseguenza.
Ma come...tu te ne esci con discorsi da accademia della crusca, da università della Tuscia, da cucine da incubo, e poi ti areni sul "ma chi sei, che vuoi, chi ti ha chiamato, chi ti ha interpellato"?
Suvvia "Jack", ti credevamo più furbo.
Ti pensavamo più reattivo, meno anchilosato.
E non fare l' Offesino Offesucci venendomi a parlare di mancanza di eleganza: sai benissimo che il discorso sulla durata del nostro tempo terreno non fa una grinza.
Oh via! Sei sul forum degli ultracinquantenni, mica sul sito delle Giovani Marmotte!
Il tempo, ahinoi, non torna indietro.
Pensa: cominciamo a morire appena nati. Siamo forse l' unica specie che da subito conosce il proprio destino.
Certo che tutti vorremmo essere eterni, ma suvvia....
Esorcizza i tuoi demoni, scaccia i pensieri malvagi, allontana le nubi burrascose all' orizzonte.
E casomai se proprio vuoi rispondere ai post fallo con cognizione di causa senza tirare in ballo certi poveretti (leggi Balotelli) che non sono nemmeno loro la causa del loro male (lo è chi li ha portati a quel punto e chi li pompa in tal modo casomai...).

Chiudo facendoti osservare che la frase:
"La vita a volte è strana e a volte è stronza, come tutti noi del resto"
non ha senso alcuno.
La vita è la vita: va presa come viene.
La vita non ha nessun senso, se non quello di perpetrare la vita stessa.
E se sei stronzo tu magari non lo sono molti di noi.
La vita è quel che è: noi siamo di passaggio e lei durerà per sempre.
Noi possiamo solo viverla celebrandola ogni giorno, ogni ora, ogni minuto.
E io, nel mio piccolo, lo faccio anche cercando di mangiare e bere bene, senza accontentarmi.

Ecco tutto.
Se prendi le parole come un attacco o come un cattivo augurio per la tua persona non è colpa mia.
Forse sei tu che vedi tutto storto.
E tutto questo infuirà di sicuro col tuo rapporto col mondo, quindi col cibo stesso.
Ecco perchè tutte quelle paturnie.

Io mangio bene, quindi sto bene con me stesso.
Di più: il cibo buono, diviso con altri, porta allegria e condivisione. Prova a fare un ottima cena con della gente anche che non conosci e vedrai il risultato.
Il cibo è importantissimo, certo, e non solo diventa parte di noi, ma è uno strumento potente di socializzazione e di benessere mentale.
   
