Tipico tedesco!

Tipico tedesco!

2 | 241 Visite

Visto che anche in Italia si sente sempre più spesso parlare (nel bene e nel male) della Germania, vorrei raccontarvi qualche curiosità sulla gente e sul Paese dove vivo da ormai 21 anni.

Typisch deutsch. Per molti italiani, sono tipicamente tedeschi i würstel, la birra o la loro estrema puntualità. Queste caratteristiche rappresentano certamente una parte della popolazione tedesca. Ma in gran parte sono anche stereotipi che non si possono applicare a tutti e, come per tutte le culture, anche per quella tedesca esistono cose poco note.

 

Wandern

Che cosa fanno i tedeschi nel tempo libero? Lo trascorrono principalmente nella natura. I numerosi e grandi boschi diffuse in tutto il Paese, offrono l’occasione per fare gite in bicicletta e lunghe passeggiate. La parola tedesca wandern traduce l’italiano ‘escursionismo’ anche se in realtà, wandern è molto di più che andare a fare una passeggiata in montagna o nei boschi.

L’esistenza di un’associazione degli escursionisti (Deutscher Wanderverband) e diverse altre associazioni simili dimostra che in Germania l’escursionismo è un’attività istituzionalizzata. La parola wandern resta impossibile da tradurre con esattezza in italiano.

Infatti, si può parlare di wandern se:

La passeggiata dura più di un’ora, il percorso è stato pianificato, vengono utilizzate infrastrutture specifiche (sentieri), si utilizza un’attrezzatura adatta.

Resta quindi impossibile da tradurre con esattezza la parola wandern in italiano.

 

Schültüte

Per celebrare l’inizio dell’anno scolastico i bambini che andranno in prima elementare celebrano il passaggio dalla scuola materna alla scuola dell’obbligo con una festa speciale.

Durante questa occasione i bambini modellano insieme ai genitori un grosso cono di cartone decorato (Schültüte o Schulkorb) dentro al quale si trovano sia oggetti che serviranno loro per la scuola che dolcetti. E per rendere indimenticabile il primo giorno di scuola è tipico vedere per strada i bambini in posa per la fotografia di rito insieme alla loro Schültüte.

  

La benedizione della casa da parte dei Re Magi

Una tradizione ancora molto sentita riguarda la benedizione delle case da parte dei Re Magi.

La scritta: 20*C+M+B+20 che si trova sopra lo stipite delle villette nelle zone residenziali e nelle campagna dei Länder cattolici  hanno sempre suscitato la mia curiosità fino a quando ne ho scoperto con divertimento il significato.

Le scritte come quelle qui sopra rappresentate sono una benedizione della casa. E rappresentano le iniziali dei nomi dei Re Magi (Gaspare, Melchiorre e Baldassarre) unite all’anno in corso.

Ogni anno, il 6 gennaio, i bambini passano di casa in casa a cantare canzoni natalizie e a recitare una poesia e con un gesso benedetto, lasciano la traccia del loro passaggio scrivendo le iniziali dei Re Magi e le cifre dell’anno in corso.

Cosa c’entra questa usanza con la benedizione della casa? In tedesco i nomi dei Re Magi sono Caspar, Melchior e Balthasar e le loro iniziali possono essere interpretate come “Christus mansionem benedicat”, ovvero “Cristo benedica questa casa”.

 

Gartenzwerg

I famosi nanetti da giardino che ogni tanto fanno capolino anche nei Giardini delle nostre italianissime case di campagna/montagna.

Questi nanetti in tedesco si chiamano Gartenzwerg e possono essere realizzati di marmo, pietra, argilla o di plastica e se ne contano almeno 25 milioni, solo in Germania. Noti già dalla mitologia greca e dalle fiabe dei fratelli Grimm, la produzione dei nanetti da giardino è iniziata ufficialmente nel XIX secolo. Gli gnomi da giardino classici prendono spesso a modello le professioni del giardiniera o dei minatory medievalisui giardinieri o sui minatori medievali. Sono vestiti con un grembiule di pelle, portano con sé una pala, un piccone, una lanterna o una carriola e di solito indossano un berretto rosso a punta che ricorda l'antico berretto frigio, simile al copricapo di Babbo Natale.

 

Badeente

Avete presente quelle paperelle gialle che solitamente si danno ai neonati quando si fa loro il bagnetto?

Ecco, questo è un altro esempio di un oggetto tipicamente Tedesco, tanto che la parola Quietscheente è praticamente intraducibile in italiano (paperella che stride). Anche nelle case che non dispongono di una vasca da bagno, è facile trovare collezioni di paperelle di tutte le misure e colori.

 

Foto: Alexas_photo/Adobe Stock 

 

E voi conoscete alter usanze o curiosità sulla cultura popolare tedesca?

 

 

EMILIA31, 01.10.2020

piccolinakaty
1 | 05.10.2020 16:08

Bello , visto che col Covid non possiamo viaggiare ,mi sono immersa nel tuo racconto , bene illustrato , mi è sembrato di essere proprio in Germania . Lo conserverò con cura .