„Non esiste separazione definitiva fino a quando c’è il ricordo“ (I. Allende)

„Non esiste separazione definitiva fino a quando c’è il ricordo“  (I. Allende)

0 | 206 Visite

La fine di una storia importante, una separazione o un divorzio sono eventi molto dolorosi nella vita di una persona.

Superare una separazione e dover ricominciare a 50 anni può non essere facile. Anche se gli psicologi sostengono che la “grande” parte del dolore di una separazione si allontana significativamente in un arco di tempo che va dai 18 mesi ai quattro anni, ci sono uomini e donne che non riescono a capacitarsi della situazione anche dopo decenni. Se anche a voi è capitato lo stesso, sappiate che l'importante è sforzarsi di ripartire, circondarsi di amici, aprirsi al mondo e fare nuove conoscenze. Abbandonare i pregiudizi ed evitare tassativamente persone e situazioni che ricordino il proprio vecchio partner, sono le prime regole.

 

Ricominciare a 50 anni: è davvero possibile?

Quando due persone decidono di lasciarsi, vuol dire che entrambe hanno compiuto un percorso verso questo momento, in modo più o meno consapevole o esplicito.

Se gli strascichi emotivi di una separazione dopo i 50 anni sono ben noti, sapere come superarli in età matura e tornare a vivere, è molto importante per andare oltre il dolore e non disperdere risorse personali (salute, denaro e tempo) che possono essere investite nel presente e soprattutto nel futuro.

Una separazione non voluta quando la propria vita appare ormai assestata potrebbe sembrare un evento funesto: gli impegni lavorativi, la perdita degli amici, i sentimenti ancora vivi per la persona che ci ha lasciato, potrebbero far sembrare tutto molto peggio di quel che è realmente.

In questi casi è facile provare una sensazione di fallimento, senza più certezze né prospettive per il futuro. Tuttavia, persino in una situazione di questo tipo, è possibile individuare alcuni vantaggi. Quali? La possibilità di disporre di più tempo libero da dedicare a se stessi e ai propri hobby, ricucire i rapporti con i vecchi amici, fare nuove conoscenze. Naturalmente, per godere di tutti questi vantaggi è necessario aprirsi al mondo. In che modo? Iscrivendosi ad esempio in palestra, oppure a uno dei tanti corsi dove intercettare nuove persone, legare con altri over50 e liberarsi della paura di restar soli.

 

Differenza tra uomini e donne: chi supera più facilmente il dolore? 

Una donna che viene lasciata alla soglia dei 50 anni, soprattutto se ha passato buona parte della sua vita tra le mura domestiche, rischia di credere che tutto sia perduto e di farsi travolgere da ansie e paure. A 50 anni, i figli sono già maturi, spesso vivono per conto loro, o comunque sono calati nella propria realtà. Inoltre, a peggiorare la situazione interviene anche un altro fattore: spesso, quando un uomo chiede la separazione è perché ha un'altra, e spesso si tratta di donne più giovani in grado di far sperimentare loro una rinnovata gioia di vivere. Tuttavia, anche la donna ha tante frecce nel suo arco. Per ricominciare basta poco, ma tutto dipende dal lavoro che si è disposti a fare su se stessi: evitare di vivere nel rancore, non aver paura di conoscere nuove persone e non cadere nella solitudine, sono i primi passi da compiere.

 

Cosa fare per ricominciare?

Quando un rapporto finisce è importante ripartire subito, senza abbandonarsi ai sentimenti negativi.

Ecco perché tra quasi ex ci si insulta tanto e ci si offende: è la ricerca di una condivisione di responsabilità, il tentativo di liberarsi della colpa opprimente del fallimento tentando di riversarla sull’altro partner.

Probabilmente, la ricetta per uscirne fuori in men che non si dica e senza cicatrici, non esiste. Esistono però delle cose da poter fare, dei suggerimenti validi, grazie ai quali sperimentare nuove situazioni, aprirsi ai cambiamenti. Ecco qualche consiglio.

- Non vivere nel rancore, evitando di odiare chi ci ha fatto soffrire. Il primo a pagarne le conseguenze, infatti, è sempre il diretto interessato. Bisogna guardare avanti e metabolizzare ciò che è accaduto, senza rimuginare continuamente su quel che è stato.

- Vietato chiudersi in casa: è necessario trovare un impegno, che si tratti di un hobby o di un lavoro. A volte fare volontariato aiuta, ma ancor di più lo fanno i corsi frequentati da uomini e donne di pari età. Condividere una passione con una persona appena conosciuta può essere uno stimolo ad andare avanti.

- Vietato star soli. Trovare una compagnia è fondamentale. In momenti come questi, è assolutamente necessario contare su qualcuno con cui parlare, passeggiare, organizzare una gita fuori porta, bere un drink.

- Uscire dalla propria zona di comfort. Il modo migliore per farlo? Evitare di starsene seduti sul divano davanti alla TV. In questa fase, è molto importante distrarsi e conoscere nuove persone.

- Dedicare tutto il tempo che si vuole a quelle attività messe da parte per lei, lui, o per la famiglia.- Iscriversi ad un sito incontri online per over50 potrebbe essere un'ottima idea per conoscere nuove persone. Il mondo è cambiato e i siti di incontri online sono popolati da persone appartenenti alla stessa fascia d'età, che desiderano condividere interessi e tempo libero. Incontrarsi sarà poi una naturale conseguenza del feeling nato in rete.

                                                       

 Foto: New Africa/Adobe Stock                                                 

 

E voi cosa ne pensate? Che esperienze avete fatto? Volete condividerle con noi?                                            

EMILIA31, 24.10.2019

KwisatzHaderach
1 | 25.10.2019 01:46

Ricominciare a 50 anni è senz'altro possibile, SE HAI LA MENTALITA' per farlo. L'anno scorso ho avuto un incontro traumatico con la mia prima ragazza che, vedova da 4 anni, mi ha detto che la su vita era finita - e ne era pienamente convinta. Lei non uscirà mai dal suo lutto perché NON VUOLE farlo e perché aveva investito TUTTO nel rapporto col marito (senza pensare che - appunto - a volte i mariti muoiono). Mancanza di misura, di equilibrio, di programmazione. Quante persone vedono la vita così? Sempre troppe.
Inoltre, soprattutto per le donne, esiste il problema che moltissime dopo una certa età non si vedono più femmine, laddove gli uomini anche a 90 si vedono sempre maschi. E questo può tradursi in un gap oggettivo, perché crea una forte asimmetria a livello istintivo, sessuale, che nessun uomo può accettare: nessun maschio si caccerà mai in un rapporto castrante - in senso letterale.

Perciò iscrivetevi pure a tutti i gruppi che credete e a tutti i dating site di 'sto mondo, ma se non siete più CURIOSI del mondo e COMPLETI sotto il profilo psico-fisico, il "ricominciare" diventa impossibile, nel senso che non troverete nessuno con cui farlo.