Lifestyle

Di questi tempi, qui a Monaco, chi vuole uscire di casa senza essere fermato dalla polizia, deve essere da solo, mantenere la distanza di sicurezza e soprattutto rimanere sempre in movimento. E se non avete voglia di andare in bicicletta o di fare jogging, non rimane altro che fare una passeggiata. Ma come farla bene, è una scienza in sé. Si tratta della promenadologia.Cerchiamo di seguire le considerazioni di Bertram Weisshaar, un ricercatore tedesco che lavora proprio in questo ambito. Camminare da soli attivando i sensi.Camminare da soli permette di concentrarsi sulle pro... più ...

Isolati ma non soli.
2 | 216 Visite

La quarantena è complicata per chiunque, ma per le persone sole può esserlo ancora di più. Alle difficoltà del quotidiano si sommano la solitudine, l'assenza di una valvola di sfogo, problemi organizzativi di varia natura. L'imperativo, tuttavia, è non lasciarsi andare, pensare positivo e credere che tornerà la normalità. Dopotutto, la bella stagione si avvicina e le temperature miti potrebbero contribuire a rallentare la diffusione del contagio. Insomma, la parola d'ordine è ottimismo e non potrebbe essere altrimenti. Ma in c... più ...
Senza voler mancare di rispetto alla difficilissima situazione che il nostro Paese sta vivendo e con l’intento di alleggerire un po’ l’ansia che tiene tutti con il fiato sospeso, vi propongo un articolo che tratta di un aspetto al quale, in tutta sincerità, non avevo proprio pensato: la nascita dei porno Coronavirus. Si dice che nel campo della pornografia non esista qualcosa che non esiste, e di solito è solo questione di tempo prima che un argomento mainstream entri a far parte di questo mondo. Vale ovviamente per le grandi produzioni hollywoodiane o... più ...
"Non essere troppo grassa, ma non troppo magra. Stai a dieta. Mangia tutto. Sii in salute, non apparire malaticcia. Combatti le rughe, rassoda il seno"."Abbi un lavoro prestigioso. Sii sexy e metti i tacchi alti. Cura le unghie e copri i capelli grigi, sii naturale"."Non essere troppo severa, ma neanche troppo accondiscendente. Assertiva, ma non presupponente. Non troppo chiassosa, ma neanche silenziosa. " “Non essere pudica, ma neanche troppo disponibile. Sorridi di più. Sii brava a letto, ma dimostrati innocente. Gli uomini vogli... più ...
I gradi della disperazione sono tre, diceva Elias Canetti: «Non ricordarsi di nulla, ricordare qualcosa, ricordare tutto». In sintesi, la memoria come maledizione.Mnemosine, la dea greca della memoria, figlia di Urano, dio del cielo e di Gea, dea della terra, ha concepito con Zeus nove figli, ovvero le nove muse, ispiratrici dell’arte e del pensiero, che dunque si nutrono di memoria.Nel mondo medievale e rinascimentale, cioè anche dopo l’invenzione della stampa, la memoria era un provvido sistema di conoscenza.E noi? Stipiamo i nostri cellulari di foto, memo... più ...
Mangiare da soli è da sempre una pratica diffusa e controversa, soprattutto se si tratta di farlo in pubblico e in special modo al ristorante.Infatti, se da un lato sono molte le persone che non hanno problemi a consumare i pasti tra le mura domestiche anche senza compagnia, dall’altro il “tavolo per uno” in un locale è una situazione che richiede una certa dose di disinvoltura. Ma cosa succede quando ci si trova ad andarci da soli? Pare che Jean Baudrillard, sociologo e filosofo francese, odiasse trovarsi in questa situazione e che, al contrario,... più ...
Usi troppo spesso, o peggio, non ti stacchi mai dal tuo smartphone e per di più senza un motivo urgente o importante per farlo?Pazienza, autocritica e disciplina possono aiutarti a mantenere o a riprendere il controllo. Come per una dieta, tieni sempre presente che i risultati a breve termine saranno meno importanti dei cambiamenti comportamentali a lungo termine. 1:  Quanto utilizzi  realmente il tuo smartphone? Il modo più semplice per saperlo è chiederlo al tuo cellulare.Gli smartphone più recenti e i loro sistemi operativi hanno programmi preinsta... più ...
Un sentimento piuttosto diffuso, ma spesso sottaciuto: qual è il motivo per cui, in concomitanza con le Feste di Natale, molti di noi si riscoprono tristi e malinconici? Capita anche a voi? Questo periodo impone spesso un copione rigido, fatto di pranzi e cene di famiglia, divertimento a tutti i costi e sentimenti positivi. Il risultato è che la maggior parte di noi si sente quasi costretta (vuoi per conformismo, vuoi per educazione verso parenti, amici, figli e nipoti) a indossare una maschera. I giorni di festa costringono effettivamente a festeggiare qualcosa ch... più ...
Durante il periodo natalizio, nei centri storici di molte città in Germania aprono i mercatini di Natale, il miglior indicatore per misurare l’atmosfera natalizia di una città.Ogni anno, anche la cittadina più fredda e insignificante, si trasforma in un luogo incantato (o almeno ci prova) adornandosi con un mare di lucine e un grande abete addobbato con colori e luminarie posizionato nella piazza principale della città.In questi mercatini Nei mercatini possiamo trovare tutto ciò senza il quale potremmo vivere altrettanto bene, ma che la particolare atmo... più ...
Quando arrivai a Monaco di Baviera, ormai venti anni fa, scoprii alcune tradizioni natalizie fino ad allora a me sconosciute. In particolare rimasi colpita la prima volta che ricevetti un calendario dell’Avvento. Mi piacque tanto che da quell’anno iniziai anche io a prepararlo non solo per mio figlio, ma anche per alcune persone adulte a me care.Negli ultimi anni mi sembra che questa tradizione stia prendendo piede anche in Italia, sebbene riguardi, almeno per ora, principalmente i bambini. Allora perché non scoprire qualcosa in più su questa usanza dei Paesi d&r... più ...