La bellezza non ha età.

La bellezza non ha età.

3 | 237 Visite

Da sempre le parole "vecchiaia" e "bruttezza" sono state associate tra loro. Basti pensare ad esempio, alla strega avvizzita e spesso maligna protagonista di tante favole. Niente contro i fratelli Grimm, ma possiamo dire che anche loro hanno una parte di responsabilità, almeno secondo quanto sostenuto dagli psicologi, del fatto che le donne anziane siano state associate per lungo tempo, nella migliore delle ipotesi alla saggezza, ma difficilmente alla bellezza. 

 

Un altro punto di vista.

 

Stante che le donne di età superiore ai 50 anni rappresentano già circa il 35% della popolazione in Europa ( tendenza in aumento), e sono attive e attraenti come non mai, è arrivato dunque il momento di cambiare punto di vista.

Queste donne sanno quello che vogliono ma anche quello di cui non hanno più bisogno, vivono intensamente ma hanno sempre ancora qualcosa di nuovo da fare e lasciano che i segni del tempo sui loro volti raccontino le esperienze e sogni di una vita.  Sono visi che poco hanno a che fare con quelli delle modelle, lisci e giovani, ma spesso intercambiabili. Anche la pubblicità se ne sta accorgendo e tende a proporre sempre più spesso donne mature (famose e non) come testimonial di prodotti di bellezza. La marca „Dove“ ad esempio, ha voluto rischiare e, rompendo gli schemi, ha ideato uno spot con protagonista una bell donna ultraottantenne, ottenendo un feed back tanto positivo quanto inaspettato.

 

Le componenti della bellezza.

 

Le donne over40 sono donne speciali che appartengono ad una generazione speciale. I movimenti femministi degli anni ‘70 hanno contribuito ad accrescere e consolidare la sicurezza in se stesse, permettendo loro di rispondere ai cambiamenti del corpo con più serenità rispetto alle loro madri. Il movimento del '68 ha sostenuto il diritto a voler cambiare e ricominciare a qualsiasi età. La buona situazione economica ha inoltre garantito una migliore alimentazione e la cura della salute per la maggior parte delle persone. Non c'è da stupirsi quindi, che molti tra i 50 e i 70 anni si sentano spesso più giovani di dieci anni della loro età effettiva. Molte delle donne over 50 vengono considerate ancora più belle oggi di 20 anni fa, forse anche perché la maggior parte degli europei non associa la bellezza soltanto e in primo luogo a un corpo tonico e snello e a una pelle liscia. Il sorriso,  la presenza e lo stile di abbigliamento sono gli aspetti che vengono citati più frequentemente quando si parla di bellezza. Insomma, il fascino, il carisma di una persona vincono sul mero aspetto fisico.

E le rughe? Certamente nessuno le ama e tutti (o quasi) tutti cercano di fare qualcosa al riguardo, senza arrivare  in Europa (almeno per ora) agli estremi della „bellezza ad ogni costo“ tipica di buona parte della società americana.

 

Canoni di bellezza nel mondo.

 

Ogni Paese ha i propri canoni e le proprie convenzioni in termini di bellezza: in Asia le donne più anziane si preoccupano di mantenere la loro pelle chiara e perfetta come la porcellana. Nei tempi passati le donne cinesi assumevano a tale scopo addirittura della polvere di perle frantumate, oggi sostituite da creme sbiancanti .

Le Afroamericane si prendono invece una particolare cura della capigliatura, azzardando acconciature fantasiose fino a tarda età. Anche i fianchi formosi sono una caratteristica di bellezza per queste donne, sebbene i modelli di corpi asciutti e longilinei occidentali sempre più conosciuti anche in Africa, stiano contribuendo ad un’inversione di tendenza.

In America Latina infine, la cura della bellezza viene praticata a tutte le età ricorrendo all’aiuto dei membri della famiglia e degli amici. Manicure, pedicure, parrucchiere sono appuntamenti inderogabili prima di presentarsi in società o a una festa.

 

Un bene raro.

 

Nina Degele, professoressa di sociologia e studi di genere all'Università di Friburgo, ha affrontato un altro aspetto della bellezza globale: il boom degli interventi estetici. Soprattutto in Occidente, le donne over 50 hanno conquistato un ruolo nella società e sono percepite interessanti anche proprio in virtù della loro età. D'altra parte esiste anche una corrente in forte sviluppo a favore dei ritocchi estetici.

Come si conciliano le due cose? La professoressa ha individuato la chiave di interpretazione nella struttura dell'età della società. Se è vero che le donne di oggi sono molto più sicure di sé, sono ben istruite e rivestono un ruolo significativo nella società e nell’economia (sono un segmento di clientela importantissimo per molte aziende), d’altra parte, in una realtà dove ormai ci sono molti più anziani che giovani, la gioventù è considerata un bene raro e prezioso. E tutto ciò che è raro, diventa oggetto di desiderio, specialmente se portatore di un’immagine di successo e benessere economico.

 

 

Foto: © angelina/ fotolia.com

EMILIA31, 06.09.2018

Navyseals
1 | 14.09.2018 22:03

Per esempio Milly Carlucci, secondo me era si bella da giovane, ma adesso è più bella e molto più bona

Michela V.
1 | 10.09.2018 18:58

E' vero! C'è un maggiore cura di se stesse in generale anche e soprattutto dopo i 40/50/60 anni e anche oltre. Ho amiche ultra settantenni belle, curate e piene di energia. Oltre alle cure fisiche anche l'attenzione alla sana alimentazione fa moltissimo!
Altro fattore di rilievo è la condizione socio economica.
Mi trovo d'accordo con l'articolo, su quanto siano speciali le donne dai 40 in su!
Anch'io, se rivedo le foto di quando avevo 20 anni....sembro un brutto anatroccolo!
Che dire anche delle adolescenti di oggi?! Ci sono 16enni che sembrano già donne mature!Mi riferisco alla cura di se stesse: trucco, parrucco e abbigliamento.

Comunque sia , parlando di "bellezza" al femminile abbiamo fatto passi da gigante.
E riguardo i canoni di bellezza dal mondo è tenerissima l'immagine di "sorellanza" che si crea tra amiche/famiglia/piccoli gruppi etnici quando ci si ritrova per dedicarsi alla cura di sé! Brave donne!
Amare se stesse fa sempre bene alla mente e al corpo e....si vede!!!!!