Sommario

Di questi tempi, qui a Monaco, chi vuole uscire di casa senza essere fermato dalla polizia, deve essere da solo, mantenere la distanza di sicurezza e soprattutto rimanere sempre in movimento. E se non avete voglia di andare in bicicletta o di fare jogging, non rimane altro che fare una passeggiata. Ma come farla bene, è una scienza in sé. Si tratta della promenadologia.Cerchiamo di seguire le considerazioni di Bertram Weisshaar, un ricercatore tedesco che lavora proprio in questo ambito. Camminare da soli attivando i sensi.Camminare da soli permette di concentrarsi sulle pro... più ...

La distanza emotiva
0 | 180 Visite

Vi sentite emotivamente vulnerabili rispetto a chi vi sta intorno? Avete avuto una relazione con un partner che non riusciva ad aprirsi nei vostri confronti? Sia che vi siate trovati dal lato del dare o del ricevere di una tale dinamica, c’è un’alta probabilità che vi siate trovati a confrontarsi con la vostra mancanza di disponibilità emotiva o con la difficoltà di entrare in contatto con qualcuno che vi è vicino.Essere presenti emotivamente può essere difficile, soprattutto per quelle persone che sono state ferite in passato. Con un po&rs... più ...

Isolati ma non soli.
2 | 216 Visite

La quarantena è complicata per chiunque, ma per le persone sole può esserlo ancora di più. Alle difficoltà del quotidiano si sommano la solitudine, l'assenza di una valvola di sfogo, problemi organizzativi di varia natura. L'imperativo, tuttavia, è non lasciarsi andare, pensare positivo e credere che tornerà la normalità. Dopotutto, la bella stagione si avvicina e le temperature miti potrebbero contribuire a rallentare la diffusione del contagio. Insomma, la parola d'ordine è ottimismo e non potrebbe essere altrimenti. Ma in c... più ...
Senza voler mancare di rispetto alla difficilissima situazione che il nostro Paese sta vivendo e con l’intento di alleggerire un po’ l’ansia che tiene tutti con il fiato sospeso, vi propongo un articolo che tratta di un aspetto al quale, in tutta sincerità, non avevo proprio pensato: la nascita dei porno Coronavirus. Si dice che nel campo della pornografia non esista qualcosa che non esiste, e di solito è solo questione di tempo prima che un argomento mainstream entri a far parte di questo mondo. Vale ovviamente per le grandi produzioni hollywoodiane o... più ...
"Non essere troppo grassa, ma non troppo magra. Stai a dieta. Mangia tutto. Sii in salute, non apparire malaticcia. Combatti le rughe, rassoda il seno"."Abbi un lavoro prestigioso. Sii sexy e metti i tacchi alti. Cura le unghie e copri i capelli grigi, sii naturale"."Non essere troppo severa, ma neanche troppo accondiscendente. Assertiva, ma non presupponente. Non troppo chiassosa, ma neanche silenziosa. " “Non essere pudica, ma neanche troppo disponibile. Sorridi di più. Sii brava a letto, ma dimostrati innocente. Gli uomini vogli... più ...
I gradi della disperazione sono tre, diceva Elias Canetti: «Non ricordarsi di nulla, ricordare qualcosa, ricordare tutto». In sintesi, la memoria come maledizione.Mnemosine, la dea greca della memoria, figlia di Urano, dio del cielo e di Gea, dea della terra, ha concepito con Zeus nove figli, ovvero le nove muse, ispiratrici dell’arte e del pensiero, che dunque si nutrono di memoria.Nel mondo medievale e rinascimentale, cioè anche dopo l’invenzione della stampa, la memoria era un provvido sistema di conoscenza.E noi? Stipiamo i nostri cellulari di foto, memo... più ...
Mangiare da soli è da sempre una pratica diffusa e controversa, soprattutto se si tratta di farlo in pubblico e in special modo al ristorante.Infatti, se da un lato sono molte le persone che non hanno problemi a consumare i pasti tra le mura domestiche anche senza compagnia, dall’altro il “tavolo per uno” in un locale è una situazione che richiede una certa dose di disinvoltura. Ma cosa succede quando ci si trova ad andarci da soli? Pare che Jean Baudrillard, sociologo e filosofo francese, odiasse trovarsi in questa situazione e che, al contrario,... più ...
L'idea di amore eterno è sempre stato uno dei grandi miti con cui siamo confrontati tutti, giovani e meno giovani. È piacevole pensare che l'amore sia fatto per durare per sempre e che si possa condividere lo stesso sentimento con la stessa persona per tutta la vita. Ma quanto è davvero realistico? Perché dunque, un numero considerevole di persone, seppure impegnate in una relazione stabile e duratura, ammettono di aver commesso una o più infedeltà e di aver avuto in qualche caso anche una relazione adultera di lunga durata?Il sapore di una nuo... più ...
Usi troppo spesso, o peggio, non ti stacchi mai dal tuo smartphone e per di più senza un motivo urgente o importante per farlo?Pazienza, autocritica e disciplina possono aiutarti a mantenere o a riprendere il controllo. Come per una dieta, tieni sempre presente che i risultati a breve termine saranno meno importanti dei cambiamenti comportamentali a lungo termine. 1:  Quanto utilizzi  realmente il tuo smartphone? Il modo più semplice per saperlo è chiederlo al tuo cellulare.Gli smartphone più recenti e i loro sistemi operativi hanno programmi preinsta... più ...
Quasi il 50% degli uomini e delle donne impegnate in una relazione ha tradito almeno una volta nella vita il proprio partner, sia in occasione di un cosiddetto „one-night-stand“ o dando vita ad una relazione di più lungo termine.Ma cosa succede al rapporto quando viene scoperto o confessato un tradimento?Ne parleremo in questo articolo prendendo spunto da diversi studi effettuati in Usa ed Europa che hanno anche analizzato la diversità di comportamento tra uomini e donne.Prima di cominciare, un paio di dati statistici: la prima causa di infedeltà è l&rsq... più ...