Isolati ma non soli.

Isolati ma non soli.

0 | 226 Visite

Chi aspettava questo periodo dell’anno per rivedere famigliari lontani o incontrarsi con gli amici intorno ad una tavola ben apparecchiata e scintillante, sarà costretto a rivedere i propri programmi. Purtroppo, trascorreremo le feste di quest’anno sostanzialmente ognuno per conto proprio.

Ma se “non tutto il male viene per nuocere”, con un po’ di sforzo forse riusciamo a cogliere anche qualche aspetto positivo da questa nuova situazione.

Sicuramente avremo più tempo da dedicare a noi stessi e ai nostri interessi. Ci dedicheremo a fare un po’ di sport, leggeremo di più, guarderemo più televisione, cercheremo di sfruttare al meglio la tecnologia a nostra disposizione per rimanere in contatto con le persone a noi care.

 

Ma, ad essere sinceri, se trascorrere le feste Natalizie da single non è facile, in tempo di Covid non sarà certo una passeggiata: le limitazioni di orario, la paura di incontrare persone conosciute e sconosciute, l’evitare posti troppo affollati, sono tutti fattori che portano le persone ad avere pochi contatti e riducono le occasioni di (nuovi) incontri.

Le domande sul futuro rimangono in molti casi senza risposta, visto che fare progetti sembra ancora difficile. Eppure il tempo non si ferma ad aspettare e per non lasciarlo volare via, bisogna prendere in mano la situazione e fare qualcosa di concreto.

Un consiglio che vale per tutti, ma in particolar modo per i single senior, ultracinquantenni, spesso di ritorno e sempre più numerosi anche nel nostro Paese.

Esistono tanti pregiudizi intorno ai senior. Pensieri e stereotipi che ancora oggi pesano su chi è entrato nella maturità e che riguardano varie sfere della vita: quella sentimentale, quella fisica, quella sessuale, quella tecnologica. È vero, con il tempo si cambia e sarebbe assurdo negarlo: cambiano le esigenze, i desideri, le prospettive. Ma questo cambiamento va nella direzione della consapevolezza e della libertà personale, non in quella dell’inaridimento e del declino.

 

Oggi vogliamo sfatare almeno due pregiudizi sugli over 50: che non siano più interessati a una relazione e che non siano avvezzi alla tecnologia.

Lo facciamo proponendovi una intervista rilasciata da P.Gambaro, country manager Italia di club-50plus.it al magazine Altraeta.it che, presente sui principali social media con una community di oltre 45mila follower e con un milione di lettori, è la testata giornalistica di riferimento per i senior di oggi.

 

Nell’articolo si parla del perché e cosa cerchino i sempre più numerosi senior che si rivolgono alle piattaforme di incontro. Vengono analizzati i diversi approcci degli iscritti per fasce di età e come far uso di questo strumento anche per coloro che vi si approcciano per la prima volta.

 

Per chi volesse leggere l’intero articolo, vi rimandiamo al sito di Altraetà.it.

 

Buona lettura!

 

Foto: Alfons Ven/Adobe Stock

EMILIA31, 10.12.2020

Questo articolo non ha ancora alcun commento.