Un’interessante intervista con Tim Maudlin, filosofo della Scienza.
https://www.youtube.com/watch?v=hC3ckLqsL5M&t=23s

In sostanza, Maudlin formalizza con terminologia appropriata quello che diceva anche Feynman – premio Nobel sull’argomento – circa il fatto che la Meccanica Quantistica non avesse bisogno di essere capita, per funzionare.

Maudlin distingue tra teorie fisiche e algoritmi predittivi (formalismo/modello matematico), dei quali secondo lui la MQ si limiterebbe a far parte. Per cui non ha senso chiedersi quale teoria del mondo ci sia dietro la MQ, o se ha senso la risposta è “nessuna”.
Il classico esempio dell’entanglement è appropriato: che significato fisico, cioè reale, si può attribuire alla correlazione automatica e istantanea tra particelle distanti miliardi di anni luce? Con buona pace delle migliaia di newagisti rincoglioniti come cucuzze ed entusiasti come bimbiminkia, la risposta è di nuovo “nessuno”. Le conseguenze estreme del formalismo quantistico, che devono essere ammesse per garantirne le capacità predittive, non necessariamente hanno bisogno di un “contenuto di Fisica”, cioè di una sua ontologia.
Per Maudlin, tra gli stessi fisici c’è confusione tra teoria e quella che lui chiama ricetta predittiva. Questo ci riporta alle percentuali stimate negli anni ’70 tra i fisici convenzionalisti (circa il 95%, ma calcolato come non lo so) e i realisti (relegati perciò al 5%). Negli anni successivi, i tentativi di Teoria del Tutto avevano modificato le percentuali, ma evidentemente le più recenti disillusioni in materia stanno riportando – almeno concettualmente – al disequilibrio di 50 anni fa.

Collateralmente ma conseguentemente, Maudlin avanza critiche sul significato tradizionalmente attribuito all’esempio del gatto di Schroendinger, dove in realtà il tedesco avrebbe inteso porre in risalto l’assurdo logico dell’Interpretazione di Copenhagen (cioè BohrHeisenberg) della MQ. In merito – dico io – sarebbe utile reperire l’interpretazione autentica di Schroedinger, della quale però Maudlin non fa menzione.

In ogni caso, benché Maudlin mi sembri un tipo un po’ troppo autocompiaciuto con derive estetizzanti, ha l’indubbio merito di riportare in primo piano l’antico dilemma della controintuitività del Mondo rispetto all’Uomo, cui Okkam aveva dato una risposta umanistica ma poi Einstein aveva assestato un colpo dall’altra parte del barile, ancor prima del sopraggiungere degli “acrobati dell’assurdo” (Heisenberg & Co.). Ma davvero abbiamo bisogno di spazi undeca-dimensionali (CalabiYau) per dar conto dello spin di un quark (altra, purissima creazione dal nulla)?

Ci stiamo incartando – dice Maudlin – e il vero paradosso potrebbe essere che più diventiamo bravi a prevedere la Natura più ci allontaniamo dal comprenderla
Di tutto il discorso di Kwisatz non mi è molto chiara solo questa sua affermazione.:

"...…..ogni caso, benché Maudlin mi sembri un tipo un po’ troppo autocompiaciuto con derive estetizzanti……..".

Ha espresso un giudizio senza argomentarne le ragioni…... :lol: :lol: :lol:

Ma la vera sostanza è che ha colto un aspetto tanto rilevante quanto poco considerato da molti quando afferma:

Ci stiamo incartando – dice Maudlin – e il vero paradosso potrebbe essere che più diventiamo bravi a prevedere la Natura più ci allontaniamo dal comprenderla
Mi fa piacere l’argomento ti interessi.

Il mio giudizio è soggettivo (“mi sembra”). Ora, se vuoi le ragioni del mi sembra te le dò:
1) il livello qualitativo delle argomentazioni non è costante: l’intervistato “tira acqua al proprio mulino” evidenziando alcune posizioni sul problema e sottacendone altre. Va bene la tesi precostituita, ma allora dillo e non far finta di essere obiettivo.
2) il metalinguaggio di Maudlin (sorrisi, interruzioni, dinamica corporea…) rivela chiaramente di cosa gli piace parlare e di cosa no. Tant’è che a volte risponde ad cazzum ad alcune domande, in realtà non rispondendo affatto. Maudlin si entusiasma quando gli danno ragione, il che mi rimanda col pensiero a quell’imbecille patentato di Fritjof Capra e non invece al modus operandi – prudente e dubbioso – di un vero scienziato di metodo.

Veramente, la sintesi finale è mia, non di Maudlin, esattamente come l’esempio dell’entanglement. L’ho riportata come sua per semplicità di discorso (l’articolo è tratto dal mio blog). Il fatto è che io ragiono su questi temi almeno da quanto lo fa lui e – ho ragione di credere – con più fondamento tecnico (essendo un fisico nucleare, e lui no).
Quel che mi interessava porre in risalto è che finalmente, a livello “ufficiale”, qualcuno si occupi del tema dell’insegnamento della Fisica, che è sempre più tecnico e specifico e sempre meno interpretativo. Siamo ormai al punto in cui gli studenti non hanno tempo per riflettere su nulla, chiamati come sono a “fare i conti”. E questo Maudlin lo dice bene.

