Raccolta di alcuni termini e loro significato in uso nelle communites che non tutti sanno e che vorrebbero sapere (altri se ne possono aggiungere).
(tratti da wikipedia)

TROLL
Nelle leggende scandinave, abitante demoniaco di boschi, montagne, luoghi solitari: corrisponde all'orco di altre tradizioni popolari europee.
Nel gergo di Internet, utente di una comunità virtuale, solitamente anonimo, che intralcia il normale svolgimento di una discussione inviando messaggi provocatori, irritanti o fuori tema.
Un troll, nel gergo di Internet e in particolare delle comunità virtuali, è un soggetto che interagisce con gli altri tramite messaggi provocatori, irritanti, fuori tema o semplicemente senza senso e/o del tutto errati, con il solo obiettivo di disturbare la comunicazione e fomentare gli animi.

SCAMMER (Truffatore)
Lo Scam è un tentativo di truffa pianificata con metodi di ingegneria sociale. In genere avviene inviando una e-mail nella quale si promettono grossi guadagni in cambio di somme di denaro da anticipare.
Alcune persone mandano un messaggio di interesse alla vittima. Si instaura così un rapporto a distanza tramite e-mail con un fitto scambio di corrispondenza. Lo scammer, in genere, si presenta con un profilo e un'immagine accattivante e con un atteggiamento subito propenso alla costruzione di un rapporto sentimentale.

HATERS (Odiatori)
Hater è un sostantivo che deriva dall'inglese to hate, odiare. È spesso utilizzato per indicare coloro che "odiano" personaggi di particolare fama, quali cantanti, youtubers, attori e musicisti.
Haters su Internet: sono sempre di più e sempre più aggressivi gli spartitori d'odio della Rete.
Gli esperti li chiamano internet haters, quelli che odiano su internet, uomini e donne, cioè, che col favore dell'anonimato utilizzano sul web un linguaggio violento. Ma attenzione a tentare di rinchiuderli in una categoria: “Dietro al nickname ci sono persone di qualsiasi tipo”.

FAKE (Falso)
Utente di un newsgroup, di un forum o di una chat, che falsifica la propria identità mentendo sulla propria condizione, sulle proprie competenze professionali, sulle proprie idee politiche o religiose, oppure assumendo il nickname di un altro utente allo scopo di danneggiarne la reputazione o di ottenere qualche vantaggio.
In una rete peer-to-peer, file il cui nome non corrisponde al reale contenuto dello stesso.

FLAME (Fiamma)
Nel gergo delle comunità virtuali di Internet come newsgroup, forum, blog, chat o mailing list, un flame (dall'inglese per "fiamma") è un messaggio deliberatamente ostile e opprimente, inviato da un utente della comunità verso un altro individuo specifico; flaming è l'atto di inviare tali messaggi, flamer chi li invia, e flame war ("guerra di fiamme") è lo scambio di insulti che spesso ne consegue, paragonabile a una "rissa virtuale".

NETIQUETTE
La netiquette è un termine che unisce il vocabolo inglese network (rete) e quello francese étiquette (buona educazione). È un insieme di regole informali che disciplinano il buon comportamento di un utente sul web di Internet, specie nel rapportarsi agli altri utenti attraverso risorse come newsgroup, mailing list, forum, blog, reti sociali o email in genere[1] Il rispetto della netiquette non è imposto da alcuna legge, ma sotto un aspetto giuridico, la netiquette è spesso richiamata nei contratti di fornitura di servizi di accesso da parte dei provider.

Il mancato rispetto della netiquette comporta una generale disapprovazione da parte degli altri utenti della Rete, solitamente seguita da un isolamento del soggetto "maleducato" e talvolta dalla richiesta di sospensione di alcuni servizi utilizzati per compiere atti contrari a essa (di solito l'email e Usenet). In casi di gravi e continue violazioni l'utente trasgressore è punibile con il ban.
Grazie per la ricerca! :D
Grazie, leonte.
Grazie Leo
Grazie Leonte anche da parte mia. Il titolo "tanto per sapere", poi, mi va proprio bene perché io di informatica e affini non ci capisco niente :)). Userò qualche espressione da te richiamata per fare un figurone se serve :)).
Un po' di cultura informatica ogni tanto ci vuole....!! Grazie!
[TAGGARE]
Il verbo "taggare” è stato introdotto nella lingua italiana come italianizzazione dell'inglese “to tag”, traducibile in italiano come “etichettare” e utilizzato nell'ambito dei Social Network.

Il termine indica l’azione di "taggare" ovvero la possibilità di associare un profilo linkabile ad un'immagine oppure un video postati su facebook anteponendo al nome della persona che si vuole menzionare il simbolo della chiocciola "@": basterà cliccare sulla foto in corrispondenza del tag per risalire al profilo della persona.

[FLAG]
In informatica, un flag (parola inglese che letteralmente significa bandiera) è una variabile (solitamente booleana) che può assumere solo due stati ("vero" o "falso", "on" e "off", "1" e "0", "acceso" e "spento") e che segnala, con il suo valore, se un dato evento si è verificato oppure no, o se il sistema è in un certo stato oppure no.
L'operazione di porre il valore di un flag a "vero" viene detta impostare il flag, mentre porlo nello stato di "falso" viene detto resettare o azzerare il flag.
Leonte, sei prezioso.
Continua a darci le tue utilissime informazioni!
cron