Quindi il mio consiglio (lo so....non richiesto benchè gratuito) è: vivi la vita coscienziosamente e dai importanza a quello che veramente lo ha.
E vedrai che starai meglio anche con te stesso, oltre che con gli altri.
Caro "Jack". 
Caro Mr Cooper, io ho iniziato questo forum chiedendo altre eventuali esperienze sul tema e siamo scivolati sul personale con valutazioni inevitabilmente approssimative, consigli dati e non richiesti, e molto probabilmente il prossimo passaggio sarebbero espliciti inviti a viaggiare di molto.
Non era questo il mio intento e sicuramente, non essendo io uno studioso in materia ma solo uno studente a scarsa frequenza , ho peccato di presunzione e non mi sono espresso con i termini corretti, ma una cosa forse inizio a capirla.
Io mi ritengo un rompicoglioni di classe,con una mia cultura, direi limitata, le tante idee forse anche ben confuse, però mi faccio continuamente un mucchio di domande, ho poche certezze, una marea di dubbi e non pretendo certo di applicare le mie conclusioni ad alcuno.
Tu invece sembri il tipo di persona con certezze assolute e inconfutabili in tutto lo scibile umano, sicuramente la tua è una delle numerose virtù di cui sei portatore sano,per esempio sono convinto tu sia in grado di fare seriamente analisi approfondite sulla psicologia umana, anche se non so esattamente che lavoro fai e non lo voglio nemmeno sapere, ma stronzo come sei ti vedo bene nella parte di uno psicologo/sociologo new age o giù di lì, anche di fama, perchè no!
Buon per te, in un certo senso ti invidio, come l'ateo un pò invidia quelli che hanno fede perchè così risolve molto della vita, pare tu abbia tutte le verità in mano, quello che capisco meno del tuo modo di fare è che ti ritieni libero di dire, e forse anche fare, ciò che più ti aggrada, stronzate comprese, ma agli altri però....... a mio modesto parere sembri uno dei tanti a cui piace solo darle e non prenderle, almeno in questo non ti discosti molto dai tuoi detrattori spara sentenze, incravattati o meno, anzi li superi abbondantemente.
Bene Mr Cooper, facciamola breve e viaggiamo bassi, per esperienza so che per me cercare di digerire una tipologia par tuo è impresa impossibile, almeno per ora non mi ritrovo gli enzimi adatti e sarebbe solo uno stucchevole battibecco a fondo perduto, quindi accetto con vero piacere il tuo ultimo suggerimento Quindi il mio consiglio (lo so....non richiesto benchè gratuito) è: vivi la vita coscienziosamente e dai importanza a quello che veramente lo ha..
Ottima idea, hai ragione e ti ringrazio, nella vita si deve dare importanza a quello che veramente merita e, di conseguenza, eliminare le cose negative, talmente sicuro che la prosopopea da acida maestrina zitella delle elementari che ti appartiene mi stia assolutamente sul cazzo che, anche se da sempre predico che sarebbe cosa buona e giusta cercare di ascoltare tutti per poi decidere da soli, non intravedo proprio alcun vantaggio nel tenerti ancora in considerazione, nemmeno per un sincero vaffanculo, ma non te ne andare , mi raccomando, che non si sa mai nella vita, ma poi che ne sai se io non mi stia già godendo la vita o meno!!?? Ciao.
Caro "Old"...
Da uno che usa "Jack" come appellativo sentir dire
"talmente sicuro che la prosopopea da acida maestrina zitella delle elementari che ti appartiene mi stia assolutamente sul cazzo"
fa venire alquanto da sghignazzare (ah, già, visto che io sono quello che sa tutto conosco bene anche lo "slang" americano nel quale il tuo nomignolo ha proprio un significato del.... beh...ci siamo intesi).

Ma questo a parte.

Ossignur.
Ma per caso dobbiam essere tutti delle donzellette spaurite, indifese ed insicure?
Cos'è, la danza degli handicappati?
Ricordo una cosa simile negli anni 70 quando i soliti pirla scansafatiche, ignoranti e mentalmente labili (tanto da farsi condizionare da altrui pensieri politici) chiedevano il "6 politico" (uguale a: non studiamo, ma ci promuovi!) oppure volevano fare la "spesa proletaria" (leggi: io prendo quel che voglio e non pago perchè sono furbo!).
Cioè, aver qualche certezza è una colpa? Dobbiam essere tutti come te (da quel che si evince dalle tue parole) insicuri e con molti dubbi?
Devo spaventarmi di saper riconoscere un ladro da un onesto, un pirla da uno in gamba, un saggio da un cretino?
No, "Jack", non ho certo io tutte le verità in mano, ma nemmeno vivo sulle nuvolette col culatello di Zibello sugli occhi (meglio della volgare spalla cotta, che ne dici "Jack"?).
Le cose che ho affermato sono stupidaggini....tutto è semplice "Accademia".
Non mi invento nulla e non millanto nulla.

