Lifestyle

Galateo, bon ton, etichetta... un tempo rappresentavano i fondamenti per saper stare in società e non destare scandalo in situazioni eleganti.Ma il galateo non riguardava semplicemente, come siamo portati a pensare, le regole da seguire a tavola o più comunemente il comportamento nei riguardi delle signore; in realtà prescriveva una serie di procedure atte a rimarcare il rispetto per il prossimo in ogni occasione. In sostanza, i dettami del galateo, fatte salve alcune eccezioni, potevano essere equiparati alle norme di buona educazione, fondamentali per potersi compor... più ...
Tavolo dei gatti e ripostiglio delle scope – afferma il cliché del viaggiatore solitario cui spesso viene riservato il tavolo peggiore del ristorante e una stanza camera arredata senza cura. Anche se questa idea è in realtà superata andare in vacanza da single tra tante coppie, può essere frustrante. Se i viaggiatori single non vogliono essere la sfortunata quinta ruota idi un gruppo di coppie, le coppie, a loro volta, temono che il loro soggiorno possa essere “disturbato” dai single.Tuttavia, la categoria dei single non è affatto un gruppo ... più ...
Si dice che il pettegolezzo sia il collante della società.Certo, gettare uno sguardo agli errori e ai problemi altrui, aiuta a rafforzare la fiducia in sé stessi. Il pettegolezzo aiuta inoltre a sfogare le proprie frustrazioni e a costruire una sorta di complice cameratismo con chi ascolta. Colui che sparge maldicenze, vuole sentirsi superiore, almeno per un momento, e godere della presunta sovranità di interpretazione su ciò che è buono e giusto. In realtà, però, il pettegolezzo non è affatto un segno di forza, ma di debolezza: a quanto ... più ...
C’è un aspetto di tutto quello che diciamo, e di tutto quello che ascoltiamo che ne influenza la credibilità, la forza, la memorabilità e perfino l’interpretazione. È ciò che viene definito “tono di voce” e, secondo gli psicologi, la prima impressione che ci facciamo su una persona viene condizionata non solo dall’aspetto, ma anche dalla sua voce.Usiamo la nostra voce ogni giorno in modo naturale e automatico, tanto da dimenticarci che non solo è il nostro principale strumento di comunicazione, ma è anche ... più ...
Quando inizia a nevicare: il mondo si ferma, guarda fuori dalla finestra e rallenta.I bambini costruiscono pupazzi di neve e anche gli adulti lo fanno, mentre le folate di neve pungono loro il viso.Perché la prima neve viene sempre accolta come si farebbe con una diva?Prima di tutto per la magia con cui appare, nel silenzio ovattato, al cadere dei primi fiocchi il cuore batte più forte. Lo sanno bene i bambini contenti poter finalmente cavalcare la loro slitta o di preparare le palle di neve per la battaglia o, meglio ancora, per provare a infilarle dentro il colletto del loro pa... più ...
...cantavano i New Trolls nel lontano 1978.Le carezze possono rappresentare un preludio a un rapporto sessuale, ma sono soprattutto un modo per dimostrare attaccamento e interesse per una persona a cui vogliamo bene o che ci piace. Per noi "esseri sociali", il contatto fisico è un bisogno vitale. Infatti il linguaggio tattile, coltivato fin dalla nascita, è essenziale per un buon sviluppo fisico, immunitario e cerebrale. In che modo le coccole, gli abbracci e le altre forme di contatto fisico (non di tipo sessuale) influenzano la nostra vita quotidiana? Perch&eacut... più ...
Ad ogni epoca la sua biancheria, ad ogni civiltà la sua sottoveste. Facciamo un viaggio nel tempo per scoprire cosa si è nascosto nel cassetto della biancheria intima femminile dai tempi più lontani fino ad oggi.Le prime tracce di biancheria intima provengono dall'antico Egitto, quando le donne aristocratiche indossavano sottovesti sotto i loro vestiti. Più tardi a Roma, mentre gli uomini preferivano non indossare nulla sotto le ltuniche, le donne contenevano i loro seni in una fascia mammillare o di pelle, il famoso antenato del moderno reggiseno. Per l'att... più ...

"Vuoi ballare?“
1 | 548 Visite

Chi di noi non ricorda ancora adesso con piacere i primi brividi d’amore provati in un garage, in una soffitta o nel salotto di qualche casa lasciata “libera” dai genitori, ballando sulle note di un romantico lento?Ballo emblematico della seconda metà del XX secolo, il ballo lento ha segnato diverse generazioni di adolescenti che, grazie ad esso, hanno vissuto le loro prime esperienze sentimentali. Eppure è ormai quasi scomparso del tutto dalle nostre piste da ballo. Prime emozioni carnaliLa danza è il modo in cui il danzatore si esprime quando le pa... più ...
È difficile immaginare una persona depressa che però svolge regolarmente le sue attività e magari riesce anche a sorridere a tutti.La depressione buia e triste, non è l’unica forma esistente e il depresso non è solo colui che si chiude in casa a pensare che “tanto è tutto inutile”.Ci sono molte forme di depressioni atipiche tra le quali quella “mascherata”. Non si trova su Wikipedia, ma è una realtà concreta. Depressione mascherataIl termine “depressione” è... più ...
Non solo giovani e giovanissimi. Il mondo dei tattoo sembra attirare sempre di più anche persone over 50, una tendenza che ha preso il via la scorsa estate e che sembra non voler rallentare.   Tatuarsi a 50 anni: sì o no?A tale proposito ci sono varie scuole di pensiero. C’è chi ama ricoprire il proprio corpo con disegni incisi sulla pelle che rendano eterno un ricordo o un sentimento. Ogni tattoo si fa quindi portatore di un significato personale e profondo.Sul fronte del no c’è chi li vede come errori di gioventù e,... più ...