Diario di una cinquantenne: tutti gli appuntamenti della mia vita

Diario di una cinquantenne: tutti gli appuntamenti della mia vita

1 | 2686 Visite

Vi riportiamo oggi la storia di una donna italo-canadese di 52 anni che ha provato l´esperienza di rinnamorarsi a quest´etá.

 

“Tu dovresti essere Rita”  le dice, mostrando una dentatura con un ponte a vista “sono Antonio”. Antonio, si é poi scoperto, non era di Napoli ma era italiano di terza generazione da parte di padre. E quando ha detto che guidava una Ferrari, in realtá intendeva che una volta ne aveva guidata una per un paio d´ore quando i suoi amici gli regalarono un coupon per il 60esimo compleanno.

“Ma nel tuo profilo dici di avere 55 anni!”. La matematica di Antonio evidentemente aveva delle grosse delle lacune.

 

 

Gli appuntamenti come un diversivo sociale

 

Non c´é bisogno di specificare che il nostro incontro non é andato a buon fine, ma la cosa piú triste e che non mi sarei aspettata altrimenti. Ecco il problema con gli appuntamenti: piú ne hai, piú aumenta il desiderio di incontrare Lui/Lei ma si abbassano drasticamente anche le aspettative di trovare chiunque da cui non vi venga voglia di scappare a gambe levate prima della fine del primo appuntamento.

Ecco come io e i miei amici chiamiamo questo concetto “la legge dello scarso ritorno  sull´investimento ”. Nel peggiore dei casi, significa che si é persa ogni speranza; quindi si approccia un nuovo appuntamento con un uomo senza grandi aspettative. Le mie amiche, come me, cinquantenni, vedono gli appuntamenti come un modo come un altro per trascorrere un paio d´ore con una nuova persona, una sorta di diversivo sociale piuttosto che un tentativo amoroso.

La mia amica Laura, 53 anni, la spiega cosí: “Andare agli appuntamenti é una chance di metetrsi in tiro il sabato sera e trascorrerlo con un essere umano dell´altro sesso piuttosto che guardare C´é posta per te sul divano. Essere sulla piazza da circa 30 anni ed aver avuto i primi appuntamenti piú incredibili, mi consentono di avere la consapevolezza che il tutti-vissero-felici-e-contenti é un finale molto raro”.

 

 

I migliori appuntamenti

 

Sono stata circa a 1000 appuntamenti in tutta la mia vita: alcuni spontanei, alcuni organizzati da amici, i piú recenti tramite siti di incontri online e devo concordare con Laura. Ma non sempre é andata cosí male. Quando la mia prima vera relazione finí a 27 anni, ho trascorso 6 anni conoscendo varie persone e molti momenti furono magici: Luke mi ha portato a sciare in Colorado, Mike mi preparó un agnello arrosto per il pranzo della domenica e Steve mi ha portato a paseggiare al lago con i suoi due Labrador.

Quando mi lasciai con Steve (aveva conosciuto un´altra) avevo 33 anni, a quel punto sentivo il tichettio dell´orologio biologic e iniziai a frequentare piú persone possibile. Andare agli appuntamenti in quell period significava solo una cosa: trovare un futuro marito per avere dei bambini. A 38 anni frentai un uomo che avevo conosciuto molti anni prima e acconsentii a sposarlo, dopo 2 aborti spontanei decidemmo di separarci, avevo 41 anni.

 

 

Nessuna speranza di amore duraturo

 

Mi sono sentita sempre piú pessimista sul trovare l´amore della mia vita, e ho trascorso diversi anni single. Poi ho detto addio alla speranza di diventare madre e trovare un uomo con cui condividere la mia vita.

Ho iniziato a frequentare uomini di nuovo quando avevo 45 anni, ma era per lo piú un´attivitá ricreativa. Accettavo appuntamenti dal giovane commesso del verduraio, che mi ha invitato a cena mentre mi caricava le cassette di mele in auto, l´istruttore della palestra, un amico di amici, e il fratello di una collega. A volte mi piaceva davvero qualcuno, altre piacevo a loro, ma mai allo stesso tempo.  

Ecco perché la mia amica Rosa, 53, l´anno scorso ha deciso di smettere di avere appuntamenti “trovo il rifiuto troppo difficile da sopportare” mi raccontava.  “Amo la mia vita, ho amici meravigliosi e una bella famiglia. Un uomo sarebbe certo un bel bonus, ma non questione di vita o di morte.”

 

 

Un amore inaspettato nei miei over 50

 

Mi sentivo molto vicino a Rosa quando l´anno scorso tutto é cambiato all´improvviso. Molto inaspettatamente ho iniziato a frequentare Jon, che conoscevo come amico da piú di 30 anni.

Non abbiamo mai avuto appuntamenti ufficiali. Jon era da poco rimasto vedovo e trascorrevamo del tempo insieme, soprattutto perché volevo aiutarlo dopo la scomparsa improvvisa della moglie. Come i mesi passavani, con nostra grande sorpresa, la nostra relazione iniziava a cambiare. Un giorno, con terribile trepidazione, ho scoperto le mie carte e ho dichiarato a Jon i miei sentimenti. Invece di scappare inorridito, mi disse che provava le stesse cose, cosí piano piano la nostra amicizia si é trasformata in una storia d´amore.

Lui é in assoluto l´uomo piú amabile del mondo e non mi sono mai sentita piú felice in una relazione. Chi l´avrebbe mai detto?

Perció direi che il mio periodo dedicato agli appuntamenti sia concluso, sarei ben felice di non avere mai piú un primo appuntamento. Non me li sarei persa per tutto l´oro del mondo, sono stati formativi e alcuni spassosi, ma sono pronta ad un vero e prioprio impegno adesso.

 

Non ci resta che inviare a Rita tutti i migliori auguri dal Club!

 

 

 

 

 

Photo: © Fotalia - nullplus

EMILIA31, 09.02.2017

Questo articolo non ha ancora alcun commento.