Detto ciò, velaser, spero tu non faccia parte del gruppo di quelli che passano il tempo a cercare di cogliermi in fallo, non avendo (loro) nulla di proprio da dire e nulla di meglio da fare.
Kwisatz….mi interessa capire qualcosa in più di quello che so…..(quindi sono interessata a molte cose….. .conoscendone poco di mio conto :D ) anche se usi spesso termini "tecnici" che sono ostici per chi è profano in materia .

Per contraccambiare la tua bontà di "docente" potrei spiegarti come si aumentano e maglie nel lavoro tricot o all'uncinetto, ma non credo faccia parte dei tuoi interessi :lol: ( e nemmeno dei miei pur sapendo come si fa).

In merito al tuo dubbio….
." Detto ciò, velaser, spero tu non faccia parte del gruppo di quelli che passano il tempo a cercare di cogliermi in fallo, non avendo (loro) nulla di proprio da dire e nulla di meglio da fare"
posso assicurarti che non faccio parte di nessun gruppo e tantomeno è di mio gradimento occupare il mio tempo (non molto) a cercare di coglierti in fallo ( in fondo non sei il centro del mondo e tantomeno di questo piccolo universo del club50plus), però almeno parli di cose originali (per il contesto del sito ).

buona gionata.
apprezzo non sai quanto chi si interessa a molte cose e soprattutto a quelle di cui non sa assolutamente niente.
è - per me - il principale indicatore di non essere ancora morti (metaforicamente), conservando invece la "curiosità del fanciullo", che è una spinta vitale.

purtroppo il punto ha, in questo Club, una delle sue manifestazioni più deprimenti: a (quasi) nessuno interessa più nulla di niente, e chi ha qualche curiosità speculativa ancora attiva trasmigra repente verso altri lidi.

in effetti, prima ancora della mia nota critica sul non saper pensare, vale quella sul non avere in primis niente su cui farlo.
Embe', dopo anni di non attività il cervello si atrofizza ......nonostante i tuoi sforzi sovrumani (kiwi), qui non c'è più niente da fare, manco un trapianto .......
Menomale le rinnovate energie vitali di Velaser.
Una domanda ...... ma perché fate finta di non conoscervi?
Bentornata cara, mi mancavi non sai quanto!
Cara la mia donna in bianco e nero preferita, non fare come Curk e Mirtilla che non si spiegano la mia pervicacia. Io uso questo posto come faccio con Stalloni&Stallone.net o IlForumDelBricolage o Costruisciti_la_tua_Bomba_H.bang, cioè come un deposito di pensieri.
Il Clubz è un “riequilibratore di tematiche”, per non stare sempre a pensare al sesso con animali (maggiorenni) o a come entrare in un vulcano in eruzione senza scottarmi.
E’ vero che ogni tanto inciampo in qualche vecchiarda cui hanno scritto il nome e l’indirizzo su un nastro che porta al collo, o nella zitella dai tempi dell’asilo, ma non esiste luogo senza rischi, ti pare?

Quanto a velaser… beh non mi dice nulla, né il nick né la foto. A questo punto è chiaro che questa città è troppo piccola per noi due, baby, e uno di noi dovrà morire all’alba (tra me e te, intendo; io opterei per te, perché io devo ancora aggiungere la crema al pan di Spagna, estratto or ora dal forno). :D
Ola'la Terry resuscitata :)), ben trovata! Sul fatto di "chi conosce chi" io mi faccio I fatti miei, che campo meglio. Kiwi, noi ci spieghiamo tante cose e molte di più manco per niente. Ci chiedevamo, piuttosto... Ma sto poggiolo che fine ha fatto? Quando avrò tempo devo approndire: illuminismo e il disinteresse dell'Italia per le politiche ambientali. Tempo al tempo, ho altre priorità (oltre al padel)
Curcumella ha scritto: Ola'la Terry resuscitata :)), ben trovata! Sul fatto di "chi conosce chi" io mi faccio I fatti miei, che campo meglio. Kiwi, noi ci spieghiamo tante cose e molte di più manco per niente. Ci chiedevamo, piuttosto... Ma sto poggiolo che fine ha fatto? Quando avrò tempo devo approndire: illuminismo e il disinteresse dell'Italia per le politiche ambientali. Tempo al tempo, ho altre priorità (oltre al padel)


"Ma sto poggiolo che fine ha fatto?" Mi hai letto nel pensiero, :)
Sara' diventato socio sostenitore del gruppo "armiamoci e partite" :)).
Curcumella ha scritto: Sara' diventato socio sostenitore del gruppo "armiamoci e partite" :)).


ahoooo, nun me scassat'u'cazz!!! :D

io mettebbi l'annuncio, nessuno mi rispuose.
ora che vi sentite sole e abbindolate fate l'infandum, regina, iubes renovare dolorem? :lol:
Famo le vie crucis, nun è mejo? :)). Si quello era 'n' annuncio annamo a cecallo su eBay. Se beccamo :)). Che volevo di'? Ah... Forza Italia, alé alé :)).
KwisatzHaderach ha scritto:
Curcumella ha scritto: Sara' diventato socio sostenitore del gruppo "armiamoci e partite" :)).


ahoooo, nun me scassat'u'cazz!!! :D

io mettebbi l'annuncio, nessuno mi rispuose.
ora che vi sentite sole e abbindolate fate l'infandum, regina, iubes renovare dolorem? :lol:


l'annuncio? :roll: Me lo sono perso! :D