E poi basta con sto sentirti attaccato, con questo galli nel pollaio, con questo a tutti i costi voler fare la primadonna (tu, non io).
Sarebbe bastato un:
"Ma veramente? E che cosa dice quel libro? E a come sei arrivato a queste conclusioni? E tu come hai risolto il problema XXX e YYY?"
In fondo, e lo ripeto per l'ennesima volta e chiunque può andar a rileggere, io ho solo risposto ad un tuo post. Se poi lo faccio in malo modo, beh, questo sarebbe discutibile, ma ci può stare.
In fondo siamo due rudi maschiacci, o per caso tu nascondi le ballerine nel comodino, "Jack"???

Tu sei scivolato sul personale "Jack", non io, io al massimo ho fatto congetture sulle tue parole, ma se mangi gli spaghetti al nero di seppia qualche schizzo aspettatelo! Chi mangia fa molliche (non ci son più le mezze stagioni, i figli invecchiano e le mamme imbiancano, lufelè fà il to mestè eccetera....).

"Jack" io NON mi faccio continuamente un mucchio di domande, NON ho poche certezze, NON ho una marea di dubbi e non pretendo certo di applicare le mie conclusioni ad alcuno, ma mi piace discutere delle mie CERTEZZE.
Io sono San Tommaso, certo, e son disposto a cambiare idea se qualcuno mi fa capire che sbaglio.
PECCATO (e lo dico immodestamente) che poi quasi TUTTI alla prova del nove fallite MISERAMENTE e o scomparite o vi trincerate dietro "tanto tu pensi come vuoi e con te non parlo più".

Si, "Jack", forse tu ti stai già godendo la vita.
Ma io dico di no.
Qualcuno ha qualcosa da obiettare (oltre te)?

La parola alla difesa!!!

P.S. Io sono ATEO dalla nascita, ma MAI E POI MAI ho nemmeno lontanamente invidiato chi crede in qualche fede. Semplicemente li ritengo una massa di deboli facilmente manipolabili.
Dio non esiste.
Questo è il vero dogma di fede.....

P.S. 2 E lo vorrei vedere in faccia il deficiente che preferisce PRENDERLE invece che darle...
A casa mia si chiamerebbe MASOCHISTA.... 

