Visitare i parchi tedeschi in autunno.

Visitare i parchi tedeschi in autunno.

0 | 165 Visite

In Germania l’estate è stata grigia e piovosa. Confidando nella generosità di Madre Natura, ci sarebbe da attendersi un autunno clemente e pieno di colori grazie al meraviglioso foliage che ci regalano i tantissimi boschi presenti su tutto il territorio.

Settembre e ottobre sono i mesi migliori per visitarli. Dotati dell’attrezzatura giusta, si può camminare per giorni sostando nei diversi paesini, partecipando alle feste per la discesa a valle delle mandrie dagli alpeggi e per la raccolta delle mele.

Una vacanza all’insegna della serenità e della Gemütlichkeit, parola intraducibile in italiano che sta per un misto di comodità, cordialità e tranquillità. Cosa c’è di meglio di trascorrere qualche giorno immersi nel verde da soli o in compagnia in uno dei parchi nazionali tedeschi?

Per chi abbia intenzione di scoprirli proponiamo qui sotto una lista di 5 parchi nazionali mozzafiato che si dovrebbero assolutamente visitare almeno una volta nella vita se si vive in Germania o ci si trova qui in vacanza.

 

1. Parco Nazionale della Foresta Nera

Il Parco della Foresta Nera, situato nel Baden-Württemberg e che deve il nome alla sua fitta foresta di abeti che cresce a quote elevate, è stato inaugurato nel 2014 e gode di un’ottima posizione geografica. La zona è ricca di colline, boschi, pascoli, vallate, piccoli laghi, cascate e per un totale di 22 mila km di sentieri attrezzati per gli escursionisti. La Schwarzwaldhochstraße è la strada panoramica che percorre tutto il parco dall’interno a partire dalla splendida località termale, nonché città d’arte, di Baden Baden. Ma anche Friburgo, bellissima cittadina, può essere presa come punto di partenza per questo viaggio nel verde. La vegetazione della riserva è costituita per lo più da abeti bianchi e rossi e da faggi, lasciati crescere nel modo più naturale possibile.

 

2. Parco Nazionale di Berchtesgaden

Il parco è stato istituito nel 1978 e dal 1990 è entrato a far parte della Riserva della biosfera di Berchtesgaden dell’Unesco. Si trova ai confini con l’Austria, nella zona meridionale della Baviera, ed è l’unico parco nazionale tedesco situato nell’area alpina. Il lago di Königssee si trova al centro del parco e vale la visita anche lo chalet di Hitler, il famoso Berghof (il nido d’aquila) dalla cui terrazza si gode una splendida vista. Non solo rocce su cui arrampicarsi e una florida vegetazione quindi, ma anche un piacevole paesaggio ricco di acqua in cui in estate è anche possibile fare il bagno.

 

3. Parco nazionale dell’Eifel

Il Nationalpark Eifel si trova nella regione della Renania Settentrionale-Westfalia ed è caratterizzato da una ricca vegetazione di faggi, querce e ruscelli, oltre che da una vasta riserva di diverse specie di animali e vegetali uniche nel loro genere. Sono ben 230, infatti, le specie di animali e di piante a rischio di estinzione conservate in questo parco, che è il primo nato per proteggere le foreste di faggi di tipo atlantico sul terreno del Mittelgebirge e le zone a rischio di disboscamento. Il parco può essere visitato individualmente o insieme ad una guida in grado di mostrare tutte le caratteristiche della zona.

 

4. Parco Nazionale del Wattenmeer dello Schleswig-Holstein

Il parco, istituito nel 1985 si trova nella regione più settentrionale della Germania, nello Schleswig-Holstein, ai confini con il Mare del Nord, tra l’Olanda) e la Danimarca. Il paesaggio di questa riserva naturale è a dir poco spettacolare. Il parco si presenta come un’immensa distesa di spiagge, dune e specie animali tipiche di questo territorio. Le piccole isole incastonate nella distesa e circondate dal mare sono dette “sogni galleggianti”. Grazie al fenomeno delle maree, nel parco si cammina direttamente sul fondo marino e si possono persino incontrare da vicino le foche distese sulla spiaggia e le aquile di mare.

 

5. Parco Nazionale della Svizzera Sassone

Il parco è stato istituito nel 1990 e si trova non lontano da Dresda. Il paesaggio è conosciuto per le sue rocce di origine arenaria e per le loro cime sinuose e imponenti, che hanno ispirato i principali pittori del romanticism. C.D.Friedrich aveva in mente questo paesaggio quando dipinse il famoso Quadro “Die Felsenschlucht” (La gola di rocce). Il parco è attraversato da diversi percorsi, come il Malerweg, il famoso sentiero dei pittori, dalla lunghezza di 112 km, o il sentiero che conduce alla roccia di Bastei, col caratteristico ponte di pietra costruito nel 1851. Sempre in questo parco si trova la fortezza Königstein che è una delle più grandi fortificazioni di montagna d’Europa.

 

 

Foto:  Henry Czauderna/Adobe Stock

 

 

 

 

 

EMILIA31, 02.09.2021

Questo articolo non ha ancora alcun commento.