Ciao a tutti.
Ci sono problematiche quotidiane che a volte necessitano di un "trucco", che ne facilitino la soluzione, con un minore dispendio di fatica e con costi decisamente più abbordabili.
Immagino che ognuno di noi, secondo l'attività che svolge ed esperienza personale, possa suggerire ad altri, profani del settore, il metodo più pratico, semplice e soprattutto economico, per risolvere il problema del momento.
Come risparmiare con il condizionatore ad esempio, oppure evitare di comperare qualcosa di nuovo, quando il vecchio con piccoli, ma sconosciuti accorgimenti, potrebbe ancora durare.
Uno scambio di conoscenze pratiche ed utilissime insomma, che possa agevolare tutti.
Che ne pensate?
Autoproduzione  alla grande . Avendo un po' di tempo è anche un gran divertimento e piano piano ti accorgi che puoi fare quasi tutto sapendo cosa usi , senza conservanti ecc. e ragazzi quanto si risparmia . autoproduco piccoli saponi , scrub,crema viso corpo, borotalco profumato- latte mandorla e avena biscotti formaggio spalmabile con latte o yogurt fatto da me e poi e poi...ma il pane con la pasta madre non c'è verso non mi viene .cerco istruzioni
Ho qualche titubanza a utilizzare la pasta madre,
chissà perché mi viene in dubbio che non funzionerebbe :|
Mi sono documentata anche su internet ma alla fine compro sempre il lievito madre in polvere, venduto in comode bustine da 30 gr. :wink:
Su consiglio di una mia conoscente con la quale condivido ricette naturali ho tentato con la pasta madre ma devo dire non ho la pazienza di stare una settimana intera a curarla. Perció anch'io uso quella in sacchetti pronta.
Con l'occasione vorrei fare una domanda ai maschietti esperti di elettricitá.Il nuovo contatore elettrico fa degli scherzi strani. Sotto in basso a sinistra ha due lucine rosse che si accendono o spengono. Quando salta la corrente restano accese tutte e due. Nel mio caso durante il funzionamento normale delle volte si accende solo quella sotto e dopo un quarto d'ora saltano tutti gli orologi elettronici di casa senza che salti il frigo, forno o altre luci.Come me lo spiegate? Ho cercato in You Tube ma nulla è nemmeno un mio amico elettricista ha saputo darmi una risposta. Grazie, Germana 
 
Ciao Germana, cosa vuol dire "quando salta la corrente"? Gli impianti elettrici a valle del contatore sono di proprietà dell'utente e , in genere, ogni impianto è dotato del cosiddetto "salvavita" che si nota perchè ha un selettore blu e di almeno uno, di solito due o più interruttori cosiddetti "magnetotermici" di protezione delle varie linee di servizio.
Il contatore esterno "salta" ( lascia perdere le lucine rosse o altro, quando "salta" come dici tu l'interruttore è posizionato in basso) se viene superata la potenza assegnata dal contratto,per le abitazioni, in genere sono 3 kw ed il contatore è tarato per intervenire a 3,3 kw, in questo caso, abbastanza raro su impianti recenti ( se il tuo è di vecchia generazione ci si può trovare di tutto e di più), vedi la scritta "esubero potenza" o simile direttamente sul contatore.Se dici che "saltano" gli orologi elettronici e non gli elettrodomestici, il contatore sicuramente è a posto, potrebbe  invece essere che il fornitore di energia, Enel o chi per lui, immetta in rete, per guasto, errore o anomalie varie , picchi di tensione anche  molto superiori al normale (220 VOLT per le abitazioni in genere), non sufficienti a "disturbare" o danneggiare per esempio un frigo o una lavatrice, ma un componente elettronico più "sofisticato"  e più "delicato" certamente si, (le ditte  spesso fanno montare uno stabilizzatore per i server  e la rete interna di pc e macchinari vari, appunto per evitare che picchi di tensione possano rovinare sistemi molto tecnologici ma anche  molto sensibili a queste anomalie elettriche, perchè privi di protezione adeguata).