P.S. 3 Ho fame e corro a mangiare (visto l'argomento) e mi scuso se non rileggo e correggo. Casomai lo faccio dopo! 
Leggendo il titolo del forum mi viene in mente You are what you eat, eat well! la cantava Peter Gabriel ai tempi dei Genesis negli anni 70 . Mitica rock band britannica !
Caro Mr Cooper, per quanti sforzi io possa fare per cercare di darti un minimo di credito, non ce la faccio proprio a proseguire un dialogo con te, già io parlo poco volentieri con gli uomini in genere per mia deformazione culturale, ma oltretutto noi due parliamo lingue totalmente diverse e non mi va di sindacare quale delle due sia la migliore, facciamo che ognuno si tiene la sua così siamo pari.
Oltretutto è anche difficile seguirti, tu più che scrivere spari a raffica delle frasi a vario titolo pur di convincere te stesso di essere nel giusto, si vede che hai studiato Windows, praticamente apri in continuazione delle finestre alla cazzo senza chiuderne mai nessuna.
Per quanti sforzi io faccia non riesco a trovare un valido motivo per continuare ad ascoltare le tue scadenti filippiche stracciapalle, so che la mia affermazione ti lascerà del tutto indifferente anzi, stronzo come sei, troverai modo di farti quattro risate e pensare di esserne uscito comunque a testa alta.
Bah, contento tu fai pure, a me a volte gli stronzi risultano pure simpatici, ma ognuno ha i propri limiti e nonostante tutta la buona volontà, non ho più intenzione di starti ad ascoltare, non abbiamo nulla in comune, non riesco ad apprezzare praticamente nessuna delle tue affermazioni sia nei modi che nei tempi e , a quanto pare, altrettanto tu con le mie, ma che ci stiamo parlando a fare, per movimentare il sito e fare divertire gli altri? Io ho già dato a suo tempo, tu fossi almeno una bella figa farei sicuramente qualche sforzo in più.
Mi spiace dirtelo Mr Cooper, anzi per essere sincero non me ne importa una sega, qui ne sono passati altri uguali a te e forse anche peggio,sono durati poco perchè dopo i primi approcci si sono ritrovati a confrontarsi solo con se stessi e rimanevano due scelte, o impazzire o evacuare e alla fine sono tutti felicemente andati per lasciare il posto ad altri loro simili.
Sono peraltro convinto che l'intelligenza di una persona sia direttamente proporzionale alla sua umiltà nel proporsi agli altri, in te non intravedo nè l'una , nè l'altra cosa, ad essere sincero non ti invidio per nulla Mr Cooper, anche se sei più giovane, più bravo, più tutto quello che vuoi tu, anzi se devo dirtela tutta, ammesso che tu non faccia schifo all'umanità come sembra, forse stai solo giocando sporco per divertirti a modo tuo per tuoi oscuri scopi reconditi, io che ne so, ma per fortuna mia per me decido ancora io e preferisco continuare a farmi delle domande, tu intanto puoi anche andare largamente affanculo e poi fare come caaaaazzo ti pare. Ciao.
Cerco di rispondere con parole semplici a quel che ha proposto Oldjack nel Forum.
Mi sembra che la televisione ci crei una gran confusione, un giorno ci dicono di mangiare solo alimenti freschi, però dicono anche che pure i cibi surgelati hanno tutte le sicurezze per essere consumati .
Secondo me devono tutelare i negozi e i loro alimenti. Bisogna difendere quel che si vende.
Ora i pomodori li troviamo tutto il tempo dell'anno, e anche le fragole.
Io non so cosa introduciamo, degli additivi sicuramente. Vedo anche che il pane del panettiere il giorno dopo è già duro, il pane del supermercato mi resta friabile anche dopo qualche giorno. E allora preferisco quello del supermercato.
Qualcuno dice che siamo quel che mangiamo. Io litigo più che discutere, con un amica; lei dice che le piace cucinare dall'inizio gli alimenti, praticamente dal fornitore alla sua cucina. Io compro l'insalata in sacchetto, i sughi già pronti, eccetra. Lei fa la polenta, si cura il ciuffo d'insalata. Io compro il pesce già fritto perchè non so cucinarlo, lei vuole cucinarlo.
Alla fine del tutto nessuno ci da' la sicurezza di quello che abbiamo introdotto nel nostro organismo. Io sono sola e mi va bene così. So ad esempio che il latte (ne consumo abbastanza) mi fa star bene, troppi caffè mi rendono nervosa e mi procurono insonnia. Preferisco la carne al pesce, la pizza se non è cucinata bene non la digerisco.
Alla fine del tutto dico che digeriamo bene quello che ci piace, senza abusarne, e che noi persone mature dovremmo conoscerci abbastanza bene da saper cosa mangiare e cosa No. Poi altri fatti intervengono nel nostro organismo, il nervoso, il dispiacere, la gioia.
Poi tutto il resto è nelle mani del destino.
Caro "vecchio" "Jack"....

Come Volevasi Dimostrare.
Quando non potete argomentare sfottete e girate le spallucce.
Non sono io che credo di aver vinto, scusa, sei tu che ti sei sconfitto da solo con la tua pochezza.
A me (resto o non resto son fatti miei ed una mia libera scelta) basta sapere che:

Sei stato pesato.
Sei stato misurato.
E sei stato trovato mancante!


Va bene così.

Avanti un altro.  8)    

P.S. Noi non usiamo Windows. Noi usiamo Mac (Ma quelli seri, non le iPippe....). Ça va sans dire....
Old hai detto: " ......Mi spiace dirtelo Mr Cooper, anzi per essere sincero non me ne importa una sega, qui ne sono passati altri uguali a te e forse anche peggio,sono durati poco perchè dopo i primi approcci si sono ritrovati a confrontarsi solo con se stessi e rimanevano due scelte, o impazzire o evacuare e alla fine sono tutti felicemente andati per lasciare il posto ad altri loro simili.........."

Quanto sono vere queste tue affermazioni Old. Se scriviamo e leggiamo i forum è perché ci piace scoprire conferme o divergenze costruttive al nostro modo di sentire e pensare, in sintesi confrontarsi. Ma periodicamente arriva chi possiede la "verità assoluta" e elargisce apprezzamenti (la dove non siano parole offensive) alla schiera di altri poveri scriventi/lettori che non hanno uguale "spessore". Dopo un po' di tempo diventano insopportabilmente ripetitivi e inconcludenti e, come dici tu, si ritrovano a confrontarsi solo con se stessi . Aspettiamo fiduciosi, non abbiamo fretta e, come disse una volta Gioia a proposito di qualcun'altra (era una donna, dimostrando la parità dei sessi, anche se gli uomini sono in netta maggioranza :lol: ), basterà cominciare ad ignorare ...ogni genere di provocazione.
farasabina:

Vale quello che ho detto per il vecchio "Jack"
 
Sei stato pesata.
Sei stato misurata.
E sei stata trovata mancante!


Posso capire che tu difenda i tuoi amici e che non abbia altro da fare, ma nemmeno leggere sai.
Come altri vedo che l' Italiano qua non è una lingua correntemente "praticata".
Sarà infatti qualche carenza scolastica visti i natali.....

Buon divertimento, comunque, e occhio alle "evacuazioni".
Non vorrei che in questo sito si finisca in un mare di....
Beh...ci siam capiti!

Punto e a capo.
Avanti un altra.  8)

P.S. Visto che io non sono "coerente" come certa gente ditelo voi a quel tipo che io le promesse le mantengo. Non avendo nulla di che spartire ritengo di non dover manco rispondere ad eventuali sue elucubrazioni, pubbliche o meno.
Avvisatelo quindi che l' opzione "Ignora Jack" è posizionata su "On".

E grassie! 
Leggo ( senza alcuna emozione) che Er Gringo e' tornato...evidentemente rilasciato dal medico senza pagamento di cauzione. Ma ora pure insonne...pare...:). Si....Jo...el gringo e' un vecchio cliente...va...torna...qualche lifting...anno in più ma verve intatta. Buon per lui! Sul merito del post...visto che qui pare sempre doveroso allinearsi...tifare...patteggiare...ritengo allinearmi con te. Suggerire una lettura....cercare di conversare su cose che non siano tette...culi...quante volte a settimana...e' interessante per quelli come me...che ogni tanto entrano leggono non chattano ma si fanno i fatti propri. Non appartengo alle categorie citate...sfigata...single...infelice...tratteggiata dall'ancella Fara...ma mi piace leggere argomenti...culturosi qui. Del resto...quello che non strozza ingrassa...oppure...mangiare in male compagnia può mandar di traverso il cibo...non sono luoghi comuni. Sapere cosa mangiamo...evitare cibi industriali...leggere le etichette e ancor piupraticare molto sport fanno campare meglio. Questo il mio pensoero. Chi aggredisce potrebbe avere un attacco di pressione alta. E non va bene...
Cara Mia Martini, se la gente per te era strana nel 1989...... dovresti vederla adesso !!!!
Gli allegati possono essere visualizzati solo dai membri del Club-50plus.
Non ce la posso fare!
Mi arrendo a chi è incommensurabilmente superiore in termini di cultura e interessi culturali.

Poi io, umile "ancella" cosa mai potrei rispondere ?

Qualcuno , magari non occupato a leggere forum su ...."tette, culi...quante volte a settimana...." potrebbe suggerirmi qualche adeguata risposta ?

A proposito! Ma dove sono i forum citati da consy. Me li sono persi o risalgono ai tempi in cui ancora non facevo parte dell'allegra brigata?