Il salvavita invece interviene quando vi è una dispersione di corrente pericolosa sull'impianto elettrico, ovvero un guasto, in genere dovuto ad anomalie negli elettrodomestici oppure a cattivo utilizzo di una presa di corrente , se la presa è molto calda, durante il suo utilizzo,  significa che si sta usando un elettrodomestico con potenza superiore ai valori indicati per quel tipo di presa oppure i fili connessi a quella presa non sono dimensionati per quella portata di corrente, in questo caso la presa stessa , con il tempo, si brucia letteralmente causando spesso un corto circuito, molto pericoloso perchè se la presa è in vicinanza di materiali infiammabili può provocare un incendio.
I magnetotermici intervengono in caso di esubero di potenza sulla "loro"  linea dedicata , ovvero se hai un interruttore con scritto "LUCE" con portata  10 A  (A=Ampere, unità di misura dell'intensità  di corrente) e per qualche motivo,  guasto o aggiunta di apparecchiature in numero elevato (attenzione alle cosiddette "ciabatte"), su quella linea anzichè 10 A ne vengono assorbiti 10,5A interviene il magnetotermico.
In casi di guasto grave, ad esempio un corto circuito netto ( fase e neutro collegati insieme per guasto o errore), spesso intervengono simultaneamente tutte le apparecchiature di protezione.
Quando si è in presenza di un guasto che fa "saltare" il contatore oppure il salvavita o  un magnetotermico , per individuare la fonte del problema ed effettuare una RICERCA GUASTO  si procede come segue: STACCARE IL CONTATORE E TUTTO  CIO' CHE SI TROVA  A VALLE  DEL CONTATORE STESSO, cioè il salvavita, tutti i magnetotermici e anche tutti gli elettrodomestici e le apparecchiature collegate alle prese..
Poi si inizia ad alimentare il contatore, spingendo verso l'alto l'apposita leva (se sta "su" vuol dire che lui è a posto) e poi via via tutti gli altri in cascata, UNO ALLA VOLTA, prima il  salvavita, poi il  magnetotermico generale  e poi  tutti gli altri magnetotermici, (non importa quanti sono, sempre uno alla volta), qualora ve ne fossero. 
A questo punto se tutto è ancora funzionante,( se alzando un interruttore salta subito vuole dire che quella linea presenta un problema e il guasto va ricercato in quell'area), è stabilito che l'impianto elettrico in se è a posto ed il guasto molto probabilmente è dovuto a qualche apparecchiatura difettosa collegata alle prese.Si inizia  quindi a collegare sempre UNA ALLA VOLTA tutte le apparecchiature elettriche (frigo, forno, tv , robot vari, lavatrice, asciugacapelli, alimentatori vari ecc), accadrà prima o poi che ad un nuovo allacciamento "salti" il relativo interruttore di protezione, a questo punto si è individuata la fonte del problema ( se attacco il forno e "salta" l'interruttore è evidente che il problema è il forno).  
Tieni conto che molto spesso i guasti si verificano nelle zone dell'abitazione in cui convivono, spesso anche molto vicini, acqua e corrente elettrica, quindi  bagni ,cucine ,giardini ecc.
Spero di essere stato di aiuto in qualche modo Germana, è chiaro che non essendo sul posto la diagnosi non può essere emessa con precisione, a te scoprire l'assassino ciao. 
Per Luciano
Grazie per la spiegazione  dettagliata anche se di una buona parte ne ero al corrente. Il mio ex lavorava all'enel.  :) Solo sono inesperta sui nuovi contatori. Probabilmente come dici tu immettono corrente superiore ai 220. Quello che non capisco é come mai succede sempre quando scendo in cantina e sbatto la porta delle scale. Mah misteri della fede. :roll:
Approfitto per chiederti: ma fai parte dell'C50 team ? Germana
Ciao Germana , non faccio parte del team come hai chiesto, sono uno dei tanti come tutti voi, fino a quando non si sa! Ciao
cron